Manca davvero pochissimo
Domani il nostro Eyob partirà per la Bielorussia dove sabato, a Minsk, si disputeranno i campionati europei sulla distanza dei 10mila in pista.
Intanto, nei giorni scorsi, ha fatto in tempo a migliorare il pb sui 5mila in pista. Un bel test in vista della Coppa Europa.
 
Ci siamo. Domani partirò per Minsk insieme alla squadra azzurra e sabato gareggerò in Coppa Europa.
Ho desiderato tanto poter indossare la maglia della nazionale, che fino ad oggi avevo solo sfiorato, e ora finalmente è realtà.
Per prepararmi alla gara di sabato, nei giorni scorsi a Treviso, al Meeting di Ponzano Veneto, ho voluto fare un test sulla velocità, in una gara corta: un 5mila in pista.
Ne è uscito il mio nuovo personale sulla distanza, 14’03’’. Ho migliorato di 3’’ il precedente e quindi non posso non essere soddisfatto. Inutile nascondere, però, che la gara non è andata come avevo previsto e come speravo. Alla partenza non c’era nessuno degli avversari che avrebbero dovuto correre e su cui pensavo di fare la gara. Atleti che hanno un passo simile al mio che mi avrebbero facilitato il compito di tenere il ritmo gara.
Così non è stato e mi sono ritrovato a gestire più di metà gara correndo praticamente da solo. E così è davvero difficile fare un buon risultato di tempo.
Ho impostato un ritmo a 2’49’’-2’48’’/km e sono riuscito a tenerlo senza troppa fatica, il ché significa che se avessi avuto qualcuno avrei potuto fare anche meglio.
Questo mi fa ben sperare per la Coppa Europa.
Per la gara di sabato non mi sono dato obiettivi di tempo o di classifica. In settimana sono stato un po’ influenzato ma in questo periodo sono in forma e so che posso fare bene: il 29’03’’ che ho fatto a Roma non mi rappresenta, posso solo che migliorare.
Per me già indossare la maglia della nazionale era un obiettivo da raggiungere e ci sono riuscito, tutto quello che verrà in più andrà bene. Questo non vuol dire che non ci proverò: mi attaccherò ai primi e darò il massimo.
In fondo, dopo la vittoria un anno fa sulla Spagna, abbiamo primato europeo da difendere e gli spagnoli saranno agguerriti, quindi ciascun di noi dovrà fare del suo meglio.