Salgono a 8 i pozzi d’acqua potabile costruiti in Uganda e sono 5 i bambini, amici di Alex Zanardi, ai quali Venicemarathon ha regalato una protesi.

Cresce l’attesa per le celebrazioni dei 25 anni della corsa e per lo speciale passaggio in Piazza San Marco.

Sorteggiati 30 pettorali in lista d’attesa che subentreranno a chi ha rinunciato alla corsa del 24 ottobre.

La 25a Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia dà il via ufficiale alle celebrazioni per i 25 anni della manifestazione del prossimo 24 ottobre nel corso della prima conferenza stampa, tenutasi quest’oggi al Russott Hotel di Venezia San Giuliano, alla presenza del Presidente della Venicemarathon Enrico Jacomini, del Vice Sindaco del Comune di Venezia Sandro Simionato, dell’Assessore allo Sport del Comune di Venezia Andrea Ferrazzi, dell’Assessore allo Sport della Provincia Raffaele Speranzon, dell’Assessore allo Sport del Comune di Dolo Cecilia Canova, del Presidente del Coni Veneto Gianfranco Bardelle e del Segretario Generale della Venicemarathon Lorenzo Cortesi.

Dopo l’annuncio dell’inedito e spettacolare passaggio della gara in Piazza San Marco – la cui fattibilità è stata riconfermata questa mattina dal Vice Sindaco Simionato e dall’Assessore Ferrazzi - e dopo aver comunicato la conseguente chiusura anticipata delle iscrizioni per un inaspettato e straordinario sold out dei 7.000 pettorali a disposizione, l’occasione della conferenza stampa è stata quella di stilare il bilancio della solidarietà per toccare con mano quello che Venicemarathon è riuscita a realizzare con la raccolta fondi durante la maratona dello scorso anno, a favore dei progetti ‘Run For Water, Run For Life’ e ‘Bimbingamba’.

La prima buona notizia è che sono stati costruiti altri 2 nuovi pozzi d’acqua potabile in Uganda, uno dei quali è stato perforato proprio in una zona contaminata dal colera - come ha illustrato Carlo Antonello, Presidente dell’Onlus Africa Mission che realizza in Uganda questo progetto - ha quindi evitato che la popolazione attingesse acqua dalle falde acquifere infette. Salgono così a 8 le nuove sorgenti idriche costruite e 3 le fonti d’acqua pulita riabilitate che, nelle diverse regioni dell’Uganda, stanno dando accesso al bene più prezioso della terra a 9.212 persone.

Chi lo scorso anno ha corso in nome di Alex Zanardi e di ‘Bimbingamba’, il progetto da lui promosso assieme all’Associazione Nicolò Campo Onlus, ha permesso la costruzione di protesi e l’assistenza completa presso l’ospedale di Budrio (lo stesso dove il pilota si è fatto costruire le sue protesi), a 5 bambini provenienti da Kosovo, Marocco, Moldavia, Romania e Ciad. Quest’anno, tra l’altro, nei giorni della maratona una speciale asta, battuta dall’ex pilota di Formula Uno, vedrà aggiudicarsi al più generoso un modello di maggiolino personalizzato e reso unico al mondo dall’artista Francesco Cuomo, presente anche lui in sala questa mattina. L’auto – come ha racconta Sergio Campo Presidente dell’Associazione - è stata donata dal Gruppo Amici del Maggiolino alla Nicolò Campo a favore dei bambini del progetto ‘Bimbingamba’, in occasione del 25° anniversario dell’International VW Meeting di Staggia Senese.

Infine, per quest’anno dei 7.000 pettorali di gara, ben 1.000 (divisi in parti uguali) sono stati destinati ai due progetti e sono andati letteralmente a ruba. A questi andranno ad aggiungersi anche i pettorali delle due Family Run.

In considerazione dello straordinario anticipo con cui le iscrizioni sono state chiuse e a seguito delle numerosissime richieste pervenute, nel corso della conferenza stampa gli organizzatori hanno estratto a sorte 30 fortunati (su 839 richieste pervenute) che subentreranno alle persone che, già iscritte, hanno comunicato la propria rinuncia a partecipare alla maratona. Sul sito ufficiale www.venicemarathon.it sarà presente da questo pomeriggio l’elenco con i nominativi dei sorteggiati.

Ma l’edizione del 25° fa segnare anche un altro importante record: quello della partecipazione femminile. Per la prima volta nella storia della Maratona di Venezia saranno più di 1.000 le donne al via. La gara quest’anno sarà inoltre valida come Campionato Italiano Assoluto di Maratona e come Campionato Italiano Vigili del Fuoco.

Sicuramente, frutto di questa massiccia adesione italiana e straniera, è ancora una volta la grande promozione turistico-territoriale portata avanti dal progetto “Maratona: il Turismo Veneto corre”, sposato congiuntamente alla maratona di Treviso e a quella di Padova, sotto l’egida della Regione Veneto. Importanti risultati sull’impatto economico prodotto da Venicemarathon sono emersi dalla ricerca realizzata congiuntamente dal Venicemarathon Club e dalla Camera di Commercio di Venezia, presentata il mese scorso nel corso di una conferenza stampa dedicata, che ha evidenziato una crescita in 8 anni (la ricerca precedente risaliva al 2002) del 21,32% per un valore di oltre 7 milioni di euro annui, di cui quasi 6 milioni nel solo territorio veneziano.

È iniziato da 15 giorni anche il programma ‘My 1st Marathon’, il ciclo di allenamenti studiati e gestiti da Julia Jones per aiutare chi non ha mai corso una maratona a portare a termine il sogno di una vita con il sorriso sulle labbra. Il programma di preparazione, unico nel suo genere, prevede quattro sedute settimanali, con la possibilità di accedere ad una consulenza diretta tramite Internet.

Sono state riconfermate importanti sponsorizzazioni, a dimostrazione che l’evento ha sempre un forte appeal e una provata credibilità per le Aziende che lo supportano. Al fianco di Venicemarathon correranno anche in questa 25a Special Edition importanti partner particolarmente legati alla Venicemarathon come il financial sponsor Banco San Marco, il title sponsor Casinò di Venezia, Yakult, il probiotico che aiuta la salute dell’intestino, Suunto che sarà official timing e Renault in qualità di official car. Il technical sponsor sarà ancora una volta Asics, mentre Powerade, lo sports drink di The Coca Cola Company reintegrerà i liquidi ed i sali minerali persi durante la gara dai maratoneti.

Si rinnova anche la preziosa partnership con Insula, Gruppo Veritas, Acqua Minerale San Benedetto, gruppo ACTV, Coldiretti, Russott Hotel, Studio 5, HelloVenezia, Palmisano, Porto di Venezia, AceaElectrabel e Videa.

La manifestazione ha ricevuto il patrocinio di: Regione Veneto, Provincia di Venezia, Città di Venezia, Comune di Stra, Comune di Fiesso d’Artico, Comune di Dolo, Comune di Mira, Camera di Commercio di Venezia, Venezia Opportunità, APT Venezia, Istituzione Bosco e Grandi Parchi di Mestre, IAAF, CONI, FIDAL, AIMS, FMSI, Maratone Italiane e CIP (Comitato Italiano Paralimpico) visto il forte impegno della maratona nella lotta all’abbattimento delle barriere architettoniche di Venezia con la presenza di Oscar Pistorius e Alex Zanardi e il supporto dell’Autorità Portuale di Venezia, anch’essa molto vicina alla gara di handbike.