La raccolta solidale di Venicemarathon supera i 120.000 euro!
Il Venicemarathon Charity Program chiude a 95.174,40 euro,ai quali si aggiungono i quasi 25.000 euro raccolti dalle tre Family Run.
Zanardi: “Onorato di aver fatto parte di questo progetto e felice del risultato!”

Venezia, 04 dicembre 2014 – La maratona solidale di Venicemarathon giunge al traguardo con un risultato straordinario: raccolti oltre 120.000 euro a favore della solidarietà! Si è concluso, infatti, il Venicemarathon Charity Program abbinato alla 29^ Venicemarathon dello scorso 26 ottobre con la cifra record di 95.174,40 euro raccolti complessivamente dalle 16 associazioni aderenti, per un totale di 1.702 donazioni e 128 runner che si sono attivati facendo una colletta online su Rete del Dono. Un risultato davvero lusinghiero, che dimostra come il personal fundraising sia davvero la strada giusta per coinvolgere una rete sociale molto più ampia e massimizzare quindi il raccolto. A questi si aggiungono i circa 25.000 euro raccolti dalle tre Family Run (Mestre, Riviera del Brenta e San Donà di Piave) e destinati in parti uguali alle scuole partecipanti e all'associazione di Alex Zanardi Bimbingamba. 

“Sono onorato di essere stato coinvolto in questo importante progetto e lusingato dal risultato ottenuto - ha dichiarato Alex Zanardi - Rivolgo i miei complimenti agli organizzatori che sono stati abili a mettere in moto un efficace meccanismo di sensibilizzazione verso le onlus, e brave le associazioni che, a loro volta, sono riuscite a coinvolgere centinaia di persone. Rivolgo, infine, un ringraziamento personale a tutte le persone che hanno corso e raccolto fondi per la mia associazione Bimbingamba, al Venicemarathon Club che ci ha devoluto parte delle iscrizioni della Family Run e aggiungo che sono già pronto a ripartire per una nuova maratona di solidarietà!" 

Sul sito Venicemarathon e su quello di Rete del Dono sono visibili i risultati realizzati da ogni singola associazione, il numero delle donazione raccolte e i nominativi dei fundraiser e dei singoli donatori. Diverse associazioni sono addirittura riuscite a superare l’obiettivo iniziale come, ad esempio, il Rotary International, l’associazione Piccoli Punti Onlus, la Fondazione Banca degli Occhi e Africa Mission Cooperazione e Sviluppo. Infine Retedeldono ha di recente assegnato premi in denaro alle prime tre onlus che hanno raggiunto il tetto di 15.000 euro come: il Rotary International (primo classificato - 2.000 euro), ASLA (1.500 euro) e Piccoli Punti Onlus (1.000 euro).

Di seguito, l’elenco delle associazioni aderenti all’iniziativa e i loro progetti: 

Run to End Polio – Rotary International (24.441 €, con 367 donazioni)
SLA: Sostegno Psicologico e Ricerca – ASLA (18.334 €, 203 donazioni)
Ferma Il melanoma - corri con noi! - Associazione Piccoli Punti Onlus (16.426 €, 222 donazioni)
Corri per la vista, Run For Sight - Fondazione Banca degli Occhi (5.954 €, 199 donazioni)
Corri con noi Diversa...Mente – A.F.A.D.O.C. (5.527 €, 148 donazioni)
Run for Water Run For Life - Africa Mission Cooperazione e Sviluppo (4.448 €, 79 donazioni)
Corri con Bimbingamba - Associazione Alex Zanardi Bimbingamba (4.106 €, 113 donazioni)
Tumori rari in età pediatrica - EXPeRT- Fondazione Città della Speranza (2.845 €, 66 donazioni)
Corri con noi e sostieni la Formazione - Fondazione Umberto Veronesi (2.524 €, 60 donazioni)
Il tuo Nome Qui...Per Correre Venezia - Un Cuore Per Tutti onlus (2.262 €, 75 donazioni)
Integriamo il Talento - Parent Project Onlus (1.849 €, 52 donazioni)
Un Pulmino per La Vita – Volontari Croce Verde Mestre (1.559 €, 41 donazioni)
Corri per dare... Un aiuto Alimentare (1.175 €, 34 donazioni)
Accendi Radio Magica per l'infanzia - Fondazione Radio Magica (1.171 €, 29 donazioni)
Corri per la ricerca – Avis (764 €, 26 donazioni)
In Punta di Penna - AVAPO Mestre (309 €, 17 donazioni)

Visti gli importanti risultati ottenuti, l'iniziativa verrà sicuramente ripetuta nel 2015 e arricchita di novità.
Venicemarathon Charity Program: raccolti quasi 90 mila euro!
La maratona solidale prosegue fino al 30 novembre

Venezia, 16 novembre 2014 - La lunga maratona solidale abbinata alla 29^ Venicemarathon non si è fermata al traguardo di Riva Sette Martiri domenica scorsa come tutti i partecipanti, ma sta continuando a correre per raccogliere fondi. Il Venicemarathon Charity Program, che ad oggi ha ricavato l'eccezionale cifra di 88.003,40 euro, resterà attivo fino al prossimo 30 novembre per permettere alle 15 onlus aderenti all’iniziativa di continuare a raccogliere fondi a favore dei loro progetti. Gli organizzatori della Venicemarathon sono molto soddisfatti della cifra raccolta ad oggi e del fatto che quasi tutte le onlus hanno già centrato l’obiettivo prefissato. Un risultato eccellente che dimostra come la formula di "personal fundraising", abbinata quest'anno per la prima volta alla Maratona di Venezia e sviluppata sulla piattaforma Retedeldono, sia stata vincente. Inoltre, Retedeldono assegnerà un premio in denaro alle prime tre organizzazioni che raggiungeranno i 15.000 euro entro martedì 11 novembre: 2.000 euro è il valore del primo premio per l’associazione che raggiungerà per prima la cifra, 1.500 euro per la seconda e 1.000 euro per la terza.

In testa alla classifica dei fondi raccolti compare il Rotary International Distretto 2060 che ha raggiunto e superato l'obiettivo dichiarato in partenza di 20.000 euro. Ammonta, infatti, a 21.164,00 euro la somma raccolta grazie alle 350 donazioni effettuate a favore del progetto "Run To End Polio", l'iniziativa promossa dal Distretto, che aderisce alla campagna globale di sensibilizzazione per la lotta alla poliomielite "End Polio Now". 
"Obiettivo raggiunto con grande soddisfazione – ha dichiarato il Coordinatore per la Venice Marathon del Distretto Rotary 2060 - Arch. Luca Baldan - ma siamo certi che riusciremo a fare ancora meglio il prossimo anno. Avevamo chiesto ad ognuno dei nostri 85 club Rotary di aderire all'iniziativa indicandoci un fundraiser disponibile ad attivare la catena di raccolta fondi, ma non tutti hanno accolto il nostro invito e alla fine sono stati circa una cinquantina i raccoglitori attivi, grazie ai quali siamo riusciti a raggiungere, comunque, una somma molto importante. Tra questi, vorrei citare in particolar modo Gianluca Carobene che è riuscito a raccogliere 5.926 euro e i nostri ragazzi del Rotaract che con solo 3 fundraiser hanno raccolto circa il 20% del totale. Sono convinto che i risultati raggiunti quest'anno saranno un forte volano per coinvolgere in futuro tutti i nostri club e aumentare così il numero di donatori e fundraiser".

Al secondo posto si colloca l'associazione ASLA onlus, impegnata nella ricerca e nel sostegno psicologico agli ammalati SLA e alle loro famiglie, che ha raccolto 16.334,40 euro grazie a 193 donazioni. 

"E’ sempre stato forte in noi il desiderio di partecipare alla Venicemarathon con i nostri malati di Sla e quest’anno ci siamo riusciti in una duplice maniera: raccogliendo fondi per l’associazione e facendoli emozionare e divertire in gara - ha raccontato Luca Baratella vice presidente ASLA - siamo una charity interregionale e quindi molti orgogliosi di aver già raccolto una cifra così importante, grazie alla quale potremo ampliare il raggio d'azione sul territorio della nostra assistenza agli ammalati e devolvere fondi al Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Padova a favore della ricerca. Domenica scorsa abbiamo vissuto una giornata indimenticabile assieme a Antonella, Mauro, Bruno e Giampaolo e di questo dobbiamo ringraziare gli oltre 100 atleti che ci hanno aiutato a spingere fino al traguardo le loro carrozzine, i singoli donatori che hanno sostenuto la nostra causa e i nostri fundraiser capaci di raccogliere una tale somma. Tra questi, in particolare, vorrei ringraziare Giampaolo Masin che da solo è riuscito a raccogliere quasi 5.914 euro, e poi Giuseppe, Katia, Mauro, Giancarlo e Mirko e Massimo Pozzi, il pacemaker della Venicemarathon ipovedente. La nostra corsa non finisce qui e stiamo organizzando una cena benefica per raccogliere ancora qualche fondo, ma allo stesso tempo siamo già pronti a ripartire per l'edizione del prossimo anno".

Obiettivo centrato anche per l'Associazione Piccoli Punti, impegnata nella ricerca scientifica sul melanoma con il progetto "Corri con noi. Ferma Il Melanoma", e che grazie al Charity Program della Venicemarathon è riuscita a raccogliere 15.326,00 euro. 
“E' stata una bellissima esperienza – ha commentato Paolo Castorina, presidente dell'Associazione – nessuno si aspettava questo straordinario risultato, ma ci siamo resi conto che il sistema di personal fundraising abbinato allo sport allarga davvero il target e gli orizzonti. Il nostro gruppo è infatti cresciuto di giorno in giorno e abbiamo visto aggregassi al nostro progetto persone del tutto nuove e questo ci ha dato grande soddisfazione. In particolare, vorrei dedicare un plauso a Lucia Camporese che è riuscita a raccogliere 2.263 euro. Un grazie anche ai 7 maratoneti della RunRanRun A.S.D. che hanno corso la 42 km, alla famiglia Soligon e ai volontari di Piccoli Punti che hanno corso la 10 km: questo straordinario lavoro di squadra ci ha permesso di raggiungere e superare i 10.000€. E ora, anche se abbiamo già raggiunto il nostro obiettivo economico, proviamo ad alzare ancora di un po’ l'asticella e a raccogliere altri 5.000 euro, perché il nostro desiderio è quello di aiutare ancora più persone colpite da metastasi cutanee, per salire così da 48 a 74 pazienti aiutati. Per arrivare a 15.000 euro organizzeremo una cena di raccolta fondi e continueremo l'attività di sensibilizzaione sia sui social networks che attraverso le nostre reti personali. Grazie alla Venicemarathon e a tutti coloro che ci hanno sostenuto riusciremo davvero a dare un grande contributo alla ricerca sul melanoma”.
29^ Venicemarathon: presentati questa mattina i top runners

150x150-top-runners29^ Venicemarathon

6000 atleti al via domani da Stra a Venezia per la Maratona e 2.000 da San Giuliano a Venezia per la VM10KM!

Presentati questa mattina i top runners: sarà sfida tutta africana.
68 nazioni rappresentate, diretta televisiva in 82 paesi stranieri e diretta sui Raisport2 dalle 8.50 alle 11.40 e replica dalle 16.30 alle 19.30

Venezia, 25 ottobre 2014 - La 29a Venicemarathon sarà anche quest’anno teatro di un’accesa sfida tutta africana, che partirà alle ore 9.05 da Stra.

Sono stati presentati questa mattina i top runners che si contenderanno la vittoria in Riva Sette Martiri, alla presenza del Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva, del Presidente nazionale della Fidal Alfio Giomi e del campione e testimonial del Venicemarathon del Charity Program Alex Zanardi.

“Oggi sono particolarmente felice di essere qui al vostro fianco – ha dichiarato il presidente Fidal Alfio Giomi – perchè Venicemarathon è un evento molto importante e particolarmente caro all’atletica italiana, tanto da essere elemento fondamentale del nostro nuovo progetto ‘Maratone Città d’Arte’”.

