Oscar Pistorius e Alex Zanardi ‘lanciano la volata’ alla 24a Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia del prossimo 25 ottobre. Il pluricampione paralimpico dei 100, 200 e 400 metri ed il grande pilota di Fomula 1 e Formula Cart – oggi protagonista anche nelle gare di handbike – si sono ritrovati questa mattina nelle eleganti sale del Casinò di Venezia assieme al sindaco di Venezia Massimo Cacciari, al Presidente del Venicemarathon Club Enrico Jacomini, al direttore generale del Casinò di Venezia nonché "padrone di casa" Carlo Pagan, al Presidente del CONI Provinciale Renzo De Antonia e all’Assessore ai Lavori Pubblici Mara Rumiz per presentare la 24a edizione della Maratona di Venezia e tutti i progetti sociali e di solidarietà ai quali essa è legata.

Alex Zanardi sarà al via della 24a Venicemarathon come uno dei favoriti nella gara di handbike, mentre Oscar si diletterà nella Family Run, la 4 km non competitiva riservata alle famiglie che si svolge il sabato prima della maratona. Entrambi scenderanno in campo anche a fianco del progetto “Venezia Accessibile - le barriere si superano di corsa” per sostenere l’iniziativa portata avanti dal Comune di Venezia, ma nata dalla sensibilità degli organizzatori della Venicemarathon, che prevede il prolungamento del periodo di posizionamento delle rampe di legno sui 13 ponti della maratona, per facilitare fruibilità ed accessibilità della città ai portatori di handicap.

“Sono davvero onorato di essere testimonial di questo importante progetto
– ha dichiarato il campione sudafricano – e quest’anno parteciperò ancora più attivamente prendendo parte alla Family Run nel Parco San Giuliano. Dopo i Mondiali di Berlino, potrebbe essere la gara che più m’impensierisce”.

Anche per Alex forte è l’impegno per l’accessibilità di Venezia: “Voglio aiutare a rendere sempre più nota e famosa questa splendida iniziativa che rende Venezia accessibile a chi è in carrozzina o comunque ha difficoltà nell’affrontare i ponti e le barriere architettoniche che questa città, per conformazione, presenta. Queste persone normalmente tendono a chiudersi in casa privandosi del piacere di viaggiare o semplicemente di uscire perché spaventati delle difficoltà. È  per questo che vengo a Venezia, per correre nella gara di handbike nel migliore dei modi per farmi promotore di quest'importante iniziativa”.

“Oscar ed Alex ci aiutano ad amplificare il messaggio che la Maratona di Venezia e lo sport in generale devono essere accessibile a tutti ”
– ha sottolineato il Presidente del Venicemarathon Club Enrico Jacomini.

Gli atleti della Venicemarathon quest’anno correranno anche per aiutare il progetto Bimbingamba dell’Associazione Nicolò Campo, di cui Alex è testimonial, nato per fornire protesi a bambini che a causa di malattie, incidenti, guerre hanno subito la perdita di uno o più arti. Alex ha deciso di sfruttare tutte le conoscenze e le esperienze acquisite in termini di protesi e tecnici/ortopedici da quando nel 2001 perse gli arti inferiori a causa di un terribile incidente sul circuito tedesco del Lausitzring durante una gara automobilistica, per aiutare a velocizzare il percorso dei bambini che stanno disperatamente aspettando le protesi per tornare ad avere una vita normale.

Si fa sempre più forte l’impegno della Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia per l’approvvigionamento d’acqua potabile in Uganda attraverso il progetto ‘Run for Water, Run for Life’ gestito e curato da Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo.

Grazie alla raccolta fondi ampia e diversificata realizzata nel 2008, sono stati complessivamente raccolti 35.157,50 euro, destinati alla costruzione di altri 2 pozzi d’acqua potabile. Salirà così in breve tempo a quota 6 il numero dei pozzi perforati nella regione del Karamoja (Nord-Est dell’Uganda), che fino ad oggi hanno soddisfatto il fabbisogno d’acqua potabile degli alunni di due scuole secondarie nel distretto di Moroto e degli abitanti della baraccopoli di Nakapelimen. Con questi altri due pozzi saranno più di 4.000 le persone che potranno accedere quotidianamente al bene più prezioso della terra.

