30^VENICEMARATHON CHARITY PROGRAM: RACCOLTI 115.000 EURO!
La maratona solidale di Venicemarathon giunge al traguardo, ancora una volta, con un risultato straordinario: raccolti 114.740,00 euro a favore della solidarietà! Un numero che tenderà a salire ancora nei prossimi mesi perché alcune associazioni aderenti al Charity Program 2015 hanno deciso di lasciare ancora aperte le raccolte per cercare di raggiungere gli obiettivi prefissati. Per Venicemarathon è però tempo di stilare il bilancio conclusivo dell'operazione solidale e, ancora una volta, per gli organizzatori grande è la soddisfazione per aver superato abbondantemente i 100 mila euro.

Le 22 associazioni aderenti al Venicemarathon Charity Program abbinato alla 30^ Venicemarathon dello scorso 25 ottobre ha raccolto la cifra complessiva di 86.740 euro, per un totale di 1.372 donazioni e 205 runners che si sono attivati facendo una colletta online su Rete del dono. Un risultato ancora una volta lusinghiero, che conferma l'efficacia del personal fundraising come strumento per coinvolgere una rete di persone molto ampia e, di conseguenza, massimizzare il raccolto.

A questi si aggiungono i 28.000 euro raccolti dalle tre Family Run (Mestre, Riviera del Brenta e San Donà di Piave) che saranno così ripartiti: 16.000 euro saranno destinati alle scuole che hanno partecipato alle manifestazioni e 12.000 andranno a favore dell'Associazione Alex Zanardi Bimbingamba che realizza protesi per i bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria. Alla Associazione dell'ex pilota di Formula Uno si aggiungono anche i 1.233 euro raccolti con il sistema di fundraising (vedi sotto).

" Lo straordinario risultato ottenuto con le iniziative benefiche - commenta il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - corona un'annata di straordinario successo per tutti noi del Venicemarathon Club e conferma come lo sport sia uno strumento molto efficace per veicolare messaggi di solidarietà e sostenere queste associazioni impegnate a fare del bene".

Tornando al Charity Program, ci sono associazioni che hanno ampiamente superato l'obiettivo iniziale di raccolta come l'associazione "Fratelli dell'Uomo" con il progetto 'Corri per Tsachopen, in Amazzonia' che con 11.133 euro ha abbondantemente superato i 9.000 euro iniziali; altre che lo hanno centrato come le associazioni "ASLA", "Un cuore per tutti Onlus", la "Fondazione Città della Speranza" e l' "Associazione di Promozione Sociale ComuniCare"; e altre ancora che sono vicinissime al traguardo come il "Rotary International".

Interessante è, invece, il caso dell'Associazione Diabetici di Bologna che con sole due donazioni è riuscita a raccogliere più di 1000 euro.

Di seguito l'elenco, in ordine decrescente, dei fondi raccolti e del numeri di donazioni ottenute.
Run to End Polio – Rotary International (29.176 €, con 296 donazioni)
Corri per Tsachopen, in Amazzonia - Fratelli dell'Uomo Onlus (11.133 €, con 162 donazioni)
SLA: una "maratona" ancora da vincere – ASLA (10.002 €, con 45 donazioni)
Corri per la vista, Run For Sight - Fondazione Banca degli Occhi (8.965 €, 180 donazioni)
Run for Water Run for Life- Africa Mission Cooperazione e sviluppo (5.330 €, 48 donazioni)
Insieme contro i Tumori Femminili – Airc (3.680 €, 105 donazioni)
Un Cuore per correre Corriamo Per EMILY - Un Cuore Per Tutti onlus (3.043 €, 76 donazioni)
Tumori Rari in Età Pediatrica - Fondazione Città della Speranza (2.449 €, 71 donazioni)
Corri per la legalità e la solidarietà - Associazione Diabetici di Bologna (1.964 €, 53 donazioni)
Corri per dare... Un aiuto alimentare - San Vicenzo G. Az. "G. Taliercio" (1.390 €, 59 donazioni)
Una VITA RARA con il SORRISO - A.Fa.D.O.C. Onlus (1.316 €, 38 donazioni)
Accendi Radio Magica per l'infanzia - Fondazione Radio Magica (1.281 €, 33 donazioni)
Corri con Bimbingamba - Associazione Alex Zanardi Bimbingamba (1.233 €, 53 donazioni)
Hospitopoli - Associazione di Promozione Sociale ComuniCare (1.147 €, 29 donazioni)
Diabete 10 e lode - Associazione Diabetici di Bologna (1.016 €, 2 donazioni)
Laguna Blu... ABBRACCIO - L'abbraccio Onlus (769 €, 28 donazioni)
La nostra maratona è #ognigiorno - Fondazione Telethon (744 €, 20 donazioni)
Offri tutela sanitaria a chi vive la incertezza della strada! – Ass. Lule Onlus (554 €, 12 don)
Corri per la ricerca – Avis (341 €, 16 donazioni)
Corri per Casa Viola - Gruppo Polis (112 €, 4 donazioni)
#muscoli-in-provetta - Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata Onlus (99 €, 4 donazioni)
I sogni corrono la maratona – Maratonabili (82 €, 4 donazioni)
Un traguardo chiamato 86.000 euro!!!
Un traguardo chiamato 86.000€!!!
Da sempre Venicemarathon associa alle proprie iniziative una finalità benefica, sostenendo diversi progetti di solidarietà. Quest’anno Venicemarathon ha deciso di fare un passo in più e coinvolgere anche i maratoneti nel proprio programma di solidarietà.  
Ogni runner ha avuto l’opportunità di affiancare alla propria impresa sportiva quella solidale, correndo e raccogliendo fondi per una buona causa. Al momento dell’iscrizione ogni maratoneta ha ricevuto in dono il pettorale scegliendo di correre per una delle organizzazioni no profit parte del Charity Program e si sia impegnato a raccogliere fondi per la stessa. 
La filosofia è stata: sostegno, dono e coinvolgimento di parenti e amici nel mio gesto di solidarietà invitandoli a donare.
Un iniziativa firmata in collaborazione con Rete del Dono, una piattaforma di crowdfunding per la raccolta di donazioni online a favore di progetti d’utilità sociale ideati e gestiti da organizzazioni non profit (ONP). I protagonisti della Rete del Dono sono le ONP, i loro sostenitori e i donatori.
Rete del Dono si impegna in molti progetti, eventi anche di grandi dimensioni come Venicemarathon. Segui Rete del Dono e continua a seguire i progetti solidali di ASD Venicemarathon Club.
Premiati i “fedelissimi” della Venicemarathon
Proseguono i festeggiamenti della 30^ Venicemarathon! Questo pomeriggio il Venicemarathon Club ha dato vita ad una lunga serata di celebrazioni nelle ampie ed eleganti sale dell’hotel Russott di Mestre, il quartier generale della maratona. Moltissimi sono stati gli invitati e tante le premiazioni, prima fra tutte, quella dei “fedelissimi della Venicemarathon”, i 12 atleti che hanno portato a termine tutte le 30 edizioni, collezionando importanti ricordi e cimeli di ogni singolo anno. I 12 fedelissimi hanno ricevuto una speciale medaglia ricordo.

Oltre a loro, nell’occasione sono state premiate le società veneziane, i primi veneziani che domenica 25 ottobre hanno tagliato per primi il traguardi di Riva Sette Martiri, i vincitori di categoria della Garmin Forerunner 10 k, i vincitori della “Maxiclassifica Garmin Forerunner Tour”.

Nel corso della serata sono stati inoltre consegnati riconoscimenti a persone che, con il loro operato, hanno collaborato in tutti questi trent'anni alla buona riuscita della manifestazione.

Ecco nel dettagli l’elenco delle premiazioni:

Fedelissimi
Giuliano Barizza, Adriano Boldrin, Paolo Bovo, Albino Dotto, Vittorio Fincato, Franco Mason, Laudino Mason, Mirco Piovesan, Gianfranco Tagliapietra, Mauro Trevisan, Valentino Valtorta, Claudio Michielan

Premiazione Primi Veneziani - Trofeo Banco San Marco
Sabrina Bison (17^) 3’11’’50
Leonardo Calzavara (12^) 2’28’’02

Premiazione Garmin Forerunner Venezia
SM 35 Matteo Lucchisani - SM 40 Emiliano Agnello – SM 45 Alberto Cesarini – SM50 Alessandro Tozzato – SM 55 Andrea Ranzato - SM 60 Raffaello Valente – SM 65 e oltre Giorgio Maria Giubilato – SF 35 Monica Vagni – SF 40 Monica Alessandra Riccardi – SF 45 Monia Da Lozzo – SF 50 Melania Polley – SF 55 e oltre Dallila Aissaoui

Società più numerosa: Atletica Vicentina con 14 classificati

Maxiclassifica Garmin Forerunner Tour
I vincitori della maxi classifica combinata del Garmin Forerunner Tour, che ha toccato le città di Jesolo, Monza, Viareggio e Venezia, sono stati Nicoletta Bellin e Gian Carlo Buffo

Premiazione Societa’ Veneziane

A.S.D. Atletica Speranza (Diego Carniel), A.S.D. Delfino Triathlon (Laura Gianni), Olimpicaorle (Elena Dorigo) (Massimo Bergo), Atl. C.R.C. Ca’ Foscari (Anthony La Salandra), Atl. Audace Noale (Michele Stocco), A.D.C.S. Libertas Scorzé (Mauro Marazzato), Amatori Atl. Chirignago (Nicoletta Rossi) (Leonardo De Toni), Venezia Runners Atl. Murano (Monica Penzo) (Stefano Zennaro), Atl. Biotekna Marcon (Said Boudalia), La Fenice 1923 Mestre (Elisa Comisso) (Riccardo Mogni), Ga Aristide Coin Venezia 1949 (Beatrice Voltolina) (Stefano Gorgosalice), Atl. Jesolo Turismo (Massimo Bergamo), Polisportiva Venezia Triathlon (Foscarina Ciceri) (Gianmaria Tiozzo), Generali Runners (Giorgia Breda) (Abramo Salvestrin), A.S.D. Barizza Sport (Paola Cestaro) (Mattia Donadel), Vigili del fuoco Venezia (Attilio Lacquaniti), Atl. Mirafiori (Pascaline Pierron) (Ezio Fagotto), Atl. Lib. Mirano (Luigi Bacco), G.S.A. Venezia (Francesca Parutto) (Tommaso Foccardi), Spotorni Run (Elisabetta Pagagno) (Ulisse Damo), A.S.D. Marathon Cavalli Marini (Stefania Penzo) (Aldo Penzo), G.S. Tortellini Voltan Martellago (Giuseppina Olivieri) (Moreno Baldisseri), Runners Club Aggredire (Marina Gattel) (Cristian Mazzarotto), Atl. Due Torri Sporting Noale ( Elisabetta Penzo) (Christian Dal Corso), A.S.D. Atletica San Rocco (Raffaella Vianello) (Alberto Meggiato), A.S.D. Polisportiva Fossaltina (Romina Botter) (Daniel Mariuzzo), Liger Team Running (Marco Filipetto), Venicemarathon Club (Veronica Di Renzo) (Gabriele Gallo), Brema Running Team (Elena Bortolato) (Ferruccio Zorzetto), Atletica Riviera del Brenta (Francesca Boccato) (Roberto Doni), Running Team Pettinelli (Valentina Pavanello) (Ferdinando Capobianco), Essetre Running (Giulia Pierasca) (Carlo Gaspon).
Bilancio più che positivo della 30^ Venicemarathon
Gli organizzatori della 30^ Venicemarathon archiviano l’edizione più bella e partecipata della storia di questa 42 km. Sono 6632 gli arrivati nella maratona (classifica ancora ufficiosa perchè sono in fase di accertamento ancora alcuni casi) di cui 1.264 donne e 3.568 gli arrivati nella 10 km di cui 1658 donne. Un dato, quest'ultimo, davvero molto interessante. Molti sono anche i messaggi, arrivati in queste ore, di apprezzamento e complimenti per l’organizzazione e per le innumerevoli emozioni vissute in una giornata speciale.

