Dopo la vittoria alla maratona di Venezia per il nostro Eyob è già tempo di guardare avanti.
In questi giorni è a Tirrenia, con la nazionale ma ha già chiari quali saranno i suoi prossimi obiettivi.

Dopo la Venicemarathon mi sono preso un po’ di riposo. La preparazione per la maratona mi ha richiesto tanto e avevo bisogno di recuperare forze ed energie.
Una pausa che però è durata poco. Io e Ruggero abbiamo obiettivi molto precisi da raggiungere e siamo già al lavoro.
Il primo? Il titolo di campione italiano di maratona. Si assegnerà domenica a Verona e io ci sarò.
Abbiamo analizzato attentamente la gara e, soprattutto, gli avversari con cui mi troverò a gareggiare. Potrebbe essere la gara giusta.
In queste ultime settimane mi sono preoccupato solo di mantenere la forma che avevo per la maratona di Venezia, adatta al lungo, non ho fatto lavori particolari. Ora è arrivato il momento di metterla a frutto.
L’importante non sarà vincere ma arrivare primo tra gli italiani, per portare a casa il titolo.
Voi fate il tifo per me!
Comunque andrà, dopo Verona mi prenderò un’altra pausa e questa volta un po’ più lunga, anche per stare un po’ con la mia famiglia.
Il lavoro ricomincerà a gennaio e guarderà dritto ad un nuovo obiettivo: i campionati europei di maratona del 2018 a Berlino.
E’ sempre stato questo l’obiettivo mio e di Ruggero, fin da quando abbiamo iniziato a lavorare insieme. Tutto quello che c’è stato prima, compresi i cross, le 10 km, le mezze maratone, che servivano per dare velocita alla mia corsa, è stato i funzione di Berlino.
Il maratoneta: è questo che voglio fare. La maratona è la mia gara.
E il bello deve ancora venire!