Particolarmente coinvolgente, come sempre, è stato l’intervento di Alessandro Zanardi: “Sono una persona fortunata – le parole del campione paralimpico di handbike – metto molto impegno nei miei progetti, ma ho anche la fortuna di avere tanti amici che mi aiutano e mi supportano, e Venicemarathon è tra questi”.

“Siamo particolarmente soddisfatti – ha dichiarato il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva – della copertura televisiva dell’evento che farà quest’anno Raisport, con quasi sei ore di trasmissione, dalle 8:50 alle 11:40 in diretta su Raisport 2 e in replica, sullo stesso canale, dalle 16:30 alle 19:30”.

Tornando alla presentazione degli atleti di punta, il più accreditato è il keniano Joseph Kiprono (pett.2), vincitore della Maratona di Hannover nel 2012 e che detiene un personale sulla distanza di 2h09’56”. Il plotone keniano sarà formato anche da Elijah Tirop (pett.3), Donald Sambu (pett.5) e dai debuttanti Samuel Kariuki (pett.7) e Francis Kamiri (pett.8). Dall’Uganda arriva invece il vincitore della Treviso Marathon 2014 Simon Kipngetich (pett.2), dall’Etiopia Ketema Mamo (pett.4) e dal Ruanda il debuttante in maratona Jean Baptista Simukeka (pett.10), volto noto per gli organizzatori che videro l’atleta vincere l’argento lo scorso anno nella Moonlight Half Marathon di Jesolo-Cavallino Treporti, mezza maratona organizzata proprio dal Venicemarathon Club. In chiave azzurra, giunge per la prima volta in laguna Giovanni Gualdi (pett.9), bergamasco classe 1979, Campione Italiano di Maratona a Torino nel 2011 e che vanta un personale di 2h13’39”. Gualdi, che veste i colori della Corrintime di Brescia, ha vinto quest’anno la mezza maratona di Boario Terme in un buon 1h04’45”. Oltre a lui, sarà al via tra i top anche il trentino Massimo Leonardi (pett.11), classe 1973, vincitore quest’anno della Maratona Unesco di Aquileia. Tra le donne, la favorita è l’etiope Konjit Tilahun, seconda quest’anno alla Stramilano e che vanta un personale sulla distanza di 2h28’11” realizzato, sempre nel 2014, alla Maratona di Dubai.

“Il meteo previsto per domani dovrebbe finalmente garantire condizioni climatiche adatte per correre – ha dichiarato il responsabile top atheltes Adriano Pellizzon – ci aspettiamo una gara attorno alle 2h10’ e quindi abbiamo chiesto alla lepre Robert Ndiwa di impostare un ritmo di circa 3’05” al chilometro. Tra le donne, credo che assisteremo ad un duello esclusivamente africano”.

Saranno oltre 6.000 gli atleti al via della 29a Venicemarathon di cui 1412 stranieri con 68 nazioni presenti. I paesi più rappresentati dopo l’Italia, sono Francia (349 iscritti), Gran Bretagna (212), Germania (96), Stati Uniti (72) e Giappone (60).

Tra le curiosità, al via alla Maratona ci saranno: il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, l’Onorevole Sandro Gozi (pett. 200) che ha all’attivo diverse partecipazioni in maratone internazionali e ha come obiettivo di chiudere domani in 3h30’; al via anche il maratoneta scalzo Francesco Arone (pett. 4394) e i più maturi Andrea Parisse (classe 1936) pettorale 1737 e Fiorenza Simion (1943) pettorale F1051. Tra gli stranieri, il più anziano è lo svedese Bjorn Viderfors (1940) pettorale 3570 e tra le donne la finlandese Sirkka Noorlind (1941) pettorale F712. Simpatica la coincidenza di numeri e la storia dei coniugi Giorgio Tiozzo e Patrizia Tiberio, che correranno domani la loro prima maratona per festeggiare il loro 29° anniversario di matrimonio che cade proprio il 26 ottobre, e coincide proprio con la 29a edizione della Venicemarathon.

Nella VM10KM, che partirà alle ore 8.40 dal Parco San Giuliano di Mestre e che ricalcherà gli ultimi 10 km della Maratona con arrivo in Riva Sette Martiri, saranno al via il Console d’Ucraina in Veneto Marco Toson e il Console di Kazakistan in Veneto Pierlugi Aluisio che marceranno con una delegazione al seguito con le maglie ufficiali delle due nazioni. L’iniziativa vuole avere il significato di rappresentare l’internazionalità e connessione di Venezia e del Veneto nella storia, verso paesi dell’est come Ucraina e Kazakistan.

La 29a Venicemarathon sarà mandata live in 82 paesi stranieri. Grazie alla copertura del canale francese Ma Chaine Sport, la trasmissione sarà mandata in diretta e con probabili repliche in Francia, Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Portogallo, Israele e in tutti i paesi sub-sahariani; in Brasile con Sport Tv Brasil, in Turchia, a Cipro e Malta grazie a Fox Sport; in Nuova Zelanda con Sky New Zeland; nei paesi dell’Africa sub-sahariana (Angola, Benin, Botswana, Burkina Faso, Burundi, Camerun, Capo Verde, Repubblica Centrafricana, Chad, Comore, Congo (Brazzaville), Congo (Repubblica Democratica), Costa d’Avorio, Gibuti, Guinea Equatoriale, Eritrea, Etiopia, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Kenya, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mauritania, Mauritius, Mozambico, Namibia, Niger, Nigeria, Riunione, Ruanda, Sao Tome e Principe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Somalia, Sud Africa, Sudan, Swaziland, Tanzania, Togo, Uganda, Sahara Occidentale, Zambia, Zimbabwe) con Supersport; in Kenya, Malawi, Tanzania, Uganda e Zambia tramite Fox Sport Africa; in America Latina (Argentina, Uruguay, Paraguay, Chile, Bolivia, Perú, Ecuador, Colombia, Venezuela, Mexico, Honduras, Guatemala, Nicaragua, Costa Rica, El Salvador, Rep. Dominicana, Panamá) con Espn Latin. Infine, l'Eurovisione domenica sera diffonderà a tutte le 60 tv europee associate gli highlights della gara.

Spettacolo assicurato lungo il percorso con "The Marathon Music Live", le 20 band di “Anima la Maratona” che daranno quest’anno ancora più spettacolo “live” lungo i 42 chilometri del percorso. La grande festa inizierà alle 9 e le band saranno dislocate ogni due chilometri. A Fiesso d’Artico verrà suonato il “rock”, a Dolo lo “ska”, a Mira “alternative rock”, “folk” e “rock’n’roll”, ad Oriago “rock”, “pop”, “swing” e “hard rock” e nel centro di Mestre la Maratona sarà animata a ritmo di “pop”, “soul”, “funk”, “folk” e “indie rock”. In Piazza San Marco il passaggio degli atleti sarà accompagnato dalle orchestre del Caffè Florian, Quadri e Lavena.
Folla di studenti a Mestre e San Donà per le due Alì Aliper Family Run
Venezia, 25 ottobre 2014 – E’ stato ancora una volta l’entusiasmo degli oltre 9.000 appassionati a fare da protagonista alle due Alì Aliper Family Run di Mestre e di San Donà di Piave, che si sono svolte in contemporanea questa mattina al Parco San Giuliano di Mestre (con circa 7000 partecipanti) e in Piazza Indipendenza a San Donà (oltre 2.500 i partenti).

Studenti, insegnanti, famiglie e semplici appassionati hanno dato vita ancora una volta a due “serpentoni” colorati in una mattinata intera dedicata al divertimento, alla cultura sportiva e alla solidarietà: parte del ricavato dei 4 euro di iscrizione verrà, infatti, lasciato alle scuole per sostenere i progetti didattici, ed un’altra parte devoluto all’associazione Bimbingamba di Alessandro Zanardi.

Tanto entusiasmo tra la folla di giovani che, vestiti in maglietta blu Alì Aliper e pettorale Banco San Marco, alle 10 esatte di questa mattinata si sono letteralmente scatenati al parco San Giuliano e per le via di San Donà di Piave. A dare il via al Parco San Giuliano il c’era il campione olimpico di Maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini, mentre a San Donà lo start è stato dato dall’ex pugile azzurro Francesco De Piccoli.

Venicemarathon e le Familiy Run sono inoltre abbinate al progetto ‘Sport modello di vita’, iniziativa promossa dall’Agenzia dei Giovani in collaborazione con 6 Federazioni sportive nazionali affiliate al CONI, e che prevede la realizzazione di percorsi formativi che hanno come obiettivo un corretto stile di vita, la tutela della salute, l’inclusione e l’integrazione sociale.

Tutti i partecipanti sono stati poi accolti nel ricco e vivace Villaggio Family Run, animato dalla promozione di oltre 30 associazioni sportive e dalle aziende sponsor della manifestazione che donavano gadgets e utili informazioni sui propri prodotti. Presi letteralmente d’assalto lo stand Cepu Grandi Scuole che regalava a tutti il cappellino ufficiale, e il ristoro finale offerto al termine della gara con Acquavitam San Benedetto, biscotti Palmisano, banane Battaglio e prodotti Coldiretti.

Le scuole più numerose che si sono aggiudicate la Coppa Banco San Marco sono state a Mestre: l’Istituto di Istruzione Superiore «G. Bruno – R. Franchetti» che ha schierato 912 studenti, l’Istituto Comprensivo "G. Cesare" con 412 iscritti e l’Istituto di Istruzione Superiore "G.B. Benedetti - N. Tommaseo" con 360. Mentre a San Donà ha vinto l’Istituto Comprensivo "L. Schiavinato" che ha schierato 517 studenti, seguito dall’Istituto Comprensivo con 228 e dall’Istituto Tecnico Statale Commerciale “L.B. Alberti” con 216.
Inaugurato Exposport Venicemarathon Village 2014
Domani le due Alì Aliper Family Run di Mestre e San Donà di Piave

Venezia, 24 ottobre 2014 - La 29^ Venicemarathon entra nel vivo con l'inaugurazione, questa mattina, di Exposport Venicemarathon Village.
La grande fiera dello sport e del tempo libero della maratona di Venezia, aperta al pubblico (ingresso gratuito) oggi e domani nei seguenti orari: venerdì 24 ottobre (10 – 20), sabato 25 ottobre (9 – 20), è accolta quest’anno presso la Porta Blu del Parco San Giuliano di Mestre, con un’area ancora più vasta dedicata alla fiera e alle attività open air di Coni Open Sport all'esterno.

L’intero villaggio occupa un’area totale di oltre 12.000 mq, di cui 10.000 dedicati ad attività sportive ed interattive all’esterno e oltre 2.000 all’esposizione fieristica al coperto. Exposport ogni anno accoglie i maratoneti, il grande pubblico e le principali aziende del settore sportivo, turistico, del benessere e del tempo libero che scelgono Venicemarathon come vetrina. Una tappa inevitabile, quindi, per tutti gli iscritti che devono ritirare il pettorale, ma anche una vera e propria cittadella sportiva per tutti coloro che amano, vivono e comunicano lo sport, nella quale è possibile trovare le più rinomate aziende ed organizzazioni del settore, testare le ultime novità del mercato e partecipare ad attività interattive. Sempre all'interno della Fiera, è stato ricavato il nuovo spazio la "Piazza Venicemarathon", un'area che ospita moltissimi incontri, eventi, dibattiti e presentazioni.

Un bel sole ha accolto i primi atleti questo mattina e le autorità intervenute all’inaugurazione, mentre all'esterno della Fiera, le aree verdi del Parco accoglievano 1400 studenti delle scuole elementari alle prese con le diverse discipline del villaggio dello sport open air di Coni Open Sport, la manifestazione di promozione sportiva curata e promossa dal Coni Veneto.

