Venicemarathon protagonista in tv
La Maratona di Venezia è il filo conduttore di due programmi televisivi in onda questa settimana: “Oltre il Limite” di Rete 4 e “Braccialetti Rossi” di Rai 1
Venezia e la sua maratona sono protagoniste del piccolo schermo questa settimana con due appuntamenti televisivi: “Oltre il Limite – storie di corsa” in programma questa notte alle ore 00.20 su Rete 4 e “Braccialetti Rossi 3”,la fiction di Rai 1, in onda giovedì 1 dicembre alle ore 21.30.

Il primo appuntamento da non perdere è quindi stanotte su Rete 4 con la terza puntata della nuova serie di “Oltre il Limite – storie di corsa”, lo sport reality che racconta la vita di personaggi noti del mondo dello spettacolo e dello sport attraverso la sfida di una 42 km. Accanto alle città di Cape Town, Budapest, Atene e Memphis è stata scelta anche Venezia e la sua 31^ Venicemarathon che si è corsa lo scorso 23 ottobre e che ha avuto come protagonisti l’ex rugbista Mauro Bergamasco e il personal trainer Max Moreschi. La puntata sarà in replica sabato 3 dicembre, alle ore 15.30.

Domani sera, giovedì 1 dicembre alle ore 21.30 su Rai 1, la Venicemarathon sarà teatro di una sfida metaforica nell’ultima puntata della fiction Braccialetti Rossi 3.
Premiati i veneziani protagonisti della 31^ Venicemarathon e i vincitori del Garmin Running Tour 10K
Venezia, 18 novembre 2016 – Per il Venicemarathon Club è giunto il momento di celebrare le società sportive veneziane e gli atleti protagonisti della 31^ Venicemarathon che si è corsa lo scorso 23 ottobre. 
Nelle eleganti sale dell’hotel Russott di Mestre, quartier generale della maratona, moltissimi sono stati gli invitati e tanti i premi consegnati. Sono infatti intervenute tutte le società Fidal della provincia di Venezia che hanno partecipato con almeno un atleta gara e sono stati premiati il primo uomo e la prima donna di ciascuna; i veneziani che hanno tagliato per primi il traguardo di Riva Sette Martiri; i vincitori di categoria della tappa veneziana del Garmin Running Tour 10K e il vincitore della “Maxiclassifica Garmin Running Tour”. Per il Venicemarathon Club erano presenti il presidente Piero Rosa Salva, il vice presidente Stefano Fornasier e il Direttore generale Lorenzo Cortesi, mentre per Banco San Marco il capo area Andrea Lo Bianco.
Ecco nel dettaglio l’elenco delle premiazioni:
Premiazione Primi Veneziani - Trofeo Banco San Marco
Monica Penzo (16^) Venezia Runners Atl. Murano
Gianmaria Tiozzo (18^) Polisportiva Venezia Triathlon

 

Premiazione Garmin Running Tour 10K – Tappa di Venezia
SM 35 Davide Marcucci - SM 40 Cristian Cenedese – SM 45 Cristian Turolo– SM50 Bouchaib Kninech– SM 55 Davide Moro - SM 60 Raimondo Campus – SM 65 e oltre Renzo Cemolin – SF 35 Elisa Rullo – SF 40 Erika Bagatin – SF 45 Monia Da Lozzo – SF 50 Melania Polley – SF 55 Fioretta Nadali – SF 60 Ida Maria Piva – SF 65 e oltre Lavinia Piccolo 

Maxiclassifica Garmin Running Tour 10K
Il vincitore della maxi classifica combinata del Garmin Running Tour 10K, che ha toccato le città di Jesolo, Riccione e Venezia, è stato Francesco Vigato, di Abano Terme, che ha corso con i colori della società Spak4 Padova nella categoria SM35. Francesco nel dettaglio è giunto 52° nella tappa di Jesolo, sempre 52° a Riccione e 83° a Venezia. 

Premiazione Società Veneziane
Running Team Pettinelli (56 partecipanti) - Carlotta Finotello e Ferdinando Capobianco, Essetre Running (46) - Ilaria Gurini e Carlo Gaspon, Atletica Riviera del Brenta (42) - Francesca Peruzzo e Roberto Brigo, Brema Running Team (39) - Vally Finotto e Ferruccio Zorzetto, Amatori Atl. Chirignago (32) - Daniela Baldari e Leonardo De Toni, Venicemarathon Club (25) - Veronica Di Renzo e Gabriele Gallo, Atl. Due Torri Sporting Noale (22) - Elisabetta Penzo e Carlo Tagliapietra, Spotorni Run (21) - Elisabetta Papagno e Ulisse Damo, A.S.D. Barizza Sport (20) - Rosalia Marchesin e Mattia Donadel, Atl. Audace Noale (15) - Giuseppe Messineo, Generali Runners (14) - Jessica Doria e Abramo Salvestrin, Venezia Runners Atl. Murano (14) - Monica Penzo e Mauro Bonora, Atl. Mirafiori (13) - Pascaline Pierron e Francesco Simoni, A.S.D. Active (12) - Marisa Pengo e Umberto Righetto, Runners Club Aggredire (12) - (Marina Gattel) (Cristian Mazzarotto), A.S.D. Run Spinea Run (11) - (Giulia Vianello) (Francesco Francescato), Polisportiva Fossaltina (11) - Romina Botter e Stefano Pasin, (11) - Valentina Parpajola e Gianmaria Tiozzo, GS. Tortellini Voltan Martellago (10) - Giuseppina Olivieri e Moreno Baldisseri, A.S.D. Marathon Cavalli Marini (10) - Stefania Penzo e Gianni Varagnolo, Liger Team Running (8) - Valentina Filipetto e Stefano Pavan, G.S.A. Venezia (7) - Barbara Costantini e Tommaso Foccardi, GA Aristide Coin Venezia (6) - Stefano Gorgosalice, Atl. Biotekna Marcon (6) - Angela Moro e Enrico Simoli, A.S.D. Atletica San Rocco (5) - Raffaella Vianello e Sergio Trinca, Atl. Jesolo Turismo (5) - Erica Canevese e Claudio Vianello, Vigili del Fuoco Venezia (5) - Claudio Cavalli, Maratoneti Eraclea (4) - Sara Marin e Francesco Bars, Atl. Lib Mirano (3) - Luigi Bacco, A.D.C.S. Libertas Scorzè (3) - Mauro Marazzato, Atl. C.R.C. Cà Foscari (2) - Anthony La Salandra, C.U.S. Venezia (2) - Beatrice Giuliano e Antonio Vespignani, Olimpicaorle (2) - Elena Dorigo e Massimo Bergo.

Adesso si guarda già al 2017 degli eventi Venicemarathon: si inizierà il 29 e 30 aprile 2017 con il 5^ Venice Running Day (24 aprile –Parco San Giuliano), poi la 7^ Moonlight Half Marathon (27 maggio – Cavallino Treporti Jesolo), la 2^ Primiero Dolomiti Marathon (1° luglio – Primiero,Tn) e per finire la 32^ Venicemarathon che si correrà domenica 22 ottobre.
Premiati oggi i vincitori del contest fotografico
‘’Raccontaci la tua Alì Family Run fai vincere la tua scuola’’

Si sono svolte questo pomeriggio nella sede veneziana de Il Gazzettino le premiazioni del contest fotografico ‘’Raccontaci la tua Alì Family Run fai vincere la tua scuola’’ organizzato dal Venicemarathon Club in collaborazione con il quotidiano.

Molti sono stati i partecipanti, tra studenti e famiglie, che si sono dilettati a scattare e pubblicare foto della loro Alì Family Run sulla pagina Facebook ufficiale dell’evento. Per ogni manifestazione (San Donà, Dolo e Mestre) sono stati individuati tre vincitori, autori di fotografie che hanno raccolto più ‘’Mi Piace’’ e che hanno ricevuto materiale utile all’attività didattica.

Grande soddisfazione, quindi, per gli organizzatori di questa seconda edizione del contest fotografico. ''La Family Run è un'importante manifestazione di promozione sportiva che ha saputo crescere molto in questi anni e coinvolgere moltissimi giovani - ha commentato il responsabile dell'edizione di Venezia - Mestre del Gazzettino Tiziano Graziottin - Per questo motivo crediamo molto in questo triplice evento che avrà sempre il nostro appoggio. Anche il contest fotografico ha avuto il suo successo con numeri interessanti e che sicuramente proporremo anche l'anno prossimo''.

Per il Presidente del Venicemaraton Club Piero Rosa Salva quest' iniziativa arricchisce ancora di più le Alì Family Run: ''Il Gazzettino non è solo un grande giornale del Triveneto ma anche una presenza sociale ed istituzionale del nostro territorio. Siamo, quindi, orgogliosi di averlo al nostro fianco come media partner e di aver ideato assieme questa bella iniziativa del contest fotografico. D'altronde le Alì Family Run sono manifestazioni di contorno alla Venicemarathon ma molto importanti per il territorio e che ogni anno richiamano oltre 15.000 persone''.

Ecco i vincitori. A San Donà di Piave: 1^ Erika Bailo 18 voti (scuola Giosuè Carducci dell’Istituto comprensivo Lucia Schiavinato), 2^ Marga Bailo 14 voti (scuola Giosuè Carducci dell’Istituto comprensivo Lucia Schiavinato), 3^ Miriam De Stutti 3 voti (Istituto comprensivo Lucia Schiavinato). A Dolo: 1° Flo Perez 305 voti (scuola primaria Italia K2 di Fiesso d’Artico dell’Istituto comprensivo Alvise Pisani di Stra), 2^ Giorgia Maccatrozzo 254 voti (scuola primaria Ugo Foscolo di Mira), 3° Luca Tasca 141 voti (Istituto comprensivo Antonio Gramsci di Camponogara). A Mestre: 1^ Nada Foltran 23 voti (scuola primaria Leonardo Da Vinci dell’Istituto comprensivo Angelo Roncalli di Quarto d’Altino), 2^ Martina Merlo 9 voti (Istituto comprensivo Angelo Roncalli di Quarto d’Altino), 3^ Tina Moni Bidin 3 voti (Istituto d’istruzione superiore Giordano Bruni-Raimondo Franchetti di Mestre).
31^ Venicemarathon
Storica doppietta per il keniano Julius Chepkwony Rotich. Tra le donne vince la connazionale Priscah Jepeting Cherono, terza l’azzurra Ivana Iozzia

E’ il Kenia a dominare la 31^ Venicemarathon che si è corsa questa mattina da Stra a Riva Sette Martiri, con le vittorie di Julius Chepkwony Rotich (2h10’25”) tra gli uomini e Priscah Jepeting Cherono (2h27’41”) tra le donne.

A livello maschile, storica doppietta per Julius Chepkwony Rotich, già vincitore della Venicemarathon 2015, che eguaglia così le imprese dell’azzurro Salvatore Bettiol (vittorie nel 1986 e 1987) e del connazionale Jonathan Kipkorir Kosgei (2006 e 2007). La gara è stata sin dai primi chilometri una contesa tra atleti africani che, ben pilotati dalla lepre Bernard Kiplagat Bett (1h04’19” il passaggio a metà gara), hanno corso su buoni ritmi. L’epilogo è stato poco dopo il 25° km, quando Rotich ha allungato assieme al connazionale Titus Kwemoi Masai. I due atleti hanno proseguito appaiati fino al 35° km, quando sul Ponte della Libertà Rotich ha staccato in maniera decisa l’avversario, andando poi a conquistare il suo secondo successo consecutivo in Riva Sette Martiri. Secondo al traguardo è arrivato l’etiope Adugna Chala Bekele (2h13’51”) bravo a recuperare e superare negli ultimi chilometri uno stremato Titus Kwemoi Masai, terzo in 2h15’34”. Sesto, e primo degli italiani, il marchigiano Massimiliano Strappato in 2h26’31”.

Tra le donne Priscah Jepeting Cherono ha fatto gara in solitaria sin dal 5° km, ben “scortata” da alcuni compagni di viaggio. La sua gara è stata veloce e molto regolare (1h13”48” al passaggio alla mezza maratona), fino a concludere la prova in solitaria con l’ottimo tempo di 2h27’41”, record personale e quarta prestazione femminile di sempre alla Venicemarathon. Seconda, molto staccata, è giunta la connazionale Ester Wanjiru Macharia in 2h35’15”, mentre terza è arrivata l’azzurra Ivana Iozzia in 2h37’04”.

“Mi aspettavo qualcosa di meglio a livello cronometrico – ha dichiarato a caldo Ivana Iozzia - anche se il terzo posto alla Venicemarathon è una bella soddisfazione. Ho corso praticamente da sola tutta la gara, d’altronde le atlete keniane erano troppo davanti, ho dovuto stringere i denti ma alla fine sono soddisfatta per questo bel podio”.

Con le vittorie di Rotich e Cherono, il Kenia raggiunge 25 successi alla Venicemarathon.

Nella 10 K valida per il Garmin Tour, vittorie per Diego Avon e Natascia Meneghini, che bissano entrambi i loro successi dello scorso anno.

Ordine d'arrivo gara maschile

1) Julius Chepkwony Rotich (Ken) 2'10'25"
2) Adugna Chala Bekele (Eth) 2h13’51"
3) Titus Kwemoi Masai (Ken) 2h15'34"
4) Francis Maina Ngare (Ken) 2h16’08”
5) Richard Kiprono Bett (Ken) 2h20'30"
6) Massimiliano Strappato (Ita - Atl. Amatori Osimo) 2h26’31”
7) Kennedy Maiyo Kipruto (Ken) 2h26’51”
8) Fabrizio Pradetto (Ita – Silca Ultralite Vittorio V.to) 2h20’53”
9) Lorenzo Perlo (Ita – Atl. Avis Bra) 2h23’14”
10) Manuel Negrello (Ita – US Primiero) 2h31’51”

Ordine d'arrivo gara femminile

1) Priscah Jepeting Cherono (Ken) 2h27’41”
2) Ester Wanjiru Macharia (Ken) 2h35’15”
3) Ivana Iozzia (Ita – Corradini Rubiera) 2h37’04”
4) Irina Smolnikova (Kaz) 2h41’04”
5) Maurizia Cunico (Ita – Runners Team Zané) 2h47’54”
6) Judith Varga (Ita – Edera Atl. Forlì) 2h50’40”
7) Eleonora Bazzoni (Ita - Atl. Colleferro) 2h51’56”
8) Anna Zilio (Ita – Vicenza Marathon) 2h55’01”
9) Lara Giardino (Ita – Atl. Saluzzo) 2h55’51”
10) Tiffany Mackness (Gbr) 3h06’26”

Ordine d’arrivo maschile 10KM Garmin Tour
 
1) Diego Avon (Spak4 Padova) 34’52”
2) Luca De Francesco (Atletica MDS Panariagroup) 35’33”
3) Ruben Castrillo (Spagna) 35’36”

Ordine d’arrivo femminile 10KM Garmin Tour

1) Natascia Meneghini (Aristide Coin Venezia) 41’43”
2) Marina Johnson (Serpentine Running Club – Francia) 41’49”
3) Mirela Alice Cherciu (Corradini Rubiera – Romania) 42’17”
Domani si corre una Venicemarathon da oltre 11000 persone
Presentati questa mattina i top runners della maratona: sarà una sfida tutta africana. Occhi puntati sull’esordio su una 42 km di Ivan Basso e Mauro Bergamasco. La Venicemarathon di Sammy Basso aiuterà la ricerca sulla Progeria.

Sarà una 31^ Venicemarathon teatro di una sfida tutta africana, quella che partirà domattina alle ore 9.40 (diretta dalla stessa ora su Raipsort 1) da Villa Pisani a Stra. Sono stati presentati questa mattina i top runners che si contenderanno la vittoria in Riva Sette Martiri.

Il più accreditato è l’atleta del Kenia Julius Chepkwony Rotich, vincitore della Venicemarathon 2015 (2h09’00” di personal best) favorito d’obbligo e che va a caccia della seconda vittoria consecutiva, impresa che a livello maschile nella storia è riuscita solo all’azzurro Salvatore Bettiol (1986 e 1987) ed al keniano Jonathan Kipkorir Kosgei (2006 e 2007). Rotich dovrà però vedersela con l’etiope Adugna Chana Bekele (2h09’42” di personal best) e con i connazionali Titus Kwemoi Masai (2h11’16”), già secondo nel 2012 e 5° nel 2013 e Francis Maina Ngare (2h11’42”) ma anche con gli ucraini Ihor Olefirenko (2h12’04”) e Ihor Russ (2’12”46).

Tra gli azzurri, non sarà purtroppo presente alla partenza l’atleta Eyob Faniel, bloccato da un problema ad un piede proprio pochi giorni prima dell’evento. Non ci sarà neppure l’altro azzurro, l’olimpionico sui 3000 siepi a Rio 2016 Abdoullah Bamoussa.

Sfida tutta africana anche tra le donne, con le keniane Priscah Jepeting Cherono (2h29’08” di personale) ed Ester Wanjiru Macharia (2h30’50”), l’etiope Adula Askale Alemayehu (2h31’31”) e la kazaka Irina Smolnikova (2h40’22”). Tra le azzurre, occhi puntati su Ivana Iozzia e su Eleonora Bazzoni, quest’ultima all’esordio sulla distanza. L’obiettivo, per le prime, sarà un crono attorno alle 2h28’.

Tra i vip in gara, l’ex ciclista vincitore dei Giri d’Italia 2006 e 2010 Ivan Basso, e Mauro Bergamasco l’ex azzurro di rugby protagonista quest’ultimo del programma televisivo “Oltre il Limite - storie di corsa” in onda su Rete 4, che dedicherà proprio a Venezia una delle puntate.

