Attraversata Marghera il paesaggio della Venicemarathon cambia nuovamente. I runner sono ora al cospetto di Parco San Giuliano, che si erge sulle sponde della laguna, in prossimità del Ponte della Libertà, a metà strada tra i poli di Venezia e Mestre. Un'area dall'importante ruolo simbolico, che si estrinseca nella duplice funzione di porta d’accesso alla città lagunare e baricentro dei flussi d’interesse sociale e culturale.
Questa zona, fortemente degradata negli anni a livello urbano e ambientale, in origine area paludosa, utilizzata negli ultimi decenni come discarica di fanghi industriali e rifiuti urbani, con fattori fortemente inquinanti e di minaccia per l'habitat lagunare.
Con il nuovo millennio prese il via il progetto di riconversione dell'area– dell'architetto Antonio Di Mambro e realizzato con fondi europei –, costituendo uno degli interventi più significativi per consistenza, complessità, articolazione e per le difficoltà di attuazione dovute al suo forte degrado. 
Il parco è composto da varie strutture e servizi, compresa un'area ciclo-pedonale, utilizzabile anche per il pattinaggio, che raggiunge uno sviluppo totale di circa 15 chilometri.
700 ettari di verde davanti a Venezia, attività sportive come voga, canoa, vela e altri sport sull'acqua, concerti ed eventi culturali, spazi di ristoro, aree attrezzate, pattinaggio, itinerari e piste ciclabili, il Parco San Giuliano è il più grande parco d’Europa e un'area di recupero ambientale e paesaggistico anche dedicata allo studio dell'ambiente lagunare.
Realizzato grazie ad un progetto internazionale, il parco San Giuliano in Italia è uno degli interventi di riconversione urbana e di bonifica ambientale più significativi, attuato con un intervento di conservazione e salvaguardia dell'habitat lagunare e del patrimonio faunistico e floristico esistenti sul bordo lagunare.
Dal 2006 è stato inserito nel percorso della Venicemarathon e, da allora, è diventato il fulcro logistico-organizzativo dell'intero evento: Presso il Parco di San Giuliano di Mestre-Venezia sarà attiva ‘Exposport’, la Fiera dello Sport e del Tempo Libero, aperta venerdì 20 ottobre dalle 10.00 alle 20.00 e sabato 21 ottobre dalle 9.00 alle 20.00. Area Eventi, allenamenti collettivi, presentazioni ed istruttori qualificati, offriranno il giusto contorno alla Venice Marathon.
Notevole è la vista di cui potranno godere gli atleti in gara (maratona e 10K), allietata dal profumo salso caratteristico del mare che si estende dalla laguna di Porto Marghera fino all'aeroporto di Tessera, passando quindi per le Fondamenta Nuove, l'Isola di San Michele e quella di Murano, inclusa la vista dei campanili più alti del centro storico, incluso il Paròn de casa, ovvero il Campanile di San Marco, ultima tappa prima di varcare la linea di arrivo.
 
www.venicebyrun.com