Al via domani, ritrovo ore 9 e partenza ore 10, le due Alì Aliper Family Run con Stefano Baldini al Parco San Giuliano di Meste, e l'ex pugile Francesco De Piccoli a San Donà. Saranno circa 26 le scuole che porteranno i loro studenti a correre all’evento del Parco San Giuliano e a quello di San Donà. Si attende, come sempre, una grande partecipazione. Sono già più di 6.000 gli iscritti a Mestre e quasi 2.000 quelli di San Donà.
Inaugurate le rampe di “Venezia Accessibile - A Venezia le barriere si superano di corsa"
Venezia, 23 ottobre 2014 - Da questo pomeriggio la città di Venezia diventa ufficialmente più accessibile ai cittadini grazie alle rampe di legno che vengono posizionate sui 13 ponti della città del percorso della 29^ Venicemarathon in programma domenica 26 ottobre. Da San Basilio fino ai Giardini di Sant’Elena, in un contesto di grande rilevanza storica ed ambientale per una lunghezza di circa 3 km, sono state posizionate passerelle di legno con una pendenza dell’ 8%, e che resteranno posate fino a Carnevale 2015.

Protagonisti dell’inaugurazione di questo pomeriggio sono stati Michael con Tito e Matilde, i due giovani studenti con difficoltà motorie, residenti nel Sestiere Dorsoduro, che due anni fa chiesero al Comune di Venezia di prolungare la permanenza della rampe sui ponti dei Catecumeni, della Calcina e degli Incurabili per poter frequentare scuola più agevolmente. La richiesta fu prontamente esaudita ed oggi facilita anche l’accesso alle istituzioni culturali presenti nella zona come Peggy Guggenheim Collection, Punta della Dogana - Fondazione Pinault, Gallerie dell’Accademia, Fondazione Vedova, Accademia delle Belle Arti.

La copertura dei ponti della città risale alla prima edizione della Venicemarathon del 1986, quando gli organizzatori posarono le prime pedane di legno sui ponti attraversati dagli atleti per facilitarne il passaggio di corsa.

Dal 2005, il Venicemarathon Club e il Comune di Venezia si sono impegnatiì per dar vita assieme ad un progetto che ne ampliasse il tempo di permanenza, per prolungarne la fruibilità non solo ai maratoneti, ma a tutti i cittadini.

Nacque così il progetto “Venezia Accessibile – Le barriere si superano di Corsa”, condiviso poi negli anni da importanti partners come l’Autorità Portuale di Venezia, Il Gazzettino e Alilaguna.

L’iniziativa, sostenuta dalla Soprintendenza di Venezia, costituisce un elemento significativo della politica di eliminazione delle barriere architettoniche della città.

Da quest’anno, inoltre, verranno applicati degli adesivi segnaletici colorati che indicheranno la priorità di accesso alle rampe alle persone con difficoltà motorie, alle mamme con i passeggini, a turisti con trolley e a cittadini che spingono carrelli.
Al via Exposport Venicemarathon Village e Coni Open Sport
Venezia, 23 ottobre 2014 - Si alza il sipario sulla 24a edizione di Exposport Venicemarathon Village e sull’ottava edizione di Coni Open Sport al via da domani presso la Porta Blu del Parco San Giuliano di Mestre.

L’Exposport Village aprirà al pubblico (ingresso gratuito) domani, venerdì 24 ottobre alle ore 10, con l’Inaugurazione Ufficiale prevista alle ore 12. Nelle due giornate verranno osservati i seguenti orari: venerdì 24 ottobre (10 – 20), sabato 25 ottobre (9 – 20).

L’EXPOSPORT VENICEMARATHON VILLAGE
La grande fiera dello sport e del tempo libero della maratona di Venezia, accolta anche quest’anno nel Parco San Giuliano di Mestre, si sposta dalla Porta Rosa a quella Blu, interessando un’area ancora più vasta dedicata alla fiera e alle attività open air di Coni Open Sport. L’intero villaggio occuperà un’area totale di oltre 12.000 mq, di cui 10.000 dedicati ad attività sportive ed interattive all’esterno e oltre 2.000 all’esposizione fieristica al coperto. Exposport ogni anno accoglie i maratoneti, il grande pubblico e le principali aziende del settore sportivo, turistico, del benessere e del tempo libero che scelgono Venicemarathon come vetrina. Una tappa inevitabile, quindi, per tutti gli iscritti che devono ritirare il pettorale, ma anche una vera e propria cittadella sportiva per tutti coloro che amano, vivono e comunicano lo sport, nella quale è possibile trovare le più rinomate aziende ed organizzazioni del settore, testare le ultime novità del mercato e partecipare ad attività interattive.

La giornata di sabato 25 ottobre sarà anche l’occasione per conoscere il campione olimpico di maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini e il due volte campione olimpico e del mondo di handbike Alessandro Zanardi. Il due volte campione olimpico di handbike a Londra 2012 Alessandro Zanardi sarà disponibile per firmare autografi e illustrare l’attività di Bimbingamba nel pomeriggio di sabato 25 presso lo stand dell’associazione.

Completamente rinnovata sarà l’Area Eventi - la Piazza di Exposport - nella quale si susseguiranno, da mattino a sera, incontri, dibattiti, presentazioni e spettacoli. Quest’area ospiterà anche il Pasta Party e per la prima volta la Conferenza Stampa di presentazione dei Top Runners della 29^ Venicemarathon, sabato 25 ottobre ore 12.

Nuova sarà anche l’Area Charity Program, nella quale le associazioni aderenti al progetto presenteranno obiettivi e protagonisti della raccolta fondi che in questi giorni ha superato il muro dei 50 mila euro. La buona musica di RadioRun accompagnerà gli eventi all’interno e all’esterno del Venicemarathon Village.

Il programma dell’Area Eventi

Venerdì 24 ottobre
Si inizia alle ore 11 con la presentazione del percorso “The Race: Technical & Pratical Advice” a cura del Suunto Pacing Team e coordinato da Julia Jones. Quest’iniziativa verrà proposta anche alle ore 13, alle 17 e alle19 di venerdì e poi sabato 25 alle 11, alle 13, alle 16.30 e alle 19.
Alle ore 12.30 il dott. Nicola Taddio del Centro Polispecialistico Polimedica064 affronterà il tema “Running Injuries: valutazione, prevenzione e riabilitazione” una problematica molto cara ai runners. Alle ore 14, e in replica anche sabato alla stessa ora, da non perdere per i maratoneti i consigli dell’esperta Julia Jones nella presentazione “Prima, durante e dopo la Venicemarathon”.
Nella giornata di sabato interverrà anche Tiziano Lion, uno dei 33 pacemakers selezionati nel progetto Venicemarathon Pacer SuperStar by Asics. Restando in tema di pacemaker, sempre alle ore 15 di venerdì un altro pacer, Stefano Nalesso, si racconterà nella rubrica “Pacer – ultra runner”.
Alle ore 16 la Polisportiva Terraglio e “Città per Tutti” presenteranno i risultati dell'evento “Special Olympics – un’avventura veneziana”.
Alle ore 18 lo scrittore Giancarlo Noviello presenterà “Emozioni di corsa”, un libro di interviste coi protagonisti del running. Interverranno: Giancarlo Noviello (autore), Walter Esposito (moderatore) e Daniele Menarini (ospite)

Sabato 25 ottobre
Il sabato si apre all’insegna del Venicemarathon Charity Program. Alle ore 9, ogni onlus racconterà il proprio progetto per Venicemarathon, mentre alle ore 12 sarà il momento dei protagonisti della 29^ Venicemarathon con la presentazione alla stampa dei Top Runners alla presenza di Alex Zanardi.
Alle ore 15 sarà il momento della presentazione di due libri: “Sempre con le ali ai piedi” scritto dal campione olimpico di maratona Stefano Baldini 10 anni dopo la vittoria ai Giochi di Atene 2004 e “Mi chiamavano Professor Fatica" il libro scritto dal giornalista della Gazzetta di Parma Claudio Rinaldi che racconta la vita ed i successi di Luciano Gigliotti, allenatore di Stefano Baldini.
Alle ore 16 l’official timing Suunto presenterà “Suunto, Ambit connected family”, la nuova frontiera della connettività.
Alle ore 17 Stefano Baldini e Giorgio Garello, technical shoes advisor di Asics Italia, racconteranno come scegliere la scarpa in base all'allenamento nell’evento “ASICS MIX UP YOUR RUN. Migliorare la qualità della tua corsa si può”.
Alle ore 18, l’Ispettore Lo Conte e l’ Assessore Andrea Moschini presenteranno l’evento “Il pedone e le regole (sconosciute) del Codice”.

Percorso Piccoli Pompieri
Sabato 25 ottobre (dalle ore 9 alle 13) i Vigili del Fuoco insegneranno ai più giovani come spegnere un incendio, attraverso il percorso di sopravvivenza “Percorso 115JUNIOR ”. Alla fine del percorso ogni bambino riceverà un diploma di ‘Piccolo Pompiere’.

Il Pasta Party
La grande festa del Pasta Party sarà aperta a tutti e servita no stop nella nuova Area Eventi di Exposport. Il Pasta Party, organizzato in collaborazione con Pastificio Sgambaro e birra Bavaria, sarà come sempre il luogo dove atleti e accompagnatori potranno fare il pieno di carboidrati. Saranno serviti ricchi piatti di pasta no stop nelle giornate di venerdì 24 e sabato 25 ottobre.

CONI OPEN SPORT
All’esterno di Exposport, le aree verdi del Parco San Giuliano, da domani si trasformeranno in un villaggio di promozione sportiva che si articolerà in due giornate: il venerdì sarà dedicato alle scuole elementari (con oltre 1.400 studenti già accreditati) che avranno la possibilità di effettuare visite guidate alle aree interattive, mentre il sabato il villaggio sportivo sarà a disposizione di tutti e dalle 15 alle 17.

Oltre alla normale attività delle Federazioni è prevista una “Caccia al Tesoro” per ragazzi della fascia di età 6/12 anni. Gli orari di Coni Open Sport saranno: venerdì 24 dalle ore 8.30 alle 18 e sabato 25 ottobre dalle 9 alle 18.

Queste le Federazioni e gli Enti Presenti:
Federazione Italiana Sport Orientamento
Federazione Italiana Golf
Federazione Italiana Bocce
Centro Sportivo Italiano (Corsa e Pallavolo)
Federazione Italiana Sport Invernali (Sci d’Erba)
Centro Sportivo Educativo Nazionale (Judo)
Federazione Italiana Scherma
Libertas (Field Target)
Uisp Unione Italiana Sport Per Tutti – (Cricket)
Fipsas Federazione Italiana Pesca Sportiva
Federazione Italiana Palla Tamburello
CUS Venezia (Pallanuoto)
ASI Stack Italia – Aquilonisimo acrobatico
Folla di studenti a Dolo per la Alì Aliper Family Run Riviera del Brenta
Venezia, 18 ottobre 2014 - Lezione di sport all'aria aperta: questa mattina a Dolo tutti in scarpe da running. Seimila studenti della Riviera del Brenta hanno lasciato i banchi di scuola per ritrovarsi a Dolo a correre la Family Run “Riviera del Brenta”, la prima delle tre manifestazioni non competitive dedicate agli studenti e alla famiglie, evento che inaugura la settimana dedicata agli eventi collaterali della 29^ Venicemarathon del prossimo 26 ottobre.

Non una semplice corsa, ma una mattinata intera dedicata al divertimento, alla cultura sportiva e alla solidarietà: parte del ricavato dei 4 euro di iscrizione verrà, infatti, lasciato alle scuole per sostenere i progetti didattici e in parte devoluto all’Associazione di Alessandro Zanardi Bimbingamba.

Tanto entusiasmo tra la folla di giovani che, vestiti in maglietta blu Alì Aliper e pettorale Banco San Marco, alle 10 esatte di questa mattinata si sono letteralmente scatenati per le vie del centro di Dolo, dando vita ad un lungo serpentone colorato. A dare il via era presente l’idolo di casa, la velocista Manuela Levorato, bronzo agli Europei di Monaco 2002 nei 100 e 200 metri.

