Arrivederci al 26 ottobre 2008
La 23a edizione della Venicemarathon si correrà domenica 26 ottobre 2008.

Le iscrizioni apriranno il 1 gennaio 2008.

Troverai tutte le informazioni e le novità della prossima edizione sul sito aggiornato che sarà online a partire da inizio gennaio.
Kosgei e Cheruiyot ancora vincitori
Dominio tutto keniano per questa 22ª edizione della Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia, che rivede sul podio Jonathan Kosgei e Lenah Cheruiyot, vincitore e vincitrice dell’edizione 2006, questa volta però con record della manifestazione per la Cheruiyot che con 2h27'02'' cancella il record di Ruth Kutol di 2h28'16'' datato 2000.

Una grande gara femminile quindi, dal ritmo forsennato e in odore di record fin dai primi chilometri. Alle spalle della Cheruiyot, che entra così nella storia della Venicemarathon per aver vinto due edizioni consecutive, l’altra keniana della Cover-Mapei Anne Kosgei (2h28'27'') e una grintosissima Ivana Iozzia che a sorpresa riconferma l’impresa dello scorso anno con il record personale: 2h34'52''.

“E’ stata per me una sorpresa. Visto il cast delle partecipanti non pensavo di riuscire a riconfermare il piazzamento dello scorso anno, per cui sono davvero felice di questo risultato e soprattutto del record personale, anche se speravo di correre attorno alle 2 ore e 33. Ho corso la prima parte con Renate Rungger, l’altra italiana in gara, ma a metà ho visto che non stavamo rispettando la tabella di marcia, per cui ho allungato e mi sono affidata al ritmo di un ragazzo che neppure conoscevo ma che voglio ringraziare perché mi ha saputo accompagnare fino in fondo al ritmo ideale. Ho sentito leggermente il vento contro, ma posso solo essere felice. Questa prestazione rappresenta per me il punto di partenza per costruirmi un futuro in maratona.”

Alle spalle della Iozzia, un ottimo quarto posto per la marocchina naturalizzata italiana Fatna Maraoui che all’esordio sulla distanza ha chiuso in 2h37'22'' davanti alla keniana Mary Ptikany e all’altra debuttante italiana Renate Rungger, sesta con 2h41'06''.

Storica doppietta quindi anche per il keniano Jonathan Kosgei che con 2h12'27'' vince davanti ai connazionali Philemon Tarbei (2h12'49'') e Richard Mutai (2h13'31''). Prima di lui, solo Salvatore Bettiol riuscì nell’impresa nel 1986 (prima edizione) e l’anno successivo. In chiave azzurra, sesto posto per Danilo Goffi in 2h14'42'', rimasto solo per più di metà gara e con un principio di crisi al 24°. Dietro di lui, il keniano Benjamin Pseret e l’ucraino Vasyl Matviychuk che ha patito i 14 ponti degli ultimi chilometri.

Ritiro invece al 20° chilometro per Giacomo Leone che non è riuscito a trovare le giuste sensazioni e ritiro al 35° per crisi da fame per il debuttante Marco Buttazzo.

Dietro di loro, un popolo di oltre 6500 maratoneti e appassionati che hanno invaso allegramente le vie e le calli della città più affascinante del mondo: 5.293 gli atleti che hanno tagliato il traguardo.

Una maratona che ha addolcito i ponti, tolto alcune curve all’interno del Parco San Giuliano e che piace sempre più agli stranieri che quest’anno sono aumentati rispetto alle passate edizioni.

Il Parco San Giuliano, in questa edizione cuore pulsante di Venicemarathon, è stato protagonista questa mattina di una grande festa della sport all’insegna dello slogan “No al doping”, che ha coinvolto le migliaia di persone che hanno tifato lungo il percorso della maratona. E di una manifestazione organizzata dal CONI Regionale che ha coinvolto i ragazzi dei Centri CAS regionali, con una partecipazione di quasi 1000 persone.

La Venicemarathon è stata anche la maratona della solidarietà. Un invisibile filo d’acqua ha collegato oggi Venezia all’Uganda. La Venicemarathon, in collaborazione con Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo, ha supportato il progetto ‘Run for Water, run for Life’, che tramite una raccolta fondi via sms al 48583, aiuterà nella costruzione di un pozzo d’acqua in Uganda.
Oggi la presentazione dei Top Runners e le due Family Run
Grande giornata oggi per Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia: alle ore 12 presso l’Hotel Russott di Mestre saranno presentati gli attesi top runners dell’edizione 2007, ma già dalle 10 si respirerà la competizione quando migliaia di giovani saranno però impegnati nelle due Family Run che si correranno una al Parco San Giuliano e una a Dolo.

Saranno presenti i tre azzurri: Ivana Iozzia, Giacomo Leone e Danilo Goffi, che tenteranno di riportare un italiano sul gradino più alto del podio veneziano.

Tanti i collaterals che accompagnano grandi e piccini alla corsa di domenica 28 ottobre.

Family Run, la corsa non competitiva dedicata ai giovani, che dal 2006 si tiene in due location, la prima all’interno del Parco, la seconda invece a Dolo. Ad incitare i giovani atleti alla Family Run di Dolo ci saranno anche tre campioni dell’atletica che vivono nella Riviera del Brenta: Giovanna Volpato, azzurra della squadra di maratona, Andrea Longo ottocentista di Piove di Sacco e Fabe Dia velocista della squadra francese.

Lo spazio dedicato ai giovani continua poi con Open Sport, inaugurato ieri e coorganizzato con il CONI Provinciale: 20 federazioni avranno a disposizione un’area nella quale far provare le varie discipline sportive. Open Sport continua anche domani dalle 9.00 alle 20.00, in concomitanza ad Exposport e domenica dalle 9.00 alle 17.00 in abbinata con una prova dei C.A.S (Centri di Avviamento allo Sport) organizzata dal CONI Regionale.

Non solo sport, Venicemarathon è anche solidarietà: fino 3 novembre si potrà donare 1 euro mandando un sms al 48583. Il ricavato servirà a finanziare la costruzione di pozzi d’acqua nella regione del Karamoja in Uganda, dove da anni opera Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo o.n.g. o.n.l.u.s.