“La Venicemarathon è diventata davvero un evento globale – commenta il Presidente di Venicemarathon Piero Rosa Salva - ieri i nostri amici di Africa Mission, associazione con cui collaboriamo da anni per la costruzione di pozzi d'acqua potabile in Africa, hanno chiamato dall’Uganda dicendoci che stavano seguendo la diretta sulla televisione ugandese e, allo stesso modo, molte altre persone residenti all’estero ci hanno seguito grazie alla massiccia copertura televisiva straniera con oltre 90 paesi collegati".

Ampia è stata anche la copertura italiana su Raisport. La concomitanza con la prima tappa della Coppa del Mondo di sci non ha permesso di essere in onda dallo sparo d’inizio della maratona ma dalle 10.40 fino alle 12.30. Sul sito di Raisport la diretta streaming è stata invece integrale e molto seguita. Oggi è in programma la replica di tutta la trasmissione su Raisport1 dalle ore 9.05.

"Speravamo - continua Rosa Salva - che il commento alle immagini della Riviera del Brenta desse maggiore risalto ai problemi che ancora persistono dopo il tornando dello scorso luglio. Nel complesso però, devo riconoscere che è stata una delle trasmissioni più belle di questi 30 anni. Un'ottima vetrina per Venezia e per il suo territorio, arricchita dalla bella giornata di sole e dalle moltissime persone in gara e sul percorso".

Molto apprezzata è stata anche l'iniziativa dell'apertura di Villa Pisani e grande è stata la soddisfazione del soprintendente del Polo Museale Regionale del Veneto Daniele Ferrara. Tanti atleti hanno sfruttato l'imperdibile occasione di trascorrere i concitati momenti prima della partenza in un contesto ambientale di straordinaria bellezza e di abbinare la visita del giardino monumentale.
30^ Venicemarathon da record: oltre 10.000 hanno tagliato il traguardo di Riva Sette Martiri
Sono stati 6641 gli arrivati della maratona e quasi 4000 quelli della 10 km.
Numeri da record per il 30° compleanno della Venicemarathon, che quest’oggi ha vissuto intense emozioni con le vittorie di Julius Chepkwony Rotich ed Ehite Bizuayehu Gebireyes ed il bel 4° posto al maschile di Domenico Ricatti. Gli atleti arrivati al traguardo di Riva Sette Martiri sono stati 6641, nuovo record della manifestazione che migliora i risultati del 1995 (6495 arrivati) e del 2010 (6258). Un dato davvero importante, che va a sommarsi ai quasi 4000 arrivati della VM10KM Garmin Forerunner Tour, e ai 15.000 appassionati che hanno affollato le tre Alì Family Run di San Donà, Dolo e del Parco San Giuliano di Mestre.

Grandissima soddisfazione in casa Venicemarathon: “E’ stata un’edizione memorabile – commenta il presidente del Venicemarathon Piero Rosa Salva – e la soddisfazione è ancora maggiore perché arriva a coronamento di un percorso iniziato nel lontano 1986. Questo dimostra che la formula Venicemarathon, abbinata ad una 10 km aperta al grande pubblico, è un’idea vincente e anche in futuro proseguiremo su questa strada. La giornata è stata arricchita dalla partecipazione di un grande pubblico non solo a Venezia, ma anche in tutto il territorio toccato dalla maratona, a testimonianza che Venicemarathon è un evento amato e seguito”.

La gara è stata applaudita in partenza da tutti i sindaci della Riviera del Brenta e, per la prima volta in 30 anni, anche dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro che si è poi trasferito all'arrivo, dove ha atteso l'arrivo dei vincitori assieme al sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti, al vice presidente vicario della Fidal Vincenzo Parrinello e dal segretario generale Fabio Pagliara.

Grande successo anche per la 2^ VM10KM valida come ultima tappa del Garmin Forerunner Tour, che ha visto al traguardo 688 arrivati, di cui 228 donne, nella gara competitiva, e circa 2900 arrivati nella non competitiva. La gara competitiva, che si è svolta su un chilometraggio di circa 10,5 km, è stata vinta tra gli uomini da Diego Avon (Spak4Padova) in 33’55” e da Natascia Meneghini in 41’04” tra le donne. Avon, grande specialista di questa distanza (è campione regionale dei 10.000 metri ed ha vinto la Corrimestre 2015) ha staccato tutti attorno al 6° km per poi vincere con largo margine. Gara più serrata tra le donne, che ha visto l’affermazione della specialista degli 800 e 1500 metri, portacolori della Coin Mestre, che oggi ha voluto provare la gara più lunga per emulare le gesta del padre maratoneta. Il Trofeo Porto di Venezia, gara riservata ai dipendenti dello scalo, ha incoronato come più veloce Corrado Volpini (51’17”) tra gli uomini e Francesca Peruzzo (56'56”) tra le donne, che sono stati premiati dal segretario generale dell’Autorità Portuale Claudia Marcolin. Alla VM10KM era in gara anche, iscritto come non competitivo, l’assessore al bilancio del Comune di Venezia Michele Zuin che ha tagliato il traguardo dopo un’ora circa.

Le curiosità

Tra le belle storie della 30^ Venicemarathon, spicca la gradita presenza di John Baldi, figlio di Romano che proprio nella scorsa edizione fu stroncato da un infarto mentre aspettava il figlio al traguardo. John Baldi ha voluto essere presente con la sua famiglia, per ringraziare gli organizzatori della generosa assistenza riservata al padre.

Il 2300° arrivato in Riva Sette Martiri è stato il deputato del Parlamento Italiano Paolo Cova, tesserato per la Libertas Sesto, che ha concluso la sua 69^ maratona in carriera con il tempo di 3h52’36”. Mauro Casciari, inviato del programma televisivo ‘Le Iene’ e tesserato per il Circolo Dipendenti Perugino, ha chiuso al 6553° posto con il tempo di 5h55’56”, mentre il sacerdote don Danilo Miotto, tesserato per l’Asd Sports Club Padova, è arrivato 4519° con il tempo di 4h48’47”.

I concorrenti più maturi al traguardo sono stati Giuseppe D'Ascenzo, classe 1934, che ha chiuso al 6611° posto in 6h11’19” e Fiorenza Simion del 1943 arrivata al traguardo 6557^ in 5h57’06”. Tra gli stranieri, il più anziano e la più anziana sono stati i tedeschi Arno Reglitzky (classe 1935, 4h52’30”) e Rosa Rist (1940, 5h33’55”). La più giovane al traguardo è stata Alessia Carraro, del 1994 che ha chiuso in 3h56’24” giungendo 2533^.

Sono stati ben 12 i fedelissimi che hanno compiuto l’intero percorso Venicemarathon e completato la loro 30^ edizione: Mauro Trevisan (Runners Padova) giunto 881° in 3h28’58”, Gianfranco Tagliapietra (Asd Barizza Sport) 3508° in 4h19’27”, Laudino Mason (Audace Noale) 3851° in 4h29’00”, Giuliano Barizza (Asd Barizza Sport) 3903° in 4h29’37”, Vittorio Fincato (Per Sport Asd) 4172° in 4h36’25”, Albino Dotto (Atletica Sernaglia) 4511° in 4h48’19”, Claudio Michielan (Atl. Foredil Macchine Padova) 4978° in 5h09’48”, Valentino Valtorta (Avis Oggiono) 5131° in 5h25’52”, Mirco Piovesan 5204° in 5h34’42”, Paolo Bovo (Audace Noale) 5260° in 5h43’53”, Franco Mason (Audace Noale) 5266° in 5h43’54”, Adriano Boldrin (Atl. Riviera del Brenta) 5316° in 5h53’47”.

Gli ultimi atleti arrivati prima dello scadere delle 6 ore sono stati: Patrizia Candido e Patrizia Tiberio 6579^ e 6580^ con lo stesso tempo di 5h59’52” in campo femminile e Paolo Manelli (6577°) della Pol. Atl. Scandiano (5h59’38”) in campo maschile.

Ha chiuso la 30^ Venicemarathon Laura Carletti (Asd Rain Runner) 6641^ totale e 1269^ donna con il tempo di 6h26'37”, attesa come da tradizione sotto l'arco dal presidente di Venicemarathon Piero Rosa Salva.

Il primo veneto premiato da Il Gazzettino è stato Said Boudalia, il grande veterano delle corse su strada, tesserato per la Biotekna Marcon.

Oggi la 30^ Venicemarathon è stata anche set cinematografico, con alcune riprese di “Braccialetti Rossi”, celebre fiction andata in onda su Raiuno, e la cui terza stagione dovrebbe tornare in tv il prossimo anno.

I numeri della Maratona

Sono state più di 8.000 le t-shirt tecniche da collezione preparate da Asics per gli atleti partecipanti alla Venicemarathon, alle quali si aggiungono altri 5.000 capi di abbigliamento destinati a staff e volontari, 4.000 maglie destinate alla Garmin Forerunner e 15.000 le magliette realizzate da Supermercati Alì Aliper per le tre Family Run.
Acqua San Benedetto ha fornito 80.000 bottigliette e 20.000 bicchieri, mentre 30.000 sono stati i litri di Enervit forniti, tra bottiglie per pacchi gara e ristoro finale, e quello servito nei 60.000 bicchieri ai ristori. Sikua ha messo a disposizione degli atleti 15.000 teli termici da indossare dopo l’arrivo.

Palmisano ha fornito 14.000 confezioni di biscotti “Bussolai”, 8.000 confezioni di barrette alle mandorle per il ristoro finale, 20.000 pezzi di biscotteria tradizionale sfusa per i ristori lungo il percorso e 1.200 confezioni per l’Area Ospitalità. Infine Coldiretti ha offerto 40 quintali di mele e 40 quintali di arance. Hanno arricchito i ristori 45 quintali di banane Battaglio e i 10.000 snack salati Bertoncello, i succhi di frutta e i fruttini Zuegg.

Opel e Auto San Lorenzo hanno messo a disposizione 10 furgoni e 20 auto per gestire al meglio la complessa logistica dell’evento, che si avvale anche dell’official carrier Air France. Per il trasporto delle sacche, che gli atleti hanno consegnato alla partenza per poi ritrovarle in arrivo, sono stati impiegati 12 autotreni di Transportservice, 12 barche grazie a Scalo Fluviale e 100 persone dedicate del gruppo Scout CNGEI di Venezia.

Per garantire la sicurezza degli atleti e chiudere strade ed incroci sono stati utilizzati 40 km di nastro segnaletico, oltre 10.000 metri di transenne e sono stati impegnati più di 2.000 volontari a presidio di incroci, ristori e spugnaggi. 20.000 le spugne utilizzate e prontamente raccolte dai volontari. Il percorso è stato interamente chiuso al traffico, grazie all’aiuto della Polizia Stradale, dei Carabinieri, delle Polizia Municipale, dei Vigili del Fuoco e al preziosissimo supporto degli oltre 400 volontari della Protezione Civile, coordinati dall’Assessorato Provinciale di Venezia.

