Prosegue per Eyob Faniel il ritiro in altura. E’ in Eritrea da una decina di giorni e gli allenamenti iniziano a farsi più intensi. Per fortuna a ispirarlo c’è un grande campione: Zersenay Tadese Habtesilase.

Qui in altura la preparazione continua. In questi giorni sto facendo dei buoni allenamenti: dopo la fase di adattamento inziale ora si inizia a fare sul serio. Ho cominciato a fare dei lavori di ripetute e del medio variato. Il programma prevedeva anche un lungo e devo dire che sono soddisfatto, perché ho corso bene.
Qui la passione per l’atletica si respira ogni giorno, non solo in allenamento. Sabato ci sono state le selezioni per i campionati mondiali di cross: li abbiamo guardati insieme ed è stata molto bello vederli correre.
Non solo.
Il Medina Hotel in cui siamo alloggiati è di un grande campione: Zersenay Tadese Habtesilase. Lui è stato il primo eritreo a vincere una medaglia alle Olimpiadi, nel 2004 ad Atene, ma è anche campione del mondo di corsa su strada, di mezza maratona e di corsa campestre. Un vero fenomeno!
Molti lo conosceranno perché è uno degli atleti che sta lavorando all’ambizioso progetto di correre una maratona sotto le 2 ore. E noi, ovviamente, facciamo il tifo per lui.
Dobbiamo ringraziarlo, perché da alcuni anni accoglie nel suo hotel noi atleti di mezzofondo e fondo che veniamo qui in Eritrea ad allenarci. L’albergo è fantastico la posizione ideale perché siamo ad Asmara, molto vicini al centro ma allo stesso tempo anche ai percorsi che usiamo in allenamento e allo stadio. E l’accoglienza è stata splendida.
Anche Zersenay Tadese si sta allenando ma... non con noi, purtroppo!
Il nostro gruppo in compenso si è allargato: sono arrivati altri atleti che ci stanno aiutando molto con gli allenamenti.

Tutto, insomma, procede per il meglio: avanti tutta!