La raccolta fondi per l’Uganda, iniziata nel 2006 solo attraverso l’invio di SMS solidali, nel 2007 ha visto l’introduzione anche del ricavato delle iscrizioni delle due Family Run - le corse non competitive dedicate ai ragazzi e alle loro famiglie che si svolgono il giorno prima della maratona al Parco San Giuliano di Mestre e a Dolo - e l’offerta spontanea del contributo di collaborazione dei gruppi di Protezione Civile di Campolongo, Camponogara, Dolo, Fiesso, Fossò, Marcon, Mestre, Mira, Pianiga, Santa Maria di Sala, Spinea, Stra, Venezia, Vigonovo e della Croce Gialla di Spinea.

Dallo scorso anno si sono aggiunte inoltre le donazioni personali fatte tramite l’iscrizione alla maratona, le donazioni delle associazioni "Ancient Dragons" e "Best Day for Bikers" (dedicata ai bikers diversamente abili di Marghera), il ricavato dalla vendita di prodotti artigianali di Cooperazione e Sviluppo, ma soprattutto la “vendita” (ad offerta libera) di 7.000 magliette tecniche realizzate ad hoc da Venicemarathon Club e Radio Deejay. Quest’ultima voce da sola rappresenta un terzo dei ricavi dell’intero progetto.

Si sta lavorando affinché la raccolta fondi attraverso l’invio di SMS solidali - con la collaborazione dei quattro principali gestori di telefonia mobile (TIM, Vodafone, Wind e 3) e di Telecom Italia – possa essere riproposta anche nel 2009 e, insieme con le offerte spontanee degli atleti, possa contribuire ad aiutare un popolo ed una nazione per cui l’acqua è risorsa rara e preziosa.

Come ha illustrato Lorenzo Cortesi, direttore generale di Venicemarathon, proseguono intanto a gonfie vele le iscrizioni, con una richiesta di pettorali che quest’anno ha fatto registrare incrementi importanti già dai primi mesi dell’anno. “Sono già più di 4.000 gli atleti che si sono già assicurati il pettorale, consci del fatto che la maratona di Venezia, per necessità logistiche e organizzative, può accogliere non più di 6.000 atleti. E’ la prima volta, nella storia di tutte le edizioni, che a luglio sono già stati acquistati il 70% dei pettorali disponibili”.

Sicuramente questa massiccia adesione italiana e straniera è frutto, in gran parte, della grande azione di promozione del turismo sportivo sviluppata attraverso il progetto “Maratona: il Turismo Veneto corre”, voluto e realizzato congiuntamente alle maratone di Treviso e Padova, sotto l’egida della Regione Veneto. Secondo una ricerca recentemente commissionata dall’A.S.D. Venicemarathon Club ad un’agenzia specializzata, è evidente che nel processo di scelta tra l’offerta di maratone in tutto il mondo la possibilità di abbinare sport e turismo, come avviene a Venezia, riveste un ruolo fondamentale. L’appeal turistico è forte in particolare verso gli stranieri: infatti il 63,3% dei partecipanti non italiani indica questa peculiarità come principale motivazione alla partecipazione, mentre per il 71% del segmento non italiano l’iscrizione alla corsa ha costituito un’occasione per la prima visita alla città. La stessa ricerca mette in luce inoltre che, in termini di indotto economico, negli ultimi anni la Venicemarathon ha arricchito il territorio di quasi 8 milioni di euro annui, con una crescita del 30% negli ultimi 7 anni ed un ritorno d’immagine che conta oltre 1.000 articoli pubblicati su carta stampata nazionale ed internazionale, 3 ore di diretta Rai ogni anno, 29 paesi collegati ed uno share televisivo di tutto rispetto. Ogni anno la Riviera del Brenta, Mestre, Venezia ed i comuni limitrofi ospitano oltre 6.000 atleti con al seguito famiglie, amici e accompagnatori, con una percentuale di presenze straniere che si attesta sul 30% circa. Ad essi vanno inoltre aggiunti gli oltre 2.000 operatori e fornitori dei servizi della gara, dell’Exposport e di tutti gli eventi collaterali.

Ottimi risultati sta conseguendo anche il “percorso ufficiale d’avvicinamento” alla maratona, rappresentato dalle 9 tappe del Grand Prix Strade d’Italia. In particolare, la prima edizione della CorriMestre+ dello scorso 12 giugno, una 10 chilometri che ha visto al via più di 800 partecipanti, ha avuto un successo di pubblico oltre ogni aspettativa. Il Grand Prix Strade d’Italia, circuito di corse su strada finalizzato, tra l’altro, alla promozione turistica del territorio, è partito domenica 5 aprile con la Maratonina Riviera dei Dogi, proseguendo con il 14° Circuito Internazionale della Città Archeologica di Oderzo, la 20a Corritreviso, la 1a CorriMestre+ e il 38° Trofeo San Vittore di Tonadico di Primiero (TN). Prima di arrivare in laguna per la tappa conclusiva del 25 ottobre, si correranno la 18a edizione de ‘Le Miglia di Agordo’ (1 agosto, BL), il 21° Giro delle Mura di Feltre (29 agosto, BL) ed il 28° Giro Podistico Internazionale Città di Pordenone (13 settembre).

