Nello splendido scenario del Parco San Giuliano di Mestre e a Dolo si sono disputate stamattina le Family Run, corse da 3 km che hanno coinvolto 10mila ragazzini. Un esercito di giovani vestiti della t-shirt arancione ufficiale OVS e con attaccato il pettorale del Banco San Marco. In prima fila alla partenza nei pressi dell’Exposport i testimonial di questa Family Run: il campione paralimpico Oscar Pistorius, il comico-conduttore televisivo-runner Roberto Giordano (comico e runner protagonista del fortunato programma del sabato pomeriggio di Rete4 "Correndo per il mondo"), ‘Bebe’ Beatrice Vio, l’olimpica Francesca Porcellato, Giusy Versace, Roberto Bruzzone, Fulvio Marotto e Pedro, il bambino protagonista due anni fa del taglio di nastro di Exposport in braccio a Pistorius.

A Dolo, erano presenti il Sindaco Mariamaddalena Gottardo, per il 2° Memorial Lorenzo Trovò, l’ex azzurro di nuoto Simone Cercato (medaglia di bronzo nella 4x200 stile libero alle Olimpiadi di Atene 2004), il canottiere Rossano Galtarossa (vincitore di ben 4 medaglie olimpiche e 4 mondiali), l’ex mezzofondista azzurra Silvia Sommaggio e Paolo Donaggio. Hanno partecipato alla Family Run anche 5 ragazzi malati di Sla che correranno nel nome dello slogan che portano sulla maglietta “Una corsa contro la sclerosi laterale amiotrofica” e “Io amo la vita, lotta con me per sconfiggere la Sla”.

Tutti i partecipanti delle due Family Run hanno contribuito a fare del bene. Il ricavato delle iscrizioni (3 euro per atleta), detratte le spese organizzative di 1 euro, verrà devoluto ad Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo per la costruzione di pozzi d’acqua potabile in Uganda ed al progetto Bimbingamba di cui è testimonial l’ex pliota di Formula 1 Alessandro Zanardi, per la costruzione di protesi ai bambini. Il restante euro invece sarà trattenuto direttamente dalle scuole per finanziare i progetti didattici. Correrà da quest’anno al fianco di Family Run anche l’Autorità Portuale di Venezia, che ha voluto sostenere la manifestazione e il progetto Bimbingamba.
Pettorali speciali anche per l’iniziativa “10 cuori, 7 gambe…non importa come ti muovi”, lo slogan coniato direttamente da Bebe e sostenuto dalla Onlus Art4Sport che anche quest’anno metterà a disposizione 500 pettorali speciali il cui ricavato, detratte le spese, sarà destinato alla costruzione di protesi sportive per bambini, simili a quelle utilizzate da Oscar Pistorius.

Per la cronaca a Mestre la scuola più numerosa è stato il Liceo scientifico Giordano Bruno con 945 ragazzi, seconda è stata la Scuola media Giulio Cesare con 501 giovani ed infine la terza scuola più presente è stato il Liceo Franchetti con 486 adesioni. Nella gara di Dolo, 2° Memorial Trovò, la scuola media più numerosa è stata il Circolo didattico Vigonovo con 548 studenti. A questo istituto è stato donato un computer portatile da parte della famiglia Trovò.

CENA DI GALA

Ieri sera al Russot Hotel si è svolto la festa di Gala per i 25 anni della Maratona di Venezia organizzata da Venicemarathon e Banco San Marco che ha ospitato anche la conviviale del Panathlon di Venezia e Mestre. Nel corso della serata è stato premiato il vincitore della prestigiosa mostra grafica abbinata al concorso “Panathlon International Domenico Chiesa”. I momenti più emozionanti della serata sono rivissuti con alcuni protagonisti italiani delle passate edizioni: Salvatore Bettiol, Orlando Pizzolato, Marco Milani, Danilo Goffi, Paola Moro Graziella Striuli Laura Fogli Antonella Bizioli, Maura Viceconte, Lucilla Andreucci, Sonia Maccioni.

In chiusura è stata presentata anche il Maggiolino personalizzato dall’artista Francesco Cuomo che a breve andrà all’asta su ebay e il cui ricavato sarà interamente donato al progetto dell’Associazione Niccolò Campo “Bimbingamba”.