Per agevolare i tanti partecipanti che visiteranno Exposport e Open Sport sabato 27 ottobre, oltre a coloro che saranno presenti per la Family Run, sarà a disposizione un servizio gratuito di autobus dalla stazione di Mestre (con fermata in Piazza 27 ottobre) al Parco San Giuliano.

Inoltre, solo per la giornata di domenica 28 ottobre, ci sarà un passaggio pedonale reso possibile dai vigili urbani mestrini da Viale San Marco, Mestre, al Parco, agevolando quindi l’ingresso a quest’ultimo.

Sempre domenica, al Parco, sarà possibile aspettare il passaggio della corsa seguendo la gara dallo schermo posizionato per l’occasione, mentre bambini e ragazzi potranno divertirsi cimentandosi nelle attività organizzate da Open Sport e dal Centro Avviamento Sportivo.

Vi aspettiamo tutti al Parco da oggi a domenica! Il giorno della maratona potrete scorgere anche Nicola Savino di Radio Deejay fra i 6.500 atleti che sfrecceranno nel polmone verde di Mestre!
Inaugurati al Parco Exposport e Open Sport
Inaugurati oggi pomeriggio Exposport e Open Sport, due dei collateralls di Venicemarathon, alla presenza di molti campioni del passato e del presente delle vari discipline sportive, tra i quali i due campioni olimpici Pietro Mennea e Gabriella Paruzzi.

A fare gli onori di casa Lorenzo Cortesi, Segretario Generale di Venicemarathon, che ha introdotto le 20 federazioni presenti a Open Sport e gli oltre 50 espositori di Exposport “grazie ai quali Venicemarathon non è più solo corsa, ma evento sportivo a 360 gradi”.

“Exposport è la maratona di chi non corre la maratona – prosegue Piero Rosa Salva Presidente Onorario di Venicemarathon – e da quest’anno ci sarà anche Open Sport, un modo in più per sentirsi parte della grande famiglia di Venicemarathon”.

Gli fa eco Enrico Jacomini, Presidente di Venicemarathon, ricordando a tutti l’importanza del Parco San Giuliano, non solo perché ospita questi collaterals, ma anche perché sarà campo di gara per una delle due Family Run che si correrà sabato mattina. “Venicemarathon però è anche solidarietà, fino al 2 novembre si potrà donare 1 euro ad Africa Mission Cooperazione e Sviluppo, mandando un sms al 48583, dando il proprio contributo alla costruzione di un pozzo in Uganda”.

Venicemarathon ben incarna i valori dello sport, che non è solo competizione, ma anche e soprattutto un momento di unione e di educazione, essendo lo sport una delle componenti fondamentali della vita. Questo si evince dalle parole di Sandro Simionato, assessore allo Sport del Comune di Venezia e Danilo Lunardelli Assessore al Turismo della Provincia di Venezia.

Più legato alla territorialità dell’evento, invece, Massimo Venturini, Presidente della Municipalità di Mestre-Carpenedo: “Venicemarathon è un evento che coinvolge la città nella sua globalità”.

Madrina dell’inaugurazione Miss Mestre 2007 Maria Elena Monego, giovane promessa del mondo dello spettacolo, che sabato correrà assieme alle sue compagne di classe la Family Run di Parco San Giuliano.

Testimonial d’eccezione di questa giornata due stelle dello sport azzurro.
Gabriella Paruzzi, che conta nel suo palmares ben 5 medaglie olimpiche nello sci di fondo, “non ho mai corso una maratona, ma se deciderò di farla sicuramente la mia scelta ricadrà su Venezia”; e Pietro Mennea, tre volte medagliato alle olimpiadi (detentore del record del mondo dei 200m piani per più di quindici anni), che proprio in questa occasione ha presentato il suo libro “Il Doping nello Sport”: “lo sport deve creare valore, chi è sportivo deve sentire di più il peso della propria responsabilità sociale, per dare vita alla battaglia della credibilità dello sport”.

Presenti molti altri campioni dello sport: Federico Vanz nazionale di discesa libera; Maurizio Miotto Campione del Mondo ed Europeo di pesca marittima; Tuomo Kettunen membro della federazione mondiale di Nordic Walking; Martina Bornacin, Serena Parise e Stellina Pianella campionesse di bocce; Federica Zago e Michael Sfrizzo Campioni Italiani Disabili di canoa; Angela Luisa Prendin della squadra nazionale di canoa; Mattia Colombi e Nicola Dall’Acqua Campioni Mondiali Junior di K2; Busetto Marzia campionessa di pattinaggio artistico; Alessandro Guerrini portiere nazionale di pallamano.

Per agevolare i tanti partecipanti che visiteranno Exposport e Open Sport sabato 27 ottobre, oltre a coloro che saranno presenti per la Family Run, sarà a disposizione un servizio gratuito di autobus dalla stazione di Mestre (con fermata in piazza 27 ottobre) al Parco San Giuliano.

Inoltre, solo per la giornata di domenica 28 ottobre, ci sarà un passaggio pedonale reso possibile dai vigili urbani mestrini da Viale San Marco, Mestre, al Parco, agevolando quindi l’ingresso a quest’ultimo.

Sempre domenica, al Parco, sarà possibile aspettare il passaggio della corsa seguendo la gara dallo schermo posizionato per l’occasione, mentre bambini e ragazzi potranno divertirsi cimentandosi nelle attività organizzate da Open Sport e dal Centro Avviamento Sportivo.

Vi aspettiamo tutti al Parco da oggi a domenica! Il giorno della maratona potrete scorgere anche Nicola Savino di Radio Deejay fra i 6500 atleti che sfrecceranno nel polmone verde di Mestre!
Dopo 12 anni Goffi e Leone di nuovo sulla linea di partenza
La 22ª edizione di Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia riporta tra i protagonisti due azzurri che nell’edizione del 1995 si imposero su tutti in un’entusiasmante sfida al decimo di secondo: Danilo Goffi, che vinse in 2h09’26” e Giacomo Leone, che giunse secondo in 2h09’34”.