“Mi è sempre piaciuto correre – ha dichiarato Ivan Basso – ma purtroppo non era compatibile con la mia attività di ciclista. Appena ho smesso, però, ho deciso di dedicarvi parte del mio tempo libero. Ci sono state un po’ di difficoltà, perché il movimento della corsa è molto diverso da quello della pedalata in bici, per cui ci sono andato gradualmente. Sono felice di arrivare a pormi un obiettivo di una maratona, soprattutto qui alla Venicemarathon: non ho obiettivi di tempo, cercherò di seguire le mie sensazioni e magari ascolterò qualche consiglio dei runners che incontrerò sulla mia strada. La mia unica paura è la tenuta dopo il 25° km: per me è un’incognita, ma sono un ciclista e sono abituato alla fatica”.

“Abbiamo preparato questa maratona in soli 25 giorni – le parole di Mauro Bergamasco – è stata un po’ una pazza idea mia e del mio preparatore Max Moreschi. Devo saper gestire bene tutta la gara, anche se mi dicono di stare molto attento agli ultimi 10 km: ecco, allora io li aspetto!”.

Alla partenza della 42 km ci sarà anche Sammy Basso, fondatore dell’Associazione Italiana Progeria, che correrà assieme ad un gruppo di amici podisti con una speciale carrozzina, la Joelette. Saranno in 21 i runners che, a turno, spingeranno Sammy verso il traguardo. “Sarà divertente correre, non vedo l’ora – le parole di Sammy Basso – ho già pronta la telecamera portatile perché non voglio perdermi un solo metro del percorso. La vendita via Facebook delle maglie ‘Sammy Runs Venice’ è andata molto bene, e spero che tanti altri soldi possano arrivare per finanziare i progressi nella ricerca sulla progeria, malattia che provoca l’invecchiamento precoce dei tessuti. Sarà una gran bella esperienza, anche perché quando sei con gli amici che ti sostengono, la disabilità non conta più”.

Saranno circa 6.000 gli atleti al via della 31^ Venicemarathon di cui 1.560 stranieri e con 67 nazioni straniere presenti. I paesi più rappresentati dopo l’Italia, sono la Francia (386 iscritti) e la Gran Bretagna (300).

Tra le curiosità, gli atleti più maturi in gara saranno Giuseppe Negri (classe 1935) e Fiorenza Simion (1943). Tra gli stranieri, il più anziano e la più anziana sono il tedesco Günther Schönharting (classe 1942) e la svedese Ann-Christin Edström (classe 1950).

I gruppi sportivi più numerosi sono Running Team Pettinelli, Atletica Vicentina, Atletica Riviera del Brenta, Essetre Running e Brema Running Team.

La Venicemarathon sarà per il secondo anno consecutivo, tappa del Campionato Italiano di Maratona per Sindaci e Amministratori Pubblici.

Dopo il grande successo dello scorso anno al via domani anche la 10 KM, competitiva e non, valida come ultima tappa del Garmin Tour con la cifra record di 5.000 iscritti. La gara partirà alle ore 8.30 dalla Porta Blu del Parco San Giuliano di Mestre e ricalcherà gli ultimi 10 km della Venicemarathon passando per il Ponte della Libertà per poi entrare in Venezia su un percorso unico al mondo, con il passaggio sul ponte di barche sul Canal Grande, lo splendido giro d’onore in Piazza San Marco e l’arrivo trionfale tra due ali di folla in Riva Sette Martiri. Parteciperà alla 10 KM anche il campione olimpico di maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini.

La 31^ Venicemarathon sarà teletrasmessa dalla Rai con quasi tre ore di diretta, dalle 9:40 alle 12:30, sul canale tematico Raisport 1, visibile sul digitale terrestre (canale 58), sul satellite (canale 227) e in streaming sul sito <<www.raisport.it 2>>. La regia della diretta è affidata a Pietro Sollecchia e la telecronaca a Luca Di Bella con il commento tecnico di Giorgio Rondelli.

La 31^ Venicemarathon raggiungerà, in tv, oltre 90 paesi stranieri. Grazie alla copertura del canale francese Ma Chaine Sport, la trasmissione sarà mandata in diretta in: Francia, Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Portogallo, Israele; con Kwese (gruppo Econet) in: Kenya, Rwanda e Malawi; con Espn Sur America Latina: Argentina, Chile, Bolivia, Paraguay, Uruguay, Perù, Ecuador, Colombia, Venezuela, Nicaragua, Honduras, El Salvador, Guatemala, Messico, Panama, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Guyana, Guyana Francese, Suriname, Belize; con Sky New Zealand in Nuova Zelanda e con Laola1.Tv che trasmetterà in molti paesi del mondo. Infine, l'Eurovisione domenica sera diffonderà in circa 60 paesi stranieri gli highlights della gara.
Oltre 6000 studenti questa mattina al Parco San Giuliano di Mestre per l’Alì Family Run
Stefano Baldini: “Un grande entusiasmo che fa bene all’atletica”

Una splendida giornata di sole e la bellissima cornice verde del Parco San Giuliano di Mestre hanno accolto ancora una volta oltre 6000 tra studenti e famiglie che hanno dato vita all’Alì Family Run, ultima tappa, dopo quelle di San Donà e Dolo, delle tre manifestazioni non competitive dedicate a studenti e famiglie, che fanno parte del percorso di avvicinamento alla 31^ Venicemarathon del prossimo 23 ottobre.

Come sempre tanto entusiasmo tra la folla di appassionati, soprattutto giovani che, vestiti le con t-shirt nero e arancio griffate Alì & Aliper e con pettorale Banco San Marco, alle 10 esatte di questa mattina si sono letteralmente scatenati nei sentieri del parco. Un serpentone festoso e colorato, talmente lungo da impiegare oltre 10 minuti per passare tutto sotto l’arco di partenza.

A tagliare per primo il traguardo, a livello maschile, è stato Luca Pistorello, 17enne atleta della Biotekna Marcon e studente dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale Liceo “G. Bruno – Franchetti” di Mestre, al termine di un’avvincente volata con il compagno di allenamenti Lorenzo Zambelli. Tra le donne, vittoria in solitaria di Diletta Moressa, 14 anni mezzofondista della Coin Venezia e anche lei dell’ISS “Bruno-Franchetti”.

Il “Trofeo Banco San Marco”, consegnato dal rappresentante Enrico Bonisolo, è stato vinto dall’Istituto di Istruzione Superiore Statale Liceo “G. Bruno – Franchetti” di Mestre con 995 partecipanti. Le atre due scuole più numerose sono state il Liceo “Benedetti – Tommaseo” con 488 e l’Istituto Comprensivo “Giulio Cesare” con 356.

Alla Family Run di Parco San Giuliano erano presenti questi istituti e gruppi: I.C. “Da Vinci” (plesso Di Vittorio), Scuola Primaria San Gioacchino, Scuola Secondaria di I e II Grado Santa Caterina, IC Spallanzani – Bellin, Convitto Foscarini (Medie ed Elementari), IC Don Milani, IC Ilaria Alpi (plesso Volpi), Liceo Artistico – Classico Marco Polo, I.I.S. “F. Algarotti”, Scuola San Giacomo e Santa Caterina, IC Spallanzani – Sede Centrale, I.I.S. Polo Artistico, Scuola Primaria “G.C. Parolari”, I.C. Grimani, Scuola Media Trentin, I.C. Cesco Baseggio (plesso di Malcontenta), I.C. Roncalli, Istituto Berna ed il Gruppo Mamme Scuola Da Vinci.

“Anche quest’anno c’è un clima fantastico alla Family Run – le parole di Stefano Baldini, campione olimpico di maratona ad Atene 2004 e testimonial della gara – al di là dei vincitori che sono già atleti a tutti gli effetti, spero che tutto questo entusiasmo si traduca in voglia di stare assieme all’aria aperta e, più nello specifico, di avvicinarsi all’atletica, visto che il nostro movimento ne ha tanto bisogno”.

Oltre a correre e divertirsi, giovani e famiglie hanno contribuito ad aiutare la solidarietà. Una parte del ricavato delle iscrizioni verrà restituita alle scuole partecipanti per progetti didattici, e una parte favorirà l’Associazione Alex Zanardi Bimbingamba che aiuta bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria.

Le foto più belle della giornata scattate dagli studenti potranno essere pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale Alì Family Run entro lunedì e contenere l'hashtag #FamilyRun. Le tre foto che riceveranno più "Mi Piace" riceveranno materiale utile all’attività didattica e saranno pubblicate sul Gazzettino edizione di Venezia. L'iniziativa è promossa dal Venicemarathon Club e da Il Gazzettino.
Inaugurato questa mattina l’Exposport Venicemarathon Village
Domani la Alì Family Run al Parco San Giuliano di Mestre con 6000 studenti

La 31^ Venicemarathon entra sempre più nel vivo con l'inaugurazione, questa mattina, della 26^ edizione di Exposport Venicemarathon Village. La grande fiera dello sport e del tempo libero della maratona di Venezia, ospite anche quest’anno del Parco San Giuliano di Mestre(zona Porta Blu), è stata inaugurata e aperta al pubblico alla presenza del presidente Venicemarathon Club Piero Rosa Salva, del vicepresidente Stefano Fornasier, del Segretario Generale Lorenzo Cortesi e dal presidente dell’Istituzione Bosco e Grandi Parchi, Giovanni Caprioglio. E’ intervenuta anche la dirigente della Polizia Ferroviaria di Venezia, Manuela De Bernardin.

“Quest’anno Exposport è ancora più spazioso con una struttura di 3000 mq – ha dichiarato il vicepresidente del Venicemarathon Club Stefano Fornasier –l’obiettivo è ospitare più espositori ma soprattutto accogliere le 11000 persone che tra oggi e domani passeranno in questa fiera per ritirare pettorali e pacchi gara, ma anche per conoscere sempre di più il mondo Venicemarathon”.

“Abbiamo cercato di rendere Parco San Giuliano ancora più bello per questi tre giorni di eventi – le parole del presidente dell’Istituzione Bosco e Grandi Parchi Giovanni Caprioglio – per accogliere tutti i partecipanti di questo grande evento che arrivano da tutto il mondo”.

L’Exposport Venicemarathon Village sarà aperto oggi dalle 10 alle 20 e domani dalle 9 alle 20. L’esposizione accoglie come ogni anno maratoneti, appassionati e le più grandi aziende del settore sportivo, turistico, del benessere e tempo libero che scelgono Venicemarathon come vetrina. 

"Un Exposport che è tra i pochissimi al mondo ad essere ospitato all’interno di un parco - ha dichiarato il segretario generale di Venicemarathon Club Lorenzo Cortesi - in sintonia con la filosofia green della Venicemarathon".

Domani, sabato 22 ottobre, alle ore 10 le aree verdi del Parco San Giuliano accoglieranno come ogni anno una scatenata folla di studenti e famiglie che daranno vita alla Alì Family Run di San Giuliano. Sono oltre 6.000 gli iscritti e la partenza verrà data dal campione olimpico di maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini.

Alle ore 11 Exposport sarà come sempre teatro della presentazione dei Top Runners. Ci sarà quindi la possibilità di conoscere ed incontrare l’ex campione di ciclismo Ivan Basso, all’esordio su una 42 km, mentre l’ex rugbysta Mauro Bergamasco sarà impegnato con gli ultimi allenamenti prima della maratona sui viali di Parco San Giuliano. Exposport vedrà anche la presenza di Sammy Basso, testimonial dell’Associazione Italiana Progeria che correrà anche lui la Venicemarathon “scortato” su una carrozzella dagli amici volontari, e che domani alle 11 presenterà la sua impresa.

Il programma dell’Area Eventi

Venerdì 21 ottobre
Si inizia alle ore 11 con la presentazione di “The Race: Technical & Pratical Advice”, presentazione del percorso della Venicemarathon ai runners, segreti e consigli per affrontare al meglio la gara, a cura del Garmin Pacer coordinato da Julia Jones. Quest’iniziativa verrà proposta anche alle ore 17 e poi sabato 22 alle 14 e alle 16.00.
Alle ore 14, e in replica anche sabato alla stessa ora, da non perdere per i maratoneti i consigli dell’esperta Julia Jones nella presentazione “Pacing e gestione di gara”: una guida passo-per-passo per gestire le energie in ogni fase della maratona.

Sabato 22 ottobre
Il sabato si apre all’insegna del Venicemarathon Charity Program. Alle ore 9, ogni onlus racconterà il proprio progetto per Venicemarathon e ci sarà la premiazione dei Top Fundraiser. Sempre alle 9 i Vigili del Fuoco insegneranno ai più giovani come spegnere un incendio, attraverso il percorso di sopravvivenza “Percorso 115JUNIOR ”. 
Alla fine del percorso ogni bambino riceverà un diploma di ‘Piccolo Pompiere’.
Alle ore 11 sarà il momento dei protagonisti della 31^ Venicemarathon con la presentazione alla stampa dei Top Runners. 
Alle ore 12, all’interno dell’area eventi di Exposport ci sarà la premiazione “I fedelissimi di Venicemarathon”.
Alle ore 17.30 lo spazio sarà dedicato ad Asics, ed alle ore 18.30 verrà presentata la 7^ edizione del Campionato Italiano Sindaci e Amministratori Pubblici.
Domani al via il 26^ Exposport Venicemarathon Village al Parco San Giuliano di Mestre
Sabato ci saranno anche Ivan Basso, Sammy Basso e Mauro Bergamasco

Si alza il sipario sulla 26^ edizione di Exposport Venicemarathon Villlage al via da domani 21 presso la Porta Blu del Parco San Giuliano di Mestre. L'inaugurazione ufficiale é prevista alle ore 11. Nelle due giornate verranno osservati i seguenti orari: venerdì 21 ottobre (10 – 20) e sabato 22 ottobre (9 – 20).

La grande fiera dello sport e del tempo libero della maratona di Venezia, ospite anche quest’anno nel parco cittadino più grande d'Europa, il 19° più grande del mondo, oltre che una delle infrastrutture verdi urbane più estese e articolate del panorama internazionale. Con 3.000 mq di esposizione fieristica al coperto e 10.000 mq di superficie scoperta, Exposport ogni anno accoglie i maratoneti, il grande pubblico e le principali aziende del settore sportivo, turistico, del benessere e del tempo libero che scelgono Venicemarathon come vetrina. Una tappa inevitabile, quindi, per tutti gli iscritti che devono ritirare il pettorale, ma anche una vera e propria cittadella sportiva per tutti coloro che amano, vivono e comunicano lo sport, nella quale è possibile trovare le più rinomate aziende ed organizzazioni del settore, testare le ultime novità del mercato e partecipare ad attività interattive.

Il Parco San Giuliano offre inoltre aree verdi, spazi ricreativi di ristoro, Infopoint con noleggio biciclette, area giochi per bambini, bar, aree attrezzate, una pista di pattinaggio e un campo sportivo, oltre ad una rete di percorsi pedonali e ciclabili.

L’area verde a sud di Mestre non è solo un grande parco urbano, ma un’opera di recupero ambientale e paesaggistico e uno degli interventi di riconversione urbana e di bonifica più significativi in Italia.

La giornata di sabato 22 ottobre sarà anche l’occasione per seguire la presentazione dei Top Runners alle ore 11 nell'area eventi e conoscere così Ivan Basso e Sammy Basso, mentre Mauro Bergamasco sarà impegnato con gli ultimi allenamenti nei viali del Parco in vista del suo debutto in maratona, in occasione del programma “Oltre Il Limite – Storie di corsa”.

Il programma dell’Area Eventi

Venerdì 21 ottobre
Si inizia alle ore 11 con con “The Race: Technical & Pratical Advice”, presentazione del percorso della Venicemarathon ai runners, segreti e consigli per affrontare al meglio la gara, a cura del Garmin Pacer coordinato da Julia Jones. Quest’iniziativa verrà proposta anche alle ore 17 e poi sabato 22 alle 14 e alle 16.00.
Alle ore 14, e in replica anche sabato alla stessa ora, da non perdere per i maratoneti i consigli dell’esperta Julia Jones nella presentazione “Pacing e gestione di gara”: una guida passo-per-passo per gestire le energie in ogni fase della maratona.

Sabato 22 ottobre
Il sabato si apre all’insegna del Venicemarathon Charity Program. Alle ore 9, ogni onlus racconterà il proprio progetto per Venicemarathon e vi sarà la premiazione dei Top Fundraiser. Sempre alle 9 i Vigili del Fuoco insegneranno ai più giovani come spegnere un incendio, attraverso il percorso di sopravvivenza “Percorso 115JUNIOR ”.
Alla fine del percorso ogni bambino riceverà un diploma di ‘Piccolo Pompiere’.
Alle ore 11 sarà il momento dei protagonisti della 31^ Venicemarathon con la presentazione alla stampa dei Top Runners.
Alle ore 12, all’interno dell’area eventi di Exposport ci sarà la premiazione ‘’I Fedelissimi di Venicemarathon’’
Alle ore 17.30 lo spazio sarà dedicato ad Asics, alle ore 18.30, verrà presentata la 7^ edizione del Campionato Italiano Sindaci e Amministratori Pubblici.

Dove acquistare il merchandising

Per i collezionisti del merchandising studiato da Asics e griffato Venicemarathon, da quest’anno sarà possibile anche personalizzare ogni capo acquistato nei due Venicemarathon Shop presenti in fiera.

