Se volete cambiare e migliorare rapidamente il vostro modo di correre, aumentate il numero di passi che fate per ogni minuto. Detto così sembra molto facile, ma almeno due motivi lo rendono difficile da farsi. Il primo è che il numero di passi che facciamo mentre corriamo (frequenza) è frutto di un ritmo interno innato. Ho visto persone correre la prima volta subito con una frequenza di passo efficace, mentre ci sono migliaia, forse milioni, di atleti con chilometri sulle gambe che avanzano con un ritmo così lento da rischiare l’infortunio ad ogni passo.

Ciclicamente girano su internet consigli sulla gestione della frequenza del passo. Si prende ad esempio un “vero” atleta d’élite che corre 180 passi al minuto e si invitano tutti a imitarlo, per assomigliare ai migliori. Non funziona proprio così.
Innanzitutto tutto dipende dalla distanza corsa e dalla velocità. In secondo luogo i passi, come abbiamo già detto, variano da persona a persona, da atleta ad atleta, anche d’élite. Ho visto alcuni correre con 200 passi al minuto persino sulla distanza di una maratona.

Un amatore può contare, mediamente, 170 passi al minuto. Una ritmica che prevede una frequenza inferiore a questa determina, quasi certamente, un carico eccessivo sui quadricipiti e sulle ginocchia e un conseguente eccessivo spreco di energie. Arrivare al paradiso dei 180 passi è difficile, ma migliorare è possibile per tutti. Naturalmente c’è bisogno di allenamento: alternato con la pazienza e accompagnato sempre dalla costanza. Ecco come fare:

- misurate quanti passi fate al minuto. Di solito si contano i passi per dieci secondi e poi si moltiplica per sei. Fatelo più volte e poi calcolate la media. Se il vostro numero è sotto i 170 passi troverete grandi benefici nell’aumentare la vostra media.

- Comprate un piccolo metronomo oppure scaricate un’APP sul vostro smartphone. Ci sono versioni gratuite oppure, con pochi euro, le stesse versioni senza pubblicità. Alcuni esempi sono la GISMART metronome oppure Tempo Lite che potete scaricare in pochi istanti e utilizzare subito.

- Aumentate il numero di passi solo di cinque. Esempio: se avete contato il vostro passo a 160 registrate il metronomo a 165. Dopo un breve riscaldamento, correte per solo un minuto ascoltando il ritmo dettato dal metronomo cercando di seguirlo. Mi raccomando, solo un minuto!

- Avrete, inizialmente, la sensazione di correre in modo diverso e sicuramente il battito del cuore aumenterà in quel minuto. Riprendetevi con una corsa tranquilla e, appena vi sentite pronti, riprovateci. Ci vorrà del tempo prima di abituarvi ma, con un po’ di allenamento, potrete davvero cambiare il vostro passo.