Allo stadio “Walter Martire”, sede di partenza e arrivo della corsa, i partecipanti sono stati accolti dal ricco e vivace Villaggio Family Run, animato dalla promozione di oltre 30 associazioni sportive e dalle aziende sponsor della manifestazione che donavano gadget e utili informazioni sui propri prodotti. Presi d’assalto lo stand Cepu Grandi Scuole che regalava a tutti il cappellino ufficiale e il ristoro finale offerto al termine della gara con Acquavitam San Benedetto, biscotti Palmisano, banane Battaglio e prodotti Coldiretti.

Le scuole più numerose che si sono aggiudicate la Coppa Banco San Marco sono state: il Liceo Galilei di Dolo che ha schierato 1020 studenti, l’istituto Comprensivo di Dolo con 631 atleti e l’Istituto 8 Marzo-K.Lorenz di Mirano con 552 partecipanti.
La Coppa offerta dal Comune di Dolo è andata invece all’istituto comprensivo (scuola primaria e secondaria) di Dolo e al Liceo Galilei di Dolo.

Infine, come ogni anno la famiglia di Lorenzo Trovò, "fondatore di Dolo Sport" scomparso sei anni fa, ha donato un computer alla scuola elementare più numerosa che quest'anno è stato l’Istituto Comprensivo Pisani di Fiesso e Stra.

"La settimana dedicata alla Venicemarathon non poteva iniziare in modo migliore - ha dichiarato il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - come era prevedibile, la Family Run Riviera del Brenta ha avuto una partecipazione straordinaria e il fatto di aver anticipato la manifestazione di una settimana rispetto alla Family Run del Parco San Giuliano e di San Donà di Piave, ha consentito di darne ancor più risalto. La Venicemarathon ha avuto così una cerimonia d'apertura d'eccellenza"
Al via la maratona degli eventi collaterali della 29^ Venicemarathon
Da lunedì 13 a domenica 26 ottobre, due settimane di eventi. Attese 15.000 persone alle tre Family Run (Mestre, Dolo e San Donà di Piave).
Stefano Baldini sabato 25 ottobre all'Exposport


Venezia, 15 ottobre 2014 - A meno di due settimane dallo start della 29^ Venicemarathon si alza il sipario sul ricco cartellone di eventi e manifestazioni collaterali che fanno da cornice alla Maratona del prossimo 26 ottobre. Due settimane all’insegna della cultura sportiva che hanno come cuore nevralgico il Parco San Giuliano di Mestre con l’Exposport Venicemarathon Village e come motore le tre Family Run (Dolo, San Donà di Piave e Mestre) che lo scorso anno richiamarono oltre 15.000 persone.

L’Exposport Venicemarathon Village aprirà le porte al pubblico venerdì 24 ottobre alle ore 10, con il taglio del nastro della 24^ edizione previsto alle ore 12. Il Villaggio sarà allestito presso la Porta Blu del Parco San Giuliano e interesserà un’area ancor più vasta. Rinnovata anche l’Area Eventi all’interno della Fiera dello Sport e del Tempo Libero che ospiterà incontri, dibattiti, presentazioni e spettacoli. Sabato 25 è atteso il campione olimpico di maratona Stefano Baldini.


All'esterno della Fiera, le aree verdi del parco da venerdì 24 ottobre si trasformeranno in un villaggio dello sport open air con l’ottava edizione di Coni Open Sport, manifestazione di promozione sportiva curata dal Coni Provinciale Venezia aperta a tutti e che nella mattinata di venerdì farà provare le diverse discipline sportive a 1.400 studenti delle scuole elementari.

Le grandi feste delle famiglie, degli studenti e della solidarietà saranno come sempre le tre Family Run, gare non competitive di circa 3 km aperte a tutti e che aiuteranno a raccogliere fondi per progetti didattici delle scuole e per l’associazione di Alex Zanardi Bimbingamba. La Family Run Riviera del Brenta-Dolo si correrà quest’anno sabato 18 ottobre (partenza ore 10 – Stadio Walter Martiri), con una settimana di anticipo rispetto alle altre due, poiché rientra nel programma degli eventi della Giornata dedicata allo Sport e alla Famiglia di Dolo. La Family Run del Parco San Giuliano di Mestre e quella di San Donà di Piave sono invece in programma, come da tradizione, sabato 25 ottobre, con partenza in contemporanea alle ore 10, dall’area Porta Blu per la prima e da Piazza Indipendenza per la seconda. Saranno presenti Stefano Baldini (al Parco San Giuliano), la velocista Manuela Levorato e l'atleta paralimpica di carrozzina Antonella Muraro (a Dolo) e l'ex pugile Francesco De Piccoli (a San Donà di Piave). Il costo dell’iscrizione per tutte le tre manifestazioni è di 4 euro che verranno così ripartiti: 1,5 euro verrà lasciato alle scuole per attività didattiche, 1,5 euro servirà per coprire i costi organizzativi e 1 euro verrà devoluto all’Associazione di Alex Zanardi Bimbingamba.

Il ricco calendario è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa all’Official Hotel and Media Center Hilton Garden Inn di Mestre, alla presenza del Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva, del Presidente di Idea Venezia Stefano Fornasier, del Segretario Generale del Venicemarathon Club Lorenzo Cortesi, dell'Assessore allo Sport della Provincia di Venezia Raffaele Speranzon, del Presidente della Municipalità di Mestre Massimo Venturini, del Sindaco di Fiesso d'Artico Andrea Martellato, del Presidente dell'Istituzione Bosco e Grandi Parchi Giovanni Caprioglio, del delegato provinciale Coni Renzo De Antonia, del Presidente della Fidal provinciale Vito Vittorio e dell'Assessore Sport al Comune di Mira Maria Grazia Sanginiti.

"Exposport ha trovato quest'anno una nuova collocazione all'interno del Parco San Giuliano - ha illustrato Stefano Fornasier, Presidente di Idea Venezia, ente organizzatore della Fiera - diversamente dagli anni precedenti non sarà collocata di fronte alla Porta Rossa d'ingresso del Parco ma in prossimità di quella Blu, con spazi e soluzioni logistiche ancora più vaste. Anche all'interno della Fiera abbiamo creato nuovi spazi come la "Piazza Venicemarathon", un'area che ospiterà moltissimi incontri, eventi, dibattiti e presentazioni. La struttura espositiva aprirà già venerdì 17 ottobre per ospitare la fiera dell'artigianato "ArtigianExpo", evento che abbiamo inserito nel nostro cartellone".

"La Family Run è nata quasi assieme alla Venicemarathon - ha spiegato Piero Rosa Salva, Presidente del Venicemarathon Club - abbiamo iniziato ad organizzare manifestazioni promozionali già dal 1989, e nel corso del tempo siamo cresciuti a tal punto da realizzare tre distinte manifestazioni che coinvolgono all'incirca 15.000 persone con grandi progetti anche per il futuro. Inzieremo sabato 18 ottobre con la Family Run di Dolo che ha già quasi raggiunto il numero chiuso dei 6000 iscritti, così come quella di San Giuliano mentre la Family Run di San Donà di Piave, nata solo lo scorso anno, punta a superare i 2000 iscritti. Ringrazio per questo gli sponsor Supermercati Alì Aliper e Banco San Marco che da molti anni credono e supportano questo nostro grande progetto sociale".

Il Calendario degli Eventi

Da lunedì 13 ottobre a domenica 26 ottobre : Mostra Diffusa 29^ Venicemarathon (Le vetrine dei negozi di Dolo e della Riviera del Brenta ospiteranno le immagini della mostra curata da Federico Bevilacqua).

Giovedì 16 Ottobre
ore 12: Presentazione Family Run Riviera Del Brenta - 6° Memorial Lorenzo Trovò (Istituto Superiore Galileo Galilei - Dolo)

Venerdì 17 – Sabato 18 – Domenica 19 ottobre
ore 10 – 19: ArtigianExpo Fiera dell’Artigianato a cura di Expovenice Spa (evento che rientra nel programma Venicemarathon)

Sabato 18 ottobre
Ore 10: Family Run 2014 - Riviera del Brenta “6° Memorial Lorenzo Trovò (ritrovo ore 9 presso il Centro Sportivo “Walter Martire” Dolo)
Ore 20.45: Fashion Run – Fair Play sposa la moda (Sfilata di moda sportiva presso Palazzetto dello Sport di Dolo)

Mercoledì 22 ottobre
ore 12: Presentazione Ufficiale della 29^ Venicemarathon (Camera di Commercio, Indust. ed Agric. di Venezia – Via XXII Marzo – San Marco)

Venerdì 24 ottobre
ore 8:30-18: Coni Open Sport (Parco San Giuliano, Porta Blu, Venezia Mestre).
ore 10 - 20: Apertura 24° Exposport Venicemarathon Village (Parco San Giuliano, Porta Blu, Venezia Mestre).
ore 12: Cerimonia di Inaugurazione

Sabato 25 Ottobre
ore 10: partenza Family Run di Mestre (Parco San Giuliano, Porta Blu, Venezia Mestre)
ore 10: partenza Family Run San Donà Di Piave (Piazza Indipendenza)
ore 10 – 20: Exposport Venicemarathon Village (Parco San Giuliano, Porta Blu, Venezia Mestre)
ore 9 -18: Coni Open Sport (Parco San Giuliano, Porta Blu, Venezia Mestre)
ore 12: Presentazione Ufficiale Top Runners (area eventi di Exposport, Parco San Giuliano, Porta Blu)

Domenica 26 Ottobre
ore 8.40: partenza 1a VM10KM (Parco San Giuliano Porta Blu, arrivo a Venezia in Riva Sette Martiri
ore 9 -15: partenza 29^ Venicemarathon (Stra - arrivo in Riva Sette Martiri)
ore 9 -15: diretta televisiva della 29^ Venicemarathon su maxischermo (Parco San Giuliano, Porta Blu, a Venezia Mestre)
ore 9: Anima La Maratona Intrattenimento Musicale lungo Il Percorso
ore 9: Sfilata Motociclistica Harley Davidson & Custom Bikes

Gli eventi collaterali della Venicemarathon sono organizzati da IdeaVenezia e dal Venicemarathon Club in collaborazione con il Comune di Venezia e l’Istituzione Bosco e Grandi Parchi e grazie al prezioso supporto di sponsor, partner e fornitori quali: Asics, Enervit, Acqua Minerale San Benedetto, Supermercati Alì & Aliper, Banco San Marco, Cepu Grandi Scuole, il Gazzettino, Venèzia Unica, Battaglio Frutta, RadioRun, Biscotti Palmisano, Porto di Venezia, Veritas, Coldiretti Venezia, Alilaguna, Opel, Ekologica, GaC, Sportelevision, Scalo Fluviale, Castellano Vigilanza e Hilton Garden Inn Mestre.

La manifestazione si realizza grazie all’imprescindibile supporto della Città di Venezia e dei Comuni di Stra, Fiesso d’Artico, Dolo e Mira. Fondamentale inoltre, anche quest’anno, il contributo economico e operativo della Regione Veneto, della Provincia di Venezia, della Prefettura, della Questura, dell’Autorità Portuale di Venezia della Protezione Civile del territorio, della Camera di Commercio, di Venezia Opportunità, dell’Istituzione Bosco e Grandi Parchi di Mestre, dei Vigili del Fuoco, della Polizia di Stato, Stradale, delle Telecomunicazioni, e di Frontiera, dei Carabinieri, delle Polizie Municipali, e di tutte le altre Istituzioni e Forze dell’Ordine che da sempre contribuiscono in maniera determinante alla riuscita dell’evento.