La Storia
Exposport nasce dall’intuizione degli organizzatori che nel 1991 trasformano il quartier generale di Marghera in un punto di prima accoglienza per i maratoneti che si presentavano per il ritiro del pettorale di corsa. Exposport si è poi via via trasformata, diventando un momento non solo sportivo ma promozionale e commerciale. Dopo Marghera è stata l’isola del Tronchetto ad ospitare la Fiera, la più grande mai allestita a Venezia. I magazzini dell’Autorità Portuale hanno continuato ad ospitare l’evento per tutti gli anni novanta, inserendolo nel calendario degli eventi fieristici della Regione Veneto. Nel 1999 la grande scommessa della Biennale, con Exposport ospitata nei padiglioni dei Giardini di Venezia, posti subito dopo il traguardo della maratona in Riva Sette Martiri. Nel 2000 poi ci fu il matrimonio con Mestre, nel cuore della città, in Piazza Ferretto e Piazzale Candiani, per poi far ritorno a Marghera per altre due edizioni, fino al 2006, anno della consacrazione del Parco San Giuliano, realizzata grazie alla collaborazione con l’Istituzione Bosco e Grandi Parchi.
Riccardo Mares: la seconda Venicemarathon è una sfida diversa
Per Riccardo Mares quella del 23 ottobre sarà la seconda Venicemarathon, ma questa volta sarà una sfida diversa.
Queste sono le sue riflessioni a pochi giorni dalla maratona.
"La prima maratona è follia, la seconda è consapevolezza". 
Così mi ha detto un giorno il mio amico Andrea.
E lui era uno che correva parecchio.
Da un anno quella frase continua insistentemente a rimbalzare tra i miei pensieri.
Nel 2015 Garmin ha creduto in me, portando un amatore mezzo maratoneta a tagliare il traguardo di San Marco in 3h43’.
Quest'anno riuscirò io a credere abbastanza in me stesso?

Agonisticamente parlando, questo per me è stato un anno un po’ complicato. A dicembre è nata la piccola Anna e l'ex piccolo Luca, tra tornei e partite di rugby, richiede la presenza del papà almeno due dominiche al mese.
Questo significa che, pur continuando gli allenamenti, non ho potuto fare gare e così la “fiamma” si è un po’ affievolita.
Non si è mai spenta, però.
Così, sempre con l’appoggio di Garmin, ho deciso che il mio fido Forerunner 225 doveva tagliare un'altra volta il traguardo della Venicemarathon.
Con una piccola novità. Da quest’anno infatti mi sono avvicinato alla corsa naturale e sicuramente affronterò il 42 km con una scarpa minimal. 



Quest'estate ho addirittura corso con i sandali.Follia? Può essere, ma in questo modo sono sempre meno i millimetri che mi separano dalla terra e dalla libertà.

Nelle ultime settimane ho iniziato i lunghi e mi sono bastati per capire che c’è ancora tanto lavoro da fare. Questa volta però vivo la preparazione con una maturità diversa. Sarà l’età, saranno le migliaia di chilometri in più che ho nelle gambe, ma sento di aver raggiunto una maggiore consapevolezza.
Oramai manca veramente poco alla partenza della Venicemarathom: è tempo di giocarsi le ultime carte in allenamento e poi via, pronti a correre di nuovo nella città più bella del mondo.

Riccardo Mares – Merlinox
esperto SEO e autore del libro “Mamma posso spiegarti: lavoro nel Web”
31^ Venicemarathon domenica al via
Debutto in maratona per Eyob Ghebrehiwet Faniel e, tra i vip, per Ivan Basso e Mauro Bergamasco
Al via anche l’impresa di Sammy Basso

Si alza ufficialmente il sipario sulla 31^ Venicemarathon che si correrà domenica, 23 ottobre, da Stra a Venezia. Anche quest’anno la Maratona di Venezia sarà abbinata ad una distanza più breve di 10 chilometri che avrà una versione competitiva e valevole come terza e ultima tappa del ‘’Garmin Running Tour 10K’’ e una versione ludico motoria aperta a tutti. Una formula che dalle 9 del mattino alle 16 del pomeriggio farà transitare sotto l’arco d’arrivo di Riva Sette Martiri oltre 11.000 persone.

La gara è stata presentata questa mattina nella prestigiosa sede regionale Rai di Palazzo Labia a Venezia alla presenza dell’assessore allo sport della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, del consigliere comunale con delega allo sport Paolino D’Anna, del consigliere comunale e presidente della commisione consiliare sport Matteo Senno, dei vicesindaco di Stra e Dolo Cristina Borgato e Gianluigi Naletto e del presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva.

La Venicemarathon prenderà il via attorno alle 9.40 da Villa Pisani a Stra e sarà teletrasmessa dalla Rai con quasi tre ore di diretta, dalle 9:40 alle 12:30 (salvo una finestra dedicata alla prima tappa della Coppa del Mondo di sci maschile di Sölden), sul canale tematico Raisport 1, visibile sul digitale terrestre (canale 58), sul satellite (canale 227) e in streaming sul sito www.raisport.rai.it . A livello internazionale, la 31^ Venicemarathon raggiungerà oltre 90 paesi stranieri. La 10K partirà invece alle 8.30 dal Parco San Giuliano a Mestre.

C’è grande attesa per l’esordio sui 42 km di Eyob Ghebrehiwet Faniel, il giovane e promettente fondista di Bassano del Grappa tesserato da quest'anno per il Venicemarathon Club, che da qualche mese si allena assieme all’olimpionico Ruggero Pertile sotto supervisione di Giancarlo Chittolini. Tra l’altro, il 23 ottobre, potrebbe essere una data comunque indimenticabile per Faniel, dato che proprio in quel giorno la sua compagna Ilaria dovrebbe dare alla luce la loro primogenita Wintana (nome eritreo che significa gioia, desiderio).

Cresce l’attesa anche per l’esordio in maratona di altri due nomi importanti dello sport: l’ex ciclista vincitore di due Giri d’Italia Ivan Basso e l’ex azzurro di rugby Mauro Bergamasco, protagonista quest’ultimo del programma televisivo “Oltre il Limite - storie di corsa” in onda su Rete 4 che dedicherà proprio a Venezia una delle puntate.

Un'altra presenza speciale sulla 42 km sarà quella di Sammy Basso, il 21enne di Tezze sul Brenta (VI), affetto dalla nascita da progeria (invecchiamento precoce dei tessuti) e che sarà alla partenza della Maratona di Venezia assieme ad un gruppo di amici podisti, che lo condurranno a braccio con una speciale carrozzina - la Joelette - lungo tutto il percorso.

Sempre affascinante sarà il percorso della Maratona di Venezia. Anche quest’anno porte aperte a Villa Pisani di Stra per la partenza. Grazie all’accordo con il Polo Museale Regionale del Veneto gli atleti potranno trascorrere il pre-gara nello splendido giardino della Villa e usufruire dei servizi messi a disposizione. Una volta partiti, i corridori costeggeranno la Riviera del Brenta con le meravigliose ville storiche, transiteranno nel “salotto” di Mestre e lungo i viali verdi del Parco San Giuliano, per poi entrare in Venezia, attraversando il Canal Grande su un ponte galleggiante di barche e sfilando in Piazza San Marco. In Venezia, gli atleti affronteranno anche i famosi “13 ponti”, completamente rivestiti da passerelle di legno che da anni restano posate per diversi mesi all’anno, migliorando l’accessibilità della città. Il percorso della 10 km partirà dal Parco San Giuliano di Mestre e ripercorrerà l’ultimo tratto del percorso.

La Venicemarathon sarà accompagnata anche quest’anno dalla “maratona solidale” del Charity Program, con 17 associazioni no profit impegnate a raccoglie fondi attraverso il fundraising. Il volto di questa iniziativa è, ancora una volta, il grandissimo campione Alex Zanardi, grande amico di Venicemarathon e fresco vincitore di tre medaglie ai Giochi Paralimpici di Rio.

Sport e Cultura, un binomio sempre più forte in occasione della Venicemarathon. Da quest’anno grazie all’accordo con la Fondazione Musei Civici di Venezia tutti gli iscritti (e un accompagnatore) avranno diritto ad ingresso con riduzione nelle seguenti sedi museali: Palazzo Ducale, Museo Correr (incluso biblioteca Marciana e Museo Archeologico), Ca’ Rezzonico - Museo del Settecento Veneziano, museo di Palazzo Mocenigo, Casa di Carlo Goldoni, Ca’ Pesaro - Galleria Internazionale d’arte Moderna, Museo di Storia Naturale, Museo del Vetro di Murano, Museo del Merletto di Burano. L’agevolazione sarà valida da sabato 22 a lunedì 24 ottobre. Inoltre, nella serata di sabato 22 ottobre Palazzo Ducale sarà visitabile fino alle ore 23.

Inoltre, anche Venicemarathon ha aderito agli obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dall’ONU, impegnandosi a garantire il supporto cruciale che lo sport può dare al conseguimento del benessere umano. Venicemarathon celebrerà così la giornata delle Nazioni Unite, consentendo ai partecipanti di unire le proprie voci a quelle di tutte le donne e gli uomini di sport nel mondo che contribuiscono al progresso degli obiettivi che sono propri dell’ONU.

La Venicemarathon è una risorsa per il territorio in termini di ricchezza, turismo e visibilità. E’ di 10.422.000 euro, infatti, l’indotto economico prodotto nel 2015 dalla 30^ Venicemarathon, che diventa di 12.867.629 se sommato a quello generato della Moonlight Half Marathon e dal Venice Running Day 2016, eventi organizzati dal Club durante l’anno, con un incremento del 52,87% rispetto all’anno precedente.

Il territorio veneziano è già entrato nel clima di festa della Venicemarathon con le tre corse dedicate a studenti e famiglie, le Alì Family Run, che si sono già disputate a San Donà di Piave e a Dolo, coinvolgendo complessivamente circa 10 mila persone. L’ultima tappa è in programma sabato 22 al Parco San Giuliano di Mestre. Da venerdì, invece, si entra ufficialmente nel vivo con l’apertura del 26^ Exposport Venicemarathon Village, con inaugurazione alle ore 11.

La 31^ Venicemarathon è organizzata dal Venicemarathon Club e realizzata grazie all’imprescindibile supporto dei Comuni di Stra, Fiesso d’Artico, Dolo, Mira e Venezia. Fondamentale inoltre, anche quest’anno, il contributo economico e operativo della Regione Veneto, della Città metropoltitana di Venezia, della Città di Venezia, della Prefettura, della Questura, dell’Autorità Portuale di Venezia, della Protezione Civile del territorio, della Camera di Commercio, CONI, FIDAL, CIP e AIMS, dell’Istituzione Bosco e Grandi Parchi di Mestre, dei Vigili del Fuoco, della Polizia di Stato, Stradale, delle Telecomunicazioni, e di Frontiera, dei Carabinieri, delle Polizie Municipali, e di tutte le altre Istituzioni e Forze dell’Ordine che da sempre contribuiscono in maniera determinante alla riuscita dell’evento.

Sono sponsor della 31^ Venicemarathon: Garmin (official timing), Asics (technical sponsor), Enervit (Sport Nutrition Partner), Coldiretti Venezia, Official Medical Supllier: Fish Factor e Salvelox, Official Sponsor: Banco San Marco, Acqua San Benedetto, Fidia per lo Sport, Supermercati Alì & Aliper, Air France, Nuncas, Bauerfeind, Antica Murrina, Celadrin, Yakult, Bavaria, Virgin Active, Allianz Official Partner: Actv, Venezia Unica, Porto di Venezia, APV Investimenti, Offical Supplier: Palmisano, Zuegg, Melinda, Battaglio, Bertoncello, Méthode, Sikura, Gasparini Group, Veritas, Videa, Castellano Vigilianza, Venezia Terminal Passeggeri, Insula, Alilaguna, Venezia Turismo, Interparking, Marathonfoto, GAC sound & light, Iredeem, Cristiano Brussa trasporti group Venezia, Media partners: Rai Sport, Exora, Il Gazzettino, Radio Bella & Monella, Radio Birikina.
6000 studenti questa mattina a Dolo per l’Alì Family Run Riviera del Brenta
Lezione di sport all'aria aperta!

Questa mattina a Dolo seimila studenti hanno lasciato i banchi di scuola per ritrovarsi al campo sportivo Walter Martire e correre la Alì Family Run “Riviera del Brenta”; seconda tappa, dopo San Donà, delle tre manifestazioni non competitive dedicate a studenti e famiglie, che fanno parte del percorso di avvicinamento alla 31^ Venicemarathon del prossimo 23 ottobre.

La mattinata non sembrava promettere nulla di buono dal punto di vista meteorologico, ma poi il sole ha fatto capolino e l’entusiasmo dei partecipanti ha riscaldato l’atmosfera. Una folla scatenata, vestita di nero e arancio con le t-shirt Alì Aliper, si è adunata ordinatamente sulla pista di atletica del “Martire” per poi colorare di allegria le vie del centro storico di Dolo, lungo i 3 chilometri di percorso.

La corsa è partita puntuale alle 10 alla presenza di tutte le autorità della Riviera, e di due importanti figure dello sport locale e nazionale: l’ex velocista Manuela Levorato e la nuotatrice Aglaia Pezzato, ex studentessa del Galilei e sesta nella 4x100 ai Giochi di Rio.

A tagliare per primi il traguardo sono stati Matteo Barolo (16 anni), atleta e studente dell’ Istituto "8 Marzo - K. Lorenz" di Mirano e la vincitrice dello scorso anno, Allegra Bacco, (17 anni) studentessa del Liceo Galilei e nuotatrice.

Il “Trofeo Banco San Marco”, consegnato dai rappresentanti Lorenzo Zaia e Mary Cazzola, è stato vinto dall’Istituto di Istruzione Superiore Statale "E. Majorana - E. Corner" di Mirano con 908 partecipanti. Le atre due scuole più numerose sono state l’Istituto Comprensivo di Dolo con 876 e il Liceo Statale Galileo Galilei Dolo con 680. L’istituto Majorana, oltre al trofeo, si è aggiudicato il tablet offerto dalla famiglia Trovò.

Presenti, come lo scorso anno, anche i bambini della materna “Scuola Infanzia Bertonecello”. A completare l’elenco degli Istituti presenti sono: I.C. Giovanni XXIII, I.C. Mirano 2, I.I.S. Levi-Ponti di Mirano, I.C. Gramsci di Camponogara, I.C. Alvise Pisani, I.C. Fossò, I.C. "Mira 1", I.C. Adele Zara e poi ancora I.T.C.S. Maria Lazzari, I.S.S. 8 Marzo - K. Lorenz, la Primaria Ugo Foscolo, la Scuola Primaria Nievo e la Scuola Primaria G. Leopardi.

Oltre a correre e divertirsi, giovani e famiglie hanno contribuito ad aiutare la solidarietà. Una parte del ricavato delle iscrizioni verrà restituita alle scuole partecipanti per progetti didattici, e una parte favorirà l’Associazione Alex Zanardi Bimbingamba che aiuta bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria.

“Archiviamo un’altra bellissima e molto partecipata edizione di Alì Family Run Riviera del Brenta dove, come sempre, forte è l’entusiasmo delle famiglie, degli studenti, degli insegnanti che ogni anno vivono quest’appuntamento come un importante momento di aggregazione e promozione, e delle amministratori locali, tutte presenti questa mattina, a dimostrazione del grande affetto per questa manifestazione” - commenta il presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva.

Le foto più belle della giornata scattate dagli studenti potranno essere pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale Alì Family Run entro lunedì e contenere l'hashtag #FamilyRun. Le tre foto che riceveranno più "Mi Piace" riceveranno materiale utile all’attività didattica e saranno pubblicate sul Gazzettino edizione di Venezia. L'iniziativa è promossa dal Venicemarathon Club e da Il Gazzettino.

La prossima e ultima Alì Family Run sarà quella del Parco San Giuliano a Mestre, in programma sabato 22 ottobre con ritrovo ore 9 e partenza ore 10 dalla Porta Blu.
Sabato si corre l’Alì Family Run della Riviera del Brenta
Tutto pronto per la 11^ Alì Family Run Riviera del Brenta di sabato 15 ottobre.
Sono già 5700 gli iscritti e una trentina le scuole partecipanti.

Prosegue il count-down verso la 31^ Venicemarathon del prossimo 23 ottobre, con la seconda tappa di Alì Family Run, che si correrà in Riviera del Brenta sabato 15 ottobre, con ritrovo alle ore 9 e partenza ore 10 dal campo sportivo “Walter Martire” di Dolo.

L’undicesima edizione di questa manifestazione riservata a studenti e famiglie, che conta già 5700 iscritti e una trentina le scuole partecipanti, è stata presentata ufficialmente alla stampa questa mattina al Liceo Galilei di Dolo, alla presenza del vice sindaco di Dolo Gianluigi Naletto, dell’assessore allo sport di Mira Maria Grazia Sanginiti, dell’assessore allo sport di Fossò Alessio Baldan, dell’assessore ai Lavori Pubblici di Fiesso D’Artico Roberta Vianello, del vice presidente del Venicemarathon Club Stefano Fornasier, della dolese Manuela Levorato, ex velocista azzurra, e dell’olimpionica del nuoto Aglaia Pezzato, sesta nella 4x100 ai Giochi Olimpici di Rio. Curiosità: la Pezzato, ex allieva del Galilei, ha partecipato a diverse edizioni della Family, prima come atleta e poi come volontaria.

“La Family Run della Riviera del Brenta - ha commentato Stefano Fornasier - è sempre stata molto sentita e partecipata. La crescita di questo evento è legata anche all'ottimo lavoro delle amministrazioni locali, delle istituzioni scolastiche e al supporto dei nostri partner Supermercati Alì Aliper e Banco San Marco che hanno sempre creduto e appoggiato questo progetto di promozione sportiva”.

