Preparare la Huawei Venicemarathon: le settimana di scarico
Vi siete allenati dall'inizio dell'estate con l'unico obiettivo di correre la Venicemarathon. Quattro lunghi mesi di preparazione, la maggior parte dei quali durante i caldi mesi estivi. Ora che le temperature sono leggermente diminuite e correre è effettivamente più facile, non vedete l’ora di correre la vostra gara. Non voglio far scoppiare quella bolla magica, ma di una cosa dovete essere preparati: le ultime tre settimane di riduzione del carico del chilometraggio sono anche le più facili per ammalarsi. Il vostro sistema immunitario si indebolisce dopo gli allenamenti più lunghe. Probabilmente ne avrete fatte alcune nell'ultimo mese! Il cambiamento climatico stagionale è una sfida per i nostri organismi, per questo molti atleti soccombono al primo virus influenzale della stagione. Ecco alcuni suggerimenti su come rimanere in salute durante il periodo di scarico, fino al giorno della gara.
Continuate ad alimentarvi con cibi salutari.  Le ultime settimane sono le più importanti per attenersi al proprio piano nutrizionale. Molti atleti credono (o vorrebbero credere) che devono caricarsi di carboidrati prima della gara. Assicuratevi che siano bilanciati con verdure fresche e una porzione di proteine. Fate dei spuntini con frutta fresca e ricordatevi di continuare ad idratarvi bene fino al giorno della gara. 
Non cambiare il vostro programma aggiungendo più chilometri del necessario. Qualunque sia il vostro piano di allenamento, seguilo fino alla fine. Molti atleti vanno in panico nell'ultimo mese quando cominciano a confrontarsi con gli altri amici atleti. Pensano che sia meglio aggiungere ancora una corsa, solo una lunga ... e poi saranno pronti. Fate un respiro profondo e mantenete il programma originale. Credeteci, funzionerà. 
3. Recupero e riposo. Quante altre combinazioni di queste due parole posso offrirvi per prenderle sul serio? Riposo e recupero sono la mia raccomandazione numero uno per gli atleti che alleno. Se potessi scriverlo nei piani di allenamento lo farei! Un giorno alla settimana andate a letto un’ora prima. Lo so, è un altro sacrificio prima della maratona, ma non pensate che varrà la pena una volta che avete tagliato quel traguardo a Venezia? Io sì!