E’ finalmente partito il tour a stelle e strisce di Nicola Di Silvio per aiutare il piccolo Tyler, un ragazzo americano di 10 anni affetto da spina bifida e costretto alla sedia a rotelle e Venicemarathon, da sempre molto sensibile e vicina al mondo della solidarietà, segue e sostiene l’impresa di Nicola e del piccolo Tyler. 

L’amicizia tra Nicola e Tyler risale a circa due anni fa, quando i due si conobbero grazie a mamma Ami. Da subito nacque un forte legame tra i due e fu proprio Ami a proporre a Nicola di creare una corsa a tappe benefica con il figlio. Dopo qualche mese di riflessione, Nicola capì che non poteva deludere il suo giovane amico, e così nacque l’idea di creare un tour a tappenegli Stati Uniti (Usa Tour Running4Tyler), nei quali creare eventi di running per sensibilizzare l'opinione pubblica e raccogliere fondi a favore della ricerca sulla spina bifida.

Nicola è sbarcato a Boston la sera del 17 marzo e resterà negli Stati Uniti fino al 3 aprile, spostandosi tra Boston, Orlando, Chicago e Penfield per un totale di 7000 chilometri in auto.

In ognuno di queste città organizzerà, assieme d altre persone ed organizzazioni, diverse “Fun Run” e “Pizza Party” benefiche, visto che Tyler che un grande amante della pizza.

Il primo Pizza Party e la prima Fun Run si sono svolti proprio a casa di Tyler, vicino a Boston. Una bellissima serata in onore della pizza alla Diavola e il giorno successivo una divertente corsa di 8 chilometri nel quartiere dove abita Tyler, assieme a tante famiglie e bambini, che hanno permesso di raccogliere già l'importante somma di 1000 dollari.

I prossimi appuntamenti sono:

21 marzo Orlando: corsa di circa 8 km organizzata dagli Orlando Runners Club con pizza party.

29 marzo: Chicago - corsa di circa 8 Km, con pizza party finale. 

31 marzo Penfield - evento di corsa sempre per raccogliere  fondi a favore della spina bifida

Nicola ha inoltre aperto due circuiti di fundraising per la raccolta fondi: uno dal nome #TylerPizza e l’altro ‘Running For Tyler’ aperto sul circuito “Gofundme”. Inoltre saranno inoltre vendute t-shirts ricamate.