Il primo soccorso, che è stato garantito dalla Croce Verde, si è avvalso di 1 motomedica, 2 automediche, 7 ambulanze, 3 idroambulanze, 10 squadre di pronto intervento a piedi, 10 squadre di pronto intervento in bicicletta all'interno del Parco di San Giuliano e 3 postazioni fisse, oltre a 7 medici, 21 infermieri professionali, 60 soccorritori della Croce Verde a sostegno del soccorso. Il bilancio della giornata ha visto un soccorso d’urgenza a causa di un arresto cardiaco di un maratoneta ferrarese di 68 anni tesserato per l’Atletica Corriferrara. L’intervento tempestivo da parte dei soccorritori, avvenuto sul ponte della Libertà, ha scongiurato il peggio, anche se il corridore resterà qualche giorno sotto osservazione. Sono stati effettuati altri interventi di piccola entità.

All’arrivo gli atleti hanno trovato un servizio di assistenza fisioterapica, gestito da Virtus - Fisioterapia In Movimento. Un gruppo di fisioterapisti coordinati dal Dott. Roberto Napoli.

I prossimi appuntamenti Venicemarathon

Il futuro è già delineato e il calendario 2016 si arricchisce di un nuovo evento, questa volta una mezza maratona in montagna. Il running project sarà così scandito: 4^ Venice Running Day (24 aprile –Parco San Giuliano), 6^ Moonlight Half Marathon (28 maggio – Cavallino Treporti Jesolo), la 1^ Primiero Dolomiti Marathon (2 luglio – Primiero-Tn) e per finire la 31^ Venicemarathon che si correrà domenica 23 ottobre.
L’Africa domina con Julius Chepkwony Rotich
Bella prova dell’azzurro Domenico Ricatti, quarto tra gli uomini come nel 2012
E' ancora una volta dominio africano alla 30^ Venicemarathon che si è corsa questa mattina da Stra a Riva Sette Martiri, con le vittorie del keniano Julius Chepkwony Rotich (2h11’08”) tra gli uomini e dell’etiope Ehite Bizuayehu Gebireyes (2h35’19”) tra le donne. Tra gli italiani, ottima gara del pugliese Domenico Ricatti, quarto tra gli uomini in 2h15’28” dopo un’avvincente rimonta che l’ha visto sfiorare il podio.

A livello maschile la gara è stata sin dai primi chilometri una contesa tra africani che, ben pilotati dalla lepre Cornelius Kangogo (1h04’54” il passaggio a metà gara), hanno corso su buoni ritmi. L’epilogo è stato poco dopo il 30° km, quando all’uscita dal Parco San Giuliano Rotich ha attaccato in maniera decisa, seguito dal connazionale Robert Ndiwa che però si è staccato subito dopo, sul ponte della Libertà. Rotich ha così continuato la sua cavalcata solitaria, vincendo con 2h11’08”, con ampio margine su Ndiwa secondo (2h13’16”). Terzo ancora un keniano, Emmanuel Sikuku (2h15’22”). Ottima la prova di Domenico Ricatti (Aeronautica), che dopo una gara tutta in rimonta con 2h15’28” ha sfiorato il podio ed il record personale (che è di 2h15’07”), bissando il suo 4° posto del 2012.

“Nonostante un tempo ‘da donna’ – scherza Domenico Ricatti – sono molto contento di questa gara. Fino all’ultimo ho sperato di agguantare il terzo posto, ma sugli ultimi ponti ho finito la benzina, proprio come 3 anni fa. Ma sono sicuro che presto arriverà sia il podio che un grande tempo, visto che sono ancora giovane!”.

Tra le donne la gara è stata apertissima fino in fondo e si è risolta con un’avvincente volata finale che ha premiato l’etiope Ehite Gebireyes (2h35’19”) che ha superato la connazionale Derbe Godana Gebissa (2h35’21”). Terza la keniana Caroline Chepkwony (2h35’49”). La gara sembrava essersi decisa al 41° km, in piazza San Marco, quando la Gebissa ha staccato prima la keniana Caroline Chepkwony ed ha poi allungato sulla Gebireyes. Quest’ultima, però, negli ultimi 2 ponti ha reagito, ha recuperato lo svantaggio ed ha superato la connazionale al termine di una lunghissima volata. Prima delle italiane Gloria Rita Giudici, settima in 2h53’32”.

Con le vittorie di Rotich e Gebireyes, Kenia ed Etiopia salgono rispettivamente a 23 e 8 successi alla Venicemarathon.

Nella gara handbike si correva sulla distanza dei 30 km. La vittoria è andata a Mirco Bressanelli in 53’10”, ma la notizia è il secondo posto assoluto (e primo tra le donne) della pluricampionessa paralimpica Francesca Porcellato (54’42”). “A Venezia ho vinto moltissime volte – ha dichiarato la Porcellato – quando correvo con la carrozzina olimpica, e per questo è stato bellissimo tornarci con l’handbike. Fino al 30° km ci siamo dati delle belle ‘sportellate’ per poi arrivare tutti assieme in Riva Sette Martiri per una splendida sfilata. Da qui è partito il mio percorso verso le Paralimpiadi di Rio”.

Ordine d'arrivo gara maschile

1) Julius Chepkwony Rotich (Ken) 2'11'08"
2) Robert Ndiwa (Ken) 2h13’16"
3) Emmanuel Sikuku (Ken) 2h15'22"
4) Domenico Ricatti (Ita – Aeronautica) 2h15’28”
5) Abdelhadi Tyar (Mar) 2h15'49"
6) Ahmed Nasef (Ita - Atl. Ponzano) 2h18’41”
7) Francesco Bona (Ita - Aeronautica) 2h19’03”
8) Said Boudalia (Ita - Atl. Biotekna Marcon) 2h20’53”
9) Giovanni Gualdi (Ita - Corrintime) 2h23’14”
10) James Kelly (Gbr) 2h52’22”

Ordine d'arrivo gara femminile

1) Ehite Bizuayehu Gebireyes (Eth) 2h35'19"
2) Derbe Godana Gebissa (Eth) 2h35’21”
3) Caroline Chepkwony (Ken) 2h35'49"
4) Anastasia Kushnirenko (Rus) 2h44'11"
5) Esther Wanjiku Mutuku (Ken) 2h49'30"
6) Elina Junnila (Fin) 2h52’51”
7) Gloria Rita Guidici (Ita - Atl. Rovellasca) 2h53’32”
8) Gaby Carnwath (Gbr) 2h54’51”
9) Maurizia Cunico (Ita - Vicenza Marathon) 2h57’22”
10) Sara Cremonese (Ita - Atletica Mogliano) 2h58’22”

Ordine d’arrivo maschile VM10KM Garmin Forerunner Tour

1) Diego Avon (Spak4 Padova) 33’55''
2) Lorenzo De Conto (Atl. Edilmarket Sandrin) 36’27”
3) Pietro Bernardoni (Atl. Biotekna Marcon) 37’04”

Ordine d’arrivo femminile VM10KM Garmin Forerunner Tour

1) Natascia Meneghini (Aristide Coin Venezia) 41’04”
2) Chiara Giachi (Atletica 2005) 41’10”
3) Jessica Doria (Generali Runners) 41’54”

Ordine d'arrivo gara handbike (30km)

1) Mirco Bressanelli (Pol. Disabili Valcamonica) 53’10”
2) Francesca Porcellato (Gc Apre Olmedo – prima donna) 54’42”
3) Gabriele Pellizzer (Basket e non solo Udine) 55’02”
Venezia da oggi più accessibile grazie alle passerelle sui ponti della città
Anche quest'anno Venicemarathon migliora l’accessibilità di Venezia! Grazie alle rampe di legno che vengono posizionate sui 13 ponti della città, lungo il percorso della 30^ Venicemarathon, la città di Venezia diventa più accessibile non solo agli atleti ma a cittadini e turisti.

Le passerelle di legno, dislocate da San Basilio fino ai Giardini di Sant’Elena, in un contesto di grande rilevanza storica ed ambientale per una lunghezza di circa 3 km, hanno una pendenza dell’8% e resteranno posate fino ai primi mesi del 2016.

La copertura dei ponti della città risale alla prima edizione della Venicemarathon del 1986, quando gli organizzatori posarono le prime pedane di legno sui ponti attraversati dagli atleti per facilitarne il passaggio di corsa.

Dal 2005 poi, il Venicemarathon Club e il Comune di Venezia hanno dato vita ad un progetto che ne ampliasse il tempo di permanenza, per prolungarne la fruibilità non solo ai maratoneti, ma a tutti i cittadini. Nacque così il progetto “Venezia Accessibile – Le barriere si superano di Corsa”, condiviso poi negli anni da importanti partners come l’Autorità Portuale di Venezia, Il Gazzettino e Alilaguna.

“Anche quest’anno grazie alla disponibilità degli organizzatori di Venicemarathon e alla collaborazione degli uffici del Comune – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto - nonostante le poche risorse siamo riusciti a garantire la collocazione delle pedane fino alla conclusione delle scuole. Opereremo in futuro affinché si possa individuare una soluzione permanente ai problemi di accessibilità, sia per gli atleti della Venicemarathon che per la cittadinanza intera”.

"Le rampe sono ormai un patrimonio della città - aggiunge Piero Rosa Salva, presidente Venicemarathon Club - e siamo orgogliosi di poter dire che grazie alla Venicemarathon l'attenzione e la sensibilità dei cittadini e delle istituzioni verso queste importanti tematiche è cresciuta sempre più. Venezia è una città unica al mondo e la sua fruibilità è un obiettivo importante per tutti".

L’iniziativa, sostenuta dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Venezia, costituisce un elemento significativo della politica di eliminazione delle barriere architettoniche della città.

Come lo scorso anno, inoltre, verranno applicati degli adesivi segnaletici e antisdrucciolo che indicheranno la priorità di accesso alle rampe alle persone con difficoltà motorie, alle mamme con i passeggini, a turisti con trolley e a cittadini che spingono carrelli.

“Venezia vuole le rampe – commenta Silvia Trevisanello del Comitato Accessibilità di Venezia - in campagna elettorale abbiamo raccolto oltre 6.000 firme a favore della loro permanenza e poche settimane fa abbiamo incontrato l’assessore ai lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, che si è resa disponibile a creare un gruppo di lavoro per sviluppare un progetto di rampe meno impattante e prolungato nel tempo. Ringraziamo Venicemarathon per aver iniziato questo percorso trent’anni fa e per tutto quello che ha fatto in questi anni”.
Venerdì al via il 25° Exposport Venicemarathon Village al Parco San Giuliano di Mestre
Sabato ci sono anche Alex Zanardi e Stefano Baldini!
Si alza il sipario sulla 25^ edizione di Exposport Venicemarathon Village al via da venerdì 23 presso la Porta Blu del Parco San Giuliano di Mestre. L’Inaugurazione Ufficiale prevista alle ore 11. Nelle due giornate verranno osservati i seguenti orari: venerdì 23 ottobre (10 – 20) e sabato 24 ottobre (9 – 20).

La grande fiera dello sport e del tempo libero della maratona di Venezia, ospite anche quest’anno del Parco San Giuliano di Mestre, Porta Blu, con oltre 2.000 mq di esposizione fieristica al coperto. Exposport ogni anno accoglie i maratoneti, il grande pubblico e le principali aziende del settore sportivo, turistico, del benessere e del tempo libero che scelgono Venicemarathon come vetrina. Una tappa inevitabile, quindi, per tutti gli iscritti che devono ritirare il pettorale, ma anche una vera e propria cittadella sportiva per tutti coloro che amano, vivono e comunicano lo sport, nella quale è possibile trovare le più rinomate aziende ed organizzazioni del settore, testare le ultime novità del mercato e partecipare ad attività interattive.

La giornata di sabato 24 ottobre sarà anche l’occasione per conoscere il campione olimpico di maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini e il due volte campione olimpico e del mondo di handbike Alessandro Zanardi.

