Scopriamo il mondo dei gel energetici…cosa sono?
Si tratta di soluzioni più o meno concentrate di carboidrati a varia velocità di assorbimento, con eventuale aggiunta di BCAA o altre sostanze come caffeina, carnitina, taurina, magnesio e altri sali minerali.
Si dicono Energetici in quanto l’energia è fornita dai carboidrati, ingrediente principale di questo tipo di prodotti. Solitamente una formulazione adeguata contiene almeno due tipi di carboidrati a diversa velocità di assorbimento, per garantire all’atleta il rifornimento immediato, ma allo stesso tempo costante e prolungato di energia.
I carboidrati maggiormente utilizzati sono le maltodestrine, che sembrano tutte uguali, ma non lo sono!
Si possono distinguere a seconda della Destrosio Equivalenza: valore che indica la velocità con la quale possono far alzare l’insulina in rapporto al destrosio che ha come valore 100. Più alta è la destrosio equivalenza più rapidamente entrano in circolo, mentre più basso il valore, più lunga la catena e più lentamente entrano in circolo, di conseguenza più prolungata la cessione di energia.
Maltodestrine DE 19 (più veloci) e DE 6 (più lente) sono largamente le più utilizzate e possono essere spesso associate a zuccheri rapidi a come il destrosio. Quando la Destrosio Equivalenza non viene specificata di solito si tratta delle DE18 o 19.
I preparati in gel spesso hanno concentrazione di zuccheri elevata, in 25-30 ml troviamo dal 50% all’ 80% di zuccheri disciolti, per questo motivo è buona norma ricordarsi di bere sempre della semplice acqua dopo aver assunto il gel per favorire lo svuotamento gastrico e non richiamare sangue all’intestino, prelevandolo a zone dove è più necessario, come il muscolo sotto sforzo.
Molto spesso vediamo riportato in etichetta gel isotonico, significa che può essere bevuto anche senza aggiunta di altra acqua perché la soluzione è diluita in modo tale da passare velocemente il distretto gastrico; questo tipo di gel ha un volume elevato (60 ml) e un contenuto di zuccheri che raramente supera il 50% del contenuto.
In caso di problemi con la tolleranza al quantitativo di zuccheri si può scegliere un tipo di gel richiudibile per frazionarne il dosaggio, diminuendone la quantità e aumentandone la frequenza: ¼ di gel ogni 20 minuti circa di attività.
I gel contenenti caffeina vanno utilizzati con particolare attenzione, non eccedere nell’uso e impiegarli quando si ha bisogno del “TURBO”, la caffeina è uno stimolante a livello centrale, dà lucidità e rallenta l’insorgere della sensazione di fatica.

Annalisa Faè
R&D ProAction