“Venezia mi ha sempre portato fortuna – dichiara Danilo Goffi – quest’estate mi sono concentrato sulle distanze corte, per dedicarmi in autunno alla lunga distanza e quindi a Venezia. Sono in buona condizione e ovviamente l’obiettivo è ripetere la vittoria di dodici anni fa”.

L’atleta milanese in forza al Gruppo Sportivo dei Carabinieri corre proprio a Venezia la sua prima maratona nel 1995, vincendo non solo la Venicemarathon, ma anche il titolo italiano. Nel 2004 ritorna in laguna, ma non riesce a bissare la vittoria, piazzandosi al secondo posto in 2h09’55” ad 1’’ dal vincitore. “Torno con molto entusiasmo a Venezia – prosegue Goffi – e sono curioso di vedere il percorso che ha subito alcune modifiche rispetto all’ultima volta che sono stato qui. Forse è il tratto all’interno del Parco San Giuliano (una novità assoluta per me) che può fare la differenza. Mentre non mi spaventano i ponti: se arrivi forte, non li senti.”

Molto entusiasmo anche per Giacomo Leone che ha molti ricordi dell’edizione di dodici anni or sono: “Nonostante sia passato un po’ di tempo, ricordo ogni metro e ogni centimetro del percorso. Un percorso filante, in uno splendido paesaggio che ti permette anche di distrarti dalla fatica, senza rendere noioso lo sforzo che stai facendo.” Il maratoneta originario di Francavilla Fontana (BR) in forza alle Fiamme Oro rivive anche due momenti particolari della sua Venicemarathon del ’95: “Alla partenza siamo stati letteralmente travolti dagli amatori. Io e Goffi siamo partiti subito bene e siamo riusciti a stare nelle prime posizioni senza avere particolari crisi. Tanto che ricordo che Pizzolato, che ci aveva seguito in bicicletta, fece fatica a stare al nostro passo”.

A Venezia ci sarà quindi l’emozione di una sfida ad al vertice tra atleti italiani, con la speranza di riportare i colori azzurri sul gradino più alto del podio. Adriano Pellizzon, responsabile dei Top Runners, avverte però che “la lotta per la vittoria sarà molto serrata, perchè oltre a Goffi e Leone ci sarà una pattuglia di atleti stranieri molto agguerrita, capeggiata dal vincitore del 2006 Jonathan Kipkorir Kosgei”.
Presentata ufficialmente la Venicemarathon 2007: tutto pronto per lo start di domenica
È stata ufficialmente presentata questa mattina nella splendida cornice del Casinò Municipale di Venezia la 22ª edizione di Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia, un’edizione che si prospetta ricca di novità e di appuntamenti.

L’attenzione di tutti domenica sarà per la corsa: 6.500 gli iscritti, con un incremento di 300 stranieri rispetto al 2006. Diversi i top runners che daranno vita ad una sfida all’ultimo secondo: Danilo Goffi e Giacomo Leone, i due azzurri che nel 1995, all’esordio sulla distanza, arrivarono primo e secondo, tenteranno di conquistare il gradino più alto del podio, spodestando Jonathan Kipkorir Kosgei, il keniano vincitore dell’edizione 2006.

A livello tecnico ci sarà una modifica del percorso all’interno del Parco San Giuliano: sono state eliminate tredici curve che l’anno scorso avevano penalizzato la velocità del tracciato.

Queste le novità illustrate dal Presidente di Venicemarathon Enrico Jacomini, alla presenza di diverse autorità istituzionali e del mondo dello sport, che hanno ricevuto il pettorale personalizzato di Venicemarathon.

“In quest’edizione abbiamo voluto potenziare la partnership con la Maratona – ha esordito Mauro Pizzigati, Presidente del Casinò di Venezia – il Casinò è vicino a diverse manifestazioni sportive, tra cui Venicemarathon. L’obiettivo è quello di svincolarci dal ruolo di ‘casa da gioco’ per legarci ulteriormente al territorio sostenendo eventi culturali e sportivi”.

Assoluta novità di questa edizione: “Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia è la prima maratona al mondo ad essere presente anche nel mondo virtuale di Second Life - dichiara Piero Rosa Salva, Presidente Onorario di Venicemarathon - Abbiamo iniziato con l’allestimento di un info point virtuale dove tutti gli utenti possono ricevere informazioni sulla maratona. Nel 2008 chiunque potrà invece correre una vera e propria maratona virtuale”.
"A Venezia le barriere si superano di corsa": le rampe della Venice Marathon restano fino all'Epifania
(fonte: Ufficio Stampa Comune di Venezia) Per il terzo anno consecutivo le tredici rampe, con pendenza inferiore all’8%, montate sui ponti in occasione della Venice Marathon e allestite grazie alla collaborazione tra Comune di Venezia, Venice Marathon e Autorità Portuale di Venezia, renderanno accessibile una vasta area della città che va da San Basilio all’Arsenale, includendo il passaggio con i mezzi di trasporto pubblici dalla Salute a San Zaccaria. Due le novità di quest’anno: verrà allungata la permanenza delle rampe, che resteranno installate dal 22 ottobre al 6 gennaio, e sarà pubblicato l’opuscolo “A Venezia le barriere si superano di corsa”, con suggerimenti per la visita delle aree rese temporaneamente accessibili.

L’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Mara Rumiz, intervenuta alla conferenza stampa svoltasi oggi sul Ponte di Ca’ di Dio, ha spiegato che “scopo dell’intervento è quello di rendere maggiormente fruibile la città a chi ha difficoltà motorie, ma anche ai cittadini e ai turisti. La Venice Marathon dunque come occasione per allargare l’accessibilità sia in termini di spazio che di tempo”. L’assessore ha proseguito specificando che non si tratta di una soluzione generalizzata da poter rendere permanente, come pure non è possibile, per motivi tecnici di profondità della pedata e di pendenza, applicare a tutti i ponti la modalità di superamento del Ponte della Paglia, ma che il Comune sta affrontando con la Soprintendenza il tema più generale di come intervenire per rendere la città accessibile, malgrado i vincoli architettonici.
Oltre alla Soprintendenza, Rumiz ha voluto ringraziare anche gli operatori e gli esercenti veneziani, con cui quest’anno si è instaurata una positiva collaborazione per la riuscita dell’iniziativa. L’obiettivo futuro è quello di riuscire a finanziare l’intervento, attualmente a carico dell’Amministrazione comunale, attraverso contributi privati.

