Tra le stelle dei 42 chilometri che splenderanno sul percorso della 22ª edizione di Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia anche quest’anno ci saranno Ivana Iozzia e Lenah Cheruiyot.

Sarà quindi di nuovo sfida tra le due atlete, una sfida che già l’anno scorso aveva entusiasmato e che aveva visto la keniana vincere l’edizione 2006 in 2h33’44’’ davanti alla connazionale Tegla Loroupe (2h35’50’’) e all’azzurra Iozzia che, dopo essere stata in testa fino a metà percorso, aveva chiuso al terzo posto con 2h36’13’’.

L’atleta comasca, campionessa italiana di maratona in carica, classe 1973, dal passato di pallavolista a livello agonistico, si è dedicata alla corsa quasi per caso solo 7 anni fa, grazie ad un viaggio omaggio dell’azienda tessile per la quale lavora tuttora che la selezionò per partecipare alla maratona New York. Al suo attivo ben sette maratone, tra cui appunto Venezia l’anno scorso.

“Di Venicemarathon ho un bellissimo ricordo – dichiara Ivana Iozzia – non solo per il percorso, ma anche per il tifo e il calore della gente che incitava tutti gli atleti lungo il tracciato. È con grande entusiasmo che quindi ritorno a correre in laguna, una maratona dall’alto livello tecnico e dalle forti avversarie. Sono contenta anche del cambiamento di percorso all’interno del Parco San Giuliano, dove gli accorgimenti dello staff organizzativo renderanno meno tortuoso il nostro passaggio, un segno dell’attenzione che già l’anno scorso avevo riscontrato da parte dell’organizzazione”.

Tra le avversarie che l’azzurra si troverà ad affrontare ci sarà ancora Lenah Cheruiyot, la vincitrice della passata edizione.
L’atleta keniana, dopo due maternità e diversi problemi di salute, è tornata proprio l’anno scorso ad allenarsi seriamente e ad ottenere ottimi risultati tra cui la vittoria a Venezia 2006 e, nella primavera di quest’anno, il quarto posto a Roma dove ottiene il suo miglior tempo di sempre, 2h29’31’’. Obiettivo per Venezia 2007: tagliare il traguardo in 2h27’.