Le prime 10 squadre classificate si divideranno 50 iscrizioni gratuite per la 24a Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia.

Riparte in questi giorni anche il progetto My 1st Marathon, il ciclo di allenamenti studiati e gestiti da Julia Jones per aiutare chi non ha mai corso una maratona a portare a termine il sogno di una vita con il sorriso sulle labbra. Il programma di allenamento, unico nel suo genere, prevede quattro sedute settimanali, con la possibilità di accedere ad una consulenza diretta tramite Internet.

Confermate le iniziative collaterali alla 24a Venicemarathon a partire da Exposport, la fiera dello sport e del tempo libero che si terrà come di consueto al Parco San Giuliano di Mestre dal giovedì precedente la maratona. Oltre ad Exposport il Parco, sempre al centro degli eventi di Venicemarathon, ospiterà Open Sport, l’iniziativa organizzata con il CONI di Venezia che consente a bambini e ragazzi di cimentarsi nelle diverse discipline sportive.

Riconfermate le due Family Run (una a Dolo e una all’interno del Parco San Giuliano), sempre targate Oviesse e Banco San Marco, che lo scorso anno richiamarono oltre 10.000 giovani e che il giorno prima della gara, sabato, rappresenteranno quasi un prologo della maratona.

Per quanto riguarda gli aspetti tecnici della gara, nella prossima edizione i runners potranno contare sul supporto del SUUNTO Pace Maker Team – un gruppo di “lepri”, facilmente riconoscibili da palloncini colorati, che aiuteranno a portare a termine la maratona nei vari tempi prestabiliti. Chi seguirà i pacers sarà sicuro di ottenere il proprio obiettivo cronometrico, con uno scarto massimo di pochi secondi.

Dal punto di vista commerciale, malgrado l’anno difficile per l’economia mondiale, sono state riconfermate le principali sponsorizzazioni a dimostrazione che l’evento ha forte appeal per le aziende. Lo sponsor tecnico Asics sarà al fianco della Venicemarathon fino al 2010, anno del 25° anniversario della maratona, mentre prosegue la partnership con Powerade, lo sports drink di The Coca Cola Company che aiuterà i maratoneti a reintegrare i liquidi ed i sali minerali persi durante la maratona, e viene riconfermata la presenza di Yakult, il probiotico che aiuta la salute dell’intestino.

È in fase di rinnovo la preziosa collaborazione con Casinò di Venezia, mentre si riconfermano le sponsorizzazioni Banco San Marco, Groupama, Oviesse, Insula, Gruppo Veritas, San Benedetto, ACTV, Vela, Coldiretti, biscotti Palmisano e Russott Hotel.

Radio Deejay
, infine, sarà anche per questa edizione la radio ufficiale di Venicemarathon.

Fanno invece il loro ingresso nella maratona i marchi: Suunto, Alpro Soya e Mentos (brand del gruppo Perfetti Van Melle).

La manifestazione ha già ricevuto il patrocinio di: Regione Veneto, Provincia di Venezia, Città di Venezia, Comune di Stra, Comune di Fiesso d’Artico, Comune di Dolo, Comune di Mira, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Venezia Opportunità, Autorità Portuale di Venezia, APT Venezia, Vigili del Fuoco, IAAF, CONI, FIDAL, AIMS, Maratone Italiane e da quest’anno anche del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), considerato il forte impegno della maratona nella lotta all’abbattimento delle barriere architettoniche di Venezia testimoniata dalla presenza di Oscar Pistorius e Alex Zanardi.

È partita in questi giorni anche la vendita online del merchandising ufficiale Venicemarathon sul sito www.venicemarathon.it. Sarà possibile acquistare i prodotti tecnici e per il tempo libero, firmati Asics e Venicemarathon.

Domenica 25 ottobre la Venicemarathon festeggerà il suo 24° anno di età, ma questa sarà solo una prima importante tappa per le celebrazioni delle nozze d’argento del 2010.