150x150-top-runners29^ Venicemarathon

6000 atleti al via domani da Stra a Venezia per la Maratona e 2.000 da San Giuliano a Venezia per la VM10KM!

Presentati questa mattina i top runners: sarà sfida tutta africana.
68 nazioni rappresentate, diretta televisiva in 82 paesi stranieri e diretta sui Raisport2 dalle 8.50 alle 11.40 e replica dalle 16.30 alle 19.30

Venezia, 25 ottobre 2014 - La 29a Venicemarathon sarà anche quest’anno teatro di un’accesa sfida tutta africana, che partirà alle ore 9.05 da Stra.

Sono stati presentati questa mattina i top runners che si contenderanno la vittoria in Riva Sette Martiri, alla presenza del Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva, del Presidente nazionale della Fidal Alfio Giomi e del campione e testimonial del Venicemarathon del Charity Program Alex Zanardi.

“Oggi sono particolarmente felice di essere qui al vostro fianco – ha dichiarato il presidente Fidal Alfio Giomi – perchè Venicemarathon è un evento molto importante e particolarmente caro all’atletica italiana, tanto da essere elemento fondamentale del nostro nuovo progetto ‘Maratone Città d’Arte’”.

Particolarmente coinvolgente, come sempre, è stato l’intervento di Alessandro Zanardi: “Sono una persona fortunata – le parole del campione paralimpico di handbike – metto molto impegno nei miei progetti, ma ho anche la fortuna di avere tanti amici che mi aiutano e mi supportano, e Venicemarathon è tra questi”.

“Siamo particolarmente soddisfatti – ha dichiarato il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva – della copertura televisiva dell’evento che farà quest’anno Raisport, con quasi sei ore di trasmissione, dalle 8:50 alle 11:40 in diretta su Raisport 2 e in replica, sullo stesso canale, dalle 16:30 alle 19:30”.

Tornando alla presentazione degli atleti di punta, il più accreditato è il keniano Joseph Kiprono (pett.2), vincitore della Maratona di Hannover nel 2012 e che detiene un personale sulla distanza di 2h09’56”. Il plotone keniano sarà formato anche da Elijah Tirop (pett.3), Donald Sambu (pett.5) e dai debuttanti Samuel Kariuki (pett.7) e Francis Kamiri (pett.8). Dall’Uganda arriva invece il vincitore della Treviso Marathon 2014 Simon Kipngetich (pett.2), dall’Etiopia Ketema Mamo (pett.4) e dal Ruanda il debuttante in maratona Jean Baptista Simukeka (pett.10), volto noto per gli organizzatori che videro l’atleta vincere l’argento lo scorso anno nella Moonlight Half Marathon di Jesolo-Cavallino Treporti, mezza maratona organizzata proprio dal Venicemarathon Club. In chiave azzurra, giunge per la prima volta in laguna Giovanni Gualdi (pett.9), bergamasco classe 1979, Campione Italiano di Maratona a Torino nel 2011 e che vanta un personale di 2h13’39”. Gualdi, che veste i colori della Corrintime di Brescia, ha vinto quest’anno la mezza maratona di Boario Terme in un buon 1h04’45”. Oltre a lui, sarà al via tra i top anche il trentino Massimo Leonardi (pett.11), classe 1973, vincitore quest’anno della Maratona Unesco di Aquileia. Tra le donne, la favorita è l’etiope Konjit Tilahun, seconda quest’anno alla Stramilano e che vanta un personale sulla distanza di 2h28’11” realizzato, sempre nel 2014, alla Maratona di Dubai.

“Il meteo previsto per domani dovrebbe finalmente garantire condizioni climatiche adatte per correre – ha dichiarato il responsabile top atheltes Adriano Pellizzon – ci aspettiamo una gara attorno alle 2h10’ e quindi abbiamo chiesto alla lepre Robert Ndiwa di impostare un ritmo di circa 3’05” al chilometro. Tra le donne, credo che assisteremo ad un duello esclusivamente africano”.