Il programma dell’Area Eventi

Venerdì 23 ottobre
Si inizia alle ore 11 con la presentazione di “The Race: Technical & Pratical Advice”, presentazione del percorso della Venicemarathon ai runners, segreti e consigli per affrontare al meglio la gara, a cura del Garmin Pacer coordinato da Julia Jones. Quest’iniziativa verrà proposta anche alle ore 17 e poi sabato 24 alle 13 e alle 16.00.
Alle ore 14, e in replica anche sabato alla stessa ora, da non perdere per i maratoneti i consigli dell’esperta Julia Jones nella presentazione “Pacing e gestione di gara”: una guida passo-per-passo per gestire le energie in ogni fase della maratona.
Alle ore 15, il servizio Città per Tutti del Comune di Venezia e l’Associazione Sorriso Riviera Dilettantistica Sport Disabili Mira presenteranno il video e le iniziative del programma ‘’Sport, accessibilità, inclusione’’.
Alle ore 16, la Camera di Commercio di Venezia e l’A.S.D. Venicemarathon Club presenteranno ‘’L’Indotto economico degli eventi Venicemarathon sul territorio’’
Alle ore 19 da non perdere la presentazione del libro ‘’Riparto di Slancio’’, un inno alla vita, all’amore e alla lotta per conquistarlo. Perché la vita è bella e nessuno può togliere la gioia di viverla, nemmeno la SLA!

Sabato 24 ottobre
Il sabato si apre all’insegna del Venicemarathon Charity Program. Alle ore 9, ogni onlus racconterà il proprio progetto per Venicemarathon. Sempre alle 9 i Vigili del Fuoco insegneranno ai più giovani come spegnere un incendio, attraverso il percorso di sopravvivenza “Percorso 115JUNIOR ”.
Alla fine del percorso ogni bambino riceverà un diploma di ‘Piccolo Pompiere’.
Alle ore 11 sarà il momento dei protagonisti della 30^ Venicemarathon con la presentazione alla stampa dei Top Runners.
Alle ore 12, al Garmin Sport Camp, chi vorrà potrà correre con il campione olimpico Stefano Baldini e alle ore 15 vi sarà la presentazione ‘’Attività funzionale e dinamiche di corsa’’ a cura di Giorgio Garello e Fulvio Massini.
Alle ore 12.30 si potrà ascoltare l’intervista, al campione Danilo Goffi , ‘’La doppia vita di Danilo’’.
Alle ore 17, è prevista la conclusione del progetto ‘’Ogni tuo passo Conta’’ a cura di Garmin e con la presenza di Alex Zanardi.
Alle ore 17.30 sarà la volta della presentazione della nuova scarpa tecnica ‘’The new ASICS GEL-PURSUE’’ e ‘’Il confronto con la celebre GT-2000’’.
Alle ore 18.30, verrà presentata la 6^ edizione del Campionato Italiano Sindaci e Amministratori Pubblici.

Incontro con il campione
Il due volte campione olimpico di handbike a Londra 2012 Alessandro Zanardi sarà disponibile per firmare autografi e illustrare l’attività di Bimbingamba nel pomeriggio di sabato 24 presso lo stand dell’associazione.

Dove acquistare il merchandising
Per i collezionisti del merchandising studiato da Asics e griffato Venicemarathon, da quest’anno sarà possibile anche personalizzare ogni capo acquistato nei due Venicemarathon Shop presenti in fiera.

La Storia
Exposport nasce dall’intuizione degli organizzatori che nel 1991 trasformano il quartier generale di Marghera in un punto di prima accoglienza per i maratoneti che si presentavano per il ritiro del pettorale di corsa. Exposport si è poi via via trasformata, diventando un momento non solo sportivo ma promozionale e commerciale. Dopo Marghera è stata l’isola del Tronchetto ad ospitare la Fiera, la più grande mai allestita a Venezia. I magazzini dell’Autorità Portuale hanno continuato ad ospitare l’evento per tutti gli anni Novanta, inserendolo nel calendario degli eventi fieristici della Regione Veneto. Nel 1999 la grande scommessa della Biennale, con Exposport ospitata nei padiglioni dei Giardini di Venezia, posti subito dopo il traguardo della maratona in Riva Sette Martiri. Nel 2000 poi ci fu il matrimonio con Mestre, nel cuore della città, in Piazza Ferretto e Piazzale Candiani, per poi far ritorno a Marghera per altre due edizioni, fino al 2006, anno della consacrazione del Parco San Giuliano, realizzata grazie alla collaborazione con l’Istituzione Bosco e Grandi Parchi.
30^ Venicemarathon: un compleanno con 27.000 invitati!
Sarà una data memorabile, quella di domenica 25 ottobre: Venezia e la Riviera del Brenta vivranno la grandissima festa della 30^ Venicemarathon. Un traguardo davvero importante di una maratona ormai storica, fortemente radicata nel territorio ed entrata nel cuore degli sportivi di tutto il mondo. Un lungo percorso organizzativo, iniziato nel lontano 1986 e che negli anni ha visto correre e trionfare in laguna atleti del calibro di Salvatore Bettiol, Orlando Pizzolato, Gelindo Bordin, Stefano Baldini, Danilo Goffi e, tra le donne, Laura Fogli, Ornella Ferrara, Maura Viceconte e Lucilla Andreucci, oltre a tante stelle straniere.

La gara è stata presentata questa mattina nella prestigiosa sede regionale Rai di Palazzo Labia a Venezia alla presenza dell’assessore allo Sport della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, del sindaco della Città Metropolitana di Venezia Luigi Brugnaro, dei sindaci di Dolo e Fiesso d’Artico Alberto Polo e Andrea Martellato, del vicesindaco di Stra Cristina Borgato e del presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva.

Domenica celebreremo le 30 edizioni della Venicemarathon e ci avviciniamo con grande emozione a questo importante anniversario –queste le parole del Presidente Venicemarathon Piero Rosa Salva - un traguardo che corona un lungo percorso iniziato nel lontano 1986 quando, con un piccolo gruppo di amici, decidemmo di dar vita ad un’idea forse temeraria ma certo affascinante: realizzare un grande evento sportivo con forti significati sociali e culturali, legando Venezia al suo territorio. Ricordo con emozione due persone speciali che ci hanno molto aiutato: Primo Nebiolo, presidente della Federazione Internazionale di Atletica, che capì subito che la nostra idea sarebbe stata vincente e ci aiutò a svilupparla, e Paolo Rosi, indimenticata voce dell’atletica in tv che commentò il nostro debutto già auspicando i futuri successi.

Venicemarathon è una bellissima manifestazione –queste le parole di Luigi Brugnaro, sindaco della Città Metropolitana di Venezia - una grande risorsa del territorio che unisce già idealmente questo unico grande contesto che oggi si chiama città metropolitana. La maratona, inoltre, passerà attraverso quei luoghi che lo scorso luglio furono devastati dal tornado ma che, grazie alla capacità della loro gente, hanno già saputo prontamente rialzarsi. Io domenica non correrò, ma la giunta comunale sarà ben rappresentata dall’assessore al Bilancio Michele Zuin che sarà in gara nella 10 km.

Facendo eco alle parole del sindaco Brugnaro, Piero Rosa Salva ha poi proposto che dall'anno prossimo la Venicemarathon assuma anche la denominazione di "Maratona Metropolitana di Venezia" per rappresentare ancora di più il territorio.

Sono più di 27.000 gli invitati al trentesimo compleanno di Venicemarathon. Agli 8.000 che correranno i 42 km si aggiungono infatti i 4.000 che parteciperanno alla VM10KM Garmin Forerunner Tour, anche in questo caso un numero da record. A loro, si sono aggiunti i tanti partecipanti delle Alì Family Run: quelle San Donà e Dolo che hanno visto al via oltre 9.000 studenti, la Alì Family Run che si correrà sabato prossimo al parco San Giuliano dove sono previsti 6.000 iscritti.

Grandi sono anche i numeri raggiunti dalla maratona solidale del Charity Program che nel 2014 ha raccolto la cifra record di 120.000 euro e che quest’anno ha già nettamente superato la soglia dei 60 mila euro. Ancora una volta anima e volto di questa iniziativa benefica è il grandissimo campione Alex Zanardi.

Così come aiuta il no profit a crescere, la Venicemarathon aiuta anche il territorio in termini di ricchezza, turismo e visibilità. Nonostante il periodo di crisi, è stato di 6.945.174 euro l’indotto economico prodotto nel 2014 dalla 29^ Venicemarathon, che diventa di 8.417.042 se sommato a quello generato della Moonlight Half Marathon e dal Venice Running Day 2015, eventi organizzati dal Club durante l’anno, con un incremento del 7,81% rispetto all’anno precedente. Quest'anno le proiezioni sono ancora più rosee.

La partenza della 30^ Venicemarathon è prevista per le ore 9.40, anticipata dalla partenza della VM10KM – Garmin Forerunner che sarà alle 8.30. Un alto livello di internazionalità raggiungerà anche quest’anno la gara grazie ad una copertura televisiva estera che coprirà ben 96 paesi stranieri, oltre ovviamente alla copertura da parte di Raisport 2 e alla diretta streaming sul sito www.raisport.rai.it.

Sempre affascinante sarà il percorso che da Villa Pisani a Stra arriverà a Riva Sette Martiri in Venezia, costeggiando le favolose ville settecentesche della Riviera del Brenta per poi entrare in Venezia, attraversando il Canal Grande sul ponte galleggiante di barche e poi sfilare in Piazza San Marco. Il percorso della 10 km partirà invece dal Parco San Giuliano a Mestre e ricalcherà gli ultimi 10 km della Maratona.

La novità è che quest’anno la 30^ Venicemarathon parte in villa. Oggi è stato, infatti, siglato l’accordo che vedrà Villa Pisani di Stra, la regina delle ville venete e sede di partenza della Venicemarathon, aprire per la prima volta i suoi cancelli agli atleti che potranno così visitare lo splendido giardino monumentale e usufruire dei servizi a disposizione. Un’occasione irripetibile per trascorrere i concitati momenti che precedono la partenza in un contesto ambientale unico nel suo genere e di straordinaria bellezza. L’importante accordo è stato ratificato proprio oggi tra il soprintendente del Polo Museale Regionale del Veneto Daniele Ferrara ed il presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva.

Il successo di Venicemarathon è frutto anche del prezioso supporto di aziende sponsor che da anni credono e condividono questo progetto. Erano presenti questa mattina in sala Marco Canella dei Supermercati Alì Aliper, title sponsor delle Family Run e sponsor della Venicemarathon, Fausto Franchini di Banco San Marco, da molti anni sponsor delle Famly Run e della maratona, Federica Bosello dell'Autorità Portuale di Venezia da 15 anni al fianco di Venicemarathon e ideatori quest'anno del trofeo 'Porto di Venezia' riservato ai dipendenti del Porto che correranno la 10km, Tiziano Graziottin de Il Gazzettino ancora oggi media partener dell'evento. Erano presenti in sala anchei rappresenti di Asics, Allianz, Vela, Klasse Uno, Veritas e Insula.

Presentate anche le forze dell'ordine che ogni anno garantiscono la massima sicurezza della manifestazione.

La conferenza stampa si è poi conclusa con l’assegnazione del certificato TUV di Evento Sostenibile consegnato a Venicemarathon dall’amministratore delegato dell’ente di certificazione, Ing. Boris Tuzza

I protagonisti della 30^ Venicemarathon saranno svelati alla stampa in un’apposita conferenza in programma sabato 24 ottobre alle ore 11 all’Expo Venicemarathon Village al Parco San Giuliano a Mestre.
Risolti gli ultimi problemi di viabilità della 30^ Venicemarathon
Grazie alla collaborazione con l'Autorità Portuale è stato garantito il passaggio in sicurezza degli atleti attraverso il cantiere di Malcontenta, dove sono in corso i lavori per la realizzazione del nuovo cavalcavia. Inoltre, anche per salvaguardare la viabilità di accesso al centro storico e all'area Trochetto/Marittima, sul Ponte della Libertà gli atleti transiteranno sulla corsia nord accanto alla ferrovia.
Domenica si corre la 30^ Venicemarathon da Stra a Riva Sette Martire in Venezia. Come da tradizione, la gara partirà da Villa Pisani a Stra, per poi costeggiare il fiume Brenta, tra incantevoli ville e palazzi settecenteschi, unendo idealmente i comuni di Stra, Fiesso d'Artico, Dolo e Mira al tratto intermedio nella terraferma veneziana (Malcontenta, Marghera e Mestre), dove la gara si inserisce gradualmente nel cuore del tessuto urbano, integrazione che culmina con il transito nel "salotto" di Mestre.