La brochure “A Venezia le barriere si superano di corsa”, pubblicata in italiano e in inglese, sarà distribuita negli uffici comunali Informahandicap e Urp e negli Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica dell’Azienda di Promozione turistica della Provincia di Venezia. Sarà inoltre scaricabile alla pagina www.comune.venezia.it/informahandicap, nella sezione “Venezia accessibile”.
Presentati oggi tutti i collaterals di Venicemarathon
Sono stati ufficialmente presentati quest’oggi, nell’elegante sala Casanova dell’Hotel Russott di Mestre, quartier generale della macchina organizzativa, i collaterals di Venicemarathon, eventi che renderanno questa 22ª edizione più ricca e coinvolgente per la città e il suo territorio.

“I collaterals, quali Exposport, le due Family Run e la nuova iniziativa di promozione sportiva Open Sport, non sono più solo un corollario alla maratona, ma veri e propri eventi dalla precisa identità e chiara fisionomia” così il Presidente di Venicemarathon Enrico Jacomini ha introdotto la presentazione.

Si parte giovedì 25 (taglio del nastro alle ore 15) con Exposport, la tradizionale Fiera dello Sport e del Tempo Libero, diventata negli anni sempre più meta di attrazione per maratoneti, famiglie e visitatori. “In sedici anni di storia - ha spiegato agli intervenuti Lorenzo Cortesi, Segretario Generale di Venicemarathon - Exposport è stata ospite di diverse realtà come Marghera e Venezia, per approdare lo scorso anno all’interno del Parco San Giuliano, dove ha trovato la sua ubicazione ideale. Saranno presenti più di 50 espositori, tra i quali le maggiori aziende del settore sportivo. Il maratoneta qui, oltre a ritirare il pettorale e la sacca gara, potrà trovare tutte le ultime novità del running, e fare il pieno di carboidrati al Rummo Pasta Party”.

La Family Run, la corsa non competitiva di 4 chilometri riservata ai ragazzi delle scuole e alle famiglie, nata e cresciuta per animare la vigilia di Venicemarathon, è stata testimone di una crescita vertiginosa in termini di partecipazione, grazie al raddoppio che ha portato i giovani atleti non più solamente sulle strade del Parco San Giuliano, ma anche su quelle di Dolo. Lo scorso anno vi parteciparono in tutto circa 10.000 persone, numeri che hanno reso la doppia manifestazione un evento di grande importanza.

Banco San Marco, sempre attento alle esigenze dei giovani e delle famiglie, da qualche anno aiuta a sostenere l’evento. “Ci piace pensare che genitori e figli nella Family Run compongano una squadra; inoltre – ha aggiunto Giovanni Giroldi, direttore di Banco San Marco - crediamo molto nella vocazione educativa del contributo solidale della corsa”.

È stata anche l’occasione per presentare la maglietta ufficiale della Family Run, che verrà distribuita a tutti i partecipanti ed è stata realizzata grazie al contributo di Oviesse, sponsor della manifestazione da 9 anni.

Family Run non è solo corsa, ma è soprattutto uno strumento per diffondere tra i giovani i nobili valori della solidarietà: il ricavato delle iscrizioni infatti verrà devoluto in parti eguali ad Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo o.n.g.-o.n.l.u.s. (associazione nata negli anni ’70 per portare aiuto alla povera regione del Karamoja in Uganda) ed alle scuole che partecipano alla corsa, per finanziare progetti didattici per lo sviluppo della pratica sportiva.

Presente in sala Carlo Venerio Antonello, Presidente Nazionale di Africa Mission, che ha mostrato ai partecipanti la foto del pozzo costruito l’anno scorso in Karamoja grazie ai contributi raccolti con le iniziative di Venicemarathon, ed ha ricordato la possibilità per tutti di poter donare 1 euro da tutti i cellulari TIM, Vodafone, Wind e 3 oppure 2 euro da rete fissa Telecom Italia, inviando un sms al numero 48583, attivo dal 18 ottobre al 2 novembre.

Novità di quest’anno è Open Sport, l’iniziativa di promozione sportiva realizzata in collaborazione con il CONI Provinciale che porterà al Parco San Giuliano 20 Federazioni sportive, che opereranno su campi prova o percorsi ludico-educativi. L’obiettivo dell’iniziativa è stato ben illustrato dal neo Presidente del CONI Regionale Gianfranco Bardelle: “Il nostro intento è quello di avvicinare sempre più giovani ai sani principi dello sport e ringraziamo per questo Venicemarathon che ci ha dato l’opportunità di poter dar vita a questa iniziativa”.

“Venicemarathon, quindi, non è più solo maratona, ma un lungo week end di sport per tutti e il nostro impegno sarà quello di dare ogni anno sempre contenuti nuovi alla manifestazione.” Con questo messaggio ha concluso Piero Rosa Salva, Presidente Onorario di Venicemarathon.
Ivana Iozzia - Lenah Cheruiyot, è di nuovo sfida
Tra le stelle dei 42 chilometri che splenderanno sul percorso della 22ª edizione di Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia anche quest’anno ci saranno Ivana Iozzia e Lenah Cheruiyot.

Sarà quindi di nuovo sfida tra le due atlete, una sfida che già l’anno scorso aveva entusiasmato e che aveva visto la keniana vincere l’edizione 2006 in 2h33’44’’ davanti alla connazionale Tegla Loroupe (2h35’50’’) e all’azzurra Iozzia che, dopo essere stata in testa fino a metà percorso, aveva chiuso al terzo posto con 2h36’13’’.

