Questa mattina all’Hotel Metropole di Venezia è stata presentato il progetto “Venezia accessibile - A Venezia le barriere si superano di corsa”, iniziativa possibile grazie al lavoro congiunto tra il Comune di Venezia, l’Autorità Portuale, Il Gazzettino e la Venicemarathon. Cinque mesi di accessibilità garantita in più parti della città: un’opportunità unica per fruire della città di Venezia. Dal 20 ottobre all’8 marzo (quindi dopo il carnevale), tredici ponti di Venezia, da San Basilio (area del Porto) ai Giardini della Biennale per un totale di 3 km, saranno resi fruibili a tutti attraverso rampe con una pendenza inferiore all’8%.

Testimonial l’atleta sudafricano Oscar Pistorius, vincitore di tre medaglie d’oro agli ultimi Giochi Paralimpici di Pechino e ormai di casa tra gli amici della Venicemarathon: “E’ un privilegio essere qui e sono particolarmente soddisfatto - ha sottolineato Pistorius - perché nella cartina della città qui alle mie spalle ho notato che rispetto all’anno passato le zone verdi accessibili sono decisamente aumentate rispetto a quelle in bianco. Venezia è sempre più accessibile”. Oscar Pistorius è rimasto particolarmente colpito di quanto Venicemarathon faccia per il sociale oltre al tema puramente agonistico della maratona: “La Venicemarathon è un progetto allargato, coinvolge le scuole, i bambini ed i diversamente abili. Ora con queste rampe pensa e aiuta tutte le persone che hanno problemi di mobilità e sono meno fortunate”.
Un altro progetto ideato nel 2006 da Venicemarathon sta a cuore al campione paralimpico: “Sono africano e non posso non pensare all’iniziativa Run For Water – Run For Life ed ai pozzi d’acqua che Venicemarathon e Africa Mission hanno realizzato in Uganda. Oltre 10mila persone oggi hanno così accesso all’acqua potabile”.

Per il Comune di Venezia presente Andrea Ferrazzi, Assessore allo Sport: “Venezia accessibile a tutti è un evento di cultura all’interno di un grande evento sportivo, un segnale di grande civiltà, una battaglia vinta per il vero senso dello sport. Una ulteriore conferma di quanto la Venicemarathon sia ormai tradizione e parte fondamentale dello sviluppo di questa città”. Gli fa eco anche Alessandro Maggioni Assessore ai Lavori Pubblici: “Venicemarathon è per tutti noi uno stimolo per migliorare, la collaborazione è continua, essenziale e fondamentale. Ho voluto continuare e sviluppare questo progetto di Venezia accessibile che già esisteva dalla precedente amministrazione. Le rampe ora posizionate per la gara rientrano in un progetto molto più ampio per abbattere le barriere architettoniche. Venezia forse è una delle città che ha il compito più difficile al mondo per lavorare in questo senso. Gli interventi e questi ponti non sono solo per i disabili ma per tutti i cittadini”. Anche Lorenzo Cortesi, direttore generale di Venicemarathon, ha sottolineato quanto sia importante il progetto dei Venezia accessibile: “Venicemarathon porta nelle più grandi maratone del mondo, da New York a Londra o Berlino, decine di migliaia di cartoline con la mappa di Venezia con le aree verdi accessibili e tanti turisti e runners vengono appositamente a Venezia proprio perché sanno che in città ci si può muovere più agevolmente”.

PANATHLON VENEZIA DAY
Oggi pomeriggio si è tenuto anche il convegno “Sport e paralimpismo, quel ‘para’ di troppo” dove si è cercato di rispondere alla domanda: “E’ davvero necessario mettere quel ‘para’ davanti all’evento riservato ai disabili?”. Hanno partecipato Oscar Pistorius, socio onorario del Panathlon Club Venezia, la plurimedagliata e oro olimpico a Vancouver Francesca Porcellato e la giovane Beatrice Vio, meglio nota come ‘Bebe’.

CENA DI GALA CON I CAMPIONI DELLA STORIA
Questa sera si terrà anche la cena ufficiale della Venicemarathon con ospiti le autorità, gli sponsor e tanti amici che hanno reso grande la maratona di Venezia in questi 25 anni. Gli ospiti più attesi saranno tutti i vincitori italiani:  
Salvatore Bettiol (1986-1987)- Orlando Pizzolato (1988) - Marco Milani (1989) - Gelindo Bordin (1990) - Carlo Terzer (1991) - Danilo Goffi (1995) - Paola Moro (1986) - Graziella Striuli (1988) - Laura Fogli (1990) - Antonella Bizioli (1991) - Maura Viceconte (1995) - Lucilla Andreucci (1998) - Sonia Maccioni (1999)

FAMILY RUN
Saranno due Family Run sempre più ricche di personaggi e di entusiasmo, quelle che si correranno domani mattina, sabato 24 ottobre, con ritrovo alle 9 e partenza alle ore 10, al Parco San Giuliano di Mestre e a Dolo. Il campione paralimpico Oscar Pistorius, il comico-conduttore televisivo-runner Roberto Giordano e tanti altri volti noti dello sport e della solidarietà, animeranno le due corse non competitive di 3 km assieme ad una scatenata folla di giovani, riconoscibili dalla t-shirt ufficiale OVS Industry, diventata ormai oggetto da collezione, e dal pettorale di Banco San Marco. Parteciperanno 40 scuole con 5.200 ragazzi a Dolo e 15 scuole con 4.700 giovani a Mestre. La Family Run di Mestre si disputerà completamente all’interno del Parco San Giuliano.

CONTINUANO I PREPARATIVI
Continua senza sosta il lavoro del Comitato Organizzatore perché la Venicemarathon sia come sempre un grande successo. In particolare riserva un grande impegno il montaggio da parte di Insula del ponte che attraversa il Canal Grande dalla Punta della Dogana ai Giardini ex-Reali, lungo circa 160 metri.