Attraversati gli ampi spazi del Parco San Giuliano gli atleti imboccheranno il Ponte della Libertà. L'allestimento del percorso "di emergenza", in caso di acqua alta, comporta la creazione di un "giro di boa" all'uscita del Parco San Giuliano per compensare il tratto che non viene percorso all'interno di Piazza San Marco.

I maratoneti si dirigeranno poi verso Santa Marta, percorrendo l'area interamente ristrutturata e aperta alla città che un tempo ospitava navi e banchine e oggi ospita gli edifici dell'Autorità Portuale e della Capitaneria di Porto, per poi proseguire lungo le Zattere fino all'attraversamento del Canal Grande sul tradizionale ponte di barche, installato da Insula, che con i suoi 166 metri collega per un giorno Punta della Dogana alla riva davanti ai Giardini ex-Reali.

I runners faranno il loro ingresso in Piazza San Marco transitando tra le colonne di Marco e Todaro, attraversando quindi quello che era l'accesso monumentale della Serenissima. Il "giro d'onore", uno dei momenti più attesi della maratona, riporterà poi gli atleti verso la laguna passando una seconda volta per la Piazzetta San Marco, per poi uscire dal medesimo varco tra le colonne e lasciarsi Palazzo Ducale sulla sinistra, per ritornare sul percorso di gara tradizionale che raggiungerà in meno di un chilometro il traguardo di Riva Sette Martiri.

Alcune sostanziali modifiche sono state apportate nell'area portuale. Grazie alla collaborazione dell'Autorità Portuale è stato garantito il passaggio in sicurezza degli atleti attraverso il cantiere di Malcontenta, dove sono in corso i lavori per la realizzazione di un nuovo cavalcavia. Inoltre, anche per salvaguardare la viabilità di accesso al centro storico e all'area Trochetto/Marittima, sul Ponte della Libertà gli atleti transiteranno sulla corsia nord accanto alla ferrovia.

"Apportare modifiche ad un percorso come quello di una maratona non è mai una cosa semplice - commenta Piero Rosa Salva, presidente Venicemarathon - per questo ringrazio l'Autorità Portuale e il suo presidente Paolo Costa per aver compreso le nostre difficoltà, aprendo il cantiere di Malcontenta al transito degli atleti. Del resto, l'Autorità Portuale da 15 anni è prestigioso sostenitore della Venicemarathon e quest'anno, oltre a questa concreta collaborazione sul percorso, attraverso la simpatica idea del trofeo 'Il più veloce del Porto di Venezia', hanno invitato tutta la comunità portuale a correre la 10 km sostenendo la causa solidale della San Vincenzo - gruppo aziendale "G. Taliercio".

Come di consueto le strade interessate dal passaggio della Venicemarathon verranno totalmente chiuse al traffico per la sicurezza degli atleti. Segnaliamo i punti nevralgici maggiormente interessati dal passaggio della gara.

Zona di San Giuliano
L'accesso al Parco San Giuliano sarà consentito esclusivamente dalla Porta Rossa solamente fino alle ore 8:00. Gli altri accessi saranno interdetti a partire dalle ore 6.30. Il cavalcavia di San Giuliano verrà chiuso totalmente al traffico dalle 6:30 alle 14:30 circa. Gli utenti potranno recarsi a Venezia o all'Aeroporto passando per viale Ancona, via Forte Marghera, rotonda di San Giuliano, via Orlanda e viceversa.

Centro di Mestre
Il percorso della Venicemarathon attraverserà la parte più centrale di Mestre. Le strade interessate saranno via Querini, via Carducci, via Rosa, via Poerio, via Pescheria Vecchia, calle del Sale, piazzetta Coin, via Lazzari, via Poerio, piazza XXVII Ottobre.

Il percorso strada per strada
• S.R. 11 attraverso i Comuni di Stra (chiusura completa 6:00-10:30), Fiesso d'Artico (chiusura completa 8:30-11:00), Dolo (chiusura completa 8:30-11:30), Mira (chiusura completa 8:30-12:00);
• S.P. 23 nel tratto Fornaci Perale – Malcontenta (chiusura completa 8:30-12:30);
• S.P. 24 nel tratto Malcontenta – Rana (chiusura completa 8:30-13:00);
• Rotatoria Romea S.R. 309 chiusura solo per gli accessi alla S.R.11 verso la Riviera del Brenta e verso via Fratelli Bandiera dalle 8:30 alle 13:30
• Centro di Marghera nelle seguenti strade: via Fratelli Bandiera (contromano in direzione Mestre), via Mutilati del Lavoro, via Tommaseo, via Pasini, via Martiri delle Foibe (ex piazzale Tommaseo), piazzale Concordia, piazza del Mercato, piazza Sant'Antonio, via Rizzardi, piazzale Giovannacci (contromano), via Rizzardi;
• sottopasso ferroviario da Marghera (via Rizzardi) a Mestre (via Dante);
• nel Centro di Mestre nelle seguenti strade: via Dante, via Querini, via Carducci, via Rosa, via Poerio, piazza XXVII Ottobre, via Pepe, via Forte Marghera, via Sansovino, viale San Marco, ponte Europa (passerella ciclo-pedonale), Parco San Giuliano, uscita Porta Blu, via San Giuliano, S.S. 14;
• Cavalcavia di San Giuliano (chiuso al traffico in entrambi i sensi di marcia);
• S.R. 11 tratto Cavalcavia di San Giuliano - Ponte della Libertà lato ferrovia;
• Ponte della Libertà/ Tronchetto
• S.Marta, punto franco S.Basilio;
• ingresso nel Centro di Venezia: Ponte Molin, Riva delle Zattere, Punta della Dogana;
• attraversamento del Canal Grande su ponte galleggiante;
• Fondamenta dei Giardini ex Reali, Molo di San Marco, Piazzetta San Marco, Piazza San Marco, Piazzetta San Marco, Molo di San Marco;
• Riva degli Schiavoni;
• Riva Ca' di Dio;
• Riva San Biagio;
• Riva Sette Martiri.
Sabato l'Alì Family Run della Riviera del Brenta
Aspettando la 30^ Venicemarathon, sabato si corre l’Alì Family Run della Riviera del Brenta

Tutto pronto per la 10^ Alì Family Run Riviera del Brenta di sabato 17 ottobre.
Sono già 5.200 gli iscritti e 35 le scuole partecipanti. Si corre anche per aiutare le popolazioni colpite dal tornado dello scorso luglio.
Le celebrazioni per il trentennale di Venicemarathon - in programma domenica 25 ottobre - proseguono con la seconda tappa di Alì Family Run, che si correrà in Riviera del Brenta sabato 17 ottobre con ritrovo alle ore 9 e partenza ore 10 dal campo sportivo “Walter Martire” di Dolo.

La decima edizione di questa manifestazione riservata a studenti e famiglie, che conta già 5200 iscritti e 35 scuole partecipanti, è stata presentata ufficialmente alla stampa questa mattina al Liceo Galilei di Dolo, alla presenza dell’assessore allo sport di Dolo Matteo Bellomo, del presidente Unione dei Comuni Città della Riviera del Brenta e sindaco di Fiesso d’Artico Andrea Martellato, del presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva e dell’atleta paralimpico di triathlon Andrea Devicenzi.

“Siamo molto felici di vedere come questa manifestazione sia cresciuta negli anni - dichiara Piero Rosa Salva - grazie all'ottimo lavoro delle amministrazioni locali, delle istituzioni scolastiche e grazie al supporto dei nostri partner Supermercati Alì Aliper e Banco San Marco. Quest’anno è per noi particolarmente importante per due motivi. Il primo perchè Venicemarathon festeggia 30 edizioni, un traguardo importante ma soprattutto un punto di partenza per crescere ancora. La Venicemarathon è una manifestazione di successo e questo grazie anche alla sempre più intensa collaborazione con la Riviera del Brenta. Il secondo motivo riguarda il terribile tornado che si è abbattuto nella zona lo scorso luglio. Venicemarathon è sempre sensibile e attenta alla solidarietà e confermiamo la nostra disponibilità ad aiutare le vittime di questa calamità. Se le amministrazioni ed istituzioni lo riterranno utile, allestiremo una raccolta fondi all' Exposport Venicemarathon Village''.

Anche il sindaco Martellato e l’assessore Bellomo hanno sottolineato l’importanza delle Alì Family Run come momento di aggregazione sociale, promozione sportiva tra i giovani e solidarietà. Sabato, infatti, oltre all'Alì Family Run saranno raccolti fondi per il ripristino delle zone colpite dal tornado anche attraverso una partita di calcio benefica tra la nazionale di calcio della tv e una rappresentativa Lions, che si disputerà nel pomeriggio. La grande festa sarà arricchtia con stand gastronomici e animazione da parte dei commercianti.

Testimonial dell'Alì Family Run di Dolo è quest’anno l’atleta paralimpico di triathlon e mental coach Andrea Devicenzi, autore anche del libro "Vite da Monsters''.

"A 17 anni, a causa di un incidente motociclistico ho subito l’amputazione della gamba sinistra sopra il ginocchio - racconta Devicenzi - non mi sono dato per vinto anche se è stato difficile adattarmi a questa nuova vita. La ricerca di nuovi obiettivi è stata per me da stimolo e mi ha permesso di condurre una vita pressoché normale. Ho scritto questo libro dove racconto la mia crescita personale e i miei obiettivi raggiunti. Ad esempio, tra le tante avventure che ho vissuto, narro di un viaggio in India dove ho percorso 700 km in bicicletta sulla strada carrozzabile più alta del mondo (5600m) e tra le più impervie. Nessun atleta disabile aveva mai tentato un'impresa simile prima. Inoltre, porto avanti un progetto formativo indirizzato ai ragazzi per trasmettere i valori positivi legati al mondo dello sport e sono da poco sono diventato mental coach".

Come da tradizione la famiglia Trovò, per ricordare Lorenzo - fondatore di Dolo Sport scomparso sette anni fa - donerà un tablet alla scuola più numerosa. La giornata sarà arricchita e animata dalle 36 associazioni sportive che coinvolgeranno studenti e pubblico con dimostrazioni ludico-motorie.

A tutti i partecipanti verrà regalata la maglietta Supermercati Alì & Aliper e Deyob, il pettorale Banco San Marco e al termine della corsa verrà offerto a tutti un ricco ristoro con Acqua San Benedetto, biscotti Palmisano e banane Battaglio.

Correre la Alì Family Run significa anche sostenere i progetti didattici e aiutare l’associazione di Alessandro Zanardi Bimbingamba. Anche quest’anno, il costo dell’iscrizione è di 4 euro: una parte verrà lasciata alle scuole per le attività didattiche e una parte verrà devoluta a Bimbingamba.

Prosegue inoltre il contest fotografico "Raccontaci la tua giornata alì #familyrun, e fai vincere la tua scuola!" Tutti potranno scattare e pubblicare foto sulla pagina Facebook ufficiale Alì Family Run entro 2 giorni dal termine della manifestazione con l'hashtag #FamilyRun, indicando il nome della scuola di appartenenza e dell’autore della foto. Le tre foto che riceveranno più "Mi Piace" per ciascuna Alì Family Run vinceranno ricchi premi e saranno pubblicate sul Gazzettino edizione di Venezia. L'iniziativa è promossa dal Venicemarathon Club e da Il Gazzettino.