L’atleta comasca, campionessa italiana di maratona in carica, classe 1973, dal passato di pallavolista a livello agonistico, si è dedicata alla corsa quasi per caso solo 7 anni fa, grazie ad un viaggio omaggio dell’azienda tessile per la quale lavora tuttora che la selezionò per partecipare alla maratona New York. Al suo attivo ben sette maratone, tra cui appunto Venezia l’anno scorso.

“Di Venicemarathon ho un bellissimo ricordo – dichiara Ivana Iozzia – non solo per il percorso, ma anche per il tifo e il calore della gente che incitava tutti gli atleti lungo il tracciato. È con grande entusiasmo che quindi ritorno a correre in laguna, una maratona dall’alto livello tecnico e dalle forti avversarie. Sono contenta anche del cambiamento di percorso all’interno del Parco San Giuliano, dove gli accorgimenti dello staff organizzativo renderanno meno tortuoso il nostro passaggio, un segno dell’attenzione che già l’anno scorso avevo riscontrato da parte dell’organizzazione”.

Tra le avversarie che l’azzurra si troverà ad affrontare ci sarà ancora Lenah Cheruiyot, la vincitrice della passata edizione.
L’atleta keniana, dopo due maternità e diversi problemi di salute, è tornata proprio l’anno scorso ad allenarsi seriamente e ad ottenere ottimi risultati tra cui la vittoria a Venezia 2006 e, nella primavera di quest’anno, il quarto posto a Roma dove ottiene il suo miglior tempo di sempre, 2h29’31’’. Obiettivo per Venezia 2007: tagliare il traguardo in 2h27’.
"Il Veneto corre" alla Vienna City Marathon
Nel weekend del 27-29 aprile la "macchina promozionale" de "Il Veneto Corre" ha effettuato una nuova, ennesima trasferta. Questa volta, il van con le insegne della Regione Veneto e delle 3 maratone di Venezia, Padova e Treviso ha fatto tappa a Vienna.

Nella capitale austriaca, i runners partecipanti alla Vienna City Marathon (tra cui una nutrita compagine italiana) ha potuto conoscere le offerte sportive e turistiche proposte da Venicemarathon, Maratona S.Antonio e Treviso Marathon.

L'interesse da parte del pubblico è stato, come spesso è accaduto nelle varie tappe promozionali, molto alto. Molte persone si sono infatti fermate alcuni minuti allo stand, parlando con il personale addetto per avere ulteriori informazioni e chiarimenti sulle caratteristiche delle gare e sulle opportunità turistiche che la regione offre.

Adesso qualche settimana di meritato riposo, per poi fare rotta (a giugno) verso nord, e precisamente verso Stoccolma.
Grande successo per "Il Veneto corre" a Parigi, Londra e Madrid! Prossima tappa: Vienna
La "carovana" promozionale de "Il Veneto corre" è appena rientrata da un viaggio di 12 giorni che ha portato lo stand delle 3 maratone e della Regione Veneto prima all'Expo della Paris Marathon e poi a quello della London Marathon.

Come sempre, l'accoglienza e l'interesse da parte dei runners stranieri per l'offerta turistico-sportiva delle 3 maratone venete è stata elevata e quindi il bilancio delle trasferta franco-inglese è molto positivo.

Contemporaneamente, grazie ad un notevole sforzo organizzativo, uno stand promozionale è stato presente anche alla maratona di Madrid ed alla Maratona S.Antonio di Padova.

La prossima tappa del tour promozionale sarà a Vienna, in occasione della Vienna City Marathon in programma domenica 29 aprile.

Infine un paio di curiosità per gli appassionati di risultati di maratona. Il vincitore di Parigi, Mubarak SHAMI, ha vinto la Venicemarathon 2005, mentre il vincitore di Londra, Martin LEL, si è classificato 2° a Venezia nel 2002.
«Il Veneto corre» a Padova
Nona e ultima puntata per “Il Veneto corre”, la trasmissione dedicata agli appassionati della corsa su strada. In queste settimane il programma condotto da Elena Cognito si è occupato in particolar modo delle maratone di Venezia, Treviso e Padova e proprio alla Maratona S.Antonio, in cartellone il prossimo 22 aprile, verrà dedicata la trasmissione in onda questa settimana. Gli orari di messa in onda sono quelli che i podisti della regione ormai sanno a memoria: il programma si vedrà giovedì alle ore 20.10 su TeleNordEst (e in replica alle 7.15 del mattino seguente), venerdì alle 20.30 su Antenna Tre NordEst e sabato alle 14 su TeleAlto Veneto.

Ospiti in studio saranno Silvana Santi, direttrice generale di Assindustria Sport, la società che organizza la gara che da Vedelago conduce in Prato della Valle, e Ruggero Pertile, maratoneta che nel 2006 vinse il titolo italiano proprio lungo le strade di Padova e che quest’anno si metterà alla prova nei 42.195 chilometri di Boston, negli Usa, il prossimo 16 aprile. Ovviamente anche la «pillola» esterna in onda questa settimana si soffermerà sulla gara padovana: la conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato, abituale compagna di viaggio nelle «escursioni» del programma e pure lei al via della maratona di Boston, questa volta si sono incamminate lungo il tratto conclusivo della gara, che ripercorre il tragitto compiuto da S. Antonio in punto di morte, nel 1231. In particolare si parlerà delle bellezze di Prato della Valle, la piazza più grande d’Europa. Infine, nell’ultima parte della puntata, come di consueto sarà proposta una vetrina sui principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana.
«Il Veneto corre», assieme a voi
Treviso è alle spalle, Padova è ormai vicina, Venezia è più lontana, ma nemmeno così tanto. La stagione delle grandi maratone è entrata nel vivo e naturalmente “Il Veneto corre” continua ad occuparsene. Anche questa settimana la trasmissione dedicata a tutti gli sportivi e in particolare agli appassionati delle corse su strada andrà in onda al giovedì alle ore 20:10 su TeleNordest (e in replica alle 7:15 del mattino seguente), al venerdì alle 20:30 su Antenna Tre Nordest e al sabato alle 14 su TeleAlto Veneto.