Anche gli amministratori presenti hanno sottolineato l’importanza delle Alì Family Run come momento di aggregazione sociale, promozione e solidarietà.

E’ tutto pronto quindi per la tappa della Riviera del Brenta, manifestazione organizzata dal Venicemarathon Club con la collaborazione dell’Atletica Riviera del Brenta. Le vie interessate al transito della manifestazione sono: via Pasteur, via Torre, via Arino, via Tintoretto, via Mantegna, via Giotto, di nuovo via Arino, via Pasteur.

La corsa sarà, come sempre, intitolata a Lorenzo Trovò – “8° Memorial Lorenzo Trovò’’ - il fondatore di Dolo Sport scomparso nel 2008 e come da tradizione, la famiglia donerà un tablet alla scuola più numerosa. La giornata sarà arricchita e animata da una trentina di associazioni sportive che coinvolgeranno studenti e pubblico con dimostrazioni ludico-motorie.

Il costo dell’iscrizione è di 4 euro e il ricavato, tolte le spese organizzative, verrà destinato agli istituti scolastici partecipanti e a favore dell’associazione di Alex Zanardi Bimbingamba. Nel dettaglio, per le iscrizioni effettuate presso gli istituti scolastici, la suddivisione sarà la seguente: 1,5 euro devoluto ad attività didattiche, 1,5 euro a copertura dei costi organizzativi e 1 euro a Bimbingamba.

A tutti i partecipanti verrà regalata la maglietta Supermercati Alì & Aliper, il pettorale Banco San Marco e al termine della corsa verrà offerto a tutti un ricco ristoro con Acqua San Benedetto, biscotti Palmisano, banane Battaglio e succhi di frutta Zuegg.

Tutti i concorrenti potranno inoltre dilettarsi anche quest’anno nel contest fotografico "Raccontaci la tua giornata alì #familyrun e fai vincere la tua scuola!", scattando e pubblicando foto. Le immagini dovranno contenere l'hashtag #FamilyRun ed essere pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale Alì Family Run entro 2 giorni dal termine della manifestazione, indicando il nome della scuola di appartenenza e dell’autore della foto. Le tre foto che avranno più "Mi Piace" per ciascuna Alì Family Run riceveranno materiale utile all’attività didattica e saranno pubblicate su Il Gazzettino edizione di Venezia. L'iniziativa è promossa dal Venicemarathon Club e da Il Gazzettino.

Supportano e credono fermamente in questo progetto di promozione sportiva importanti aziende nazionali e locali. Sono sponsor delle Alì Family Run: i Supermercati Alì & Aliper (title sponsor). Official sponsors: Allianz, Banco San Marco, Coldiretti, Porto di Venezia, Venezia Unica, Actv, Veritas , Official suppliers: Acqua San Benedetto, Palmisano, Battaglio, Zuegg, Sikura, Castellano, Nuncas, Fish Factor, Salvelox, Virgin Active e Media partners: Il Gazzettino, Radio Bella Monella. La manifestazione gode del patrocinio di: Regione Veneto, Città metropolitana di Venezia, Città di Venezia, Comune di Stra, Comune di Fiesso d’Artico, Comune di San Donà, Comune di Dolo e Mira, Autorità Portuale di Venezia, Istituzione Boschi e Grandi Parchi, Confcommercio Imprese per l’Italia Unione Venezia, Camera di Commercio, MIUR Veneto, Atletica Riviera del Brenta, A.S.D. Atletica Mirafiori.
Eyob Faniel: Venicemarathon sarà la mia prima maratona
Più emozionante di una maratona c’è solo... la tua prima maratona!
Se il 23 ottobre correrai per la prima volta quei 42,195km, sappi che sarai in buona compagnia.
Ogni anno infatti sono tantissimi i runner che scelgono, per il loro esordio, la Venicemarathon: perché è una maratona storica, internazionale e perché il fascino di Venezia ha pochi uguali al mondo.
Nei giorni scorsi ti abbiamo svelato che, al debutto nella maratona, ci sarà anche il campione di ciclismo Ivan Basso.
Oggi ti presentiamo un altro campione: Eyob Faniel, un giovanissimo talento di origine eritrea.
Eyob, che ha 24 anni, corre per il Venicemarathon Club ed è allenato da Giancarlo Chittolini.
Conosciamolo più da vicino.

Eyob, quando hai iniziato a correre?
Nel 2009, grazie a Vittoria Fasolo che mi ha portato per la prima volta su un campo d'atletica, da suo nipote Marco Maddalon che da quel momento e fino alla fine del 2015 è stato il mio allenatore. Oggi mi allena Gian Carlo Chittolini, che già collaborava con Maddalon.

Tu sei un mezzofondista, le tue distanze fino ad oggi sono state le 10k e le 21k. Hai anche vinto la Moonlight Half Marathon a Jesolo, lo scorso maggio, e la Mezza Maratona del Brenta, a inizio settembre. Come mai hai deciso di affrontare la distanza della maratona?
I miei allenatori hanno sempre riconosciuto, tra mie caratteristiche, sia la dote che la buona volontà necessarie per correre le lunghe distanze. Così, insieme, abbiamo deciso di preparare una maratona. In realtà già lo scorso anno dovevo correre alla Venciemarathon, che avevo preparato in Eritrea allenandomi li per tre mesi. Purtroppo però proprio qualche settimana prima del grande evento mi sono infortunato e quindi ho dovuto rimandare l’esordio a quest'anno.
Come mai proprio la Venicemarathon?
Perché è la maratona della mia società ed è giusto che la mia prima maratona sia qui, con le persone che hanno creduto in me. 


Come ti stai preparando al 23 ottobre?
E’ stato un anno difficile, per via di alcuni infortuni; ho iniziato la preparazione solo un paio di mesi fa. Ormai mi sono preparato, ho tanti km nelle gambe e penso di poter fare bene.
Hai obiettivi di tempo?
No, non voglio sbilanciarmi: non si scherza con la Maratona. Bisogna farne più di una per arrivare ad impostare un ritmo dal primo all'ultimo km. Sicuramente correrò a sensazioni.
Circa 3.000 studenti questa mattina a San Donà di Piave per l’Alì Family Run
Questa mattina si è disputata a San Donà di Piave la prima delle tre Alì Family Run, tappe di avvicinamento alla 31^ Venicemarathon del prossimo 23 ottobre, con al via circa 3.000 persone tra studenti e famiglie.
Per il secondo anno consecutivo l’Istituto più numeroso è l’I.T.C. “Alberti” con 900 iscritti.

La 31^ Venicemarathon entra nel vivo con Alì Family Run di San Donà di Piave, prima tappa di avvicinamento alla maratona del prossimo 23 ottobre. Un inizio di successo che ha visto al via circa 3.000 persone tra studenti e famiglie, che si sono date appuntamento in Piazza Indipendenza per poi invadere, di corsa o camminando, le vie del centro storico per i 4 km del percorso. La corsa è scattata alle 10 alla presenza del sindaco Andrea Careser e del vice sindaco Luigi Trevisiol e a tagliare per primo il traguardo è stato il diciottenne Riccardo Dal Ben dell’istituto “Alberti”, e in campo femminile la dodicenne Ilenia Zanet dell'Istituto ''I.Nevio''.

Come da pronostico, la scuola che si è aggiudicata il Trofeo Banco San Marco, consegnato dal rappresentante Edoardo Rivola, è stato l’I.T.C "L.B. Alberti" con 900 partecipanti, che già aveva vinto anche lo scorso, seguito dall’istituto Comprensivo "Schiavinato" (490) e Istituto Comprensivo "I. Nievo" 286. Presenti anche gli istituti "G. Marconi" di Ceggia e "R. Onor" di San Donà.

“Con le Alì Family Run si alza ufficialmente il sipario sulla Venicemarathon – ha commentato il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - l’entusiasmo che abbiamo vissuto questa mattina, ci dà ancora più carica per proseguire al meglio nei preparativi verso la 31^ edizione della Maratona di Venezia. La Family Run di San Donà é stata inserita solo 4 anni fa nel nostro programma, ed è quindi la più giovane delle tre, ma ha da subito avuto grande riscontro di partecipanti. Se queste tre manifestazioni sono così apprezzate è soprattutto merito di chi collabora nell’organizzazione e degli sponsor, come Alì Aliper e Banco San Marco, che credono in questo progetto e lo sostengono con impegno, così come le rispettive amministrazioni comunali”.

L’evento sandonatese, che quest’anno festeggia la quarta edizione, è stato co-organizzata dal Venicemarathon Club e dalla Città di San Donà di Piave, con il supporto tecnico dell’ Atletica Mirafiori e con la collaborazione della Confcommercio Provinciale, di “Magica Bike” e dei comuni limitrofi di Meolo, Noventa di Piave e Musile di Piave, intervenuti quest’anno per la prima volta.

Un'altra bella notizia è che il ricavato delle iscrizioni di questa grande mattinata aiuterà la solidarietà. Una parte resterà alle scuole a sostegno di progetti didattici e una parte andrà all’Associazione Alex Zanardi Bimbingamba che costruisce protesi per i bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria.

Nel frattempo è partita anche la seconda edizione del contest fotografico "Raccontaci la tua giornata alì #familyrun e fai vincere la tua scuola!". Le foto più belle scattate questa mattina dovranno essere pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale Alì Family Run entro lunedì e contenere l'hashtag #FamilyRun, indicando poi il nome della scuola di appartenenza e dell’autore. Le tre foto che riceveranno più "Mi Piace" riceveranno materiale utile all’attività didattica e saranno pubblicate sul Gazzettino edizione di Venezia. L'iniziativa è promossa dal Venicemarathon Club e da Il Gazzettino.

La prossima Alì Family Run, quella della Riviera del Brenta, è in programma sabato 15 ottobre con ritrovo ore 9 e partenza ore 10 dal campo sportivo “Walter Martiri” di Dolo , mentre la terza e ultima tappa sarà la Alì Family Run del Parco San Giuliano di Mestre in programma sabato 22 ottobre.

Supportano e credono fermamente in questo progetto di promozione sportiva importanti aziende nazionali e locali. Sono sponsor delle Alì Family Run: i Supermercati Alì & Aliper (title sponsor). Official sponsors: Allianz, Banco San Marco, Porto di Venezia, Venezia Unica, Actv, Veritas , Official suppliers: Acqua San Benedetto, Palmisano, Battaglio, Zuegg, Sikura, Coldiretti, Castellano, Nuncas, Fish Factor, Salvelox, Virgin Active e Media partners: Il Gazzettino, Radio Bella Monella e Radio BiriKina. La manifestazione gode del patrocinio di: Regione Veneto, Provincia di Venezia, Città di Venezia, Comune di Dolo e Mira, Municipalità di Mestre Carpenedo, Istituzione Boschi e Grandi Parchi, Venezia@Opportunità, MIUR Veneto, Atletica Riviera del Brenta, Atletica Mirafiori e CONI Veneto.
Emanuela Pagan: cosa significa per me la mia prima Venicemarathon
Emanuela Pagan corre fin da quando era poco più che una bambina. Ha iniziato seguendo le orme del papà: prima qualche campestre, poi la pista, poi le gare su strada. Oggi vive a Parma, ma lei è nata e cresciuta a Venezia, così come la sua passione per la corsa. Alla Venicemarathon ha partecipato due volte. Questo è il racconto della sua prima volta.


Il ponte della libertà è una strisca di asfalto che unisce Venezia alla terraferma.
Al maratoneta che si accinge a concludere la sua fatica può sembrare interminabile.
Venezia appare come un miraggio sbiadito. Sarà forse per la stanchezza o semplicemente per l'umidità che quasi sempre l'avvolge. I contorni di un sogno non sono mai definiti fino a quando non lo si realizza. Non si
diventa maratoneti prima di aver corso 42.195km.

La prima maratona è un amore indimenticabile che diventa roccia nelle onde del tempo. Io l'ho corsa a casa mia.
I veneziani vivono seguendo il ritmo delle maree. Mare e laguna determinano un connubio unico da cui è difficile separare i due elementi. Come il respiro e i passi.
Ricordo la prima volta che corsi la maratona di Venezia. L'emozione si sciolse in una lacrima solitaria mentre lo speaker urlava dopo il colpo di pistola: "Sono partiti i maratoneti!".
La mia ombra proiettata in avanti era densa di ricordi, colma di corse fatte tra mare
e laguna mentre la fatica allungava la strada verso l'arrivo.
La mente è piena di immagini senza un filo temporale, mentre i piedi fanno il loro dovere e portano un passo dopo l'altro sull'asfalto divenuto caldo e lucente.

"Ce la farai nella vita", una frase ondeggia nella mia mente. L'autore morì pochi anni dopo averla pronunciata. Un insulto alla sua giovinezza.
Il tifo della gente lungo la Riviera del Brenta fa evaporare il sudore. Il fiume scorre silenzioso, quasi un tapis roulant orfano sullo sfondo. Fino a Mestre è quasi tutto facile, è sul ponte che inizia la maratona di Venezia. Un treno fa sentire la sua voce. Diventa un saluto mentre passa veloce a poca distanza.
Un sorriso si fa beffa della stanchezza. Il cuore è leggero mentre osserva i campanili divenire presenze vicine.
Un colombo si spaventa e prende il volo. Un cornicione lo aspetta per rassicurarlo. Da quel punto vedrà migliaia di canottiere colorate sfilare sopra i masegni.

Ognuno corre con la propria storia inserita nei passi, silenziosa come le preghiere sussurrate nel fiato per giungere all'arrivo. La maratona inizia il primo giorno di allenamento e finisce un centimetro prima del traguardo. Entra nella pelle senza scucirla e vi rimarrà per sempre.
I ponti a Venezia sono stati camuffati da scivoli, ma non hanno perso la loro pendenza. Il volantino ne riporta tredici, ma alcuni corridori ne contano qualcuno di più.
L'ultimo è il più bello: si vede l'arrivo. E' l'attimo in cui il sogno prende forma.
Il brivido più forte solleva la pelle mentre da podisti si diventa maratoneti.
Venezia è qui. Sembra immobile, eppure l'acqua tocca le sue fondamenta da secoli. Un gabbiano grida nel cielo. Forse è un complimento. Si allontana, mentre una medaglia scivola sul petto.
La terraferma è lontana, nascosta dall'acqua della laguna.
Il sogno ora possiede i contorni dei palazzi veneziani. Le finestre sono occhi della storia a cui ormai si appartiene.
Al via le tre Alì Family Run!
Presentate questa mattina le tre manifestazioni sportive dedicate a scuole e famiglie, eventi collaterali di Venicemarathon. 
Una festa di sport, salute e solidarietà per oltre 15.000 persone. 
Si inizia sabato 8 ottobre con la tappa di San Donà, dove sono attesi 3.000 partecipanti.

Il vero count-down verso la 31^ Venicemarathon del prossimo 23 ottobre inizia con le 3 Alì Family Run. Come ogni anno scuole, giovani e famiglie saranno i protagonisti di queste tre manifestazioni non competitive - eventi collaterali della Maratona di Venezia - che si svolgono a San Donà di Piave, Dolo e Mestre a distanza di una settimana dall’altra, coinvolgendo oltre 15.000 persone. Queste le date: sabato 8 ottobre San Donà; sabato 15 ottobre Dolo-Riviera del Brenta e sabato 22 ottobre Mestre-Parco San Giuliano.

Tre importanti tappe di avvicinamento alla Venicemarathon, che ogni anno vedono coinvolte sempre più scuole e famiglie in una mattinata all’insegna dello sport, del divertimento e della solidarietà. Lo scorso anno San Donà fece registrare 3.000 presenze; in 6.000 parteciparono a Dolo e altrettanti a Mestre. Numeri che saranno facilmente raggiunti anche quest’anno.

Il costo dell’iscrizione è di 4 euro e il ricavato, tolte le spese organizzative, verrà destinato agli istituti scolastici partecipanti e a favore dell’associazione di Alex Zanardi Bimbingamba. Nel dettaglio, per le iscrizioni effettuate presso gli istituti scolastici, la suddivisione sarà la seguente: 1,5 euro devoluto ad attività didattiche, 1,5 euro a copertura dei costi organizzativi e 1 euro a Bimbingamba. Per le iscrizioni individuali, la quota devoluta a Bimbingamba sarà di 2,5 euro.

A tutti i partecipanti verrà regalata la maglietta Supermercati Alì & Aliper, il pettorale Banco San Marco e al termine della corsa verrà offerto a tutti un ricco ristoro con Acqua San Benedetto, biscotti Palmisano, banane Battaglio e succhi di frutta Zuegg.

Tutti i concorrenti potranno inoltre dilettarsi anche quest’anno nel contest fotografico "Raccontaci la tua giornata alì #familyrun e fai vincere la tua scuola!", scattando e pubblicando foto. Le immagini dovranno contenere l'hashtag #FamilyRun ed essere pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale Alì Family Run entro 2 giorni dal termine della manifestazione, indicando il nome della scuola di appartenenza e dell’autore della foto. Le tre foto che avranno più "Mi Piace" per ciascuna Alì Family Run riceveranno materiale utile all’attività didattica e saranno pubblicate su Il Gazzettino edizione di Venezia. L'iniziativa è promossa dal Venicemarathon Club e da Il Gazzettino.