Per richiedere l’accredito stampa: compilare il form presente sul sito nell’area Area Media.
Il Media Center sarà allestito nella Sala Fenice dell’hotel Hilton Garden Inn, l’Official Hotel & Media Center, aperto nelle giornate di venerdì 24 e sabato 25 ottobre. L’ufficio sarà aperto dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Domenica 26 sarà invece allestito presso la motonave “Il Doge” attraccata in Riva Sette Martiri.
Sold Out i pettorali della VM10KM
Raggiunta quota 2.000 partecipanti e chiuse le iscrizioni

Venezia, 1 ottobre 2014 - La prima VM10KM è già sold out. La nuova 10 km non competitiva, organizzata dal Venicemarathon Club nell'ambito della 29^ Venicemarathon del prossimo 26 ottobre, ha infatti raggiunto il tetto limite dei 2000 partecipanti e gli organizzatori hanno così chiuso le iscrizioni.

La VM10KM è stata lanciata solo due settimane fa quasi come una scommessa, ma da come dimostrano i risultati, l’idea è stata subito vincente e di grande successo.
Il Venicemarathon Club si scusa con chi quest’anno non potrà prendere parte a questa prima edizione della VM10KM, ma invitano già tutti all'edizione del 2015, quando si festeggeranno i 30 anni della Venicemarathon. Sono ancora aperte invece le iscrizioni alla 29^ Venicemarathon.

"Questa nuova 10 km è nata per rispondere alle molte richieste ricevute in questi anni - ha spiegato il Presidente del Venicemarathn Club Piero Rosa Salva - da parte di atleti italiani e stranieri non sempre competitivi per una 42 km, per cui siamo molto contenti di aver potuto soddisfare quest'esigenza. Sapevamo, quindi, che la risposta sarebbe stata positiva, ma sinceramente nessuno di noi si aspettava di raggiungere questi numeri in così poco tempo. Mi preme sottolineare che, come avviene già con la Venicemarathon e tutte le altre manifestazioni organizzate dal nostro Club, il tetto limite nelle iscrizioni nasce da una precisa volontà organizzativa di offrire e garantire efficienza e qualità nei servizi al partecipante. Ci spiace, quindi, respingere le molte persone che in questi giorni e nei prossimi cercheranno di iscriversi, ma invitiamo tutti a riprovarci il prossimo anno. A tutti gli iscritti, il Venicemarathon Club da appuntamento il 26 ottobre al Parco San Giulino di Mestre e augura che questa prima edizione sia davvero speciale".
29^ Venicemarathon: -1 mese al via
Tra un mese esatto si corre la 29^ Venicemarathon da Stra a Venezia. Crescono rapidi i numeri della solidarietà e volano le iscrizioni alla prima VM10KM.
Per la prima volta la manifestazione sarà riconosciuta come “Evento Green”.


Venezia, 26 settembre 2014 – Tra un mese esatto si alzerà il sipario sulla 29^ Venicemarathon che quest’anno taglierà per la prima volta il traguardo di “Evento Green”. Gli organizzatori della manifestazione hanno infatti intrapreso un percorso di certificazione ISO20121 degli Eventi Sostenibili, con la consulenza di SI.A.CO, in collaborazione di TÜV Reinhland e PER S.p.A.

Gestire un evento in modo sostenibile significa per il Venicemarathon Club adoperarsi affinché l’impatto sull’ambiente venga tradotto in azioni positive come, ad esempio, adottare una serie di comportamenti atti a ridurre gli sprechi e l’emissione di anidride carbonica, e la piantumazione di alberi (specie arboree) nei parchi di Mestre.

Ma il 26 ottobre la Venicemarathon taglierà anche altri due nuovi ed importanti traguardi: quello del Charity Program e della prima VM10KM.

Il nuovo format di raccolta fondi per la solidarietà ha già superato il muro dei 30 mila euro. Ad oggi infatti, il totale delle donazioni che le 15 associazioni aderenti all’iniziativa hanno raccolto ammonta a ben 34.407,00 euro. Sul sito www.venicemarathon.it un contatore indica in tempo reale il totale dei ricavi realizzati e i parziali raccolti da ogni singola associazione.

Volano anche le iscrizioni alla prima VM10KM, la dieci chilometri non competitiva inserita nell’ambito della 29^ Venicemarathon che partirà dal Parco San Giuliano di Mestre e arriverà in Riva Sette Martiri a Venezia, dopo aver attraversato il Canal Grande sul ponte galleggiante di barche e aver sfilato in Piazza San Marco. Un motivo in più per iscriversi alla 29^ Venicemarathon e coinvolgere familiari e amici, condividendone la magia dell’evento.

"Siamo alla vigilia di una 29^ Venicemarathon ricca di nuovi contenuti. Non un'edizione transitoria, ma un ventinovesimo compleanno con una forte e precisa identità, che farà assaporare agli atleti emozioni che avranno ancora più slancio e vigore il prossimo anno, quando tutti assieme taglieremo il traguardo dei 30 anni della maratona". Questo il commento di Piero Rosa Salva Presidente del Venicemarathon Club.

Le iscrizioni alla 29^ Venicemarathon e alla 1^ VM10KM sono ancora aperte e l’invito degli organizzatori è di “correre per una buona causa”, coinvolgendo amici e parenti per aiutare la solidarietà.
Alla 29^ Venicemarathon si corre con la musica di RadioRun
Venezia, 23 settembre 2014 - La 29^ Venicemarathon corre assieme alla musica di RadioRun. In questi giorni è stato siglato un accordo biennale di media partnership tra gli organizzatori della maratona di Venezia e la nuova radio online dedicata al mondo della corsa, che diventa così ‘web radio ufficiale’ della 29esima edizione del prossimo 26 ottobre.

RadioRun è la nuova web radio dedicata al mondo della corsa e dello sport, nata con l’intento di creare un media radiofonico per un target molto specifico e verticale: i RUNNERS.

RadioRun trasmette 24h su 24 e si può ascoltare su www.radiorun.it. Trasmette notizie, interviste e musica che coinvolgono e interessano i runners, segue e promuove gli eventi podistici più importanti d' Italia, con particolare attenzione agli organizzatori e agli atleti.

Molti saranno gli approfondimenti e le interviste che RadioRun manderà in onda in questo mese che precede la Venicemarathon. Inoltre, tutti i partecipanti alla maratona potranno scegliere il brano rock preferito e ascoltarlo con una dedica speciale.

Lo staff di RadioRun sarà inoltre presente all’Exposport Venicemarathon Village nelle giornate di venerdì 24 e sabato 25 ottobre, dove oltre a trasmettere buona musica, intervisterà maratoneti ed appassionati che passeranno dallo stand RadioRun nell’area eventi. Inoltre, la musica di RadioRun accompagnerà il riscaldamento degli atleti alla partenza e li accoglierà con emozioni e passione al traguardo.

LA CURIOSITA': a partire da giovedì 25 settembre, per scegliere la tua musica su RadioRun ti basterà un tweet!
scrivi: @Venicemarathon @Radiorun_it NOME COGNOME NUM. PETTORALE TITOLO DEL PEZZO E TEMPO OBIETTIVO
Ci vuole ritmo!
Presentati Charity Program e la novità VM10KM
Il 26 ottobre tutti potranno correre i 10 km più affascinanti al mondo!
Alex Zanardi testimonial del nuovo Charity Program 2014

Venezia, 9 settembre 2014 - La Venicemarathon raddoppia! E’ stata lanciata oggi, nel corso di una conferenza stampa all’hotel Hilton Garden Inn di Mestre, la nuova VM10KM, la prima dieci chilometri non competitiva della storia della Venicemarathon, abbinata proprio alla 29^ edizione del prossimo 26 ottobre 2014. Gli organizzatori della Maratona di Venezia, che si stanno già preparando alle grandi celebrazioni per il trentennale che cadrà nel 2015, hanno deciso da quest’anno di accogliere le innumerevoli richieste arrivate da appassionati delle medie distanze, fitwalkers e non competitivi, per regalare al vasto pubblico la possibilità di vivere la magia degli ultimi 10 km della Venicemarathon. La VM10KM si correrà, infatti, lungo gli ultimi 10 km della gara, quelli che dal Parco San Giuliano di Mestre giungono in Riva Sette Martiri tra due ali di folla dopo aver attraversato il Canal Grande sul ponte galleggiante di barche e aver sfilato in Piazza San Marco. Un motivo in più per iscriversi alla 29^ Venicemarathon e coinvolgere familiari e amici, condividendone la magia dell’evento. Proseguono, infatti, a buon ritmo le iscrizioni alla Maratona, che come ogni anno daranno diritto alla maglia ufficiale, un capo tecnico firmato Asics e presentato proprio questa mattina in conferenza stampa.

“Questa nuova 10 km è un omaggio al grande pubblico, a quella di fetta di amanti del movimento e del benessere non competitivo che rappresentano la linfa vitale del nostro movimento – ha dichiarato il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - lanciamo questa manifestazione per rispondere alle grandi sollecitazioni ricevute da parte di atleti italiani e stranieri non sempre competitivi per una 42 km ma che vogliono anche godersi le bellezze di Venezia, e per far vivere ad un pubblico ancora più vasto emozioni straordinarie.”

Ma la conferenza stampa di questa mattina è stata soprattutto l'occasione per illustrare i risultati realizzati dalla ‘Maratona solidale’ legata alla Venicemarathon2013 e per presentare il Venicemarathon Charity Program 2014: un nuovo format di personal fundraising che vede coinvolte ben 15 associazioni no profit, con una raccolta fondi che ad oggi ha già superato i 20 mila euro, e che ha il volto e il cuore del campione Alex Zanardi.

“La mia vicinanza alla Venicemarathon – ha commentato Alex Zanardi - nasce da un interesse sportivo. Da quando ho iniziato a correre in handbike ho disputato diverse maratone ma la Venicemarathon mi è entrata subito nel cuore perché per me resta una delle più belle al mondo. In questi anni ho potuto intavolare con gli organizzatori discorsi legati alla solidarietà e nel corso del tempo questi amici hanno portato avanti una raccolta fondi che per la mia associazione “Bimbingamba” è a dir poco preziosa. Assieme abbiamo ridato il sorriso a moltissimi bambini che non si possono permettere protesi per problemi economici. Proprio grazie alla raccolta 2013 siamo riusciti a fornire protesi di braccio, spalla e gamba a 4 bambini stranieri dai 4 ai 17 anni. Per quanto riguarda quest’anno, credo molto in questo nuovo progetto di personal fundraising perché sono convito che gli eventi sportivi hanno la capacità di coinvolgere tante persone e questa formula ne coinvolgerà davvero molte. Infine, personalmente credo che la solidarietà dà molte gratificazioni anche a chi tende la mano”.

Lusinghiera è stata, infatti, ancora una volta la raccolta fondi legata all’edizione 2013 della maratona. Sono circa 15.000 euro i soldi raccolti e destinati a Telethon, che finanzia la migliore ricerca scientifica sulle malattie genetiche, come la SMA II, Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo che dal 2006 ad oggi è riuscita a perforare 14 pozzi d’acqua potabile e riattivare 9 fonti idriche nell’arida Uganda ed infine all’Associazione Bimbingamba di Alex Zanardi che ha fornito nuove protesi cinetiche a: Marina (Moldavia, 13 anni, protesi di gamba destra), Cristiana (Romania, 4 anni, protesi avambraccio sinistro), Judith (Congo, 17 anni, protesi di spalla per entrambi gli arti) e Saliou (Senegal, 7 anni, protesi coscia destra).

"Al di là dei soldi raccolti - continua Rosa Salva - questa 'maratona solidale' è stata per noi molto importante per il contributo in termini di promozione e comunicazione che ha generato, non solo durante la Venicemarathon ma anche nei mesi successivi".

Il nuovo Charity Program 2014 nasce, invece, dal desiderio da parte degli organizzatori di supportare un maggior numero di associazioni e abbracciare nuovi progetti. Da quest’anno il successo del ricavato dipenderà dalla rete di solidarietà che ogni associazione no profit aderente all’iniziativa sarà stata in grado di creare. Sono ben 15 le onlus che hanno aderito all’appello di Venicemarathon, ognuna con obiettivi e progetti diversi. Il modello si basa sul personal fundraising e ogni organizzazione deve impegnarsi a raccogliere fondi tramite il coinvolgimento di maratoneti, che a loro volta diventano ambasciatori di una ‘buona causa’ e si attivano a raccogliere fondi attraverso una rete personale di amici e parenti. La raccolta avviene sul circuito Retedeldono, partner del Venicemarathon Charity Program 2014 e le donazioni vengono effettuate direttamente sul portale www.retedeldono.it, nell'apposita pagina creata da ogni organizzazione. Ad oggi, complessivamente sono già stati raccolti quasi 20 mila euro!

