Ogni maratona è una sfida con te stesso e con i tuoi limiti. Eppure, in questa avventura lunga 42,195 km, non sarai solo.
Al tuo fianco, alla Venicemarathon 2016, ci saranno i Garmin Pacers: atleti preparati e a tua disposizione per aiutarti a raggiungere l’obiettivo, qualunque esso sia.
I Garmin Pacers saranno i tuoi angeli custodi, ti saranno utili per tenere il passo, ti sosterranno nei momenti di crisi, ti incoraggeranno a non mollare, per arrivare al traguardo nel tempo che ti sei prefisso.
Il Garmin Pacing Team è capitanato da Julia Jones e nelle prossime settimane conoscerai più da vicino tutti i ragazzi della squadra. Avrete molta strada da fare insieme: la fiducia è tutto.

Questi sono i loro nomi

Pacers 2h50’
Nicola Zuccarello
Cristiano Favaro
Marco Turri
Pacers 3h00’
Alessandro de Vincenti
Stefano Manfrin
Anthony La Salandra
Pacers 3h10’
Massimo Preziosa
Luigino Furlan
Aldo Manzi
Pacers 3h20’
Adriano Sartor
Gianluca Baratto
Paolo Rossato
Pacers 3h30’
Fabio Simionato
Giuseppe Bossi
Gianluca Ioppolo
Pacers 3h40’
Max Coppo
Tiziano Lion
Paolo Fassa
Pacers 3h50’
Cesario Barone
Alberto Serra
Davide Abbiati
Pacers 4h00’
Stefano Nalesso
Roberto Grosso
Cesare Monetti
Pacers 4h15’
Massimo Sacanna
Alvise Callegaro
Luca Corazza
Pacers 4h30’
Alina Losurdo
Gianpaolo Palladino
Andrea Leita
Pacers 4h45’
Andrea Danesin
Sabrina Tricarico
Pacers 5h00’
Mariella Dileo
Michele Ballarino
Daniela Bonizzoni
Pacers 6h00’
Paolo Manelli
Cinzia Califano
Francesco Lamparelli
Alfredo Pattaro
Paolo Fossa

E questi sono i motivi per cui hanno scelto di fare i pacers alla Venicemarathon 2016.

“Faccio il pacer per incoraggiare le persone che corrono nelle retrovie, quelli che magari temono di non farcela. Voglio ricordare loro che ognuno può trovare dentro di sé la forza e la tenacia per concludere quei 42,195 km e condividere insieme a tanti compagni di viaggio delle emozioni indimenticabili."

“La soddisfazione non è più legata al tempo che impiego io, ma alla possibilità di aiutare gli altri a raggiungere il loro sogno. Ed è una soddisfazione che dura molto di più di una vittoria personale".

"Correre per 42Km senza pensare a te stesso, ma solo alla persona che corre accanto a te, è bellissimo".

“Vederli arrivare al traguardo con il sorriso sulle labbra, indipendentemente dal tempo impiegato, è una grande emozione."

“La fatica, se è condivisa con gli amici, non è più fatica”.

“Correre contro il cronometro si può fare, è divertente. Correre e aiutare gli altri a sfidare distanza e cronometro è impagabile. Quattro ore di emozioni condivise, 42km di fatica e gioia. Essere pacer non è una missione, è uno stile di vita. Felice di esserci per gli altri”.

"Portare al traguardo con il sorriso chi magari è alla sua prima maratona, vedergli tagliare il traguardo e mettersi la medaglia al collo con le lacrime agli occhi dalla è una delle più belle emozioni che si possa provare".

Loro sono pronti per accompagnarti al traguardo, per aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.
E tu, sei pronto? Ti aspettiamo alla Venicemarathon.