Anche per il nostro Eyob le vacanze sono finite. “Vacanze” si fa per dire, visto per lui agosto è stato un mese impegnativo: in ritiro al Sestriere, con una maratona da preparare. 
  
Il ritiro a Sestriere è ormai finito. Ho trascorso qui circa un mese, che ho sfruttato per cambiare un po’ la preparazione in vista dell’obiettivo autunnale, la maratona, e soprattutto per ritrovare la forma.
Il ritiro a Livigno, a luglio, era stato faticoso: venivo da un mese di stop, tra operazione e piccoli infortuni, e riprendere non era stato per niente facile.
Prima di partire per Sestriere era quello a preoccuparmi, più che la prospettiva di aumentare i chilometri. Invece durante i giorni trascorsi a casa tra un ritiro e l’altro, gli acciacchi si sono finalmente risolti e sono riuscito a partire tranquillo.
A Sestriere abbiamo lavorato tanto e bene, con una media di 160 km a settimana. Qui i percorsi sono impegnativi, molto muscolari, ma proprio per quello parecchio allenanti. Come il sentiero dedicato a Gelindo Bordin, il campione olimpico che veniva spesso ad allenarsi da queste parti. E’ un percorso che ho usato più volte per allenarmi: 12 km tra andata e ritorno che, tra salite e discese, ti mettono alla prova.
E’ questo comunque il lavoro che può dare i suoi frutti, e non vedo l’ora di verificarlo.
Questa settimana sarò a Dalmine per i campionati italiani di 10 km. Sono sincero, l’ambizione è quella di fare bene e magari di puntare al podio, anche se in questo periodo la mia preparazione non è certo adatta a distanze così corte. Comunque ci proverò e sicuramente andrò là per giocarmela al meglio.