La settimana pre-gara

La settimana che precede una prova molto importante come una gara rappresenta un vero e proprio momento di “rifinitura”, perché ha un impatto non indifferente sulla performance.

L’atleta dovrebbe innanzitutto garantirsi adeguato riposo, nel fisico e nella mente, ed arrivare alla gara con la giusta dose di energie e preparazione.

Di per sé questa fase non richiede grandi stravolgimenti, anzi, fatta eccezione per alcune particolari situazioni, sia dal punto di vista fisico che alimentare è importante non esagerare e mantenere un certo equilibrio.

Per ottenere un buon risultato senza un impatto negativo sulla performance, sono da preferire gli esercizi che l’atleta padroneggia perfettamente e con cui ha fatto delle esperienze positive, a condizione, naturalmente, che corrispondano al profilo della gara. Quindi, in sostanza, nella settimana di scarico, sono previsti allenamenti brevi e poco intensi, qualche scatto, senza esagerare.

Dal punto di vista alimentare è scorretto pensare di dover aumentare le calorie e la quota di carboidrati giornaliera nell’ottica di avere scorte maggiori, anzi, una quota eccessiva di questi ultimi viene immagazzinata come grasso. È invece bene seguire una dieta completa e bilanciata, senza eccessi, che garantisca ovviamente scorte di glicogeno adeguate e preziose per la gara, e che non appesantisca troppo l’atleta. In una prima fase è addirittura consigliato con un introito calorico più basso, con più spazio alle proteine che ai carboidrati.