Supportano e credono fermamente in questo progetto di promozione sportiva importanti aziende nazionali e locali. Sono sponsor delle Alì Family Run: i Supermercati Alì & Aliper (title sponsor). Official sponsors: Banco San Marco, Acqua San Benedetto, Allianz, Nuncas, Junia Pharma e Deyob. Official suppliers: Veritas, Porto di Venezia, Venezia Unica, Confcommercio, Battaglio, Castellano e Sikura. Media partners: Gazzettino e Radio Bella Monella. La manifestazione gode del patrocinio di: Regione Veneto, Provincia di Venezia, Città di Venezia, Comune di Dolo e Mira, Municipalità di Mestre Carpenedo, Istituzione Boschi e Grandi Parchi, Venice to Expo 2015, Venezia@Opportunità, MIUR Veneto, Atletica Riviera del Brenta, Atletica Mirafiori e CONI Veneto.
Alì FamilyRun: un successo da RECORD
Alì #FamilyRun 2015 San Donà: UN SUCCESSO DA RECORD!

La prima data, del tre previste di Alì #FamilyRun, a San Donà si è conclusa con numeri da RECORD. Erano 3000 gli iscritti tra studenti e le numerose famiglie che anno riempito, dalla mattina, P.zza Indipendenza. Al termine della corsa uno splendido concerto della mitica coppia dei Jalisse, ha alietato i cuori dell'enorme pubblico che ha invaso il centro di San Donà, un'improvvisa e imprevista performance di Nick Casciaro del talent "Amici di Maria de Filippi" ha concluso questa splendida giornata di festa.

VI ASPETTIAMO ALTRETTANTO NUMEROSI il 17 ottobre in Campo di Atletica "Walter Martire" in via Arino a Dolo.
Al via le 3 Alì Family Run
Al via i festeggiamenti del trentennale di Venicemarathon con le Alì Family Run

Presentate questa mattina le tre manifestazioni sportive dedicate alle scuole, eventi collaterali di Venicemarathon e grande festa per 16.000 persone. Si inizia sabato 10 ottobre con Alì Family Run di San Donà con i cantanti Jalisse e Nick Casciaro

Mercoledì 7 ottobre 2015 - Con l’avvicinarsi della 30^ Venicemarathon è tempo anche di Alì Family Run, le tre manifestazioni podistiche non competitive di circa 3 km, riservate a studenti e famiglie. Quest’anno, per la prima volta, le Alì Family Run si terranno in 3 date diverse: sabato 10 ottobre Alì Family Run di San Donà, sabato 17 ottobre Alì Family Run di Dolo - Riviera del Brenta e sabato 24 ottobre Alì Family Run del Parco San Giuliano di Mestre.



Andando per ordine, l’Alì Family Run di San Donà, co-organizzata dal Venicemarathon Club e dal Comune di San Donà, con il supporto tecnico dell’Atletica Mirafiori e in collaborazione con Confcommercio Provinciale e Ascom San Donà, è in programma sabato 10 ottobre con partenza alle ore 10 da Piazza Indipendenza e ritrovo alle ore 9. Il percorso cittadino di circa 3 km sarà completamente chiuso al traffico e gli iscritti ad oggi sono già oltre 2.000. E’ nato quest’anno, inoltre, un gemellaggio con l’iniziativa "Un gol por la vida", la partita del cuore della nazionale cantanti che giocherà proprio a San Donà domenica 18 e che, per l’occasione, vedrà presenti alla Family Run i cantanti Jalisse, vincitori al Festival di Sanremo nel 1997 e Nick Casciaro della trasmissione Amici.



La settimana successiva, sabato 17 ottobre, la festa si sposterà a Dolo in Riviera del Brenta, dove l’Atletica Riviera del Brenta darà vita, ancora una volta, ad un’edizione dai grandi numeri. Anche qui l’orario di partenza è fissato alle ore 10 e il ritrovo alle ore 9, presso il campo sportivo “Walter Martire”, sede di partenza e arrivo della corsa. La manifestazione è intitolata a Lorenzo Trovò, fondatore di Dolo Sport scomparso sette anni fa.



Infine, l’ultima tappa sarà la Alì Family Run del Parco San Giuliano di Mestre che si correrà, come da tradizione, alla vigilia della Venicemarathon: sabato 24 ottobre, con partenza alle ore 10 dall’area Porta Blu. La manifestazione si svolgerà nella splendida cornice del parco lungo i suoi viali verdi, con partenza e arrivo nell’area adiacente all’Exposport – Venicemarathon Village. Starter della Family Run del Parco San Giuliano sarà ancora una volta il campione olimpico di maratona Stefano Baldini.



Lo scorso anno le Alì Family Run hanno fatto registrare complessivamente oltre 16 mila persone: 6.000 in Riviera del Brenta, 2.500 a San Donà e 7.500 al Parco San Giuliano di Mestre.



Anche quest’anno, il costo di 4 euro dell’iscrizione aiuterà la solidarietà. Per le scuole la suddivisione sarà la seguente: 1,5 euro verrà lasciato alle scuole per attività didattiche, 1,5 euro servirà per coprire i costi organizzativi e 1 euro verrà devoluto all’Associazione di Alex Zanardi Bimbingamba. Per le iscrizioni individuali, la quota d’iscrizione sarà così ripartita: 2,5 euro devoluto all’Associazione Bimbingamba e i restanti 1,5 euro serviranno a coprire i costi organizzativi.



A tutti i partecipanti verrà regalata la maglietta Supermercati Alì & Aliper e Deyob, il pettorale Banco San Marco e al termine della corsa verrà offerto a tutti un ricco ristoro con Acqua San Benedetto, biscotti Palmisano e banane Battaglio.



“Quest'anno la collaborazione con Venice Marathon è diventata più importante: Alì ha deciso di diventare title sponsor dell'evento collaterale principe della Venice Marathon dedicato alle famiglie, le Family Run, che infatti sono state ribattezzate Alì Family Run - ha dichiarato il responsabile affari generali di Alì S.p.A., Matteo Canella - da sempre siamo legati al mondo dello sport, sostenendo le realtà sportive locali e le manifestazioni che, creando momenti di aggregazione, migliorano la vita del territorio in cui siamo presenti. In particolare siamo vicini al mondo della corsa perché tra i nostri collaboratori annoveriamo un maratoneta olimpico: Ruggero Pertile, che ha iniziato la sua carriera proprio dietro il banco salumi di un supermercato Alì. Sono numerose le iniziative sportive a cui Alì dà il suo sostegno: dalla Maratona di Sant'Antonio a Padova, alla Corri per Padova, alla Stravicenza oltre alla Maratona di Venezia con tutti i suoi eventi collaterali."



Al via anche il primo "Contest Fotografico” promosso dal Venicemarathon Club e Il Gazzettino. Il contest è aperto a tutte le classi e le prime tre classificate si aggiudicheranno 3 set di 6 dizionari (italiano, francese, spagnolo, inglese, sinonimi, etimologico) e 3 libri sulla Prima Guerra Mondiale. Inoltre, le foto più votate verranno pubblicate su Il Gazzettino. Per partecipare, basta pubblicare le foto delle 3 manifestazioni sulla pagina Facebook di Alì Family Run. Quelle che riceveranno più 'likes' vinceranno i premi sopra descritti.



Sono inoltre intervenuti in conferenza stampa: il Sindaco di San Donà Andrea Cereser, il vice presidente e il segretario generale di Venicemarathon Stefano Fornasier e Lorenzo Cortesi, il capo area di Banco San Marco Fausto Franchini e il dirigente della Polizia Stradale Maria Faloppa.



Tutti hanno sottolineato il valore sociale e di aggregazione dell'iniziativa e lo spirito solidaristico, ringraziando ancora una volta il grande Alex Zanardi.



Supportano e credono fermamente in questo progetto di promozione sportiva importanti aziende nazionali e locali. Sono sponsor delle Alì Family Run: i Supermercati Alì & Aliper (title sponsor). Official sponsors: Banco San Marco, Acqua San Benedetto, Allianz, Nuncas, Junia Pharma e Deyob. Official suppliers: Veritas, Porto di Venezia, Venezia Unica, Confcommercio, Palmisano, Battaglio, Castellano e Sikura. Media partners: Gazzettino e Radio Bella Monella. La manifestazione gode del patrocinio di: Regione Veneto, Provincia di Venezia, Città di Venezia, Comune di Dolo e Mira, Municipalità di Mestre Carpenedo, Istituzione Boschi e Grandi Parchi, Venice to Expo 2015, Venezia@Opportunità, MIUR Veneto, Atletica Riviera del Brenta, Atletica Mirafiori e CONI Veneto.
Domani l'Alì Family Run di San Donà sulle note dei Jalisse
Domani si corre la terza edizione della Alì Family Run di San Donà di Piave. Concerto dei Jalisse sul palco di Piazza Indipendenza al termine della corsa e Nick Casciaro tra gli ospiti.

Venerdì 9 ottobre 2015 – La 30^ Venicemarathon alza il sipario sulla tanto attesa edizione del trentennale e dà il via alla Alì Family Run di San Donà. E’ tutto pronto quindi per la manifestazione di domani, la più giovane delle 3 (le altre sono Dolo-Riviera del Brenta e San Giuliano-Mestre), che quest’anno taglia il traguardo della terza edizione con già più di 2.000 iscritti.

La corsa, co-organizzata dal Venicemarathon Club e dal Comune di San Donà, con il supporto tecnico dell’Atletica Mirafiori e con la collaborazione di Confcommercio Provinciale e Ascom San Donà, anno dopo anno cresce e coinvolge sempre più studenti e famiglie. Lo scorso anno l’istituto scolastico con più partecipanti fu l’I.C. “Lo Schiavinato” con 517 studenti iscritti, ma quest’anno una partecipazione di massa da parte degli studenti dell’Istituto Alberti è stata preannunciata pochi giorni fa in conferenza stampa.

Al via anche il nuovissimo contest fotografico, promosso dal Venicemarathon Club e Il Gazzettino "Raccontaci la tua giornata Alì #familyrun, e fai vincere la tua scuola!" Tutti i partecipanti alle 3 Alì Family Run potranno partecipare al contest scattando e pubblicando foto. Le immagini dovranno contenere l'hashtag #FamilyRun ed essere pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale Alì Family Run entro 2 giorni dal termine della manifestazione, indicando il nome della scuola di appartenenza e l’autore della foto. I soggetti immortalati dovranno essere la Family Run, i suoi partecipanti e gli eventi collegati. Le tre foto che riceveranno più "Mi Piace" per ciascuna Alì Family Run si aggiudicheranno ricchi premi offerti da Il Gazzettino come: 3 set di 6 dizionari (italiano, francese, spagnolo, inglese, sinonimi, etimologico) e 3 libri sulla Prima Guerra Mondiale. Inoltre, saranno pubblicate sul Gazzettino edizione di Venezia.

Ma la grande sorpresa di questa Family Run sarà il concerto dei Jalisse, il duo vincitore di Sanremo ‘97, che si esibirà sul palco di Piazza Indipendenza al termine della corsa (ore 10.30 circa) con un repertorio dei loro successi. Alessandra Drusian e Fabio Ricci, il duo Jalisse, sono molto vicini al mondo scolastico. Tra i loro progetti, infatti, promuovono l’iniziativa ‘Cantautori Nelle Scuole’: uno progetto ideato per alunni ed artisti e che ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti da radio, stampa e associazioni musicali di categoria, oltre alla collaborazione di famosi artisti dello spettacolo e della musica.

