Anche per arrivare lontano serve un passo alla volta. Ci vorrà ancora un po’ perché il nostro Eyob recuperi la forma fisica di un mese fa, prima dello stop post maratona. Ma con Ruggero la preparazione procede per il meglio ed entrambi sono fiduciosi.


La preparazione è ormai tornata a regime. Due allenamenti quasi tutti i giorni a cui si aggiungono il lavoro in palestra e gli allunghi in pista.
Ci stiamo dedicando molto all’aspetto della forza e del potenziamento muscolare, lavoriamo con i pesi e su circuiti, continuando comunque a correre e fino alla fine dell’anno sarà così.
A gennaio invece il lavoro cambierà. Ci concentreremo meno sul potenziamento e più su lavori per aumentare qualità e resistenza.
L’obiettivo è quello di dare alla corsa maggiore velocità in vista di un appuntamento molto importante: i mondiali di mezza maratona, che sono in programma a marzo, a Valencia.
La preparazione, come capirete bene, sarà misurata su quella gara.
A gennaio partirò anche per il raduno con la nazionale e anche quello sarà una bella occasione per capire come organizzare i mesi successivi.
Di sicuro il primo obiettivo resta quello di marzo. Archiviata Valencia, da aprile tutto cambierà di nuovo in vista dell’obiettivo successivo: gli europei di maratona di Berlino.
Un traguardo a cui guardo praticamente da sempre e per cui comunque non ho mai smesso di lavorare in questi ultimi anni.
Insomma, la carne al fuoco è tanta e importante. Non ho ancora recuperato al 100% la forma, mi ci vorranno ancora un paio di settimane circa, però sono ottimista.
Certo, ripartire è sempre dura e per reggere certi ritmi ancora faccio molta fatica, ma tutto procede per il meglio e lavorare non mi preoccupa. Con i tempi necessari, si fa tutto.