Il suo parco è stato eletto il Parco più bello d'Italia nel 2008; merito delle originali architetture, del famoso labirinto di siepi - uno tra i più importanti d'Europa – e della preziosa raccolta di agrumi nell’Orangerie e di piante e fiori nelle Serre Tropicali.
 
Da quanto è divenuta museo, nel 1884, diversi personaggi famosi le hanno fatto visita: Wagner, D'Annunzio (che vi ambientò una scena del suo romanzo Il Fuoco), Pasolini (che girò qui un episodio del suo film Porcile), Mussolini e Hitler che si incontrarono ufficialmente qui per la prima volta nel 1934.
 
Per visitare sia la villa che il Parco sono previsti itinerari molto particolari, per conoscere questi tesori da nuovi e diversi punti di vista. La storia della Villa, della Famiglia Pisani, le stanze della musica, le presenze femminili che l’hanno abitata, il cibo e la cucina, saranno i fili conduttori delle vostre visite.
 
Molto intensa e ricca anche l’attività didattica, per avvicinare i bimbi – anche i più piccoli - a questo splendido luogo, educandoli al nostro patrimonio culturale, suscitando il loro interesse e la loro curiosità.