Sempre in tema musicale, tra gli ospiti domani ci sarà anche Nick Casciaro il surfista-cantante finalista del programmo "Italia’s got talent" e della trasmissione "Amici".
Il ritrovo per tutti i partecipanti è fissato alle ore 9 in Piazza Indipendenza con partenza alle ore 10. Il percorso di circa 3 km si svilupperà lungo le vie del centro cittadino.

Iscrizioni ancora aperte online sul sito www.venicemarathon.it, nella giornata di oggi, venerdì 9 ottobre, nei punti vendita Alì di Ceggia, San Donà di Piave (via Dante -via Rorato - via Calnova- via Brusade) e domani mattina direttamente in Piazza Indipendenza.
Il costo dell’iscrizione è di 4 euro e parte dell’iscrizioni aiuterà l’Associazione di Alex Zanardi Bimbingamba e i progetti scolastici delle scuole partecipanti.

A tutti i partecipanti verrà regalata la maglietta Supermercati Alì & Aliper e Deyob, il pettorale Banco San Marco e al termine della corsa verrà offerto a tutti un ricco ristoro con Acqua San Benedetto, biscotti Palmisano e banane Battaglio.
Le Maratone Venete protagoniste all'Expo
Venezia, Verona, Treviso e Padova questo pomeriggio sono state ospiti dello Spazio espositivo della Regione Veneto, Mondo Novo

Nella settimana in cui è la Regione Veneto è protagonista ad Expo con un fitto calendario di iniziative e manifestazioni, questo pomeriggio è stata la volta delle 4 Maratone organizzate nel Veneto (Venezia, Verona, Treviso e Padova) da anni unite sotto l'egida della Regione nel progetto "Maratona, il turismo veneto corre", nato per valorizzare grandi manifestazioni di carattere internazionale abbinate alle bellezze artistiche, culturali, gastronomiche e ambientali del territorio.

Questo pomeriggio, gli organizzatori di Venicemarathon (la cui trentesima edizione si svolgerà il 25 ottobre), Verona Marathon (15 novembre), Treviso Marathon (6 marzo 2016) e Maratona S. Antonio (17 aprile 2016) sono stati ospiti dello Spazio espositivo Veneto, Mondo Novo nel Padiglione delle Regioni.

Un'occasione importante che conferma come lo sport sia un volano fondamentale per rilanciare le bellezze di un territorio a livello internazionale e uno strumento efficace per creare indotto economico.

Piero Rosa Salva, presidente Venicemarathon Club, ha aperto la serie di interventi comprensibilmente emozionato: "Se penso a quando siamo partiti 30 anni fa e a dove siamo arrivati oggi, mi rendo conto di quante cose importanti abbiamo fatto in questo lungo periodo. 30 anni fa il Veneto era già una realtà sportiva e turistica consolidata, ma tutti insieme e grazie alla vicinanza della Regione Veneto siamo riusciti a fare un ulteriore salto di qualità, attraverso un'attenzione costante alla sostenibilità degli eventi, elevati standard organizzativi e continui studi sulla ricaduta economica del turismo sportivo. Abbiamo così creato numeri importanti, con tantissime persone che vengono in Veneto a correre nei nostri eventi, veicolo straordinario per la promozione del nostro territorio".

"Sono davvero felice di essere qui oggi dove sono presenti le eccellenze sportive del Veneto - le parole di Matteo Bortolaso, presidente di Verona Marathon – se si pensa che tra le 10 maratone più partecipate d'Italia ci sono le 4 venete, questo vuol dire che abbiamo fatto un buon lavoro, grazie anche alla coesione del terriotrio ed all'aiuto costante della Regione Veneto".

"E' molto suggestivo presentare le maratone venete all'Expo – ha dichiarato Lodovico Giustiniani, presidente di Treviso Marathon - d'altronde non si nutre il pianeta solo con l'alimentazione ma anche con l'attività fisica e lo sport. Se il Veneto eccelle anche in questo, lo si deve anche alla capacità e all'entusiasmo dei moltissimi volontari che contribuiscono alla riuscita degli eventi sportivi".

"E' un onore essere qui a rappresentare il Veneto – ha dichiarato Marco Stevanato in rappresentanza della Maratona Sant'Antonio – quella di Padova è una realtà piccola ma in grande crescita, ben felice di far parte di questo importante progetto".

E' intervenuto poi Cristiano Corazzari, assessore alla Cultura e allo Sport della Regione Veneto: "Il sistema delle maratone venete è un sistema che funziona, ed ha colto al meglio la grande idea di integrarsi e fare squadra. Per fare la maratona ci vuole sì grande preparazione, ma è anche un elemento educativo di approccio allo sport ed alla propria vita, un valore che come istituzione siamo ben lieti di promuovere e sostenere".

L'assessore al Turismo della Regione Veneto Federico Caner ha infine concluso "L'idea di organizzare questo incontro delle Maratone Venete a Expo è nata parlando con alcuni amici che vivono nel mondo del running, ed ha come obiettivo quello di creare un vero e proprio 'sistema veneto' superando certi campanilismi che spesso sono un limite. Oggi bisogna saper fare sistema in tutti i settori, anche nelle maratone. Il Veneto è la regione più turistica d'Italia, vogliamo provare a farla diventare anche la più sportiva sfruttando i grandi legami che ci sono tra turismo e sport, ed offrendo al turista non solo una destinazione, ma soprattutto un prodotto e un'emozione".

Al termine, ha preso il via la "visita di corsa" dei padiglioni che ha coinvolto atleti e testimonial delle 4 Maratone come l'ex azzurro 4 volte campione italiano di Maratona Migidio Bourifa
Alì #FAMILYRUN 2015: aperte le ISCRIZIONI presso i PUNTI VENDITA Alì, ISCRIVITI SUBITO!
ISCRIZIONI Alì FAMILY RUN 2015 APERTE: I 16 punti vendita ufficiali sono PRONTI!
La prima tappa della Alì FAMILY RUN 2015 si sta avvicinando. Sabato 10 ottobre primo appuntamento con la manifestazione più amata dalle FAMIGLIE ed i RAGAZZI, seguiranno la manifestazione di Dolo il 17 ottobre ed infine, alla vigilia della 30^ Venicemarathon, a Mestre il 24 ottobre presso il Parco di San Giuliano.
Alì, title sponsor della manifestazione, mette a disposizione una serie di 16 Ipermercati e Supermercati di proprietà, distribuiti nelle provincie di Venezia e Padova, per la distribuzione del KIT GARA&T-SHIRT ufficiali dell'evento.
I punti vendita Alì all'interno dei quali sono attive le iscrizioni individuali Alì Family Run 2015 sono i seguenti:

San Donà di Piave:
- Ceggia
- San Donà di Piave - via Dante
- San Donà di Piave - via Rorato
- San Donà di Piave - via Calnova
- San Donà di Piave - via Brusade

Dolo:
- Dolo
- Fossò
- Vigonza (via Pastore)
- Camponogara

Mestre:
- Mestre - via Piave
- Mestre - p.le Candiani
- Chirignago
- Favaro Veneto (Capolinea del Tram)
- Marghera
- Mellaredo
- Maerne
30^ Venicemarathon: -1 mese al via!
Domenica 25 ottobre si correrà la 30^ Venicemarathon da Stra a Venezia.
Il lungo percorso d’avvicinamento inizia già sabato 10 ottobre con Alì Family Run di San Donà. Iscrizioni vicino al sold out e in grande crescita la raccolta fondi del Charity Program.

Venezia, 25 settembre - Tra un mese esatto, domenica 25 ottobre, Venezia e la Riviera del Brenta vivranno la grandissima festa della 30^ Venicemarathon. La storica 42 km, che si corre da Stra a Venezia, celebrerà così un traguardo importante che corona un lungo percorso, iniziato nel lontano 1986 e che negli anni ha visto correre e trionfare atleti del calibro di Salvatore Bettiol, Orlando Pizzolato, Gelindo Bordin, Stefano Baldini, Danilo Goffi e, tra le donne, Laura Fogli, Ornella Ferrara, Maura Viceconte e Lucilla Andreucci, oltre a tante stelle straniere.

"Ci avviciniamo con grande entusiasmo e forte emozione a quest'anniversario, che rappresenta per noi un importantissimo traguardo nella lunga storia della nostra maratona che è, tra l'altro, una delle più antiche d'Italia - commenta il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - l'invito a festeggiare con noi domenica 25 ottobre ha avuto uno straordinario riscontro e questo renderà il compleanno della Venicemarathon ancora più ricco di significato. Il nostro impegno è quello di regalare un'edizione memorabile a tutti. Mi appello, quindi, agli indecisi a non aspettare altro tempo perché i posti stanno per terminare e invito tutti ad acquistare pettorali anche tramite il nostro Charity Program, perché correre per fare del bene ha tutto un altro sapore".

Una Maratona che in questi lunghi trent’anni ha saputo crescere e diversificarsi, creare un importante indotto economico per il territorio, dare aiuti concreti alla solidarietà, ma soprattutto avvicinare alla pratica sportiva bambini, famiglie, studenti e semplici appassionati. Sono nate così le Alì Family Run – manifestazioni non competitive riservate a studenti e famiglie - oggi organizzate in ben tre sedi diverse, e che quest’anno per la prima volta si correranno anche in tre date diverse: sabato 10 ottobre Alì Family Run di San Donà, sabato 17 Alì Family Run Riviera del Brenta e infine sabato 24 Alì Family Run di San Giuliano a Mestre. Una festa, quindi, per un intero territorio che inizierà a respirare l’atmosfera del grande evento già molte settimane prima. Le iscrizioni sono già aperte e ben 16 sono i diversi punti vendità Alì presso i quali potersi iscrivere. Maggiori informazioni sono presenti sul sito www.venicemarathon.it

Ma la grande intuizione degli organizzatori è stata anche la nascita, lo scorso anno, della prima 10 km abbinata alla Venicemarathon, la VM10KM, una manifestazione che ha regalato la possibilità di vivere la magia degli ultimi chilometri della Maratona di Venezia anche ai non agonisti, e che quest’anno è andata ‘a ruba’ con i 4.000 pettorali a disposizioni già quasi terminati. Un risultato importante, reso ancora più prestigioso dal fatto che quest’anno la gara sarà anche competitiva e soprattutto valida come ultima tappa del prestigioso circuito nazionale Garmin Forerunner 10K.

In termini di iscrizioni, i pettorali della Garmin Forerunner 10K sono ormai terminati dai primi di settembre ma rimane ancora la possibilità di iscriversi tramite alcune delle 22 associazioni no profit aderenti al Charity Program, mentre, per quanto riguarda la 30^ Venicemarathon, anche in questo caso gli 8.000 pettorali messi a disposizione dall’organizzazione sono in via di esaurimento.

Confermato il percorso degli ultimi anni della Maratona, con il suggestivo passaggio in Piazza San Marco e l’attraversamento del Canal Grande sul ponte galleggiante di barche, e confermato il collaudatissimo servizio di esperti pace-makers, il “Garmin Pacers Team”, che aiuteranno gli atleti a concludere la distanza nel tempo desiderato. Nella Maratona, gli “angeli del cronometro” saranno in tutto 36, suddivisi per tempi cadenzati di arrivo dalle 2h50 alle 6 ore, mentre nella 10 km saranno 12 e permetteranno di correre dai 40’ ad 1 ora, tempo limite della manifestazione.

Tra le prime novità dei lunghi festeggiamenti, il “Venicemarathon Party” in programma al Russott Hotel di Mestre sabato 24 a partire dalle ore 18: una serata riservata ai maratoneti per festeggiare la vigilia della gara assieme ai top runners.