Questa mattina, nell’Aula Consiliare di San Donà è stata presentata la prima delle tre tappe alla presenza del sindaco Andrea Cereser, del vicesindaco e assessore allo sport Luigi Trevisol, del vice presidente e il segretario generale di Venicemarathon Stefano Fornasier e Lorenzo Cortesi e del responsabile affari generali di Alì S.p.A., Matteo Canella.

«Saranno lo sport e la cultura, prima ancora delle istituzioni, a costruire la Città Metropolitana – osserva il sindaco Andrea Cereser – La diffusione sul territorio di un’iniziativa come la Family Run, diretta emanazione della Venice Marathon, ci rende comunità. Ringrazio gli sponsor e i volontari che rendono possibile questo evento, a partire da Atletica Mirafiori e Magicabike. Sono la dimostrazione che, se da soli si va più veloci, insieme si va più lontano».

«La Family Run è un modo diverso per fare scuola” - così sostiene il vicesindaco di San Donà e assessore allo sport Luigi Trevisiol - per San Donà aprire il ciclo delle Family Run rappresenta un onore e un’opportunità. Si tratta di un’iniziativa in crescita che dopo 4 anni dalla prima volta coinvolge ormai non solo tutte le scuole del nostro territorio ma anche istituti dei Comuni vicini».

«Anche quest’anno si preannuncia un grande successo di partecipazione - ha illustrato il vice presidente di Venicemarathon Stefano Fornasier - stiamo già raggiungendo i 3000 iscritti e siamo molto soddisfatti anche della nuova collaborazione di comuni limitrofi di Meolo, Noventa di Piave e Musile di Piave che stanno dimostrando di credere in questo progetto di promozione sportiva e solidale».

«Anche per quest'anno Alì è in prima linea nel sostegno della "kermesse sportiva" dedicata alle famiglie firmata Venice Marathon: ci confermiamo infatti title sponsor delle Family Run per il secondo anno consecutivo - afferma il Responsabile Affari Generali di Alì S.p.A., Matteo Canella - Noi da sempre siamo legati al mondo dello sport, sostenendo le realtà sportive locali e le manifestazioni che, creando momenti di aggregazione, migliorano la vita del territorio in cui siamo presenti. In particolare da sempre siamo vicini al mondo della corsa perchè tra i nostri collaboratori annoveriamo un Maratoneta olimpico: Ruggero Pertile, che ha iniziato la sua carriera proprio dietro il banco salumi di un supermercato Alì. Sono numerose le iniziative sportive a cui Alì dà il suo sostegno: dalla Maratona di Sant'Antonio a Padova, alla Corri per Padova, alla Stravicenza oltre alla Maratona di Venezia con tutti i suoi eventi collaterali».

La Family di San Donà è co-organizzata dal Venicemarathon Club e dalla Città di San Donà di Piave, con il supporto tecnico dell’Atletica Mirafiori e la collaborazione della Confcommercio Provinciale, con partenza alle ore 10 da Piazza Indipendenza e ritrovo alle ore 9. Gli iscritti potranno ritirare il kit gara la mattina stessa al desk iscrizioni in zona partenza, dove sarà anche possibile iscriversi già venerdì 7 ottobre. Sono attese 3.000 persone e le scuole già iscritte sono: gli istituti comprensivi L. Schiavinato, R.Onor, G. Marconi e l’ITC L.B. Alberti. Il percorso si svilupperà lungo strade del centro storico cittadino completamente chiuse al traffico quali Corso Silvio Trentin – Via Aquileia – Via Fiume – Via Padova – Via Dante Alighieri – Viale Giuseppe Garibaldi – Via Nazario Sauro – Via Antonio Ferro, Via XIII Martiri – Via Giannino Ancillotto – Via Jesolo – Via Aquileia – Corso Silvio Trentin.EndFragment

La settimana prossima, sabato 15 ottobre, la festa si sposterà a Dolo in Riviera del Brenta, dove l’Atletica Riviera del Brenta darà vita, come sempre, ad un’edizione dai grandi numeri, ponendosi come obiettivo 6.000 presenze. Anche qui l’orario di partenza è fissato alle ore 10 e il ritrovo alle ore 9 presso il campo sportivo “Walter Martire”, sede di partenza e arrivo. La corsa sarà, come sempre, intitolata a Lorenzo Trovò, il fondatore di Dolo Sport scomparso otto anni fa e, come da tradizione, la famiglia donerà un tablet alla scuola più numerosa. Gli iscritti potranno ritirare il kit gara la mattina stessa al desk iscrizioni del Campo di Atletica "Walter Martire" in Via Arino, dove sarà anche possibile iscriversi.

Infine, l’ultima tappa sarà la Alì Family Run del Parco San Giuliano di Mestre che si correrà, come da tradizione, alla vigilia della Venicemarathon: sabato 22 ottobre, con partenza alle ore 10 dall’area Porta Blu. La manifestazione si svolgerà nella splendida cornice del parco lungo i suoi viali verdi, con partenza e arrivo nell’area adiacente all’Exposport – Venicemarathon Village. Anche in questo caso l’obiettivo è di raggiungere e superare i 6.000 partecipanti. Gli iscritti potranno ritirare il kit gara la mattina stessa presso l'info point del Parco San Giuliano (porta blu). Questo desk sarà aperto per le iscrizioni già da venerdì 21 ottobre dalle 10 alle 20, così come sarà possibile registrarsi anche presso gli uffici Venicemarathon di Mestre in via Linghindal 5/5.

Diversi sono i modi per iscriversi: contattando la segreteria organizzativa di Venicemarathon scrivendo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., online, oppure in loco il giorno stesso della manifestazione. 

Supportano e credono fermamente in questo progetto di promozione sportiva importanti aziende nazionali e locali. Sono sponsor delle Alì Family Run: i Supermercati Alì & Aliper (title sponsor). Official sponsors: Allianz, Banco San Marco, Porto di Venezia, Venezia Unica, Actv, Veritas , Official suppliers: Acqua San Benedetto, Palmisano, Battaglio, Zuegg, Sikura, Coldiretti, Castellano, Nuncas, Fish Factor, Salvelox, Virgin Active e Media partners: Il Gazzettino, Radio Bella Monella e Radio BiriKina. La manifestazione gode del patrocinio di: Regione Veneto, Provincia di Venezia, Città di Venezia, Comune di Dolo e Mira, Municipalità di Mestre Carpenedo, Istituzione Boschi e Grandi Parchi, Venezia@Opportunità, MIUR Veneto, Atletica Riviera del Brenta, Atletica Mirafiori e CONI Veneto
Una Venicemarathon in allegria per Sammy Basso
Una Venicemarathon in allegria per Sammy Basso

“Parteciperò per divertirmi, sensibilizzare le persone sulla mia rarissima malattia e raccogliere fondi con il progetto Sammy Runs Venice”

Venezia, 3 ottobre 2016 - La 31^ Venicemarathon, in programma il prossimo 23 ottobre, segnerà un'altra presenza speciale sulla 42 km. Quella di Sammy Basso, il 21enne di Tezze sul Brenta (VI), affetto dalla nascita da progeria (o sindrome di Hutchingson-Gilford, caratterizzata dall’invecchiamento precoce dei tessuti). Sammy sarà, infatti, alla partenza della Maratona di Venezia assieme ad un gruppo di amici podisti, che lo condurranno a braccio con una speciale handbike - la Joelette - lungo tutto il percorso.

Un evento davvero speciale, per sensibilizzare le persone sulla progeria, malattia genetica che non ha ancora una cura, ma per la quale la ricerca negli ultimi anni sta facendo numerosi passi avanti, limitando o bloccando l’invecchiamento cellulare.

Sammy nel 2005 ha fondato l’associazione, la A.I.Pro.Sa.B. (Associazione Italiana Progeria Sammy Basso) che si propone da un lato di informare le famiglie colpite dalla malattia e di raccogliere fondi per la ricerca su di essa, dall'altro di rendere la progeria più conosciuta.

Anche in occasione della 31^Venicemarathon Sammy avvierà una raccolta fondi. E’ stata, infatti, aperta in questi giorni la pagina Facebook “Sammy Runs Venice” attraverso la quale metterà in vendita simpatiche magliette nere.

“Questa è la mia prima maratona e mi sento molto emozionato e contento. Quando due mesi fa un gruppo di amici podisti mi ha proposto quest’avventura, ho subito accettato con entusiasmo perché sono sicuro che mi divertirò moltissimo. Sto studiando il percorso e mi sto allenando con il gruppo, anche se il grosso del lavoro lo faranno loro perché io devo solo stare seduto e godermi il paesaggio. La mia Venicemarathon sarà soprattutto un modo per far conoscere la mia rarissima malattia e raccogliere fondi a favore dell’associazione che ho voluto avviare nel 2005”.

Le sfide come quelle di Sammy non sono nuove in casa Venicemarathon. Nel 2011 Alex Zanardi trainò con la sua hanbike per tutto il percorso l’amico Francesco Canali, affetto da SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), per dimostrare che non esistono sfide impossibili. L’anno successivo, lo stesso Zanardi compì un’altra straordinaria impresa, agganciò la sua handbike a quella di Eric Fontanari, un ragazzo trentino tetraplegico, portandolo con sé lungo tutto il percorso sotto un diluvio infernale.

“Anche quest’anno la Venicemarathon si arricchisce di nuove emozioni che ci faranno venire gli occhi lucidi al traguardo – commenta il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - ma soprattutto che divulgheranno un messaggio di sensibilizzazione importantissimo. Diamo quindi il benvenuto a Sammy e facciamo un grosso in bocca al lupo a lui e al gruppo di audaci maratoneti che realizzeranno questa straordinaria impresa. Vi aspettiamo al traguardo!”

Venicemarathon è da sempre molto sensibile alla solidarietà. Oltre alla splendida iniziativa di Sammy, chi correrà la Venicemarathon avrà la possibilità di fare del bene sostenendo il Charity Program, scegliendo una delle 18 onlus che ne fanno parte. La piattaforma di raccolta è quella di Rete del Dono e le donazioni avvengono direttamente sul portale www.retedeldono.it
Obiettivo 31^ Venicemarathon per Ivan Basso
La 31^ Maratona di Venezia di domenica 23 ottobre vedrà ai nastri di partenza l’ex campione di ciclismo Ivan Basso che esordirà nella sua prima 42K a piedi.
“Ho scelto di partecipare alla Venicemarathon perché Venezia è fantastica e l’idea di correre in questa città in una giornata speciale come quella della maratona è sicuramente un valore aggiunto…la corsa a piedi è contagiosa!”

A meno di un mese alla 31^ Venicemarathon del prossimo 23 ottobre, per l’ex ciclista Ivan Basso sale l’adrenalina in vista del grande debutto nella sua prima 42 km a piedi.

Grazie alla collaborazione con la sua agenzia DMTC, abbiamo avuto l’opportunità di porgergli qualche domanda. Ecco cosa ci ha risposto l’ex ciclista vincitore di due edizioni del Giro d’Italia (2006 e 2010) e per due volte sul podio al Tour de France.
(Il video dell’intervista è visualizzabile cliccando qui).

Come e quando è nata quest'idea di correre la Maratona e soprattutto di esordire in Venicemarathon?

L’idea di correre una maratona è nata quando ho smesso di gareggiare in bicicletta. La voglia di mantenermi in forma e di provare una nuova esperienza sportiva mi ha portato ad iniziare a correre prima per piacere e benessere. Poi è sopraggiunta la voglia di misurarmi in una maratona e così ho deciso di iniziare con quella di Venezia.

Anche Lei è stato stregato dal fascino di correre in una delle città più belle del mondo?

Venezia è una città fantastica, e l’idea di correrci in una giornata speciale come quella della maratona è sicuramente un valore aggiunto ed è quello che mi ha spinto, appunto, a decidere di correre la mia prima maratona qui.

Come procedono gli allenamenti e qual è il suo obiettivo cronometrico?

Non mi sto allenando da professionista perché ovviamente il mio lavoro non me lo permette, ma comunque con costanza e tutti i giorni. Non voglio affrontare la mia prima maratona con uno spirito competitivo, ma cercando di divertirmi e di vivere questa giornata di sport e di benessere senza un cronometro che toglie il fiato. Questo è lo spirito di questa prima maratona… poi vedremo in futuro.

Tanti ciclisti a fine carriera hanno esordito in maratona: c'è secondo lei un filo conduttore tra queste specialità?

Quando gareggi da professionista non hai la possibilità di fare tanti sport alternativi e la voglia di provare nuove esperienze, come in questo caso il running, è contagiosa. Credo che questa sia la motivazione principale del perché tanti ciclisti iniziano a correre a piedi e hanno voglia di fare le maratone.

Dal suo diario pubblicato nella sezione “Running” del sito della Gazzetta dello Sport, Ivan racconta anche le sue tappe di avvicinamento a Venezia, gli allenamenti e di come riesce a conciliare il lavoro con la passione sportiva.

“Ci siamo: manca un mese alla maratona di Venezia del 23 ottobre, il mio obiettivo. Ma la grande novità è che due settimane prima, il 9 ottobre, parteciperò a Milano alla Deejay Ten… Per quanto riguarda gli allenamenti in vista di Venezia, tutto procede per il meglio. Nelle scorse settimane ero in Spagna per seguire Alberto Contador sull’ammiraglia della Tinkoff. Durante la Vuelta, ho continuato con brevi uscite la mattina, ma ho sperimentato anche corse più lunghe in corrispondenza dei due giorni di riposo: allenamenti di 18 km, ma con un minuto di camminata ogni 5 km. Il tutto per prevenire gli infortuni: un guaio muscolare a questo punto della preparazione potrebbe pregiudicare tutto. La trasferta spagnola mi ha regalato momenti affascinanti. I più belli a Vigo e Santander dove ho potuto correre sulla spiaggia per qualche chilometro: sensazioni stupende. E non manca neanche la bicicletta: nel weekend ho scalato il Gavia per il “Contador Day”, domenica sarò al via della Granfondo Tre Valli Varesine (Gazzetta Running).”
31^ Venicemarathon: -1 mese al via!
Domenica 23 ottobre si corre la 31^ Venicemarathon da Stra a Venezia.
Ancora pochi pettorali disponibili nella 10K e iscrizioni in crescita nella 42K. Obiettivo complessivo: 13 mila partecipanti!
Cresce anche il Charity Program con già oltre 25 mila euro raccolti a favore della solidarietà
Oggi ultimo giorno per scegliere la medaglia!

Tra un mese esatto, domenica 23 ottobre, Venezia e la Riviera del Brenta applaudiranno il passaggio degli oltre 13 mila protagonisti della 31^ Venicemarathon. E’ questo l’obiettivo complessivo che gli organizzatori si sono dati quest’anno e che, dati alla mano, potrebbe essere presto raggiunto. Si va infatti verso il sold out dei 5 mila pettorali nella 10K, valevole anche come tappa conclusiva del Garmin Tour, con 1000 posti in più rispetto allo scorso anno, e sono in crescita anche le iscrizioni della maratona che prevede come sempre il numero massimo di 8.000 partecipanti. Iscrizioni quindi ancora aperte sino al 10 ottobre.

Restando sempre in tema di numeri, grandi risultati anche per la raccolta fondi del Charity Program: ad oggi, le 18 onlus selezionate per il progetto hanno già raccolto complessivamente quasi 26 mila euro. Testimonial del programma é come sempre Alex Zanardi, fresco vincitore di tre medaglie ai Giochi Paralimpici di Rio, che proprio domenica 23 ottobre festeggerà i suoi primi 50 anni.

Anche quest’anno sono molti gli iscritti stranieri, circa il 30% del totale, a dimostrazione che la manifestazione ha sempre più appeal anche all’estero. D’altronde, ogni anno gli organizzatori introducono elementi che rendono questa 42 km unica al mondo. L'inserimento del passaggio in Piazza San Marco di alcuni anni fa e l’apertura straordinaria del giardino di Villa Pisani a Stra per un “warm up” d’eccezione sono gli esempi più chiari di come Venicemarathon lavora per rendere sempre attraente l’evento.

Resta invariato il percorso che da Stra giunge a Riva Sette Martiri in Venezia, attraversando la Riviera del Brenta, Mestre e il Parco San Giuliano. Sono state individuate alcune modifiche del tracciato che lo renderanno ancora più scorrevole.

Venezia e il suo territorio si apprestano a vivere una grande festa che genera un importante indotto economico, dona aiuti concreti alla solidarietà, ma soprattutto avvicina alla pratica sportiva bambini, famiglie, studenti e semplici appassionati. Una festa che durerà per tre settimane e che inizierà sabato 8 ottobre con Alì Family Run di San Donà, proseguirà sabato 15 con Alì Family Run Riviera del Brenta e che si concluderà sabato 22 con Alì Family Run di San Giuliano a Mestre. Le iscrizioni sono già aperte ed è possibile registrarsi nei diversi punti vendita Alì.

Ma la grande intuizione degli organizzatori è stata anche la nascita, tre anni fa, della 10 km abbinata alla Venicemarathon. Una manifestazione che ha voluto coinvolgere anche chi predilige le distanze più corte, regalando la possibilità di vivere la magia degli ultimi chilometri della Maratona di Venezia. Anche quest’anno la gara avrà una versione competitiva e soprattutto valida come ultima tappa del Garmin Tour e una versione non competitiva ludico motoria.

Oggi è inoltre l’ultimo giorno utile per scegliere la medaglia. Gli organizzatori hanno infatti lanciato un contest sui social ufficiali della Venicemarathon per far selezionare dal pubblico la medaglia ufficiale della 31^ Venicemarathon. Tre le proposte presentate. Per chi volesse ancora votare basta collegarsi alla pagina ufficiale di Facebook Venicemarathon.

