Mancano solo quattro settimane alla Venicemarathon!  Nella preparazione per la gara dovreste essere al vostro picco di chilometri corsi nei prossimi venti giorni. Il sistema immunitario, quell’insieme di meccanismi che lavorano per difendere il vostro corpo da virus e batteri, sarà messo a dura prova. Non solo perché stressate il vostro organismo con gli ultimi lunghi, ma soprattutto perché in questo momento dell’anno viviamo un altro cambio di stagione. Un giorno fa caldo, quello dopo fa freddo e non tutti si adattano facilmente.
 
Una diminuzione del chilometraggio nelle ultime settimane dovrebbe aiutarvi a recuperare più in fretta, ma non è sempre sufficiente. Ecco perché molti maratoneti si ammalano con febbre, influenza e infezioni alle vie respiratorie a poche settimane dalla gara. Ho tre suggerimenti semplici per rafforzare il vostro sistema immunitario e arrivare alla partenza in salute.
 
- Andate a letto presto una volta alla settimana. In genere scelgo il mercoledì per questo compito. Cenate leggeri, entro le 20 se possibile. Senza accendere la televisione o altri monitor, mettetevi sotto le coperte entro le 21 con un libro. Non impiegherete molto tempo prima di sentire le palpebre chiudersi. La qualità del vostro sonno è migliore se andate a letto presto e dormite almeno otto ore, anziché dormire di più la mattina. Provare per credere!
-    Fate un sonnellino pomeridiano. L’idea non è di passare ore sul divano scombussolando il vostro bioritmo, ma di chiudere gli occhi per un massimo di trenta minuti. Se siete bravi riuscirete a dormire profondamente con soli venti minuti. Ecco il metodo:
            - Mettete timer per il tempo desiderato (dai 20 ai 30 minuti, non andate oltre).
            - Sdraiatevi pancia in su e posizionate un braccio sopra gli occhi per bloccare la luce.
 
Se farete pratica tutti giorni imparerete a riposarvi completamente in quei venti minuti. Dopo vi sentirete più svegli, pronti per fare il vostro allenamento pomeridiano con più energia.
 
-    Non temere una giornata di riposo completo.  Se sentite il raffreddore in arrivo meglio riposarsi che sforzarvi a fare attività. E’ sempre meglio saltare qualche allenamento e arrivare al giorno della gara in salute anziché completare la tabella ma presentarsi alla partenza malati o infortunati.
 
Visitate la pagina www.juliajones.it o scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.