Anche la maratona solidale sta dando i suoi frutti. Crescono di giorno in giorno i numeri del Charity Program. Il primo muro dei 20.000 euro è già stato abbondantemente superato, con il progetto “Run to End Polio” del Rotary International Distretto 2060 ancora una volta in testa alla classifica con 90 donazioni e quasi 7.000 euro raccolti, seguito da “Corri per Tsachopen, in Amazzonia” di Fratelli dell'Uomo con oltre 4.000 euro raccolti e “Corri per la vista Run for Sight 2015” di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus con oltre 3.000 euro.
Charity Program: donate 5 apparecchiature alla pediatria dell'ospedale dell'Angelo di Mestre
L'associazione "Un Cuore per Tutti" ha consegnato ieri 5 apparecchi al reparto pediatrico del nosocomio di Mestre, grazie ai fondi raccolti lo scorso anno in occasione della Maratona di Venezia.

Arrivano i primi importati risultati del Charity Program legato alla Venicemarathon. Ieri, la onlus "Un Cuore per Tutti'' che lo scorso anno aderì al programma di raccolta fondi legato proprio alla Maratona di Venezia edizione 2014, è riuscita a donare al reparto di pediatria dell'ospedale dell'Angelo di Mestre attrezzature del valore di 3.000 euro. Nello specifico, sono stati donati: 3 otoscopi da parete per eseguire esami sulla membrana timpanica e il canale uditivo esterno dei bambini, un otoscopio portatile con le stesse funzioni, e una pompa-siringa che permette di dosare con precisione liquidi e farmaci somministrati ai piccoli pazienti attraverso le flebo.

La consegna è avvenuta nel pomeriggio di ieri per mano del Presidente della onlus Andrea Brutesco e del Vice Presidente di Venicemarathon Stefano Fornasier alla presenza del Primario del reparto pediatrico, il dottor Giovanni Battista Pozzan e del Direttore Generale dell'ASL Giuseppe Dal Ben.

"Tutto ciò - commenta Brutesco - è stato possibile grazie al progetto 'Il tuo Nome Qui' lanciato lo scorso anno in occasione della Venicemarathon. Abbiamo deciso di realizzare una t-shirt sulla quale inserire tutti i nomi dei donatori. Al nostro appello hanno risposto in molti e così abbiamo formato un team di 5 maratoneti e altre 25 persone che hanno partecipato alla 10 km, uniti da un unico scopo: correre per fare del bene e aiutare i bambini dell'ospedale di Mestre".

Grande soddisfazione anche in casa Venicemarathon per questo concreto gesto di solidarietà che riempie il cuore e ne rafforza il messaggio. Infatti, il Charity Program 2015 quest'anno conta già la presenza di 23 associazioni no profit e una raccolta fondi che ha quasi già raggiunto i 20 mila euro.
11.000 persone hanno già scelto di festeggiare il trentennale!
Iscrizioni verso la chiusura per la "VM10KM Garmin Forerunner " e ancora pochi pettorali per Maratona di Venezia

Martedì 8 settembre 2015 - Fervono i preparativi per il grande appuntamento con la 30esima edizione della Venicemarathon che si correrà il prossimo 25 ottobre da Stra a Venezia.

Un’edizione storica, che si preannuncia più ricca e partecipata che mai: sono infatti già quasi 7.000 gli iscritti alla Maratona, un numero che sicuramente tenderà ancora a crescere nei prossimi giorni per chiudersi a quota 8.000, limite massimo di partecipanti fissato dagli organizzatori per consentire la massima qualità nei servizi e sicurezza del percorso.

Quasi esauriti i 4.000 pettorali della 10 km abbinata alla Maratona - la VM10KM Garmin Forerunner - che si correrà nel tratto finale della 42 km, dal Parco San Giuliano di Mestre a Venezia. Sono terminati, infatti, i pettorali individuali e rimangono a disposizione quelli legati al programma charities. Chi volesse iscriversi, quindi, può ancora farlo registrandosi per una delle 23 associazioni no profit che hanno aderito al Charity Program 2015 e scegliendo così di correre per fare del bene.

ll volto e il cuore di questa nuova campagna solidale sarà ancora una volta quello di Alex Zanardi, il grande campione di handbike ed ex pilota di Formula Uno, da anni amico della Venicemarathon e sensibile a questo genere di iniziative. Lo scorso anno, al debutto di questo nuovo format di solidarietà, il Charity Program raccolse ben 120.000 euro, ma quest’anno l’obiettivo è quello di raddoppiare, proprio perché la sfida di correre solidale sarà legata non solo alla maratona ma anche alla 10 chilometri. La descrizione di ogni onlus, il sistema di personal fundraising e gli obiettivi di raccolta sono disponibili sul sito www.venicemarathon.it.

Correre la Venicemarathon, nell’anno della sua trentesima edizione, sarà comunque un’occasione unica ed irripetibile, a cominciare dalla t-shirt celebrativa da collezione che sarà regalata a tutti i maratoneti - una maglia a manica lunga, realizzata da Asics, che propone i colori della Serenissima Repubblica, oro e granata, con al centro l’ala del Leone di San Marco e il numero 30 - e la medaglia, anch’essa oro e granata, che verrà messa al collo di tutti coloro che completeranno la 42 km.

Ricordiamo infine che la Venicemarathon rientra nel ricco calendario di eventi del progetto “Venice To Expo 2015”: una serie di iniziative e manifestazioni organizzate sul territorio veneziano per celebrare l’Esposizione Universale di Milano e offrire nuove proposte ai molti turisti in visita. Collocandosi a fine ottobre, la 30^ Venicemarathon sarà quindi l’evento di chiusura di questo lungo percorso veneziano e sicuramente sarà una manifestazione di forte richiamo per tutti coloro che decideranno di abbinare l’eccezionalità di una visita ad Expo 2015 con l’eccezionalità di correre la Maratona di Venezia nell’anno del trentennale.

Per maggiori informazioni www.venicemarathon.it
30^ Venicemarathon evento di chiusura Expo Venezia 2015
Venezia e la sua Provincia protagoniste del progetto "Venice To Expo" del quale la Maratona di Venezia è stata designata "evento di chiusura". Sono già moltissimi gli iscritti all'edizione speciale del trentennale ed è partita anche la maratona solidale del Charity Program con Alex Zanardi come testimonial.

Venezia, 30 giugno 2015 - La Maratona di Venezia, che domenica 25 ottobre taglia il traguardo delle 30 edizioni, rientra nel ricco calendario di eventi del progetto "Venice To Expo 2015": una serie di iniziative e manifestazioni organizzate sul territorio veneziano per celebrare l'Esposizione Universale di Milano e offrire nuove proposte ai molti turisti in visita. Collocandosi a fine ottobre, la 30^ Venicemarathon sarà quindi l'evento di chiusura di questo lungo percorso veneziano e sicuramente sarà una manifestazione di forte richiamo per tutti coloro che decideranno di abbinare l'eccezionalità di una visita ad Expo 2015 con l'eccezionalità di correre la Maratona di Venezia nell'anno del trentennale.

"Abbiamo accolto con comprensibile orgoglio la proposta di rappresentare l'evento di chiusura delle manifestazioni previste a Venezia in occasione dell'Expo di Milano – ha dichiarato il presidente di Venicemarathon Piero Rosa Salva – un prestigioso riconoscimento che premia il nostro costante impegno trentennale nel valorizzare al meglio il nostro territorio e il movimento del running agonistico ed amatoriale".

Nel frattempo proseguono a pieno regime le iscrizioni. Sono già più di 5.000 gli iscritti alla 30^ Venicemarathon e circa 2.000 quelli nella VM10KM, la 10 chilometri abbinata alla Maratona che si correrà nel tratto finale del percorso della maratona, ovvero dal Parco San Giuliano di Mestre a Venezia.

Numeri che superano i risultati degli ultimi anni anche se, com'è ormai noto, per ragioni logistiche e per garantire la massima qualità ed efficienza nei servizi, gli organizzatori pongono il tetto limite di 8.000 partecipanti nella 42 km e 4.000 nella 10 km.

E' ai nastri di partenza anche il Charity Program 2015 abbinato alla Maratona. Sono 18 le associazioni no profit aderenti al progetto che in questi mesi cercheranno l'aiuto e il sostegno di tutti coloro che vogliono abbinare l'impresa sportiva al gesto di cuore. La descrizione di ogni onlus e degli obiettivi di raccolta è disponibile sul portale www.retedeldono.it, così come le donazioni verranno effettuate direttamente sulla piattaforma Retedeldono. Lo scorso anno, al debutto di questo nuovo format di solidarietà, il Charity Program raccolse ben 95.174,40 euro con 1.702 donazioni, ma quest'anno l'obiettivo è quello di raddoppiare, anche perché la sfida di correre solidale non sarà più legata solo alla maratona ma anche alla 10 chilometri.

Il volto e il cuore di questa nuova campagna solidale sarà ancora una volta quello di Alex Zanardi, il grande campione di handbike ed ex pilota di Formula Uno, da anni amico della Venicemarathon e sensibile a questo genere di iniziative.
La Venicemarathon si rifà il look per festeggiare le 30 edizioni
Venezia, 12 gennaio 2014 - La Venicemarathon si rifà il look in occasione del suo trentesimo anniversario. Nuova è infatti la veste grafica del sito www.venicemarathon.it e rinnovati sono i loghi delle tre manifestazioni organizzate dal Venicemarathon Club: la 30^ Venicemarathon (25 ottobre), la 5^ Moonlight Half Marathon (23 maggio) e il 3° Venice Running Day (26 aprile).

Immagini, colori e sorrisi sono il motivo conduttore del nuovo portale che cerca di essere sempre più interattivo, di facile consultazione e accattivante per l'utente. Qui il podista può ricevere tutte le informazioni sulle tre manifestazioni, conoscere le migliori offerte in termine di pacchetti turistici, acquistare ad ottimi prezzi capi tecnici per l'allenamento griffati Venicemarathon ed essere aggiornato in tempo reale grazie ai social networks Facebook, Twitter, Youtube e Instagram.

Tra l'altro, quest'anno la Venicemarathon è stata inserita nei Running Awards 2015, l'annuale riconoscimento internazionale che ogni anno viene assegnato alla miglior manifestazione podistica internazionale. Venicemarathon è l'unica manifestazione italiana presente nella lista e chiunque può votare linkandosi alla pagina http://therunningawards.com/vote/30/50#vote. Fanno parte delle componenti di giudizio e quindi di voto anche tutti gli elementi accessori all'evento in sé come, ad esempio, il sito e i social networks della manifestazione.

Tornando al restyle, rinnovati sono anche i loghi. Il brand Venicemarathon, nella sua versione celebrativa, continua la tradizione con il passato mantenendo l'ala del Leone di San Marco, simbolo della città, e aggiunge due rami di alloro e tre stelle come simbolo delle tre decadi della manifestazione. Nuovi e più stilizzati sono anche i loghi della Moonlight Half Marathon e del Venice Running Day.

Nel frattempo il trend delle iscrizioni alla 30^ Venicemarathon e alla 2^ VM10KM (la dieci chilometri non competitiva abbinata alla Venicemarathon) è positivo. Sono già 1.500 gli iscritti alla maratona, in rialzo rispetto a quelli dello scorso anno, e 500 alla 10 chilometri. Sono inoltre già aperte le iscrizioni alla 5^ Moonlight Half Marathon del prossimo 23 maggio e, a breve, apriranno anche le iscrizioni alla prima 10 chilometri non competitiva abbinata sempre alla mezza maratona da Cavallino Treporti a Jesolo. Maggiori informazioni saranno disponibili su www.venicemarathon.it

Queste sono solo le prime novità del lungo anno di celebrazioni verso il traguardo della 30^ Venicemarathon.