C’è attesa, inoltre, per il debutto in maratona di Eyob Faniel, il giovane molto promettente tesserato da quest'anno per il club veneziano e autore in questa ultima parte di stagione di una serie di successi nelle corse su strada. Oltre a lui, cresce l’attesa anche per l’esordio del campione di ciclismo Ivan Basso che ha scelto proprio Venezia per correre la sua prima 42 km in carriera.
Nuovo look per la maglia ufficiale della 31^ Venicemarathon
Il Ponte di Rialto è il tema proposto sulla maglia tecnica a manica lunga che verrà regalata a tutti gli iscritti.
Iscrizioni ancora aperte e definita la squadra dei Garmin Pacers.

A meno di due mesi dalla 31^ Venicemarathon – in programma domenica 23 ottobre – è tempo di presentare la maglia ufficiale della maratona di Venezia; un indumento che per molti runners racchiude un significato particolare: un traguardo raggiunto, un sogno realizzato o un importante ricordo da collezionare.

A tutti gli iscritti verrà, quindi, regalata una maglia a manica lungain tessuto tecnico, realizzata da Asics. Un capo comodo e adatto per gareggiare, allenarsi e da indossare in molte altre occasioni sportive, di colore nero e stampato fronte e retro, dove le ali del Leone di San Marco questa volta lasciano il posto al Ponte di Rialto e ad una gondola, altri due importanti simboli della città di Venezia.

Nel frattempo, proseguono a buon ritmo le iscrizioni che resteranno aperte fino al 10 ottobre. E’ inoltre possibile aderire anche al Charity Program, scegliendo una delle associazioni no profit presenti ed abbinare così l’evento sportivo ad un importante gesto di solidarietà.

Si è completata anche la squadra degli ‘angeli del cronometro’, i 37 “Garmin Pacers” capitanati da Julia Jones, che aiuteranno i partecipanti alla Venicemarathon non solo a cadenzare il ritmo per finire la maratona nel tempo prefissato, ma che svolgeranno anche un ruolo di veri e propri ‘accompagnatori’ dei maratoneti, pronti a dispensare consigli ed incoraggiare i propri compagni di viaggio. Le loro storie, i loro volti e i tempi di riferimento sono tutti illustrati cliccando qui e i partecipanti potranno così conoscere in anteprima chi sarà il proprio angelo del cronometro. Un servizio, quello dei pacers, nel quale Venicemarathon crede molto e che potenzia di anno in anno.

Correre a Venezia per molti sarà anche un’occasione turistica da sfruttare appieno, online si possono trovare i pacchetti turistici studiati per agevolare il soggiorno ad atleti, accompagnatori e famiglie, e presenta una serie di spunti enogastronomici per assaporare la tradizione culinaria veneziana.

La 31^ Venicemarathon partirà da Villa Pisani (Stra) alle 9.40 circa, preceduta dalla Garmin 10K che prenderà il via alle 8.30 circa dal Parco San Giuliano di Mestre. La 10 km oltre ad essere l’ultima tappa del Garmin Tour, e quindi riservata ad atleti tesserati Fidal, avrà anche una versione ludico motoria aperta a tutti. L’arrivo di entrambe le corse è previsto in Riva Sette Martiri a Venezia.
8-15-22 Ottobre: ALì FAMILY RUN!
ALì FAMILY RUN 2016


Segnate in agenda queste date, sabato 8, 15 e 22 ottobre.
Non vorrete perdervi l’appuntamento di quest’anno con le Alì Family run!
Cosa sono? Sono corse non competitive, su percorsi brevi di circa 3 - 4 km, che radunano ogni anno ragazzi, studenti, i loro insegnanti e le loro famiglie, per una giornata all’insegna dello sport e del divertimento.
In attesa del grande giorno, si può così iniziare a respirare un po’ di quella passione per la corsa e di quell’atmosfera che raggiungeranno il loro apice il 23 ottobre, quando prenderà il via l’edizione numero 31 della Venicemarathon.

Anche quest’anno le Alì Family Run si correranno:
• a San Donà, sabato 8 ottobre (ritrovo alle 9 in piazza Indipendenza);
• a Dolo Riviera del Brenta sabato 15 ottobre (ritrovo alle 9 al Campo di Atletica Walter Martire);
• a Mestre sabato 22 ottobre (ritrovo alle 9 all’Exposport nel Parco San Giuliano.
Per tutte le gare, la partenza sarà alle 10.




Ogni appuntamento, poi, non sarà solo sportivo ma contribuirà, con le iscrizioni, a raccogliere fondi per finanziare progetti sportivi delle scuole e iniziative di solidarietà, come quelle dell’associazione Alex Zanardi “Bimbingamba”.

E di fondi, anche l’anno scorso, ne sono stati raccolti parecchi. A San Donà parteciparono in 3000; in 6000, addirittura a Riviera del Brenta e a San Giuliano.
E proprio alla tappa di Mestre venne a trovarci anche il grande Stefano Baldini, campione olimpico di maratona ad Atene 2004.
Medaglia d’oro per Alex Zanardi alle Paralimpiadi di Rio
Il testimonial del Charity Program di Venicemarathon conquista una splendida vittoria nella prova a cronometro di handbike che si è disputata oggi sul circuito di Rio de Janeiro. Per lui è il terzo oro paralimpico in carriera dopo i due di Londra 2012.
Alla Maratona di Venezia del prossimo 23 ottobre si potrà scegliere di correre a favore della sua associazione “Bimbingamba”.
Congratulazioni da tutto lo staff Venicemarathon!

Ennesima grande vittoria questa mattina per Alex Zanardi nella prova a cronometro di handbike alle Paralimpiadi di Rio. Un trionfo costruito grazie ad una strepitosa rimonta nell’ultimo giro sull’australiano Stuart Tripp, rivelazione di giornata, e che alla fine ha visto prevalere l’azzurro di soli 3 secondi, 28:36.81 contro 28:39.55. L’americano Oscar Sanchez completa il podio con il tempo di 28:51.73. Per Zanardi questo è il terzo oro paralimpico dopo i due di Londra 2012, in attesa di vederlo di nuovo in gara, nei prossimi giorni, nella prova in linea e nella staffetta, dove ha ancora grandi possibilità di medaglia.

“Oggi qualcuno dall’alto ha guardato giù ancora una volta e mi ha voluto aiutare – ha dichiarato Zanardi al traguardo - è stata una gara durissima, sono sorpreso anch’io di me stesso. Una faticaccia incredibile, d’altronde ho lavorato moltissimo per questo traguardo. Ci sono moltissime persone da ringraziare, ma stavolta dedico questa medaglia a Gianmarco Tamberi: un ragazzo giovane ma molto promettente, che stavolta non ha potuto essere a Rio ma che alla prossima Olimpiade vincerà sicuramente una medaglia”.

Un nuovo grande trionfo e una nuova grande gioia, dunque, per Alex Zanardi. Come sempre, le sue sono parole che vanno diritte al cuore di chi le ascolta e che lo caricano d’emozioni; parole che mostrano con estrema semplicità l’animo gentile di questo grande campione.

Il legame tra Zanardi e la Venicemarathon risale al 2009, edizione nella quale l’ex pilota vinse la sua prima gara da handbiker; una vittoria importante che gli fece da trampolino di lancio per una lunga e straordinaria carriera da ciclista paralimpico. Fu così che nacque un’amicizia forte e duratura tra gli organizzatori della Maratona di Venezia e il campione, un legame che ha portato Zanardi ad essere presente ad ogni edizione della Venicemarathon, prima come atleta e poi come testimonial del Venicemarathon Charity Program - il programma di raccolta fondi legato alla maratona.

Ad oggi il Charity Program ha già superato il tetto dei 20.000 euro di raccolta complessiva. Tra le associazioni aderenti al progetto c’è anche “Bimbingamba Alex Zanardi”, la onlus voluta dal campione per fornire protesi ai bambini che hanno subito amputazioni, malformazioni o incidenti di varia natura e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria. Chi parteciperà alla Venicemarathon potrà quindi scegliere di correre per aiutare i “bambini di Alex” oppure decidere di aiutare un’altra associazione che fa parte del progetto. La piattaforma di raccolta è quella di Rete del Dono e le donazioni avvengono direttamente sul portale www.retedeldono.it

Questo l’elenco completo:
Associazione Famiglia SMA Onlus ‘’VeniceMarathon 2016 Famiglie SMA P.SMArt’’ - Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus ‘’Corri per la vista Run for Sight 2016’’ - Rotary International Distretto 2060 ‘’Run to End Polio #VM16’’ - Iside Onlus Cooperativa Sociale ‘’runnHer Non più da sola Corri con Lei’’ - Fondazione Salus Pueri ‘’Corri con noi per la Pediatria!’’- Il granello di Senape ‘’VM2016: più sport in carcere’’ - Africa Mission Cooperazione e sviluppo ‘’Run for Water Run for Life’’- Airc ‘’Insieme contro i tumori femminili’’ - Un Cuore Per Tutti Onlus ‘’Scommetiamo che...’’ - Street Child Italia Onlus ‘’La parola alle ragazze!’’ - Associazione Piccoli Punti ONLUS ‘’Corri con noi per fermare il melanoma!‘’ - San Vincenzo Gruppo Az.le ''G. Taliercio'' ''Corri per dare.. Un aiuto alimentare'' - Aia 21 Onlus ‘’Aiutaci a costruire la Casa dei Bambini’’ - A.Fa.D.O.C. Onlus ‘’L’emozione di crescere!’’ - Fondazione Città della Speranza ‘’Una terapia per i difetti genetici’’ - Avis Veneto Fondazione Tes ‘’Corri per la ricerca!’’ - Fondazione Radio Magica Onlus ‘’Nuovi video-libri per aiutare i bimbi’’

Lo staff della Venicemarathon si congratula con Alessandro Zanardi per questa nuova strepitosa impresa e lo attende il 22 e 23 ottobre a Venezia in occasione della 31^ Venicemarathon.
Venicemarathon invita tutti a correre solidale il prossimo 23 ottobre!
Anche quest’anno gli organizzatori della Maratona di Venezia lanciano un programma di raccolta fondi a favore di 17 associazioni no profit nazionali.
La filosofia è: corro, dono e aiuto il prossimo!
Testimonial dell'iniziativa é per il terzo anno consecutivo Alex Zanardi ''La solidarietà mi scalda il cuore''

E’ iniziata la maratona solidale per chi, domenica 23 ottobre, deciderà di correre la 31^ Venicemarathon anche per fare del bene e aiutare il prossimo. E’ partito, infatti, il Charity Program 2016 abbinato sia alla 42 km che alla 10 km che si corre in contemporanea.

Sono attualmente 17 le associazioni selezionate che potranno promuovere e finanziare importanti progetti solidali attraverso la Maratona di Venezia e di queste 4 associazioni sposano per la prima volta l’iniziativa.

La raccolta fondi è già partita e proseguirà anche dopo la Venicemarathon per permettere ad ogni associazione di raggiungere i propri obiettivi. La piattaforma di raccolta è quella di Rete del Dono e le donazioni avvengono direttamente sul portale www.retedeldono.it. Alcune onlus hanno avviato il loro percorso di raccolta con ottimi risultati. E’ il caso dell’Associazione Famiglia SMA Onlus che ha già totalizzato 45 donazioni e raccolto oltre 7 mila euro. In generale, comunque, il Charity Program ha già quasi superato i 10.000 euro di raccolta e a breve un contatore indicherà giornalmente l’ammontare delle donazioni.

La formula è molto semplice: corro, dono e aiuto il prossimo, coinvolgendo una rete di parenti e amici nel gesto di solidarietà. I fundraiser, quindi, non dovranno essere solo maratoneti, ma anche semplici appassionati che hanno a cuore il bene degli altri.

Lo scorso anno Venicemarathon raccolse 114.740 euro a favore della solidarietà: 86.740 con il Charity Program e 28.000 con le Family Run (Mestre, Riviera del Brenta e San Donà di Piave) poi destinati alle scuole che parteciparono alle manifestazioni e a favore dell'Associazione Alex Zanardi Bimbingamba. Complessivamente nel biennio 2014/2015 sono stati raccolti più di 200.000 euro. Lo straordinario risultato ottenuto in questi anni con le iniziative benefiche conferma come lo sport sia uno strumento molto efficace per veicolare messaggi di solidarietà e sostenere queste associazioni impegnate a fare del bene.

Anche quest’anno la campagna avrà come testimonial Alex Zanardi. Il grande campione di handbike ed ex pilota di Formula 1, che a settembre difenderà il doppio titolo alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, abbraccia anche stavolta il programma solidale di Venicemarathon, inserendo come sempre la sua associazione “Bimbingamba” tra le aderenti. Bimbingamba realizza protesi per i bambini che hanno subito amputazioni, malformazioni o incidenti di varia natura e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria.

''La Venicemarathon del 2009 fu la mia prima vittoria di questa carriera da ciclista paralimpico, un trampolino di lancio importante che mi ha visto poi vincere diversi titoli mondiali, tre medaglie a Londra 2012, e che mi vedrà difendere i miei titoli a Rio''. - racconta Zanardi - Questo é un periodo molto intenso per me, tra allenamenti e raduni, ma il tempo per pensare a Bimbingamba e alla solidarietà lo trovo sempre. Per il terzo anno consecutivo sono testimonial del Charity Program di Venicemarathon perchè grazie alla sensibiltà degli organizzatori ho potuto far crescere la mia associazione e aiutare molti più bambini, per cui promuovo con piacere il progetto solidale di Venicemarathon perchè l'aspetto benefico é quello che mi scalda di più il cuore''.

''Per Rio - continua Zanardi - parto con la grinta giusta per difendere il mio oro nella cronometro, nella gara in linea e l'argento in quella a squadre. Il livello é molto alto, in questi anni ho visto crescere i miei rivali più giovani, ma se sarò al top della forma ce la giochiamo fino in fondo''.

Di seguito l’elenco delle onlus e dei loro progetti:

Avis Veneto Fondazione Tes ‘’Corri per la ricerca!’’ - Street Child Italia Onlus ‘’La parola alle ragazze!’’ - Africa Mission Cooperazione e sviluppo ‘’Run for Water Run for Life’’ - Associazione Alex Zanardi Bimbingamba Onlus ‘’Corri con Bimbingamba 2016’’ - Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus ‘’Corri per la vista Run for Sight 2016’’ - Un Cuore Per Tutti Onlus ‘’Scommetiamo che...’’- Rotary International Distretto 2060 ‘’Run to End Polio #VM16’’ - Il granello di Senape ‘’VM2016: più sport in carcere’’ - Associazione Piccoli Punti ONLUS ‘’Corri con noi per fermare il melanoma!‘’ - Fondazione Città della Speranza ‘’Una terapia per i difetti genetici’’ - Airc ‘’Insieme contro i tumori femminili’’ - A.Fa.D.O.C. Onlus ‘’L’emozione di crescere!’’ - Fondazione Radio Magica Onlus ‘’Nuovi video-libri per aiutare i bimbi’’

Le nuove associazioni:
Associazione Famiglia SMA Onlus ‘’VeniceMarathon 2016 Famiglie SMA P.SMArt’’ - Iside Onlus Cooperativa Sociale ‘’runnHer Non più da sola Corri con Lei’’ - Aia 21 Onlus ‘’Aiutaci a costruire la Casa dei Bambini’’ - Fondazione Salus Pueri ‘’Corri con noi per la Pediatria!’’
I Pacers Venicemarathon
Ogni maratona è una sfida con te stesso e con i tuoi limiti. Eppure, in questa avventura lunga 42,195 km, non sarai solo.
Al tuo fianco, alla Venicemarathon 2016, ci saranno i Garmin Pacers: atleti preparati e a tua disposizione per aiutarti a raggiungere l’obiettivo, qualunque esso sia.
I Garmin Pacers saranno i tuoi angeli custodi, ti saranno utili per tenere il passo, ti sosterranno nei momenti di crisi, ti incoraggeranno a non mollare, per arrivare al traguardo nel tempo che ti sei prefisso.
Il Garmin Pacing Team è capitanato da Julia Jones e nelle prossime settimane conoscerai più da vicino tutti i ragazzi della squadra. Avrete molta strada da fare insieme: la fiducia è tutto.

Questi sono i loro nomi

Pacers 2h50’
Nicola Zuccarello
Cristiano Favaro
Marco Turri
Pacers 3h00’
Alessandro de Vincenti
Stefano Manfrin
Anthony La Salandra
Pacers 3h10’
Massimo Preziosa
Luigino Furlan
Aldo Manzi
Pacers 3h20’
Adriano Sartor
Gianluca Baratto
Paolo Rossato
Pacers 3h30’
Fabio Simionato
Giuseppe Bossi
Gianluca Ioppolo
Pacers 3h40’
Max Coppo
Tiziano Lion
Paolo Fassa
Pacers 3h50’
Cesario Barone
Alberto Serra
Davide Abbiati
Pacers 4h00’
Stefano Nalesso
Roberto Grosso
Cesare Monetti
Pacers 4h15’
Massimo Sacanna
Alvise Callegaro
Luca Corazza
Pacers 4h30’
Alina Losurdo
Gianpaolo Palladino
Andrea Leita
Pacers 4h45’
Andrea Danesin
Sabrina Tricarico
Pacers 5h00’
Mariella Dileo
Michele Ballarino
Daniela Bonizzoni
Pacers 6h00’
Paolo Manelli
Cinzia Califano
Francesco Lamparelli
Alfredo Pattaro
Paolo Fossa

E questi sono i motivi per cui hanno scelto di fare i pacers alla Venicemarathon 2016.