Saranno oltre 6.000 gli atleti al via della 29a Venicemarathon di cui 1412 stranieri con 68 nazioni presenti. I paesi più rappresentati dopo l’Italia, sono Francia (349 iscritti), Gran Bretagna (212), Germania (96), Stati Uniti (72) e Giappone (60).

Tra le curiosità, al via alla Maratona ci saranno: il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, l’Onorevole Sandro Gozi (pett. 200) che ha all’attivo diverse partecipazioni in maratone internazionali e ha come obiettivo di chiudere domani in 3h30’; al via anche il maratoneta scalzo Francesco Arone (pett. 4394) e i più maturi Andrea Parisse (classe 1936) pettorale 1737 e Fiorenza Simion (1943) pettorale F1051. Tra gli stranieri, il più anziano è lo svedese Bjorn Viderfors (1940) pettorale 3570 e tra le donne la finlandese Sirkka Noorlind (1941) pettorale F712. Simpatica la coincidenza di numeri e la storia dei coniugi Giorgio Tiozzo e Patrizia Tiberio, che correranno domani la loro prima maratona per festeggiare il loro 29° anniversario di matrimonio che cade proprio il 26 ottobre, e coincide proprio con la 29a edizione della Venicemarathon.

Nella VM10KM, che partirà alle ore 8.40 dal Parco San Giuliano di Mestre e che ricalcherà gli ultimi 10 km della Maratona con arrivo in Riva Sette Martiri, saranno al via il Console d’Ucraina in Veneto Marco Toson e il Console di Kazakistan in Veneto Pierlugi Aluisio che marceranno con una delegazione al seguito con le maglie ufficiali delle due nazioni. L’iniziativa vuole avere il significato di rappresentare l’internazionalità e connessione di Venezia e del Veneto nella storia, verso paesi dell’est come Ucraina e Kazakistan.

La 29a Venicemarathon sarà mandata live in 82 paesi stranieri. Grazie alla copertura del canale francese Ma Chaine Sport, la trasmissione sarà mandata in diretta e con probabili repliche in Francia, Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Portogallo, Israele e in tutti i paesi sub-sahariani; in Brasile con Sport Tv Brasil, in Turchia, a Cipro e Malta grazie a Fox Sport; in Nuova Zelanda con Sky New Zeland; nei paesi dell’Africa sub-sahariana (Angola, Benin, Botswana, Burkina Faso, Burundi, Camerun, Capo Verde, Repubblica Centrafricana, Chad, Comore, Congo (Brazzaville), Congo (Repubblica Democratica), Costa d’Avorio, Gibuti, Guinea Equatoriale, Eritrea, Etiopia, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Kenya, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mauritania, Mauritius, Mozambico, Namibia, Niger, Nigeria, Riunione, Ruanda, Sao Tome e Principe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Somalia, Sud Africa, Sudan, Swaziland, Tanzania, Togo, Uganda, Sahara Occidentale, Zambia, Zimbabwe) con Supersport; in Kenya, Malawi, Tanzania, Uganda e Zambia tramite Fox Sport Africa; in America Latina (Argentina, Uruguay, Paraguay, Chile, Bolivia, Perú, Ecuador, Colombia, Venezuela, Mexico, Honduras, Guatemala, Nicaragua, Costa Rica, El Salvador, Rep. Dominicana, Panamá) con Espn Latin. Infine, l'Eurovisione domenica sera diffonderà a tutte le 60 tv europee associate gli highlights della gara.

Spettacolo assicurato lungo il percorso con "The Marathon Music Live", le 20 band di “Anima la Maratona” che daranno quest’anno ancora più spettacolo “live” lungo i 42 chilometri del percorso. La grande festa inizierà alle 9 e le band saranno dislocate ogni due chilometri. A Fiesso d’Artico verrà suonato il “rock”, a Dolo lo “ska”, a Mira “alternative rock”, “folk” e “rock’n’roll”, ad Oriago “rock”, “pop”, “swing” e “hard rock” e nel centro di Mestre la Maratona sarà animata a ritmo di “pop”, “soul”, “funk”, “folk” e “indie rock”. In Piazza San Marco il passaggio degli atleti sarà accompagnato dalle orchestre del Caffè Florian, Quadri e Lavena.