Queste le associazioni e i loro progetti:

SLA: Sostegno Psicologico e Ricerca - ASLA
Ferma Il Melanoma - Corri Con Noi! - Associazione Piccoli Punti Onlus
Corri Con Bimbingamba - Associazione Alex Zanardi Bimbingamba
Corri Per La Vista, Run For Sight - Fondazione Banca degli Occhi
Corri Con Noi Diversa...Mente – A.F.A.D.O.C.
Integriamo Il Talento - Parent Project Onlus
Corriamo ad Accendere Radio Magica - Fondazione Radio Magica
Tumori Rari In Età Pediatrica - EXPeRT
- Fondazione Città della Speranza
Run For Water Run For Life - Africa Mission Cooperazione e Sviluppo
Run to End Polio - Rotary International
Il Tuo Nome Qui...Per Correre Venezia
- Un Cuore Per Tutti onlus
Corri Con Noi e Sostieni La Formazione - Fondazione Umberto Veronesi
In Punta Di Penna
- AVAPO Mestre
Un Pulmino Per La Vita – Volontari Croce Verde Mestre
Corri Per La Ricerca – Avis

Tornando alla VMKK10,aprono oggi le iscrizioni effettuabili online, sul sito www.venicemarathon.it, o presso gli uffici di Venicemarathon (via Linghindal 5/5 Mestre), L’iscrizione (18 euro fino al 23 ottobre e 25 euro nelle giornate del 24 e 25 ottobre) comprende: il pettorale, la t-shirt ufficiale, la medaglia ricordo, l’assicurazione, l’assistenza medica, il ristoro finale, il servizio di trasporto sacca-indumenti dalla partenza all’arrivo e i servizi di trasporto di ritorno da Venezia alla terraferma, dal Tronchetto al Parco San Giuliano e un servizio gratuito di trasporto dalla stazione ferroviaria alla partenza. Anche la VM10KM potrà essere un’occasione per “correre e fare del bene” perchè il Venicemarathon Charity Program sarà abbinato anche a questa manifestazione.

E’ già ai nastri di partenza la squadra di sponsor e fornitori che correranno la 29^ Venicemarathon: Asics, Enervit, Suunto, Hilton Garden Inn Mestre, Acqua Minerale San Benedetto, Supermercati Alì & Aliper, Banco San Marco, Air France-KLM, Coldiretti Venezia, Ice Power, Porto di Venezia, Méthode, Biscotti Palmisano, Actv, Battaglio Frutta, Venèzia Unica, Videa e Zuegg, MarathonFoto, Scalo Fluviale e Apv Investimenti.

La manifestazione si realizza grazie all’imprescindibile supporto della Città di Venezia e dei Comuni di Stra, Fiesso d’Artico, Dolo e Mira. Fondamentale inoltre, anche quest’anno, il contributo economico e operativo della Regione Veneto, della Provincia di Venezia, della Prefettura, della Questura, dell’Autorità Portuale di Venezia della Protezione Civile del territorio, della Camera di Commercio, di Venezia Opportunità, dell’Istituzione Bosco e Grandi Parchi di Mestre, dei Vigili del Fuoco, della Polizia di Stato, Stradale, delle Telecomunicazioni, e di Frontiera, dei Carabinieri, delle Polizie Municipali, e di tutte le altre Istituzioni e Forze dell’Ordine che da sempre contribuiscono in maniera determinante alla riuscita dell’evento.
Sono inoltre a fianco di Venicemarathon le Istituzioni Sportive: Iaaf, Coni, Fidal, Aims, Maratone Italiane ed il C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico), visto il forte impegno della Maratona nella lotta all’abbattimento delle barriere architettoniche di Venezia.
Venicemarathon entra a far parte del circuito "Maratone Città d'Arte"
Il nuovo progetto della FIDAL, che abbraccia le maratone di Venezia, Roma, Firenze e Torino, è stato ufficialmente presentato sabato sera a Casa Italia Atletica di Zurigo, in occasione dei Campionati Europei di Atletica Leggera. Ospiti d’eccezione: la medaglia d’argento di maratona Valeria Straneo e le azzurre che assieme a lei hanno conquistato il titolo europeo a squadre.


Venezia, 18 agosto 2014 - La Venicemarathon entra a far parte del nuovo progetto ideato e promosso dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera “Maratone Città d’Arte” assieme alla Maratona di Roma, alla Firenze Marathon e alla Turin Marathon.

L’iniziativa è stata ufficialmente presentata alla stampa nella serata di sabato 16 agosto a Casa Italia Atletica di Zurigo, in occasione dei Campionati Europei di Atletica Leggera. Come ha sottolineato il Presidente della FIDAL Alfio Giomi, la scelta di presentare il progetto proprio nella giornata in cui si gareggiava la maratona femminile non è stata casuale e, infatti, ad accogliere la notizia della nascita di questo nuovo circuito era presente la neo vice campionessa europea Valeria Straneo e le azzurre che, assieme a lei, in mattinata avevano conquistato il titolo continentale a squadre (Console, Ejjafini, Incerti, Quaglia e Toniolo).

Per Venicemarathon è intervenuto il Vice Presidente Stefano Fornasier. “La Venicemarathon, sin dalla sua nascita nel 1986, ha sempre riconosciuto la bellezza e la ricchezza artistica del suo territorio come valore fondamentale su cui costruire la propria identità. Abbiamo quindi accolto con grande entusiasmo la nascita di questo progetto e siamo orgogliosi di farne parte. La promozione in Italia e all’estero è uno dei punti chiave su cui abbiamo sempre puntato, e “fare squadra” con le altre grandi maratone italiane aiuterà sicuramente ad amplificare il binomio sport e cultura e soprattutto a valorizzare il nostro territorio all’estero. La Venicemarathon, che il prossimo 26 ottobre taglierà il traguardo della ventinovesima edizione, è già proiettata verso l’importante meta dei trent’anni della manifestazione e il progetto “Maratone Città d’Arte” servirà ad arricchire ulteriormente quest’importante celebrazione”.

Questi gli obiettivi principali del progetto "Maratone Città d'Arte":

1) la realizzazione di un format unico che coniughi l’attenzione per la performance agonistica all’esaltazione di pratiche tendenti ai più corretti stili di vita; sia sotto il profilo sportivo, sia sociale, sia salutistico; imperniando il tutto su giornate che puntino alla valorizzazione turistica del territorio interessato, all’aggregazione sui social network ed al racconto di storie emblematiche;

2) la promozione nazionale ed internazionale delle manifestazioni parte del circuito, al fine di incrementare la partecipazione dall’Italia e dall’estero in affiancamento coordinato con le attività delle singole maratone in base ad un programma preventivo su base annuale;

3) l’estensione della proposta ad un target non compreso oggi nella pratica quotidiana, puntando alla sua effettiva inclusione tramite un percorso di avvio all’attività agonistica anche tramite gli eventi di 10 km e Mezze Maratone del circuito, con l’enfatizzazione dell’obiettivo etico, dei partecipanti alle gare di fondo agonistico, a raggiungere la distanza olimpica di maratona.
Complimenti ai Maratoneti Europei d'Oro e d'Argento Daniele Meucci e Valeria Straneo
Daniele Meucci è campione europeo di maratona. A Zurigo, il 28enne ingegnere pisano conquista il titolo continentale in 2h11:08 (primato personale alla terza maratona in carriera) al termine di un portentoso attacco che poco prima del 35° chilometro lo ha portato da solo al comando della gara. Argento al polacco di origine etiope Yared Shegumo (2h12:00) e bronzo al russo Aleksey Reunkov (2h12:15), settimo l'altro azzurro Ruggero Pertile (2h14:18). Otto anni dopo Stefano Baldini a Goteborg 2006, l'Italia torna a vincere l'oro europeo nella 42,195km maschile. Questa è la terza medaglia della spedizione azzurra in Svizzera dopo l'oro di Libania Grenot nei 400 metri e l'argento della maratoneta Valeria Straneo. Nella classifica di Coppa Europa di maratona, gli azzurri si piazzano quarti (6h46:58) a dieci secondi dal bronzo della Svizzera (6h46:48). Trofeo alla Russia (6h46:04) davanti alla Francia (6h46:29). Il terzo italiano al traguardo è il 22enne Michele Palamini che conclude il suo battesimo in Nazionale al trentaduesimo posto (2h21:32). Ritirati, invece, gli altri tre azzurri Andrea Lalli, Liberato Pellecchia e Domenico Ricatti (infortunato).

“Non ho mai guardato il cronometro". Sono le parole di Daniele Meucci dopo la storica vittoria nella maratona dei Campionati Europei di Zurigo. Con le lacrime agli occhi per la felicità l'azzurro spiega: "In realtà non volevo nemmeno indossarlo, ma Massimo (Magnani ndr) mi ha detto di metterlo. Non mi è mai servito, infatti ho preso solo due ‘lap’ e il tempo sta ancora scorrendo… ho badato solo a me stesso, alle mie sensazioni e al comportamento degli avversari”.
L'azzurro racconta con lucidità il momento decisivo dei 42,195 chilometri svizzeri: “Al 35° chilometro Massimo mi ha detto che stavo bene e che dovevo andare… io ero un po' in dubbio, mi sembrava troppo presto ma ho avuto fiducia. Fiducia in me e nel nostro lavoro, ho ascoltato il consiglio e ha avuto ragione. Le sue parole mi hanno dato una grandissima consapevolezza e in quel momento ho capito che avrei vinto".
Dal momento del sorpasso il dominio del toscano è diventato evidente: "Nell’ultimo giro il tifo del pubblico quasi non mi ha fatto sentire la fatica, le persone lungo la strada mi hanno praticamente trascinato al traguardo... in quel momento pensavo ai miei figli, che mi danno una forza immensa”.
Su un percorso con quattro salite molto impegnative il pisano non ha mai sofferto: “Ho trovato il percorso difficile ma non così tanto come sembrava. Ho cominciato a sentire un po’ di fatica solo nell’ultimo giro, ma avevo una grande fiducia in me e nella mia preparazione”. Dopo i 10.000 di martedì qualcuno dubitava del tuo stato di forma: “Martedì ho corso i 10 chilometri per sbloccarmi, ma in realtà non ho mai pensato alla medaglia sui 10.000. Quest’oro è cento volte meglio dell’argento di due anni fa!”.
Ora si apre un orizzonte, nel solco di grandi campioni: “Questa è solo la mia terza esperienza in maratona, quindi spero di avere ancora tanta strada da fare. In passato l’Italia ha avuto grandi atleti che sono entrati nella storia dello sport e vogliamo provare a proseguire su questa strada. Sto lavorando, stiamo lavorando, per continuare la grande tradizione italiana della maratona”.
600px-meucci

Queste le parole a caldo di Valeria Straneo: "Questo è un argento che vale tanto, non si deve mai dare nulla per scontato. Il percorso era davvero tosto, le salite si sentivano e ora ce l'ho tutte sulle gambe. Non ho da rammaricarmi di nulla sulla mia condotta di gara. L'ho vissuta come piace a me: sempre nelle posizioni di testa, anche se nella seconda salita forse non avrei dovuto assecondare troppo la croata quando l'ha messa giù pesante. Sapevo che la Daunay era l'avversaria più temibile, mi aveva già battuta a New York e ai Mondiali di mezza maratona a Copenaghen. E' una che non molla mai. Io sapevo che l'oro era lì ad un passo, ma verso il 39esimo chilometro è arrivato un crampetto al polpaccio a darmi fastidio, sentivo delle stecche pazzesche. Il crono non l'ho nemmeno guardato, poi mi sono accorta che è identico (2h25:27, ndr) a quello delle Olimpiadi di Londra dove sono arrivata ottava. E' il mio secondo tempo di sempre, non l'avrei mai detto su un percorso del genere dove è venuto fuori anche il record dei Campionati (2h25:14 della Daunay, ndr). L'oro a squadre non è una sorpresa, siamo fortissime! Adesso ho bisogno di una bella vacanza, parto dopodomani per la Sardegna con mio marito Manlio e i miei figli Arianna e Leonardo. Oggi erano tutti a vedermi e lungo il percorso sono riuscita anche a dargli il cinque. Un'altra maratona? Intanto devo smaltire questa, poi mi piacerebbe tornare a New York. L'anno prossimo non penso di correre i Mondiali di Pechino, vorrei prendermi una stagione di respiro"
Venicemarathon: quando lo sport diventa un’occasione turistica e di divertimento
Venezia, 24 luglio 2014 - Nuove formule di promozione turistica arricchiscono la 29^ Venicemarathon del prossimo 26 ottobre. Gli organizzatori hanno studiato una serie di pacchetti e offerte adatte a soddisfare l’atleta più esigente, ma soprattutto accompagnatori al seguito e gruppi sportivi. L’obiettivo è quello di regalare un’esperienza unica e abbinare l’occasione della Maratona ad un week-end speciale in una delle città più belle del mondo.