“Faccio il pacer per incoraggiare le persone che corrono nelle retrovie, quelli che magari temono di non farcela. Voglio ricordare loro che ognuno può trovare dentro di sé la forza e la tenacia per concludere quei 42,195 km e condividere insieme a tanti compagni di viaggio delle emozioni indimenticabili."

“La soddisfazione non è più legata al tempo che impiego io, ma alla possibilità di aiutare gli altri a raggiungere il loro sogno. Ed è una soddisfazione che dura molto di più di una vittoria personale".

"Correre per 42Km senza pensare a te stesso, ma solo alla persona che corre accanto a te, è bellissimo".

“Vederli arrivare al traguardo con il sorriso sulle labbra, indipendentemente dal tempo impiegato, è una grande emozione."

“La fatica, se è condivisa con gli amici, non è più fatica”.

“Correre contro il cronometro si può fare, è divertente. Correre e aiutare gli altri a sfidare distanza e cronometro è impagabile. Quattro ore di emozioni condivise, 42km di fatica e gioia. Essere pacer non è una missione, è uno stile di vita. Felice di esserci per gli altri”.

"Portare al traguardo con il sorriso chi magari è alla sua prima maratona, vedergli tagliare il traguardo e mettersi la medaglia al collo con le lacrime agli occhi dalla è una delle più belle emozioni che si possa provare".

Loro sono pronti per accompagnarti al traguardo, per aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.
E tu, sei pronto? Ti aspettiamo alla Venicemarathon.
31^ Venicemarathon tra arte, cultura e buona tavola
Correre la 31^ Venicemarathon del prossimo 23 ottobre significa attraversare un percorso scenograficamente unico al mondo. Dalla Riviera del Brenta, dove sorgono le splendide ville cinquecentesche dei ricchi mercanti veneziani che presero a fare di questa zona la loro dimora estiva, fino al cuore di Venezia. Ecco cosa potrete ammirare correndo.

La gara parte dalla maestosa Villa Pisani a Stra, la ‘regina’ delle ville della Riviera del Brenta e oggi sede del Museo Nazionale. La maestosa villa dei nobili Pisani, una delle principali mete turistiche del Veneto,ha ospitato nelle sue 114 stanze dogi, re e imperatori, ed oggi è un museo nazionale che conserva arredi e opere d'arte del Settecento e dell'Ottocento. Il suo parco - vincitore del Premio il Parco più bello d'Italia 2008- incanta per le scenografiche viste e le originali architetture: dall'elegante Coffee House settecentesca all’Esedra, dal famoso labirinto di siepi - uno tra i più importanti d'Europa – alla preziosa raccolta di agrumi nell’Orangerie e di piante e fiori nelle Serre Tropicali.
La partenza rimarca l’unione tra Venezia e la sua terraferma, legame storico e artistico. Da qui, infatti, inizia la famosa e bellissima Riviera del Brenta, perla della provincia veneta. La strada costeggia il Brenta in un paesaggio di sublime armonia tra natura e architettura che si specchia nelle acque del fiume. Presto sulla sinistra si incontra un altro palazzo nobiliare storico, Villa Soranzo. La gara prosegue poi verso Fiesso D’Artico, un paese di quasi mille anni di vita, il cui nome deriva dal latino “flexum” (ansa) e in seguito venne aggiunto Artico, in onore di colui che ideò la deviazione che liberò i cittadini dall’incubo delle inondazioni. Dopo Stra e Fiesso, il terzo paese che si incontra è Dolo, dove gli atleti ricevano calorosi incoraggiamenti dalla simpatica gente del luogo che si incammina verso la chiesa per andare a Messa. Il campanile si staglia altissimo ben visibile dal percorso e l’immediata sintonia che si instaura tra la gara e la vita domenicale di questo paese rende ancora più piacevole l’avventura dei partecipanti. Una volta in Dolo, guardando sulla destra verso la sponda opposta del canale, si possono osservare coloratissime casette, il vecchio molino demaniale con la ruota ancora in funzione e la costruzione dell’antico “squero” (il cantiere di barche). Appena fuori dall’abitato si incontrano Villa Ferretti (una delle prime costruite in zona) sulla destra e Villa Tron sulla sinistra. In località Cesare Musatti si incontra, invece, Villa Badoer. Adesso è la volta di Mira, il più grande paese finora incontrato con i palazzi nobiliari come Villa Venier, Villa Giustinian-Mocenigo, Villa Bon, Villa Valmarana e Villa Widmann, una di fronte all’altra. La gara ora raggiunge Oriago, dove case, chiese e antichi palazzi nobiliari (tra cui Villa Gradenigo e Villa Mocenigo) si susseguono e fanno da cornice alla maratona. Come avviene ormai da diversi anni, i corridori saranno anche allietati, intrattenuti e rinvigoriti dall’iniziativa “Anima la Maratona”, che vede gruppi locali esibirsi con musica dal vivo di vario genere (folk, jazz, reggae, rock, revivals). Siamo ormai quasi alla fine della Riviera del Brenta e Villa Foscari dà l’arrivederci agli atleti. Il percorso però attraversa adesso un'altra parte molto suggestiva: il centro storico di Mestre. La gara si addentra nelle vie del centro tra il calore della folla e Piazza Ferretto accoglie nel suo salotto il transito degli atleti. La corsa prosegue poi attraverso il Parco San Giuliano, il polmone verde della città, lungo i suoi viali verdi e con vista mozzafiato sulla laguna e Venezia. Arriviamo infine a Venezia. Da qui fino alla fine vivrete la parte più magica e leggendaria della corsa e il paesaggio pittoresco vi aiuterà ad affrontare i famosi ponti. Sulla destra, dall’altra sponda del canale, si possono contemplare le case colorate e le chiese dell’isola della Giudecca, tra cui troneggia quella del Redentore. E mentre si superano con più o meno grinta i ponti non c’è da stupirsi se si viene incoraggiati da caratteristici gondolieri transitanti da basso lungo gli stretti canali. Il 40° km porta gli atleti fino ai Magazzini del Sale (Punta della Salute) e da qui si prova l’esperienza di “correre sull’acqua” grazie al ponte di barche che attraversa il Canal Grande. Inizia da qui l’ultima parte del percorso con il passaggio attraverso una delle piazze più belle al mondo, Piazza San Marco. Questo sarà uno dei momenti più emozionanti ed esaltanti in una meravigliosa cornice e tra due ali di folla. Il tracciato poi prosegue con l’attraversamento degli ultimi 8 ponti da superare. Tra questi il più suggestivo è il Ponte della Paglia, subito dopo San Marco: sulla sua sinistra si scorge il Ponte dei Sospiri, che in passato congiungeva Palazzo Ducale alle carceri (si dice che il nome derivi proprio dai lamenti dei prigionieri) e infine il tanto atteso traguardo in Riva Sette Martiri.


- Molti ristoranti lungo il Brenta sono meta di buongustai che arrivano da ogni parte per il menù di pesce tipico della Riviera. Un menù frutto di una secolare tradizione veneziana sono le 'moleche' (granchi fritti e tenerissimi alla muta del carapace), le 'masenete' (granchi bolliti e 'scoperchiati'), i 'bovoleti' (lumachine con battuta di aglio e prezzemolo).
Gli antipasti spaziano invece dalle 'sarde in saor' (sardine fritte lasciate riposare in una salsa agro - dolce fredda di cipolla, pinoli, uvetta) alle cannocchie, dai polipetti bolliti alle uova di seppia, dalle lumache di mare ('garusoli') al 'granxoporo' (grandi granchi bolliti e ripassati al frono con odori), dai gamberetti con la polenta al sauté di vongole fino alle capesante ingentilite da un goccio di liquore.
Segue il primo: un risotto di mare, due spaghetti alle vongole, fettuccine al nero di seppia, pasticcio di pesce, una zuppa di mare o un altro piatto di pasta come il tradizionale 'risi e bisi' magari alternati a piatti antichi come le seppioline alla veneziana, il baccalà mantecato, l'anguilla al pomodoro.
Infine, il piatto forte: una grigliata mista o un rombo, un'anguilla, un branzino, moleche ripiene, un altro pesce bianco ai ferri, o una 'bosega' di valle bollita, nei mesi giusti.
Oppure un fritto. Il tutto accompagnato da una buona bottiglia veneta: un prosecco di Conegliano o, per chi ama i vini più fermi, da un pinot grigio, un riesling, un sauvignon o una ribolla gialla. Da non perdere, in chiusura, lo sgroppino di gelato tagliato con prosecco e una punta di vodka. -
Fonte:Comune di Dolo, http://bit.ly/2aw5o9p

- Nella tradizione culinaria veneziana hanno grande visibilità i risotti e le ministre di pasta: oltre al risi e bisi e al riso con gli asparagi (sparasi), la pasta e fagioli (fasoi) e i mitici bigoli, pasta lunga fatta con grano tenero, acqua e sale. Tra i secondi di carne il più famoso è il fegato alla veneziana cotto con le cipolle, ma di gran gusto sono anche la pastissada de manzo con verdure, chiodi di garofano e cannella e le decine di ricette a base di anatra sia ripiena che in agrodolce. Per i secondi di pesce la scelta è pressoché infinita. Da non perdere è il baccalà mantecato, il bisato su l’ara (l’anguilla cotta sulla pietra, piatto tipico di Murano), le seppie col nero, le sardelle in saor (sarde cotte con cipolle, uvetta e pinoli da mangiare freddo), i caparossoli in cassopipa (vongole di mare o di laguna), le cape longhe saltae (cannolicchi cotti nell’olio), le moleche fritte (granchi molli) e poi branzino, cefalo, coda di rospo, polipetti, ecc. Tra i contorni della cucina veneziana sono da assaggiare i castraure impanae (carciofini impanati), i fagioli conditi con la cipolla e le patate alla veneziana, patate tagliate a dadini e stufate in olio, brodo vegetale e cipolla tritata. Infine, tra i dolci della gastronomia veneziana, da non perdere le fritole fatte con pastella di farina, uova, uvetta sultanina e pinoli, i baicoli, biscotti secchi serviti con caffè e zabaione e gli spuncioti de caramel spiedini di frutta secca e chicchi d’uva immersi in zucchero caramellato.Tutti questi sono solo alcuni esempi dei piatti presenti nei ricchi menù dei ristoranti di Venezia e delle isole della Laguna. Per accompagnare queste prelibatezze le carte dei vini propongono i nettari delle 17 zone di produzione vinicola Doc del Veneto, da cui si ricavano tra gli altri il Bardolino, il Bianco di Custoza, il Breganze di Vicenza, il Valpolicella, il Soave, il prosecco di Conegliano e di Valdobbiadene. -
Fonte: That’s Venice, www.thatsvenice.it
31^ Venicemarathon: 10 buoni motivi per sceglierla!
Domenica 23 ottobre si correrà la 31^ Venicemarathon da Stra a Riva Sette Martiri in Venezia. Ecco 10 buoni motivi per metterla in agenda.

 ''Partire'' dentro una Villa del 700 e correre in Piazza San Marco all’ombra del campanile sono già di per sé due elementi che rendono unica nel mondo la Venicemarathon, che domenica 23 ottobre taglierà il traguardo delle 31 edizioni.
Ma Venicemarathon non è solo questo! Ecco 10 elementi che ne arricchiscono l’identità e che possono regalare al partecipante un’esperienza unica e indimenticabile.

La data
L’autunno è il periodo delle grandi maratone, poiché il clima è ancora mite, né troppo caldo e né troppo freddo. Il 23 di ottobre è quindi una delle date ideali per affrontare la grande sfida di una 42 km, con la quiete e i colori dell’autunno veneziano che accompagnerà i moltissimi appassionati lungo tutto il percorso. Tra l’altro, luglio è proprio il momento ideale per cominciare a preparare la maratona o la 10K del 23 ottobre: un timing perfetto per provare a realizzare il proprio obiettivo cronometrico o preparare l’esordio.

Il percorso
Unico nel suo genere è il tracciato della Maratona di Venezia, che parte dalla settecentesca Villa Pisani a Stra, aperta e visitabile dai corridori la mattina stessa della gara, e arriva nel cuore di Venezia in Riva Sette Martiri. Il tracciato è scenografico fin da prima della partenza: il suggestivo interno di Villa Pisani con il suo magico labirinto che accoglie gli atleti allo start, e poi i primi chilometri che costeggiano la Riviera del Brenta con le meravigliose ville storiche. Dopo il transito nel “salotto” di Mestre e gli ampi spazi del Parco San Giuliano, gli atleti entrano in Venezia dove li attende lo spettacolo degli ultimi 2 km, con l’attraversamento del Canal Grande sul ponte di barche appositamente creato per la manifestazione, il “giro d’onore” in Piazza San Marco, e il traguardo in Riva Sette Martiri tra due ali di folla. Un pubblico che affolla tutti i 42,195 km del tracciato assieme all’immancabile intrattenimento musicale delle 30 band che “Animano la Maratona” distribuite lungo il percorso.

Servizi e organizzazione
Uno degli obiettivi principali del Venicemarathon Club è da sempre quello di fornire servizi di altissima qualità ed efficienza all’atleta, motivo per cui Venicemarathon è sempre stata una maratona a numero chiuso, dove il comfort dell’atleta è sempre la massima priorità,prima, durante e dopo la gara, con trasporti puntuali e gratuiti verso la partenza e dall’arrivo all’hotel, ma anche efficiente gestione delle sacche indumenti personali, dei ristori lungo il percorso e del post-gara. Ma l’obiettivo è anche la massima fruibilità dell’evento per accompagnatori e famiglie, al fine di rendere il weekend Venicemarathon indimenticabile per tutti.

La 10 km
Un altro buon motivo per venire a Venezia il prossimo 23 ottobre è la possibilità di optare anche per una 10 km (competitiva e non) anche quest’anno tappa conclusiva del Garmin Running Tour 10K. La gara ricalca esattamente gli ultimi 10 km della Venicemarathon con partenza al Parco San Giuliano di Mestre, il passaggio sul Canal Grande e in Piazza San Marco e l’arrivo in Riva Sette Martiri, ripercorrendo l’emozione dell’ultimo memorabile tratto di Venicemarathon. La 10K è inoltre la gara adatta agli accompagnatori ed in generale per chi non è ancora pronto ad affrontare una maratona, ma che vuole essere comunque parte della festa Venicemarathon.

Un’occasione turistica da vivere di corsa
Venezia e la Riviera del Brenta possono diventare un’occasione di turismo soprattutto se abbinate a Venicemarathon. Gli organizzatori, infatti, hanno approntato speciali pacchetti turistici studiati appositamente per atleti, famiglie ed accompagnatori per godersi in pieno relax il soggiorno nella Serenissima o in Riviera del Brenta, un’altra perla del Veneto con le sue ville e i suoi canali, e per abbinare l’emozione della maratona con la bellezza del paesaggio, dell’arte e della cultura del territorio.
Inoltre si organizzano visite guidate di corsa nel centro storico per scoprire, all'alba gli angoli della Venezia minore.

Le Alì Family Run
Nel ricco programma Venicemarathon c’è spazio per le famiglie, per i più giovani e per gli amici a 4 zampe con le Alì Family Run: tre manifestazioni non competitive di circa 3 km, l’ultima delle quali partirà dai viali verdi in mezzo alla natura del Parco San Giuliano di Mestre il 22 ottobre, la vigilia della Venicemarathon, vicino all’area Exposport – Venicemarathon Village. Le altre due Family Run anticipano invece di qualche settimana e si svolgeranno rispettivamente a San Donà e a Dolo-Riviera del Brenta.

La solidarietà
Da sempre Venicemarathon associa alle proprie iniziative una finalità benefica, sostenendo diversi progetti di solidarietà. Da qualche anno, oltre a raccogliere fondi tramite le Family Run, gli organizzatori hanno scelto la strada del fundraising tramite la piattaforma Retedeldono, aumentando così il numero di progetti da sostenere e dando la possibilità ai runners di affiancare alla propria impresa sportiva quella solidale, creando una rete di supporter tra amici e parenti. Lo scorso anno, con il Charity Program, sono stati raccolti 115.000 euro.

I grandi campioni
La Venicemarathon è anche l’occasione per correre al fianco di Ivan Basso l’ex ciclista vincitore di due edizioni del Giro d’Italia (2006 e 2010) e per due volte sul podio al Tour de France, che farà il suo esordio sulla 42km proprio a Venezia e conoscere campioni come Stefano Baldini, medaglia d’oro di maratona ai Giochi Olimpici di Atene 2004. Presente anche Alex Zanardi, ex campione di Formula 1 ed oggi campione paralimpico di handbike. Quest’ultimo inoltre è da molti anni testimonial della raccolta benefica e la sua onlus Bimbingamba rientra nel progetto di fundraising. Una Venicemarathon che ha visto inoltre correre i più grandi campioni azzurri del passato come lo stesso Baldini, Gelindo Bordin, Salvatore Bettiol e Danilo Goffi.

Evento Green
Anche quest’anno la Venicemarathon sarà “Evento Green”. Come sempre, gli organizzatori della maratona si impegnano nell’ambito della sostenibilità, adottando una serie di pratiche atte a diminuire l’emissione di CO2, alla salvaguardia dell’ambiente, alla massima pulizia del percorso e non solo, incentivando la mobilità sostenibile e l’utilizzo di mezzi pubblici.