Ospite in studio, in questa ottava puntata, sarà Andrea Basso, responsabile immagine e comunicazione della Venicemarathon. Nel corso della trasmissione andrà in onda la seconda parte dell’intervista realizzata dalla conduttrice Elena Cognito a Luca Zaia, vice-presidente della Regione Veneto nonché assessore al turismo. Zaia parlerà del progetto «Maratona: il turismo veneto corre», nato per l’appunto per promuovere il turismo sportivo attraverso le tre maratone. La «pillola» esterna in onda questa settimana si occuperà invece della Maratona S.Antonio, in cartellone il prossimo 22 aprile: la conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato si sono incamminate lungo le strade di Camposampiero, quinto dei nove comuni attraversati dalla corsa padovana. Qui è collocato il passaggio di metà gara. E sempre qui, in questa cittadina che ospita i santuari antoniani del Noce e della Visione, i maratoneti cominciano a percorrere il cammino compiuto da S. Antonio morente. Si tornerà quindi in studio: nell’ultima parte della puntata, come di consueto, sarà proposta una vetrina sui principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana.
"Il Veneto corre" alla Berlin Half Marathon. Prossimi appuntamenti: Parigi, Londra e Madrid
Nello scorso weekend il "team promozionale" delle maratone di Venezia, Treviso e Padova è stato a Berlino, all'expo della Berlin Half Marathon, per promuovere (come ormai sta avvenendo da alcuni mesi) le tre importanti gare venete ed il turismo sportivo nella regione.

Anche l'esigente pubblico tedesco ha potuto verificare quindi la qualità organizzativa della Venicemarathon, della Treviso Marathon e della Maratona Sant'Antonio e soprattutto le innumerevoli attrattive turistiche della Regione Veneto e le interessanti proposte di ospitalità.

Dopo la settimana di riposo "pasquale", la promozione "Il Veneto corre" ripartirà da Parigi (15 aprile) per poi arrivare a Londra e Madrid (22 aprile).
«Il Veneto corre» verso Padova e Venezia
La Treviso Marathon, domenica, ha inaugurato nel migliore dei modi la stagione delle grandi corse su strada venete: è stata un successo per il numero degli atleti coinvolti e per la qualità tecnica della gara offerta. “Il Veneto corre”, la trasmissione dedicata agli appassionati della maratona, volge ora i propri riflettori sugli altri due importanti eventi presenti nel calendario del 2007, le maratone di Padova, del 22 aprile, e Venezia, del 28 ottobre. Anche questa settimana la fortunata trasmissione andrà in onda al giovedì alle ore 20:10 su TeleNordest (e in replica alle 7:15 del mattino seguente), al venerdì alle 20:30 su Antenna Tre Nordest e al sabato alle 14 su TeleAlto Veneto.

Ospiti in studio assieme alla conduttrice Elena Cognito, saranno Silvana Santi, direttrice generale di Assindustria Sport, la società che organizza la Maratona S.Antonio, e Patrich Zoff, responsabile Exposport della Venicemarathon. Proprio al capoluogo veneto è dedicata la «pillola» esterna in onda questa settimana: la conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato si sono incamminate lungo l’ultimo tratto della gara veneziana, uno degli scenari più suggestivi esistenti al mondo. Hanno superato il Canal Grande, Piazza San Marco e il Palazzo Ducale e da lì hanno oltrepassato i cinque ponti che conducono a Riva dei Sette Martiri, traguardo della corsa.

Prosegue, intanto, anche il tour delle tre maratone attraverso le più importanti manifestazioni internazionali. Nello scorso fine settimana lo stand di Venezia, Treviso e Padova era ovviamente presente nella gara della Marca, nel prossimo sarà invece a Berlino per la mezza maratona della capitale tedesca. Nell’occasione sarà distribuito il materiale illustrativo dei tre eventi ma saranno anche promossi gli itinerari storici, artistici e gastronomici della Regione. Il turismo veneto corre sempre più forte. Assieme alle tre maratone.
«Il Veneto corre» a Treviso
Mancano solo cinque giorni alla Treviso Marathon. È naturale, quindi, che “Il Veneto corre” dedichi questa sua sesta puntata interamente alla corsa in cartellone domenica 25 marzo. Anche questa settimana la fortunata trasmissione che si rivolge agli appassionati della maratona andrà in onda al giovedì alle ore 20:10 su TeleNordest (e in replica alle 7:15 del mattino seguente), al venerdì alle 20:30 su Antenna Tre Nordest e al sabato alle 14 su TeleAlto Veneto.

Ospiti in studio assieme alla conduttrice Elena Cognito, saranno Andrea De Lazzari, consigliere della Treviso Marathon e Alessandra Ferri De Lazara, titolare dello Studio Fenice Pr. Ovviamente anche la «pillola» esterna in onda questa settimana si soffermerà sulla gara della Marca: la conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato, abituale compagna di viaggio nelle «escursioni» del programma, questa volta si sono incamminate lungo le strade di Vittorio Veneto, città ricca di attrattive (dalla suggestiva Piazza Flaminio alla cattedrale settecentesca di Ceneda, solo per citare due esempi) nonché punto di partenza della corsa. Infine, nell’ultima parte della puntata, come di consueto sarà proposta una vetrina sui principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana.

Nelle prossime settimane “Il Veneto corre” tornerà al suo formato “canonico”, puntando i propri riflettori anche sulla maratona di Padova, il prossimo grande appuntamento dedicato ai podisti (il 22 aprile) e sulla maratona di Venezia, di scena il 28 ottobre.
Quinta puntata per «Il Veneto corre»
“Il Veneto corre”, anche in tivù. Manca poco ormai alla Treviso Marathon in cartellone il 25 marzo ma sale l’attesa anche attorno alla Maratona S.Antonio, di scena il prossimo 22 aprile. Ad accompagnarci verso le due gare anche questa settimana pensa la fortunata trasmissione dedicata agli appassionati delle corse su strada, in onda al giovedì alle ore 20:10 su TeleNordest (e in replica alle 7:15 del mattino seguente), al venerdì alle 20:30 su Antenna Tre Nordest e al sabato alle 14 su TeleAlto Veneto.

