Dopo i giorni di recupero e riposo, per il nostro Eyob è arrivato il momento di tornare al lavoro.

Gli obiettivi per il 2018 sono tanti e ambiziosi quindi non si può stare con le mani in mano.

Lunedì ha ripreso a correre e ha già programmato le prossime gare.

Ricominciare dopo un periodo di riposo, lo ammetto, è davvero dura.

Finita la maratona di Verona, come sapete, mi ero preso qualche settimana di stop, almeno dalla corsa su strada, per recuperare. Non sono mai stato fermo del tutto però, tra palestra e piscina, quindi questa pausa è servita sia per recuperare che per conservare il più possibile la forma.

Tuttavia tornare in strada non è stata una passeggiata.

Quando si ricomincia dopo uno stop – lo saprete benissimo anche voi – si fa sempre il doppio della fatica.

Nel mio caso la fatica non è tanto e solo muscolare. È soprattutto mentale, una fatica legata al rientrare nella solita routine di allenamenti, orari, tabelle.

Insomma, mi occorrerà qualche giorno di adattamento per riprendere i vecchi ritmi.

Intanto da lunedì sono tornato a correre su strada e già tra martedì e mercoledì ho iniziato ad aggiungere chilometri e lavori di velocità. Fatica a parte, tutto procede bene, sono fiducioso.

Con Ruggero abbiamo anche iniziato a programmare le prossime due gare.

Una verso fine anno, ancora da definire ma sicuramente sarà una 10 km, per rimettere nelle gambe un po’ di velocità; l’altra sarà nell’anno nuovo, il cross di Campaccio, in programma il 6 gennaio in provincia di Milano.

Appena in tempo perché l’8 gennaio partirò con la nazionale per il raduno.

Via allora, si riparte!