Il pacchetto ‘all inclusive’, ad esempio, permette all’atleta di acquistare in un’unica soluzione il pettorale e l’albergo, e con la formula ‘Se ti rompi non paghi’ si evita di pagare la penale in caso di cancellazione tardiva dell’hotel per infortunio. Nell'offerta sono inclusi il trasferimento in bus privato dall'hotel alla partenza e ritorno e la partecipazione alla riunione tecnica del percorso e un allenamento pre gara con i pacemakers.

Per la famiglia o gli accompagnatori al seguito sono state studiate soluzioni che garantiscono il trasporto dall’hotel al traguardo, con posto riservato in tribuna d’arrivo in Riva Sette Martiri, il trasferimento in bus privato dall'hotel alla partenza e ritorno, e per l’accompagnatore sportivo o per la famiglia con i bambini l’iscrizione alla Family Run (4 km non competitiva) del sabato mattina al Parco San Giuliano di Mestre.

Per i gruppi sportivi le offerte dispongono di tariffe speciali per il trasporto in treno oppure in pullman dalla città di provenienza. Inoltre, il servizio può includere anche il trasporto all'Exposport Venicemarathon Village per il ritiro del pettorale, il trasporto dall'hotel alla partenza e viceversa e un tour panoramico a piedi della città, delle isole di Murano e Burano con barca privata e guida, oppure in gondola alla scoperta dei romantici canali di Venezia.

Gli atleti potranno disporre di un’ampia scelta di alberghi tra Venezia, Mestre e Riviera del Brenta, selezionati secondo criteri di massimo comfort, con colazione anticipata la mattina della gara, check-out posticipato e cena con menù atleti.

Infine, chi ha partecipato all’ultima edizione (2013) può usufruire dello sconto di 10 € sulla quota di iscrizione 2014 o 2015 grazie al Fidelity Program.

La descrizione completa di tutti i pacchetti turistici QUI
Guarda il video messaggio di Alex Zanardi testimonial del Charity Program
Venezia, 9 luglio 2014 - Il grande cuore di Alessandro Zanardi si chiama Bimbingamba, l’associazione da lui fondata per realizzare protesi a bambini che hanno subito amputazioni per malformazioni o guerre. Quest’anno Zanardi è diventato il testimonial del Venicemarathon Charity Program, ma la collaborazione tra il fuoriclasse e la Venicemarathon risale al 2009, quando partecipò per la prima volta alla maratona correndo e vincendo in nome della sua onlus. Da quel giorno il Venicemarathon Club ha preso a cuore ‘i bambini di Alex’ e iniziato un importante percorso di raccolta fondi, che negli anni ha permesso a Bimbingamba di donare protesi e sorrisi a sempre più bambini.

In questo videomessaggio Alex racconta cos’è il progetto e invita tutti a correre il 26 ottobre la 29^ Venicemarathon, tenendo caldo il cuore e aiutando Bimbingamba. GUARDA IL VIDEO

Ma il Charity Program 2014 è un progetto molto più ampio al quale hanno aderito ben 14 associazioni no profit. La formula è quella del personal fundraising, attraverso la piattaforma web di crowfunding Retedeldono. Ogni associazione aderente ha il compito di impegnarsi a raccogliere fondi tramite runners, che a loro volta diventeranno ambasciatori di una ‘buona causa’ e attiveranno una raccolta attraverso una rete personale di amici e parenti.

Per diventare fundraiser del Venicemarathon Charity Program o fare una donazione spontanea basta collegarsi a Retedeldono e scegliere l’associazione da aiutare.

Per la descrizione completa del nuovo Charity Program e l’elenco di tutte le associazioni che hanno aderito al programma: QUI
Via alle Maratone delle Città d'arte
iglata l'intesa tra le 42,195km di Firenze, Roma, Torino e Venezia per un circuito che promuova la corsa su strada e l'immagine dei territori.

Nasce il circuito delle “Maratone delle città d’arte”. Con la firma del protocollo d’intesa, avvenuta oggi a Roma presso la sede della FIDAL, le quattro principali corse sui 42 chilometri e 195 metri che si svolgono nel nostro Paese (Firenze, Roma, Torino e Venezia, in rigoroso ordine alfabetico) saranno legate in circuito, fondamentalmente al fine di promuovere, in Italia e all’estero, la pratica della corsa su strada ed i territori che le ospitano. A siglare il documento, insieme al Presidente federale Alfio Giomi ed al Segretario generale Fabio Pagliara, i presidenti delle Maratone Giancarlo Romiti (Firenze), Enrico Castrucci (Roma), Luigi Chiabrera (Torino), e Piero Rosa Salva (Venezia).

Nel documento di convenzione, vengono definiti i principali obiettivi dell’iniziativa:
1) la realizzazione di un format unico che coniughi l’attenzione per la performance agonistica all’esaltazione di pratiche tendenti ai più corretti stili di vita; sia sotto il profilo sportivo, sia sociale, sia salutistico; imperniando il tutto su giornate che puntino alla valorizzazione turistica del territorio interessato, all’aggregazione sui social network ed al racconto di storie emblematiche;

2) la promozione nazionale ed internazionale delle manifestazioni parte del circuito, al fine di incrementare la partecipazione dall’Italia e dall’estero in affiancamento coordinato con le attività delle singole maratone in base ad un programma preventivo su base annuale;

3) l’estensione della proposta ad un target non compreso oggi nella pratica quotidiana, puntando alla sua effettiva inclusione tramite un percorso di avvio all’attività agonistica anche tramite gli eventi di 10 km e Mezze Maratone del circuito, con l’enfatizzazione dell’obiettivo etico,  dei partecipanti alle gare di fondo agonistico, a raggiungere la distanza olimpica di maratona.

“Sono felice dell’avvio di questo progetto – il commento del presidente federale, Alfio Giomi – che rientra nel più ampio disegno strategico di promozione e riordino della corsa su strada italiana, al quale concorreranno altre iniziative importanti, a cominciare dalla Runcard, il cui lancio è previsto per l’autunno. L’obiettivo primario è molto chiaro: far crescere, da ogni punto di vista, le principali manifestazioni italiane, e di riflesso, promuovere la diffusione dell’atletica sul nostro territorio”.
Alex Zanardi testimonial del Charity Program 2014
Sono 14 le onlus nazionali aderenti al nuovo progetto solidale di Venicemarathon, con Alex Zanardi come testimonial

Venezia, 25 giugno 2014 – Parte la nuova maratona solidale di Venicemarathon con il Charity Program 2014 abbinato alla 29^ edizione del prossimo 26 ottobre.

Cambia il format ma non il contenuto: correre per fare del bene! La maratona di Venezia, che fin dalla prima edizione del 1986 ha rivolto sempre grande attenzione al sociale (solo degli ultimi anni ha fornito acqua potabile a più di 30.000 persone in Uganda e regalato protesi cinetiche a decine di bambini disabili) rinnova così il suo impegno nel mondo della solidarietà, allargando le braccia ad un maggior numero di organizzazioni no profit e coinvolgendo direttamente i maratoneti.

Nello specifico, ogni organizzazione aderente al progetto si impegnerà a raccogliere fondi tramite runners, che a loro volta diventeranno ambasciatori di una ‘buona causa’ e attiveranno una raccolta attraverso una rete personale di amici e parenti.

Allo stesso modo, ogni atleta sarà libero di affiancare alla propria impresa sportiva anche quella solidale, aderendo individualmente all’iniziativa e scegliendo una tra le organizzazioni del progetto.

La raccolta fondi avverrà su Retedeldono, piattaforma web di crowdfunding e personal fundraising, partner di Venicemarathon Charity Program 2014. Le donazioni dovranno essere effettuate direttamente sul portale www.retedeldono.it, nell'apposita pagina creata da ogni organizzazione aderente al progetto.

Tutti i maratoneti che decidono di correre solidale, raccogliendo almeno 250 euro di fondi per una delle organizzazione non profit iscritte al Charity Program, riceveranno in omaggio il pettorale (o il rimborso dello stesso, se già acquistato).

Retedeldono premierà le prime 3 organizzazioni non profit che raggiungeranno almeno 15.000 euro di raccolta fondi (il regolamento del premio è disponibile qui (www.retedeldono.it/venicemarathon).

Queste le associazioni che hanno aderito all’iniziativa: A.Fa.D.O.C onlus, Un Cuore per Tutti onlus, AVIS Regionale Veneto, Croce Verde Mestre Volontari del Soccorso di Venezia Terraferma onlus, Fondazione Città della Speranza onlus, A.S.L.A, Fondazione Banca degli Occhi del Veneto onlus, Fondazione Umberto Veronesi, Fondazione Radio Magica onlus, Rotary International - Distretto 2060, Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo ong-onlus, Associazione Piccoli Punti onlus, Associazione Alex Zanardi Bimbingamba e AVAPO Mestre.

Prosegue, quindi, il percorso solidale di Venicemarathon con il campione olimpico di handbike Alex Zanardi e la sua associazione Bimbingamba, iniziato nel 2009, e che lo vedrà quest'anno coinvolto in qualità di testimonial di questa nuova iniziativa.

Tutte le informazioni sul progetto, sulle modalità di raccolta fondi e i profili delle onlus partecipanti sono disponibili nella sezione del menù Charity Program.
29ª Venicemarathon: ecco i Pacer Superstar by Asics
Venezia 4 giugno 2014 - Alla 29^ Venicemarathon i pacemakers diventano delle Star. E’ terminata, infatti, in questi giorni la selezione ‘Diventa Pacer SuperStars della Venicemarathon by Asics’ coordinata da Julia Jones, responsabile Pacemaker della Maratona di Venezia. L’iniziativa si pone come obiettivo quello di formare già da ora un team di persone in grado di mettersi a disposizione dei maratoneti e dispensare consigli utili, attraverso internet e i social network, per poi aiutarli a coronare il loro sogno cronometrico il prossimo 26 ottobre.

La tradizione dei pacemaker nasce proprio dalla Venicemarathon. Era il 1999 quando gli organizzatori della maratona di Venezia, assieme alla Jones, organizzarono per la prima volta in Italia il servizio di pacemaker anche per amatori in una gara ufficiale. Scegliere i maratoneti che dovevano svolgere questo compito non fu semplice, ma fu sufficiente assistere all’arrivo del primo gruppo, nel tempo gara di 3 ore, per capire che il gioco avrebbe funzionato. Nessuno poteva immaginare che l’idea dei palloncini avrebbe contagiato tutte le più importanti manifestazioni italiane di corsa su strada. Quest’anno, alla 29^ Venicemarathon, saranno ben 33 i pacemakers che faranno parte del progetto Venicemarathon Pacer SuperStar by Asics.