La famiglia Venicemarathon
Entrare nella famiglia Venicemarathon significa poter disporre di un fitto calendario di eventi e iniziative fruibili per tutti, durante tutto l’anno come il Venice Night Trail e l’Alì Venice Running Days (aprile), la Moonlight Half Marathon (maggio), la Primiero Dolomiti Marathon (luglio) e la Venicemarathon (ottobre). Con la Fidelity Card è possibile inoltre partecipare a tutti gli eventi godendo di tutti i vantaggi.
Ivan Basso alla 31^Venicemarathon
Dal ciclismo alla Maratona: Ivan Basso alla 31^Venicemarathon

Dalla corsa in biciletta alla corsa a piedi. La 31^ Venicemarathon vedrà ai nastri di partenza domenica 23 ottobre Ivan Basso, l’ex ciclista vincitore di due edizioni del Giro d’Italia (2006 e 2010) e per due volte sul podio al Tour de France.
Esordio in maratona per il corridore varesino che ha scelto proprio la Venicemarathon per correre la sua prima 42km.

Ogni settimana, Basso racconterà nella pagina “Running” del sito della Gazzetta dello Sport la sua impresa, la fatica, le soddisfazioni, i progressi e persino i momenti di sconforto.

Queste le prime parole del suo diario:

 “Domenica 23 ottobre voglio partecipare alla maratona di Venezia. Ho scelto questo appuntamento perché voglio che la mia prima maratona sia in Italia, in una città stupenda, e perché si corre in un periodo in cui il lavoro mi lascia più tempo libero. A partire da questa stagione infatti sono coordinatore tecnico per la Tinkoff, il team di Alberto Contador e Peter Sagan, la mia ultima squadra. Dal 2 luglio seguo in ammiraglia i nostri nove ragazzi nell’avventura del Tour de France, ma nel frattempo ho un programma di allenamento ben preciso: sarà il mio Tour a piedi…Per 37 anni la bici ha sempre fatto parte della mia vita: 17 stagioni da professionista, due Giri d’Italia vinti, due volte sul podio del Tour de France. Quando in ottobre ho scelto di ritirarmi, però, ho riscoperto una passione importante. Con il problema che ho avuto – il tumore al testicolo che mi è stato diagnosticato all’ultimo Tour e per il quale sono stato operato – il ciclismo non era più indicato. Così mi sono avvicinato alla corsa. Per prima cosa, ho chiesto consiglio a Davide Cassani, l’attuale c.t. della Nazionale di ciclismo, uno che è riuscito a conciliare running e due ruote. Ho iniziato con camminate e corsette sempre più frequenti. Poi è nata un’idea”.

La meticolosa preparazione del grande campione sarà quindi raccontata sul sito di Gazzetta.it e sui social network di Venicemarathon.
Venicemarathon e Los Angeles Marathon corrono assieme!
Siglato un importante accordo di promozione sportiva e turistica tra gli organizzatori delle due maratone.

Venicemarathon allarga sempre di più i suoi orizzonti e vola oltreoceano. E’ stato infatti siglato in questi giorni un importante accordo di partnership tra il Venicemarathon Club e gli organizzatori della 32^ Los Angeles Marathon, celebre 42 chilometri, in programma il prossimo 19 marzo 2017, che attraversa tutti i più importanti quartieri della “Città degli Angeli” come Beverly Hills, Hollywood e Santa Monica.

Oltre alla condivisione di serie di attività di comunicazione, marketing e promozione congiunte, la partnership prevede un concorso che farà vincere a due coppie di persone non solo il pettorale della 31^ Venicemarathon per il prossimo 23 ottobre, ma addirittura un viaggio da Los Angeles a Venezia con soggiorno da sogno ed itinerari che faranno scoprire tutte le bellezze di Venezia e del Veneto. Questo ‘contest’ partirà a breve su Facebook attraverso una specifica App ed i vincitori saranno annunciati il prossimo 22 giugno.

Allo stesso modo, maratoneti e appassionati italiani potranno vincere viaggi per due persone da Venezia a Los Angeles nei quali, oltre a partecipare alla maratona americana di metà marzo, potranno visitare i luoghi più belli della California in una settimana da sogno. Il 12 ottobre si potranno scoprire i nomi dei fortunati che si sono aggiudicati il viaggio oltreoceano.

Quella siglata dagli organizzatori della Maratona di Venezia è una partnership quindi che valorizza, ancora una volta, l’aspetto turistico e promozionale della Venicemarathon e del suo contesto ambientale unico al mondo, e che sicuramente aiuterà ad incrementare il ritorno d’immagine all’estero e la ricaduta in termini di indotto economico sul territorio.

“Con grande piacere e orgoglio stringiamo quest’importante partnership con gli organizzatori della Maratona di Los Angeles – commenta il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva – una collaborazione che unisce idealmente un’antica città europea ad una moderna metropoli americana, entrambe uniche al mondo per la loro fama e bellezza e impegnate a promuovere la comune passione per la maratona e lo sport in funzione anche dello sviluppo del turismo”.

“Siamo davvero lieti di poter dare vita a questo gemellaggio con una maratona di rilevanza internazionale che ha luogo in uno dei più bei posti al mondo”, dichiara Tracey Russell, Capo Esecutivo di Conqur Endurance Group. “Questa è un’opportunità unica per promuovere a livello globale la nostra bellissima città e la sua maratona, diventata un “must” nel mondo sportivo.”
L’Usa Tour Running4Tyler ha raccolto 3.500 euro
ll tour benefico a tappe negli Stati Uniti di Nicola Di Silvio, podista, web running motivator e amico di Venicemarathon, si è concluso lo scorso 3 aprile, dopo aver attraversato 12 stati in 17 giorni, percorso 8000 km in auto e raccolto circa 3.500 euro, di cui una parte devoluti a favore dell’Associazione Spina Bifida del New Hampshire. L’idea di questo tour, partito il 17 marzo scorso, è nato dalla volontà dalla mamma di Tyler, un ragazzo americano di 10 anni affetto da spina bifida e costretto alla sedia a rotelle, la quale dopo aver conosciuto Nicola gli ha proposto di organizzare un tour a tappe negli Stati Uniti - l'Usa Tour Running4Tyler - attraverso il quale creare eventi di running per sensibilizzare l'opinione pubblica e raccogliere fondi a favore della ricerca sulla spina bifida. Venicemarathon, da sempre molto sensibile e vicina al mondo della solidarietà, ha seguito e sostenuto l’impresa di Nicola.

“Il viaggio è andato secondo i piani e le aspettative - racconta Nicola - In ogni tappa abbiamo organizzato Fun Run di circa 8 km e Pizza Party in onore di Tyler, che è un grande appassionato della pizza. Il primo evento è stato proprio a casa di Tyler, vicino a Boston. Una bellissima serata in onore della pizza alla Diavola e il giorno successivo una divertente corsa nel verde quartiere dove abita assieme a tante famiglie e bambini, che hanno permesso di raccogliere l'importante somma di 1000 dollari. Il resto dei fondi li ho raccolti nelle tappe successive. Mi sono quindi spostato a Orlando (Florida) dove assieme agli amici dell’Orlando Runners Club abbiamo organizzato una corsa nel centro della città e un pizza party. Successivamente ho guidato fino ad Atlanta (Georgia) dove ho organizzato una corsa nei due parchi più belli della città e pizza party, dopodiché ho raggiunto Jefferson City (Missouri) nei giorni di Pasqua e poi Chicago dove, anche qui, abbiamo organizzato una splendida Fun Run nel verde di Crest Hill e un pizza party. Infine, mi sono spostato a DuBois (Pennsylvania) dove abbiamo organizzato un’ultima e indimenticabile Fun Run e pizza party. Sono rientrato in Italia il 3 aprile con il cuore pieno di ricordi e forti emozioni, contento di aver aiutato il mio piccolo amico Tyler.”
Venicemarathon sostiene l’Usa Tour Running4Tyler
E’ finalmente partito il tour a stelle e strisce di Nicola Di Silvio per aiutare il piccolo Tyler, un ragazzo americano di 10 anni affetto da spina bifida e costretto alla sedia a rotelle e Venicemarathon, da sempre molto sensibile e vicina al mondo della solidarietà, segue e sostiene l’impresa di Nicola e del piccolo Tyler. 

L’amicizia tra Nicola e Tyler risale a circa due anni fa, quando i due si conobbero grazie a mamma Ami. Da subito nacque un forte legame tra i due e fu proprio Ami a proporre a Nicola di creare una corsa a tappe benefica con il figlio. Dopo qualche mese di riflessione, Nicola capì che non poteva deludere il suo giovane amico, e così nacque l’idea di creare un tour a tappenegli Stati Uniti (Usa Tour Running4Tyler), nei quali creare eventi di running per sensibilizzare l'opinione pubblica e raccogliere fondi a favore della ricerca sulla spina bifida.

Nicola è sbarcato a Boston la sera del 17 marzo e resterà negli Stati Uniti fino al 3 aprile, spostandosi tra Boston, Orlando, Chicago e Penfield per un totale di 7000 chilometri in auto.

In ognuno di queste città organizzerà, assieme d altre persone ed organizzazioni, diverse “Fun Run” e “Pizza Party” benefiche, visto che Tyler che un grande amante della pizza.

Il primo Pizza Party e la prima Fun Run si sono svolti proprio a casa di Tyler, vicino a Boston. Una bellissima serata in onore della pizza alla Diavola e il giorno successivo una divertente corsa di 8 chilometri nel quartiere dove abita Tyler, assieme a tante famiglie e bambini, che hanno permesso di raccogliere già l'importante somma di 1000 dollari.

I prossimi appuntamenti sono:

21 marzo Orlando: corsa di circa 8 km organizzata dagli Orlando Runners Club con pizza party.

29 marzo: Chicago - corsa di circa 8 Km, con pizza party finale. 

31 marzo Penfield - evento di corsa sempre per raccogliere  fondi a favore della spina bifida

Nicola ha inoltre aperto due circuiti di fundraising per la raccolta fondi: uno dal nome #TylerPizza e l’altro ‘Running For Tyler’ aperto sul circuito “Gofundme”. Inoltre saranno inoltre vendute t-shirts ricamate.
Una #TylerPizza
Una #TylerPizza

Da oggi inizia una rubrica settimanale, dove vi racconteremo belle storie, seguiremo imprese e daremo spazio a notizie che non ne hanno. Una TylerPizza è la prima bella storia di oggi.

Venicemarathon, da sempre molto sensibile e vicina al mondo della solidarietà, quest’anno sbarcherà anche oltreoceano per aiutare Tyler, un ragazzo americano di 10 anni affetto da spina bifida, malattia congenita che limita i movimenti corporei e che lo costringe alla sedia a rotelle.

Questa bella storia ha come protagonista Nicola Di Silvio, un amico di Venicemarathon, podista e web running motivator.

L’amicizia tra Nicola e Tyler risale a circa due anni fa, quando i due si conobbero grazie a mamma Amy. Da subito nacque un forte legame anche perché Tylor, malgrado i numerosissimi interventi ai quali si è sottoposto, ha subito mostrato una grande forza di volontà, uno splendido sorriso e tanta simpatia per Nicola.

Alcuni mesi fa Amy contattò Nicola per chiedergli se era disposto a correre con il figlio. Dopo qualche mese di riflessione, Nicola capì che non poteva deludere il suo giovane amico, e così nacque l’idea di creare un tour a tappe negli Stati Uniti, nei quali organizzare eventi di running per sensibilizzare l'opinione pubblica e raccogliere fondi a favore di questo straordinario bambino.

L’avventura avrà inizio il prossimo 17 marzo, St. Patrick’s Day – il giorno di San Patrizio, quando Di Silvio volerà a Boston e correrà assieme a Tyler nel primo evento di questo tour, con l’obiettivo di far vivere al giovane una giornata diversa e molto speciale. Qualche giorno dopo, si trasferirà in Florida poiché coinvolto nell’organizzazione di un evento proprio ad Orlando con gli Orlando Runners clubs e le associazioni ‘spina bifida’ della Florida centrale, mentre il 24 marzo si dirigerà verso la Georgia, Il Tennessee, il Missouri, l'Illinois, la Pennsylvania per partecipare a charity running ed allenamenti.

Nel frattempo Nicola ha messo in piedi due circuiti di fundraising: uno dal nome #TylerPizza, visto che Tyler è ghiotto di pizza alla Diavola e da grande vorrebbe aprire proprio una pizzeria e l’altro ‘Running For Tyler’ aperto sul circuito “Gofundme”. Inoltre saranno inoltre vendute t-shirts ricamate.

Venicemarathon seguirà l’impresa di Nicola, per sostenere il piccolo Tyler.
Ecco i Venicemarathon Events 2016
Quest’anno il Venicemarathon Club porta a correre tutti gli appassionati nei parchi, al mare, in montagna e in città d'arte con il ricco progetto ‘Venicemarathon Events 2016’. 

Un’offerta 2016 che presenta nuove proposte, anche al di fuori del territorio veneziano, che si pongono come obiettivo quello di diversificare gli eventi, abbinare sempre la versione non competitiva a quella competitiva per avvicinare più persone al mondo del running e del jogging in ogni sua forma, offrendo prodotti di qualità capaci di arricchire a loro volta l’indotto economico del territorio che li ospita e di lanciare messaggi ricchi di valori sociali. 

Andando per ordine, la prima novità riguarda “Alì Venice Running Days” in programma sabato 23 e domenica 24 aprile: un intero weekend di sport e divertimento per tutti. Si inizia sabato 23 con la prima edizione del "Venice Night Trail", un trail notturno di 16 km con partenza alle ore 21, che si svilupperà nel cuore di Venezia lungo calli e campielli, su e giù per 51 ponti della città. Una manifestazione affascinante per correre e scoprire la magia di Venezia anche di notte e per quest'anno con un limite di partecipazione fissato a quota 2.000.

Il programma prosegue poi la mattina successiva, domenica 24, al Parco San Giuliano di Mestre con la Corrimestre (10 km) e la  Panoramica (la corsa green non competitiva di 5, 11 e 18km) e tutte le manifestazioni di contorno studiate per i più piccoli.

Una proposta sportiva spalmata su due giorni che offre la possibilità di partecipare al Challenge Running Days: iscriversi cioè al Night Trail e alla Corrimestre in un’unica soluzione. 

Il calendario prosegue in maggio con la Moonlight Half Marathon e la Garmin Forerunner 10K. L’appuntamento con la corsa "al chiaro di Luna" da Cavallino Treporti a Jesolo è fissata per sabato 28 maggio. Lo scenario unico della laguna di Venezia al tramonto farà come sempre da cornice a questa doppia manifestazione: la 21,097 km competitiva e la 10 km competitiva e aperta a tutti. 

L’altro nuovo evento dell’anno sarà la prima Primiero Dolomiti Marathon, organizzata in collaborazione con la U.S. Primiero e in programma sabato 2 luglio. Tre saranno i percorsi mozzafiato di questo trail, di diversa lunghezza e difficoltà, che si svilupperanno lungo le valli incontaminate di Primiero e San Martino di Castrozza (Tn): 42 km, 26 km e 6.5 km adatti sia ai corridori più esperti che ai neofiti della montagna, con percorsi aperti a tutti. Un’occasione unica per correre in un ambiente incantevole e tra i più spettacolari al mondo, dichiarato dall'UNESCO patrimonio naturale dell'umanità.

L’appuntamento clou sarà come sempre la 31^ Venicemarathon in programma domenica 23 ottobre e che verrà abbinata alla Garmin Forerunner 10K. La Maratona di Venezia avrà come prologo le tre Family Run (San Donà, Riviera del Brenta e Mestre) che si disputeranno nelle settimane precedenti e che coinvolgeranno studenti e appassionati di tutte le età dell'area metropolitana.

Per tutti, l’occasione da non perdere è quella del jackpot, con l'acquisto della Fidelity Card che permetterà, con un’unica iscrizione, di partecipare a tutti e cinque gli eventi. 

Ma le novità non finiscono qui! Il Venicemarathon Club organizzerà anche quest’anno il programma di allenamenti collettivi gratuiti "Corri X" che lo scorso anno ha riscosso molto successo. Quest’anno l’intenzione degli organizzatori è di realizzare gli appuntamenti non solo sul territorio veneziano, ma di esportarli anche al di fuori per permettere a sempre più persone di correre in compagnia assieme ad esperti del settore. Il primo di questi sarà una special edition in occasione del Carnevale di Venezia, sabato 6 febbraio, con partenza alle ore 8.00 del mattino e corsa in maschera nel cuore della città più bella del mondo. La manifestazione è gratuita e aperta a tutti, maggiori informazioni saranno disponibili a breve qui sul sito e sulla pagina facebook CorriX.Città di Venezia. Il calendario degli altri appuntamenti verrà pubblicato a breve. 

Infine, venerdì 22 gennaio (alle ore 20 al Russott Hotel di Mestre) verrà presentata alla stampa la squadra del Venicemarathon Running Team che si arricchisce quest'anno con l'ingresso di Eyob Ghebrehiwet Faniel, il giovane e fortissimo mezzofondista azzurro di Bassano del Grappa, che già si era messo in bella luce a Jesolo lo scorso anno vincendo la Moonlight Half Marathon.  

Ricapitolando, ecco tutti gli appuntamenti da segnare in agenda: 

Sabato 6 febbraio: Corri X di Carnevale "Special Edition" – Venezia 

Sabato 23 aprile: Alì Venice Running Days - Venice Night Trail - Venezia

Domenica 24 aprile: Alì Venice Running Days - Corrimestre e Panoramica – Parco San Giuliano Mestre

Sabato 28 maggio: Moonlight Half Marathon – Garmin Forerunner 10K - Jesolo

Sabato 2 luglio:  Primiero Dolomiti Marathon – Primiero, San Martino di Castrozza (Tn)

Domenica 23 ottobre: 31^ Venicemarathon – Garmin Forerunner 10K - Venezia