Ospiti in studio assieme alla conduttrice Elena Cognito, in questa quinta puntata saranno Silvana Santi, direttrice generale di Assindustria Sport, la società che organizza la maratona di Padova, e Andrea Basso, responsabile immagine e comunicazione della Venicemarathon, in programma il prossimo 28 ottobre. Si soffermerà invece sulla gara trevigiana la «pillola» esterna in onda questa settimana. La conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato, abituale compagna di viaggio nelle «escursioni» del programma, questa volta hanno corso lungo il Sile, il più lungo fiume di risorgiva d’Europa, capace di regalare un percorso ideale per chi vuole coniugare la passione per la corsa a quella per la natura. Infine, nell’ultima parte della puntata, come di consueto sarà proposta una vetrina sui principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana.
«Il Veneto corre» sui vostri schermi
E sono quattro. Quattro settimane trascorse dalla prima puntata de «Il Veneto corre», la fortunata trasmissione dedicata agli appassionati della maratona e delle corse su strada, in onda al giovedì alle ore 20:10 su TeleNordest (e in replica alle 7:15 del mattino seguente), al venerdì alle 20:30 su Antenna Tre Nordest e al sabato alle 14 su TeleAlto Veneto.

Anche in questa quarta puntata i riflettori saranno puntati sulle tre più importanti maratone venete, quella di Treviso, ormai vicinissima, visto che manca poco al 25 marzo, e quelle di Padova e Venezia. Ospiti in studio assieme alla conduttrice Elena Cognito saranno Andrea De Lazzari, consigliere della Treviso Marathon, e Adriano Pellizzon, responsabile top runners della Venicemarathon. Si soffermerà invece sulla gara padovana la «pillola» esterna in onda questa settimana. La conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato, abituale compagna di viaggio nelle «escursioni» del programma, questa volta hanno fatto tappa a Castelfranco Veneto, dove la Maratona S.Antonio entra all’altezza dell’ottavo chilometro, seguendo il perimetro delle mura medievali cittadine per poi snodarsi verso Resana. Infine, nell’ultima parte della puntata, sarà proposta una vetrina sui principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana.
Terza puntata per «Il Veneto corre»
Puntata dopo puntata, ma potremmo dire passo dopo passo, si sta imponendo come un appuntamento imprescindibile per gli amanti della maratona. «Il Veneto corre» anche questa settimana andrà in onda di giovedì, alle ore 20:10 su TeleNordEst (e in replica alle 7:15 del mattino seguente), di venerdì alle 20:30 su Antenna Tre NordEst e di sabato alle 14 su TeleAlto Veneto.

In questa terza puntata i riflettori torneranno a illuminare le tre più importanti maratone venete, quelle di Treviso, in cartellone il prossimo 25 marzo, Padova, in programma il 22 aprile e Venezia, in cartellone il 28 ottobre. Ospiti in studio assieme alla conduttrice Elena Cognito saranno Ruggero Pertile, portacolori di Assindustria Sport nonché campione italiano in carica nei 42,195 chilometri dopo la vittoria nella scorsa edizione della Maratona S.Antonio e Aldo Zanetti, direttore generale della Treviso Marathon. Si soffermerà invece sulla gara veneziana la «pillola» esterna in onda questa settimana. La conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato questa volta hanno fatto tappa nei prati del Parco S. Giuliano, grande polmone verde ai margini della laguna, posto tra Venezia e Mestre. Da lì si sono poi avviate lungo i 4 chilometri del Ponte della Libertà, probabilmente il tratto più impegnativo della corsa. Al termine dell’«escursione» si tornerà in studio per l’ultima parte della puntata, che terminerà con una vetrina sui principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana.

È partito, intanto, anche il tour delle tre maratone attraverso le più importanti manifestazioni internazionali. Nello scorso fine settimana lo stand di Venezia, Treviso e Padova era presente a Roma per la mezza maratona Roma-Ostia: nell’occasione è stato distribuito il materiale illustrativo dei tre eventi ma sono anche stati promossi gli itinerari storici, artistici e gastronomici della Regione. Il turismo veneto corre sempre più forte. Assieme alle tre maratone.
Il turismo veneto corre con le tre maratone
L’unione fa la forza. Ma in questo caso, oltre alla forza, fa pure la promozione turistica. Venicemarathon, Maratona S. Antonio e Treviso Marathon come è noto coinvolgono ogni anno migliaia di atleti, tra italiani e stranieri. Treviso e Padova in primavera e Venezia in autunno riescono a mobilitare qualcosa come 15 mila runners. Ebbene, abituate da sempre a promuovere la propria immagine, e quella del Veneto, in Italia e all’estero, le tre maratone hanno ora deciso di allearsi affinché le loro strategie di comunicazione abbiano un’efficacia ancora maggiore, a beneficio anche del tessuto economico e sociale in cui i tre eventi sono inseriti. Sono queste le ragioni che stanno alla base del progetto: «Maratona, il turismo veneto corre», promosso dalla Regione Veneto, che mostra con questa iniziativa di credere fortemente nel turismo sportivo.

Il Veneto è la prima regione turistica d’Italia e ora avrà un motivo di richiamo in più: i tre eventi diventeranno uno strumento essenziale per la valorizzazione del territorio regionale. Le tre maratone costituiscono appuntamenti ormai consolidati nel calendario internazionale: la Venicemarathon, che lo scorso 22 ottobre ha celebrato il suo ventunesimo compleanno, la Treviso Marathon e la Maratona S. Antonio, le cui prossime edizioni si svolgeranno rispettivamente il 25 marzo e il 22 aprile 2007, costituiscono una passerella di grande richiamo per gli sportivi, attirati in Veneto dalla fama delle tre manifestazioni, ma anche dalla bellezza del territorio. Insieme originano un indotto economico attualmente stimato nell’ordine dei tredici milioni di euro. Attraverso un potenziamento e una razionalizzazione delle iniziative promozionali, l’alleanza fra le tre maratone si propone di giungere ad un raddoppio dei riflessi economici sul territorio. Facendo leva sul turismo italiano extra regionale e, ancora di più, sull’incremento delle presenze straniere: basti pensare che circa il 20% degli atleti iscritti alle tre manifestazione proviene dall’estero e che ogni atleta è, in genere, accompagnato da due o più persone.