Quasi tutti hanno all’attivo moltissime maratone e tanta esperienza, ma quello che conta è la motivazione e la voglia di mettersi a disposizione degli altri. C’è chi ha corso più di 600 maratone come Angela Gargano di Barletta, chi ha fatto il pacemaker anche negli Stati Uniti come Giuseppe Bossi o chi, come Serena Razzolini, è stata una delle prime a far parte di questo gruppo nel lontano 1999. Serena è quella che di solito ‘chiude la Venicemearathon’: accompagna al traguardo gli ultimi e dopo il suo arrivo la Maratona è ufficialmente terminata.

Doveva far parte della squadra anche Marcello Ferrari, il podista e scialpinista di Trento, trovato morto in fondo ad un dirupo lo scorso 22 maggio, ricordato dagli organizzatori della Venicemarathon alla partenza della 4^ Moonlight Half Marathon Cavallino-Jesolo dello scorso 24 maggio.

“Questo progetto - dichiara Julia Jones - nasce dall’intento di creare un rapporto umano e un contatto duraturo tra pacer e atleta. L’iniziativa deve spingere gli atleti a dialogare con i propri pacemaker, condividere paure, esperienze e sensazioni. Insomma, il pacer deve diventare per il maratoneta un punto di riferimento anche in questi mesi di preparazione. Troppo spesso ci si incontra solo sulla linea di partenza o addirittura in gara e in pochi conosco il nome del proprio pacer. Il nostro progetto va proprio in direzione opposta: abbiamo creato una squadra che avrà tutto il tempo per affiatarsi e soprattutto conoscere da vicino gli atleti che dovrà condurre in gara”.


Ecco chi sono i 33 Venicemarathon Pacer SuperStar by Asics:
2h50’ Marco Turri (Montagnana - Pd), Marco De Togni (Merlara - Pd), 3h00’ Giacomo Panizzolo (Stra - Ve), Stefano Manfrin (Desenzano sul Garda - Bs), Massimo Preziosa (Milano), 3h10’ Aldo Manzi (Arese - Mi), Dimitri Peron (Bassano del Grappa - Vi), Luca Gasparato (Cazzago di Pianiga - Ve); 3h20’ Antonio Belardinilli (Roma), Giuseppe Cesco (San Vito al Tagliamento - Pn), Fabio Simionato (Treviso); 3h30’ Giuseppe Bossi (Varese), Tiziano Lion (Treviso), Massimo Petrucci (Roma); 3h40’ Pietro De Stefano (Potenza), Massimo Coppo (Mestre -Ve), Paolo Fassa (Spresiano - Tv); 3h50’ Stefano Nalesso (Villanova - Pd), Ilaria Pasa (Genova), John De Facci (Sernaglia della Battaglia - Tv); 4h00’ Lisa Magnago (Roma), Alessio Maragno (Caponago - Mb), Massimo Pozzi (Montegrotto Terme - Pd); 4h15’ Mario De Felice (Pescara), Alvise Callegaro (Mestre -Ve), Luca Corazza (Albignasego - Pd), 4h30’ Patrizia Melchior (Roma), Domenico Fiorentino (Dongo - Co), Roberto Grosso (Marengo sul Piave - Tv), 5h00’ Angela Gargano (Barletta - Ba), Mariella Dileo (Barletta - Ba), Andrea Danesin (Martellago - Ve); 6h00’ Serena Razzolini (Padova).

Tutti profili sono disponibili anche sulla pagina Facebook di Venicemarathon.
Enervit entra nella famiglia Venicemarathon
Siglato il nuovo accordo di sponsorizzazione tra Venicemarathon e l’azienda italiana leader nel mercato dell'integrazione sportiva e della nutrizione funzionale.

Sabato 24 maggio Enervit sarà alla VI Moonlight Half Marathon

Venezia, 19 maggio 2014 - Un nuovo importante partner entra nella famiglia Venicemarathon. E’ stato siglato, infatti, in questi giorni il nuovo accordo di sponsorizzazione tra gli organizzatori della Maratona di Venezia ed Enervit, l’azienda italiana leader nel mercato dell'integrazione sportiva e della nutrizione funzionale.
La partnership prevede un accordo triennale per gli eventi organizzati dal Venicemarathon Club come: il Running Day-Corrimestre, la Moonlight Half Marathon e la Venicemarathon.

Enervit è l’energia prima durante e dopo ogni grande evento di endurance, per i quali ha sviluppato con la sua Equipe Enervit una rivoluzionaria energy strategy che nasce proprio dall’esperienza della Ricerca con i campioni e con i numerosi appassionati di corsa. La strategia energetica per l’endurance running (scaricabile sul sito www.enervitsport.com) è perfetta per preparare e vivere al meglio ogni evento di corsa, come la IV Moonlight Half Marathon di sabato 24 maggio e la 29^ Venicemarathon del prossimo 26 ottobre.

Enervit si conferma dunque fedele Sport Nutrition Partner dei grandi eventi di endurance, ed è sempre di più attenta alle esigenze delle manifestazioni che coniugano l’attività top degli atleti agonisti con l’attività amatoriale. “E’ un progetto, questo fra Venezia, Mestre e Jesolo, fatto di passione per la corsa, su diverse distanze e a vario livello che ci piace particolarmente – ha detto il direttore marketing di Enervit SPA, Paolo Calabresi – Quello che conta, per Enervit Sport, è poter affermare sempre di più la nostra mission che è science in nutrition prima di tutto, che è volta a nutrire e fare cementare la passione per lo sport di endurance, a qualsiasi livello, dando un supporto concreto e di strategia, anche preventivo, prima durante e dopo l’attività sportiva. Supportare cioè la passione perché, anche quando costa fatica, sia orientata sempre verso il benessere e il divertimento”.

"Siamo molto orgogliosi di accogliere nella nostra famiglia un’azienda così prestigiosa ed importante come Enervit – ha dichiarato il presidente della Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - Integrazione e nutrizione sono due elementi fondamentali per ottenere risultati anche sulle lunghe distanze e siamo contenti che di poter dare ai nostri atleti, grazie ad Enervit, il giusto e corretto apporto in questa direzione. Inizia dalla Moonlight Half Marathon così un nuovo percorso che, sono convinto, porterà reciproche soddisfazioni per il futuro".
Venicemarathon e ASICS corrono ancora assieme
Siglato il nuovo accordo triennale di sponsorizzazione

Venezia, 7 maggio 2014 - Venicemarathon e ASICS sono di nuovo pronti a tagliare assieme il traguardo delle prossime tre edizioni della Maratona di Venezia.

E’ stato firmato, infatti, in questi giorni il nuovo accordo triennale di sponsorizzazione tra la Venicemarathon e l’azienda leader di mercato nella produzione e vendita di scarpe ed abbigliamento da running, proseguendo così la proficua collaborazione iniziata nel 2008.

La partnership prevede l’impegno dell’azienda l'azienda giapponese con sede italiana a Cuneo su tutti gli eventi organizzati dal Venicemarathon Club come il Running Day-Corrimestre, la Moonlight Half Marathon e la Venicemarathon. Eventi di grande qualità e partecipazione che si sposano alla perfezione con la filosofia di ASICS, acronimo di Anima Sana In Corpore Sano, principio che vuole sottolineare come la pratica sportiva aiuti ad avere una vita sana.

ASICS, infatti, crede nella cultura dello sport, inteso come attività che non solo ha effetti positivi sul benessere fisico e psicologico delle persone, ma costituisce anche un linguaggio universale che travalica le differenze di razza e cultura.

L’azienda fornirà l’abbigliamento tecnico a tutti i partecipanti della 29^ Venicemarathon del prossimo 26 ottobre e della IV Moonlight Half Marathon in programma sabato 24 maggio, oltre alle divise ufficiali indossate da dirigenti e volontari.

“Siamo molto orgogliosi di poter continuare per altri tre anni la partnership con un marchio internazionale e prestigioso come Asics– ha commentato Piero Rosa Salva, Presidente del Venicemarathon Club - Abbiamo iniziato questo percorso nel 2008 e in questi primi 6 anni ci siamo trovati molto bene con questa importante azienda. Sono convinto che anche il prossimo triennio darà reciproche soddisfazioni.”

“ASICS è entusiasta di poter continuare a correre al fianco degli amici della Venicemarathon lungo gli affascinanti percorsi della Laguna Veneta” ha affermato Luca Bacherotti, Amministratore Delegato di ASICS Italia, "ASICS rappresenta il marchio leader nel running in Italia come in Europa. Manifestazioni di questo tipo ci permettono di mantenere costante la nostra presenza negli eventi running più amati e conosciuti, e di poter continuare a legare il nome di Venezia con quello di Torino, Firenze, Barcellona, Parigi, Tokyo e New York di cui ASICS sponsorizza le rispettive maratone”.
Al via un nuovo format di raccolta fondi per la solidarietà
Venezia, 17 aprile 2014 - La Venicemarathon parte con una novità! Cambia il format del Charity Program abbinato alla 29^ edizione della Maratona di Venezia del prossimo 26 ottobre. Considerate le innumerevoli richieste di adesione pervenute in questi anni da parte di molte onlus, la raccolta fondi non sarà più legata alla vendita di pettorali solidali destinati a 3 progetti, bensì ad iniziative di personal fundraising promosse da un maggiore numero di organizzazioni no profit. Nello specifico, ogni organizzazione aderente al progetto si impegnerà a raccogliere fondi tramite il coinvolgimento di maratoneti, che a loro volta diventeranno ambasciatori di una ‘buona causa’ e si attiveranno a raccogliere fondi attraverso una rete personale di amici e parenti.

Queste novità sono state illustrate ieri sera alle associazioni di volontariato del territorio e organizzazioni no profit nazionali, nel corso di un incontro informativo che si è tenuto all'Hilton Garden Inn Hotel di Mestre. Erano presenti: AFADOC, Africa Mission, Art4sport, ASLA, Associazione Piccoli Punti, Associazione Veneziani nel Mondo, AVAPO Mestre, AVIS Provinciale Venezia, AVIS Regionale Veneto, Croce Verde, Fondazione Banca degli Occhi, Fondazione Radio Magica, Fondazione Umberto Veronesi, La città della speranza, Progetto Sana Alimentazione, Rotary, Thelethon e Un cuore per tutti

Dieci saranno le organizzazioni no profit che potranno aderire al Venicemarathon Charity Program 2014. Le candidature, già aperte, termineranno mercoledì 30 aprile, mentre sabato 10 maggio verranno selezionate le 10 associazioni/organizzazioni che avranno dimostrato solide garanzie di collaborazione e promozione del programma.
Una volta definito il panel, ogni Onp dovrà individuare almeno 5 runner, ognuno dei quali avrà il compito di impegnarsi a raccogliere fondi per la propria causa, creandosi a sua volta una rete di sostenitori. La raccolta avverrà sul circuito di personal fundraising Retedeldono, partner del Venicemarathon Charity Program 2014: le donazioni dovranno essere effettuate direttamente sul portale www.retedeldono.it, nell'apposita pagina creata da ogni organizzazione aderente al progetto.

Retedeldono premierà inoltre le prime 3 Onp che raggiungeranno i 15.000 euro di raccolta: 2.000 euro è il valore del primo premio per l’associazione che raggiungerà per prima la cifra, 1.500 euro per la seconda e 1.000 euro per la terza.

Per candidarsi al Venicemarathon Charity Program 2014 è sufficiente mandare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per ulteriori informazioni: www.venicemarathon.it

La maratona di Venezia, che fin dalla prima edizione del 1986 ha rivolto sempre grande attenzione alle tematiche della solidarietà e del sociale (solo degli ultimi anni ha fornito acqua potabile a più di 30.000 persone in Uganda e regalato protesi cinetiche a decine di bambini disabili) rinnova così il suo impegno nel mondo della solidarietà, iniziando una nuova maratona benefica.