Partendo dal coinvolgimento delle associazioni di categoria, il connubio fra le maratone di Venezia, Padova e Treviso utilizzerà gli eventi sportivi per proporre itinerari storici, artistici e gastronomici, moltiplicando così le occasioni di conoscenza della regione. Il progetto – di portata triennale – prevede uno studio dell’immagine attraverso cui il Veneto promuoverà le sue maratone e la presenza nelle principali fiere del settore sportivo. A riguardo sono già stati individuati quindici centri espositivi legati alle più grandi maratone mondiali, da Parigi a Londra, da Vienna a Berlino, da Monaco a New York: lo stand delle Tre Maratone debutterà con la Roma-Ostia del prossimo 25 febbraio. Sarà poi presente a Roma in occasione della maratona del 18 marzo e da qui si sposterà, ovviamente, a Treviso, la settimana successiva. Gli appuntamenti di aprile prevedono la mezza maratona di Berlino, il 1° del mese, Parigi, il 15, Padova e Londra, il 22, Vienna il 29 e Madrid, il 30. Il 9 giugno lo stand si trasferirà a Stoccolma mentre il 30 settembre tornerà a Berlino. A ottobre sarà presente a Milano e a Monaco di Baviera (entrambi gli eventi sono in cartellone domenica 7), il 28, quindi, toccherà alla Venicemarathon e il 4 novembre alla maratona di New York.

Inoltre, dal 15 febbraio, sulle emittenti TeleNordEst, Antenna 3 e TeleAltoVeneto partirà un programma televisivo a cadenza settimanale, «Il Veneto corre», condotto da Elena Cognito e dedicato espressamente al mondo della maratona e delle corse su strada. E sarà il primo passo di un’iniziativa che vuole aprire nuovi orizzonti, sposando l’aspetto più strettamente sportivo delle tre manifestazioni alla promozione turistica della regione. Venicemarathon, Maratona S. Antonio e Treviso Marathon, tre eventi per valorizzare un solo territorio, il Veneto.
«Il Veneto corre», anche questa settimana.
«Il Veneto corre», anche questa settimana. Andrà in onda giovedì alle ore 20:10 su TeleNordest (e in replica alle 7:15 del mattino seguente), venerdì alle 20:30 su Antenna Tre Nordest e sabato alle 14:00 su Tele Alto Veneto la seconda puntata della trasmissione dedicata espressamente al mondo della corsa e in particolare alla maratona.

Come sempre i riflettori saranno puntati sulle tre più importanti maratone venete, quelle di Treviso, in cartellone il prossimo 25 marzo, Padova, in programma il 22 aprile e Venezia, che quest’anno cadrà il 28 ottobre. Nella puntata d’esordio, la scorsa settimana, Luca Zaia, vice-presidente della Regione Veneto, ha fatto gli onori di casa presentando il progetto «Maratona: il turismo veneto corre», nato per promuovere il turismo sportivo attraverso i tre eventi. Questa volta, in studio assieme alla conduttrice Elena Cognito saranno presenti Stefano Fornasier, vice-presidente della Venicemarathon e Andrea De Lazzari, consigliere della Treviso Marathon.

Anche in questa puntata de «Il Veneto corre» la conduttrice e l’azzurra Giovanna Volpato si soffermeranno su alcuni dei luoghi più caratteristici presenti nel percorso delle tre gare venete: il loro tour farà tappa nel centro di Treviso (lì dove la Volpato, l’anno scorso, realizzò il proprio primato personale, guadagnandosi il pass per i Campionati Europei di Goteborg) lungo le splendide strade che gli atleti percorreranno per raggiungere viale Nino Bixio, da quest’anno punto d’arrivo nel capoluogo della Marca. Infine, nell’ultima parte della puntata, sarà proposta una vetrina sui principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana.
«Il Veneto corre», anche in Tivù
«Il Veneto corre» è pronto al debutto. Si chiamerà così la trasmissione che, a partire da giovedì sera, a cadenza settimanale per nove appuntamenti consecutivi, andrà in onda sulle emittenti del Gruppo Nordest TV. Sin dal titolo è chiaro che al centro del programma c’è il mondo della corsa e in particolare quello della maratona, specialità che ha saputo coinvolgere negli anni un numero sempre maggiore di appassionati. «Il Veneto corre» si occuperà soprattutto delle maratone di Treviso (in cartellone il prossimo 25 marzo), Padova (il 22 aprile) e Venezia (il 28 ottobre), sarà condotto in studio da Elena Cognito e andrà in onda su TeleNordest ogni giovedì alle ore 20.10 e in replica alle 7.15 del mattino seguente, su Antenna Tre Nordest il venerdì alle 20.30 e su TeleAlto Veneto il sabato alle 14.

Nella prima puntata Luca Zaia, vice-presidente della Regione Veneto nonché assessore al turismo, farà gli onori di casa presentando il progetto «maratona: il turismo veneto corre», nato per promuovere il turismo sportivo attraverso le tre maratone, mentre in studio sarà presente Aldo Zanetti, direttore generale della Treviso Marathon. In ogni puntata del programma la conduttrice e Giovanna Volpato (campionessa di livello internazionale, vincitrice della medaglia d’oro a squadre nei Campionati Europei di Goteborg), presenteranno alcuni dei luoghi più caratteristici presenti lungo il percorso delle tre maratone venete. La loro prima uscita riguarderà la Riviera del Brenta con le sue splendide ville settecentesche, ma ogni settimana si parlerà di un luogo diverso, «illuminando» alcuni degli angoli più belli della regione. Infine, nell’ultima parte di ogni puntata, sarà offerta una vetrina dei principali appuntamenti agonistici presenti nel fine settimana, un’utile agenda che vuole venire incontro alle esigenze di tutti gli amanti del podismo.